Perché alla fine Brexit è arrivato.

WhatTimBarrow
Sir Tim Barrow, l’uomo dell’establishment che porta la lettera di avvio del Brexit.

Perché Brexit è arrivato: è colpa anche e forse soprattutto della politica delle porte aperte di Angela Merkel e simili.
Caro signor Tusk, quello che è successo non è colpa tua. Ma si deve sapere che è l’Unione europea ad avere torto.
La fotografia è di Tim Barrow, ma il pensiero va al Signor Donald Tusk. E ‘rattristato e quello che è successo non è colpa sua. Ha avvertito, in quel suo modo polacco testardo, gli eurocrati di fermare la crisi dei rifugiati, di rimpatriare gli immigrati clandestini, di affermare che l’UE è cristiana e non cercare di imporre “quote obbligatorie di trasferimento migranti” agli Stati membri. Non è stato fatto fuori perché deve avere le spalle protette, ma gli eurocrati hanno continuato, chiamando tutti razzisti, minacciando sanzioni se non si prendono il numero di rifugiati e migranti – tutti i musulmani – che l’Unione europea gli voleva imporre – come se l’Unione Europea fosse una gigante agenzia di ricollocamento migranti – che i confini sono insopportabili “muri” contro i diritti umani, in realtà hanno lasciato capire che l’UE è un sistema bancario costruito su un insieme di concetti molto “di sinistra”, con l’eccezione di concedere la cancellazione del debito alla Grecia. Ciò che il signor Tusk aveva detto loro, è successo. Brexit, Trump, le persone che vogliono, che rivendicano una rivoluzione se il paese non chiude i confini e si ferma l’ immigrazione di massa dal terzo mondo contro la volontà del popolo, le immagini provenienti dalla Grecia e l’Italia ha premuto il grilletto della votazione di Brexit, in Austria Christian Kern fa lo stesso, più o meno, di Heinz-Christian Strache, in Olanda per vincere e mettere all’ angolo Wilders il centro-destra di Mark Rutte ha fatto lo stesso “lo faccio io, in modo che non sia necessario votare Wilders”.

E ora, un uomo dell’establishment, Tim Barrow, non Nigel Farage, sotto richiesta del primo ministro britannico, un’altra donna dell’establishment Theresa May, e con il sigillo del super-establishment, l’establishment più establishment di tutti, inclusi i Rothschild, i Royals , offre, al nostro posto, la lettera del Brexit. Brexit è iniziato e l’Unione europea si sta disintegrando.

C’è un piacere nel vedere che è la Regina d’Inghilterra, Theresa May e Sir Tim Barrow fare il brexit per i pescatori e i Farage e gli “ukippers” – gli elettori dell’UKIP il partito di Farage ndr -, perché la Gran Bretagna vuole restare un elegante democrazia liberale, e forse vuole rimanere, nel nucleo, occidentale protestante, proprio come l’Austria, la sorella gemella cattolica, che non vuole “veramente” trasformarsi in musulmana o meglio non lo vuole “per niente”. E poi perché? Per vedere le nostre libertà e lo standard di vita diminuire drasticamente, mentre ai vertici UE letteralmente blaterano di “diritti umani” e “compassione”. Ma non siamo così stupidi, si sa.

L’Unione europea ha agito nel modo sbagliato, quando David Cameron è andato a Bruxelles per discutere della riscrittura di alcune linee nei trattati che renderebbe l’UE più efficiente e meno falsa, ad esempio per mantenere il diritto alla libera circolazione a proprie spese, per persone ricche o benestanti – si può andare dove si vuole, Londra o Francoforte o Roma, ma si deve pagare per questo da soli – e il diritto per ricchi e poveri di cercarsi un posto di lavoro nello stato membro che si preferisce – è anche possibile ottenere un lavoro e stabilirsi lì, ma è necessario sostenersi con il salario – solo eliminare il diritto – assurdo – di appendersi allo stato sociale di un altro paese prima di aver lavorato e contribuito a questo stato sociale, ha anche chiesto di chiudere i confini della Grecia e dell’Italia per annullare quella visione di imminente invasione turca e africana: è stato deriso da Merkel e Juncker, non so perché, si vantavano che “non usciranno mai”. Io, e presumibilmente anche il signor Tusk, non abbiamo mai capito perché fossero così sicuri.

Ho guardato i sondaggi, per quello che conta, non ho mai visto il Remain così forte da dare tale garanzia a Merkel e Juncker e btw ora sappiamo che probabilmente i veri sondaggi erano più favorevoli al Brexit, che sondaggi avevano Juncker e Merkel per reagire in quella maniera?

Non seguo più nemmeno i sondaggi “ufficiali”  francesi per questo motivo, non credo che siano veramente seri.

Il signor Tusk può dormire sereno la notte pensando che lui l’ avrebbe salvata. Juncker, Merkel e altre persone di cui non conosciamo nemmeno i nomi l’hanno distrutta. Ora insistono con migration compact, il modo più odiato per cercare di “sostituire” gli odiato dalla massoneria cristiani bianchi dell’UE con bei musulmani neri. Kern non vuole perdere. L’Unione europea è finita. Grazie Gentiloni, grazie ONG, grazie trafficanti di esseri umani e globalisti di tutto il mondo. E affanculo.

Se i bianchi fossero così facili da distruggere, non avrebbero raggiunto la posizione che hanno raggiunto nel mondo nel 2016, con tre continenti e mezzo invece di uno.

Mi piace Strache, ma anche Kern sta facendo bene.

Che piacere vederLa, signor Barrow.

WhatTimBarrow

Devo ammettere ora, che anche se io volevo Andrea Leadsom Primo Ministro e Nigel Farage ambasciatore britannico permanente presso l’UE, così è ancora meglio, l’ establishment l’ ha fatto per noi e con noi, e tutto ciò in una specie di silenzio, indiscutibile, democratico. Buono. Perfetto.

L’Establishment lavora per noi.