I Moderati supportano il blocco dell’immigrazione di massa: DiSegni “una follia”, Katia Ricciarelli “voto Meloni”.

DiSegni
Riccardo DiSegni Rabbino Capo di Roma

Il Rabbino Capo di Roma Riccardo DiSegni, dopo Raffeaele Besso il capo della Comunità Ebraica di Milano, non dà l’endorsement vero e proprio ad un partito di CentroDestra ma si espone volontariamente in un’ intervista al Corriere della Sera sul tema che è la pietra dello scandalo del tempo presente e delle imminenti elezioni: l’immigrazione di massa, legale e illegale, il Rabbino la definisce “una follia” Link anche se non arriva a dire il nome del Partito che gli piace di più, questo getta chiaramente acqua sul fuoco di chi accusa aprioristicamente di neo-fascismo i partiti contrari all’immigrazione di massa e illegale, infatti Dalema continua a dire che Salvini è neofascista e non è vero niente, è solo che ormai lui e la “sinistra” non hanno più nient’altro da dire. Se gli immigrati diventano milioni e sono di cultura non integrabile il Rabbino predice un caos di reazione che rischia di diventare un tutti contro tutti in cui andrebbero di mezzo per primi gli Ebrei.

Un altro endorsement che vale è quello di Katia Ricciarelli per Fratelli d’Italia Link

MeloniRicciarelli
Katia Ricciarelli a destra  con Giorgia Meloni – centro – e Daniela Santanchè a sinistra.

il celebre soprano dice chiaramente che voterà Meloni, vuole una “Generalessa”, questo è il secondo endorsement di valore dal mondo della musica per Meloni dopo quello di Andrea Bocelli dato già quest’estate in occasione di Atreju.

BocelliMeloni
Andrea Bocelli si lascia intervistare da Giorgia Meloni nella propria dimora.

Sono endorsement molto importanti di Italiani moderati, non immediatamente associati alla Destra, che evidentemente ritengono illegittimo invadere il Paese dall’esterno e demolirlo dall’interno con la scusa di “salvare vite umane”.

 

Advertisements