Fico e Casellati: Ottima Scelta. Ora si va avanti col Governo.

++ Camera: prima fumata nera per elezione presidente ++
Io sono contenta del risultato

Io li ho voluti e io li ho avuti: mi piacciono molto queste scelte per Camera e Senato, anche se avevo detto Gasparri, la Casellati è forse ancora meglio: la cattolica vera di Forza Italia, laureata in Legge e in Diritto Canonico, contro aborto e matrimoni  ed adozioni gay, abbiamo vinto, me mi rappresenta quasi in toto, Fico invece è – giustamente – dell’ala sinistra dei 5 Stelle e questo rasserena gli altri Italiani che possono  essere in disaccordo magari con me su qualche scelta per me morale, credo che siano scelte ottime e bilanciate che rappresentano veramente il Paese e gli Italiani, una cattolica – vera, non come Tabacci – di Forza Italia e uno casaleggino invece che grillino per i 5 Stelle. E sì, caro il mio Berlusca, noi vogliamo governare, che cosa me ne devo andare a casa dopo tre mesi? E perché?

Ieri sul treno – sono tornata in Calabria con le frecce, una argento e l’altra rossa –  dei ragazzi discutevano di politica e dicevano “io lo voglio, che lo facciano il governo” solo che una lo diceva “così vengono allo scoperto” un altro più simpatico alla fine era d’accordo con me “io voglio che facciano il governo così governano, sono la parte migliore della politica”, mio fratello ha votato 5 Stelle ed era d’accordo con me  che ho votato Salvini e Meloni, sul governo: è molto semplice, non ci sarà nessun tradimento perché il Rosatellum bis ha dato, come si era annunciato peraltro, il risultato di un proporzionale e quindi i partiti al governo – negli anni ottanta ce n’erano 5, il pentapartito, e l’Italia era la quinta potenza economica mondiale, la prima e la seconda essendo USA e URSS – ebbene i partiti al governo sceglieranno di far approvare di tutti i punti del loro programma uno ciascuno, escludendo – temporaneamente – i punti su cui gli altri mettono il veto, e questo non è un tradimento, si dice agli elettori: “per approvare questi punti, alle prossime elezioni ci dovete dare più voti, con questi voti, abbiamo potuto approvare questi punti qui scritti sul programma, perché necessitavano dei voti anche delle altre forze politiche per essere approvati, non è tradimento, è matematica”. Chiuso.

Mio fratello, che ha votato 5 Stelle, mi ha detto: “io e te lo capiamo, ma gli altri crederanno che si siano rimangiati le loro parole, Berlusconi non farà passare mai il reddito di cittadinanza” e io gli ho risposto che gli altri Italiani non sono scemi e capiscono perfettamente che tutto il programma di un unico partito si può approvare solo con la maggioranza assoluta dei seggi, o il 40% dei voti, mentre i singoli punti approvati anche dagli altri, per es. abolizione di Equitalia e della Legge Fornero etc. si possono approvare subito, come il rimpatrio dei non aventi diritto di asilo etc. Se poi i 5 Stelle o la Lega alle prossime elezioni prenderanno da soli il 40% dei voti potranno approvare tutto il loro programma da soli.

Magari non ci sarà il reddito di cittadinanza ma ci saranno più tutele per i lavoratori. E’ matematica politica.

Se Forza Italia ci sta, come spero, potrà imporre due o tre ministri, ed avere approvati un paio dei suoi punti programmatici e mettere qualche veto in più ai 5 Stelle – o a Salvini – se non ci sta, Salvini e DiMaio avranno in proporzione più potere, perché rassegnatevi, abbiamo vinto e la maggioranza c’è. Io voglio che Forza Italia ci stia, ma non vi sognate di rimandarci nella palude di prima. Non è giusto per noi. Anche Craxi ai tempi del Pentapartito avrebbe voluto più potere e invece doveva doveva governare con Andreotti, e la vita in Italia, grosso modo era meglio – anche per la lira e le industrie di Stato -.

Advertisements