Il Grande Fratello è uno Zoo per umani. E’ bene che lo sappiate – se non l’avevate già capito –

BarbaraGf
La conduttrice dell’edizione 2018 Barbara D’Urso

Il Grande Fratello riapre con la consueta maschera da entertainment quando invece è chiaramente una cosa che andrebbe – se fatta – condotta da Piero Angela.

Il Grande Fratello è – ed è probabilmente pensato per essere questo – uno zoo per esseri umani al posto degli animali.

Il vero Grande Fratello non è la parte tagliata e montata che si vede su Canale 5 alle nove, nove e mezza di sera, ma tutta la parte che rimane registrata in cui si vedono le “scimmie” che si puliscono il sedere, litigano per un pezzo di formaggio in cucina, vanno a defecare.

I commenti sono usualmente molto simili a quelli dei ragazini allo zoo davanti alla gabbia delle scimmie o delle tigri:

“Guarda, la scimmia mangia la banana” “Guarda quello del grande Fratello litiga per il pezzo di formaggio con l’altro” “Guarda, la scimmia copula con l’altra scimmia” “Guarda, quello come se la ingroppa – all’altra concorrente del GF –” “Ahaha, le scimmie si grattano le orecchie…le scimmie si fanno il bidet, le scimmie litigano per la femmina” e alla fine se vedi uno del Grande Fratello che si mangia una banana è quasi uguale. I commenti più cattivi con i risolini “c’ha due cd al posto delle tette etc.” non li trasmettono, per lo meno non alle nove, a questo punto è lecito chiedersi se i concorrenti del GF ne siano consapevoli, che uno può voler finire in televisione o “fare cinema” ma andare al Grande Fratello non è la stessa cosa, che, non so fare il VJ – quando c’era – su MTV, quello è lavorare in televisione, o fare Rossella O’Hara in Via col Vento – quello è fare cinema – cioè, ve lo devo dire io? Ti chiudi in camerino, ti trucchi, o meglio ti truccano gli esperti, ti vesti o ti vestono tutto di nero e vai a fare Neo di Matrix, ecco, non ti devono vedere mentre ti pulisci il culo etc. Anzi, le superstar sono sempre così belle in video perché star del calibro di Kenau Reeves o Demi Moore sono capaci di pagare di tasca propria il rifacimento di una scena se in quella scena sono venuti brutti, anche solo un fotogramma con Kenau Reeves o la Moore deve venire perfetto, e se per la produzione “va bene così” io so che in certi casi hanno detto: “la pago io ma la rifacciamo” ed hanno pagato tutti, lo staff, i cameramen, i truccatori, gli altri attori per quella scena extra, per quelle due ore di lavoro in più. Lo fanno solo le superstar, ma le superstar veramente sembrano esseri perfetti.

Quello è cinema.

Vedere la modella che si tira i peli dal mento con la pinzetta, forse no.

Io voglio anche fare un paragone col porno, visto che comunque sotto le lenzuola e con gli infrarossi – perché la notte per studiare le scimmie ci anche sono le telecamere a infrarossi – le scimmie ogni tanto copulano, ecco quando io dico che sono convinta che il Grande Fratello ed Uomini e Donne sia infarcito di escort e spogliarelliste è proprio perché non danno la sensazione di normalità che dava magari la prima, massimo la seconda edizione, dalla terza edizione in poi i concorrenti sembravano molto più consapevoli, tanto che è venuto fuori che per es. una concorrente che poi forse è stata espulsa era una spogliarellista a cui comunque fare la scena nuda non disturbava – anzi ne era consapevole – ed era vero perché hanno pubblicato le sue foto su un giornale in cui, in data anteriore alla sua partecipazione al GF, faceva strip e lap dance per denunciarla, non era illegale né lo strip né la lap dance, era illegale che partecipasse al Grande Fratello per una clausola del contratto, ebbene costei, di cui non ricordo il nome, ma ricordo un po’ il viso, aveva già cominciato, così, casualmente, a “proporsi” come attrice porno della casa dicendo al confessionale “ieri mi sentivo molto calda, sentivo il bisogno di fare sesso” poi però mi pare l’abbiano cacciata.

C’è una sorta di ambiguità di fondo in questa trasmissione che, dopo la prima edizione bene o male si capisce quello che è: i concorrenti sono consapevoli di quello che fanno e pensano di prendere in giro noi altri o mentono a se stessi e prendono in giro se stessi?

Jenna Jamson la più famosa pornostar americana del venti-ventunesimo secolo sembrava sapesse, nel bene e nel male, quello che faceva, per lo meno parlava in maniera che non lasciava adito a dubbi sul fatto che non aveva intenzione di farsi salvare, i gieffini lo sanno che fanno le scimmie allo zoo?

Advertisements