Chi sta con Salvini: i tweet e le dichiarazioni di Orban, Rasmussen, Kurz, Dupont Aignan, Ciotti & Co.

Traduzione dal francese:

“Sostegno al Sig. #Salvini che rifiuta l’accesso ai suoi porti alle ONG complici dei trafficanti.

La politica della #UE deve essere rivista!

Non bisogna ridistribuire i clandestini tra Stati, ma interdire l’accesso al nostro territorio ed espellerli! #Aquarius….”

Nicolas Dupont Aignan, Presidente del partito di destra gollista francese “Debout La France” autore del tweet l’ha messo fisso in alto con la funzione pin.

Piena sintonia con il ministro dell’Interno tedesco, Horst #Seehofer, che mi ha invitato a Berlino dove andrò presto con piacere.
Grazie all’Italia finalmente in Europa si cambia: per difendere i nostri cittadini bisogna tornare a proteggere le frontiere.https://t.co/3dYECHhApq

— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) 12 giugno 2018

Tweet di Eric Ciotti del partito di governo francese Les Républicains, il Partito di Sarkozy ora al governo con En Marche di Macron:

“L’Italia ha messo un termine alla passività europea di fronte alla crisi migratoria. Il cancelliere Sebastian Kurz annuncia un “asse” comune #Germania #Austria #Italia per “lottare contro l’immigrazione illegale”. E la Francia che dà lezione è a rimorchio.

Insulte totalement irresponsable de #Macron envers l’#Italie qui veut légitimement endiguer le chaos migratoire dont elle est victime.
Que ferons nous demain si l’Italie ouvre la frontière à Vintimille? #Aquarius https://t.co/IHnXvndHyk

— Eric Ciotti (@ECiotti) 12 giugno 2018

“Insulto totalmente irresponsabile di #Macron nei confronti dell’Italia che vuole legittimamente contenere il caos migratorio di cui è vittima.

Che faremo domani se l’Italia apre le frontiere a Ventimiglia? #Aquarius…”

Tira buona aria nuova in Europa.
Il premier austriaco Kurz a Berlino dalla Merkel:
“Chi entra o no in Europa dobbiamo deciderlo noi rappresentanti delle istituzioni, non gli scafisti”. pic.twitter.com/FgLRM6ybZB

— Marcello Grando (@mgdj56) 13 giugno 2018

Tweet di Kurz:

“Oggi ho potuto incontrare a Berlino il Ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer per un colloquio di lavoro. Ci siamo messi d’accordo per una rafforzata collaborazione nell’ambito della migrazione particolarmente abbiamo parlato di protezione delle frontiere esterne anche in vista della Presidenza UE austriaca….”

Bene continuiamo

Il premier Danese Lars Løkke Rasmussen contattato direttamente da Kurz

Rasmussen
Lars Lokke Rasmussen Primo Ministro danese

si è detto fiducioso che i centri di permanenza, detenzione ed espulsione si facciano fuori dal territorio UE, il primo già entro l’anno ed ha aggiunto che devono essere “il meno attraenti possibile” cioè niente vacanza pagata che attrae gente che menta sullo status di rifugiato, oggi come oggi in Italia, grazie alla sinistra chi ha mentito sullo status di rifugiato si è garantito solo una vacanza pagata.

Orban:BravoOrban

Ci aiuta ad espellerli.

La Merkel dichiara di essere d’accordo con Roma e che l’Italia era stata lasciata sola.

Dunque?

I commenti dei sinistri ve li risparmio, sono da persone che non parlano della realtà, e più che altro anche da sfigati fatalisti – per me è una vittoria morale, ho sempre avuto fastidio quando dicevano che i meridionali saremmo “fatalisti” con tutto il rispetto sia io che Marco Minniti invece siamo stati tra i più positivisti e dediti all’azione attiva, sono la Bonino e gente come Dalema che sparano scemenze fataliste quasi come se avessero avuto una profezia “Non si può bloccare il flusso” “il flusso non si bloccherà” “chiudere un porto non servirà, il flusso riprenderà” hanno un modo di parlare strano “al futuro” come i veggenti “ci sarà la guerra” “Roma sarà devastata” “La Madonna ha detto che preti saranno accoltellati per la strada”.

Pe ora calmatevi, noi positivisti e cristiani occidentali come me facciamo le cose che vogliamo fare, la Bonino maga ce la risparmiamo –  a proposito, il nuovo look da maga col turbante ce l’ha –

Bonino-Emma-for-Bilderberg-600x400

Al Bilderberg praticheranno la magia e divinazione, però con la risposta falsa. Sto club di beati Paoli, non lo posso vedere quando parlano di cose che fanno e vogliono loro come se fossero ineluttabili e decisi dal destino. Lo sappiamo che li portate voi, idioti.

Io penso questo: se li cacci se ne sono andati, se chiudi i porti non arrivano, Gino Strada può schiattare. E Bergoglio pure.

Decisionisti e cristiani, non magia nera e pseudo profezie e invece l’avete fatto voi. Visto che “il flusso non si potrebbe fermare” perché mandi le ONG a prenderli?

A proposito, ma non possiamo allearci col Marocco, zona sicura, li paghiamo per prendersi le prime due navi e poi smettono di partire perché dalla Libia o dalla Tunisia al Marocco se ci vogliono andare ci vanno a piedi, loro prendono la via del mare perché cercano di arrivare in Europa mi pare chiaro. Perché poi la Bonino e Dalema vorrebbero trasformare l’Italia e l’Europa in una zona afro-musulmana ancora è da chiarire.

Noi no, da Copenhagen a Lampedusa.