La Morte in Ostaggio. Perché io li farei morire ma non li prenderei i migranti e quelli delle ONG. Chiuso.

A me non me ne frega niente se dicono “muoiono”, sì, muoiono, ma se ti butti dalla finestra scusami, stai morendo perché ti sei buttato dalla finestra tu, non è di colpa di Salvini che non passeggia sotto le finestre così se qualcuno si butta lo salva.

Sta teoria che i migranti possono partire dalla Libia sul gommone, possono rifiutare di essere salvati dagli Africani, libici o marocchini o tunisini sulle motovedette perché devono essere salvati per forza da Europei che poi li devono mantenere in Europa è sbagliata.

Sta succedendo l’equivalente di questo:

delle persone si lanciano dalle finestre di un palazzo non in fiamme perché un altro palazzo due o tre oppure quindici quartieri più indietro è in fiamme, allora le ONG passeggiano sotto i palazzi per prenderli, alcuni muoiono gli altri li portano in Europa. Non è colpa di Salvini se muoiono la colpa è la loro. Io come Giulio Cesare li farei morire ma gli direi No. Perché se muoiono è colpa loro. Io non posso passare la vita sotto i palazzi a stare attenta se per caso qualcuno si butta lo prendo e se lo salvo poi gli regalo il biglietto per andare in Inghilterra così tutti si buttano e ci provano come in una lotteria, cioè se gli dico No e gli ho detto No e si buttano lo stesso la colpa è la loro, io non posso fare la schiava di chi tenta il suicidio. Il papa mi disgusta come Macron: sono partecipanti a sette pedofile, fanno tutti schifo come Brigitte, un mostro vestito Dior, buttati, tanto t’ho detto che non ti prendo, muori tu.

La Morte non si tiene in ostaggio. E non si può nemmeno ricattare.

 

 

Advertisements