L’oroscopo è peccato? La Chiesa ha dato i Sacramenti in mano a preti del Togo e del Benin che li usano per fare gli Stregoni.

Grazie, Chiesa Cattolica, dopo averci informato che leggere l’oroscopo su Topolino è peccato, perché sarebbe infrazione del Primo Comandamento ed aver detto che saltare troppo per un cantante, un attore o uno sportivo è “idolatria” – secondo me questa è una scemenza, ma non importa, per loro tutto quello che ti fa divertire è idolatria, se non ti fai monaco pure tu non sono contenti – dopo tutto ciò, se ne vengono con le “conversioni dall’Africa” cioè, hanno dato il Santissimo in mano ad ex stregoni vudù che lo usano come un oggetto magico e benedicono o maledicono a seconda di quello che gli passa per la testa in quel momento, né, come i preti europei, hanno paura di andare all’inferno per quello perché non hanno il senso del peccato, hanno solo il senso del sacro in maniera tipo magica. Io sono rimasta scioccata quando un prete del Togo che credeva al Santissimo e allo spirito santo in maniera quasi fisica ha raccontato un caso di incesto grave, un padre che violentava le figlie e la moglie, ridendo come un idiota. Quello non è peccato? L’oroscopo è peccato? Premesso che tra legger e l’oroscopo su Oggi, sentirsi dire ogni due settimane “incontri e novità” e poi magari l’unica novità è una cartella di Equitalia difficilmente può mandare all’inferno in ogni caso, magari c’è gente che paga per un oroscopo su misura e poi fa investimenti in borsa in base a quello e magari perde i soldi, già è diverso, ma quello che fa la Chiesa Cattolica è peggio.

I preti europei hanno una vaga istruzione sul fatto che sì, la messa, l’ostia consacrata la possono usare anche per maledire ma vanno all’inferno senza possibilità di confessarsi, delché in genere il praticello pensa “se devo andare all’inferno vado in un altro modo” il prete del Togo no, maledicono come niente, usano il Santissimo in funzione magica per interferire col corso naturale degli eventi – io me ne sono uscita e sono felicemente protestante -. La Chiesa li copre perché li ha consacrati essa stessa chiesa con la scusa del “calo delle vocazioni” che io non credo ci sia, se a messa ci sono dieci persone non c’è nessun calo delle vocazioni, la gente come va al centro commerciale o al cinema in macchina può anche prendersi l’abitudine di andare in chiesa in automobile, il discorso di tenere aperte parrocchiette con quindici persone e consacrare preti del Togo e del Benin è sbagliato. Un prete basta per dire la messa anche con 500 persone, non è vero che gliela devono dire nella chiesa sotto casa, vadano in Cattedrale se hanno voglia di andare e si devono confessare due volte all’anno non una volta al mese come dice la finta veggente di Medjugorjie st’altra che andrebbe arrestata con tutto Padre Jozo e Padre Livio per circonvenzione di masse di incapaci e frode aggravata.

Come si fa a capire che il prete del Togo maledice: semplicemente, prega per una persona e a quella persona capitano disgrazie – è facile capirlo – oppure, quasi peggio, chiede a Dio una grazia per un “figlio spirituale” che preghi e basta o che interferisca col Santissimo non lo so, ma alla fine al quel figlio spirituale gli capita la grazia chiesta ma con un effetto collaterale tale che dice “stavo meglio come stavo prima” tipo una per tutti, ad una sterile invece di un figlio sano gliene arrivano due malati etc. poi il prete del Togo per giustificarsi a tutti racconta “è una prova del Signore”.

Il problema di sta gente è che riesce a far vedere segni soprannaturali a cani e porci, tutti vicino al prete vudu-ex vudu vedono sangue sulle ostie, croci sulle ostie etc. e lo scambiano per santo però Gesù Cristo conferma che i suoi discepoli se pregano per un malato questi guarisce non se prega per uno che ha un problema a un occhio gli arriva pure un distacco di retina, se prega per una figlia spirituale mezza sana le arriva – sic – il tumore al colon e poi si presenta coll’orrendo libro “Patire, soffrire, offrire” e dice che è Gesù che ha voluto così. Una persona orrenda che secondo me fa avere a tutti segni e visioni usando il Santissimo in funzione “magica” chessò, invece di offrire la messa per le anime del Purgatorio o per la benedizione del popolo cristiano, la offre perché gli astanti vedano segni e magari gli astanti un mezzo segno lo vedono pure e poi sono rovinati, perché scambiano lui per santo, solo che se prega per te ti arrivano disgrazie e se sei malato peggiori invece di guarire che è il contrario preciso di quello che ha detto Cristo: “Annunciate il Vangelo, scacciate i demoni e guarite i malati”.

Bene, si può smettere di consacrare preti della vudu-belt  e si può smettere di mandarli in Calabria?

No perché a me sto fatto che quando vogliono punire un prete o un carabiniere gli dicono “ti mando in Aspro Monte” non è che piaccia tanto, e li mandassero almeno in Aspromonte per davvero, che si prenderebbero una schioppettata, li mandano nei paesini tipo il mio. La finiamo? Metteteli su qualche barcone in qualche CIE e mandateli da Gheddafi o dal Gheddafi di turno, a convertire musulmani, i musulmani sapranno come santificarli. Poi gli regaleranno “Patire, soffrire, offrire”, in arabo.

Buona Domenica. E state attenti ai santi.

Advertisements