Patrizia Mirigliani non è all’altezza di decidere per Miss Italia.Toglieteglielo o togliete il Nome “Italia”.

Miss Italia non è Patrizia Mirigliani, non è giusto che un concorso di bellezza iconico  come questo, che usa il Nome della nazione nel titolo debba essere nelle mani di un’organizzatrice che decide i criteri di selezione e li abbassa in continuazione per avvicinare la vincitrice a se stessa.

Prima include la taglia 44, poi la 46, poi elimina il bikini, ora le zoppe

Miss Italia zoppa,

Miss Italia grassa,

Miss Italia mettiti il costume intero.

Non le vuole le belle, sembra invidiosa di quelle più alte, più magre e più, chessò, sexy di lei, prima o poi arriverà a partecipare lei stessa e a pretendere di vincere il concorso, sta portando i criteri il più vicino a se stessa possibile e lei è così:

PatriziaMirigliani

Io penso questo: se una è invidiosa delle donne più alte, più coscia lunga di lei non deve lavorare nel mondo della moda o dei concorsi di bellezza, da quando suo padre è morto è riuscita a farsi cacciare dalla RAI e ad imporre le non-tanto-belle nel concorso per non farle restare male e sentirsi più bella lei stessa.

Io non lavoro nel mondo della moda e non invidio queste donne, ma se ci lavorassi e mi accorgessi di essere invidiosa di tutte queste ragazze coscia lunga, basta, credo che penserei “devo cambiare settore” Miss Italia non è lazzaretto.

E’ come se nel mondo del calcio un allenatore fosse invidioso del calciatore più bravo e non lo facesse giocare perché non lo sopporta emotivamente: basta, non puoi fare l’allenatore. Il calciatore più bravo va messo dentro, non lasciato fuori “perché l’allenatore è invidioso”. Ora dove sono le superbelle a Miss Italia? Che sta facendo questa donna? Taglie 44, taglie 46, ragazze con le protesi, ragazze con le cosce flaccide, ma sta facendo? Poi si lamenta che in RAI non l’hanno voluta e Caterina Balivo ha fatto il mini contest Miss Curvy, ma erano tutte curvy

Caterina-BAlivo-Detto-fatto-modelle-curvy

Caterina con la capa di miss Curvy, la Elisa D’Ospina

MissItalai2004
Foto dell’incoronazione di miss Italia 2004

Non ha più voluto il conduttore maschio, in questa foto in cui viene incoronata l’alta e magra Cristina Chiabotto perché è ancora vivo suo padre, Enzo Mirigliani, lei ha una faccia come se la stessero ammazzando. Perché non deve più esserci il conduttore maschio? Perché i maschi hanno dei criteri di bellezza diversi dai suoi.

Qui, sotto, sono gli auguri di buon compleanno a Inzaghi da parte dei suoi ex tifosi della Juve e, sessisticamente, gli hanno fatto il calendario con le ex, di cui vi lascio una foto:

Ex2

L’originale è più sexy e l’ho coperta io, perché non mostro nudità per scelta editoriale. Ma quando lo decidono i maschi quali sono le belle vanno su quello stile: alta, vitino stretto, seno sodo e sedere, e lei che fa? Patrizia Mirigliani? Elimina i maschi dalla conduzione e abbassa lo standard.

Niente Carlo Conti, noto per selezionare le professoresse dell’Eredità, niente fisico da schianto, ma perché non cambia mestiere lei?

Io non capisco una cosa, io non sono invidiosa delle modelle, però non lavoro nel mondo della moda, può darsi che chi ci lavora con tutte queste modelle finisca per odiarle, che ne so? Ma se le fa così male la vicinanza alle ragazze molto belle che cambi mestiere lei, in Italia si ereditano marchi per cultura, ma lei il marchio “Miss Italia” lo sta rovinando, è come se l’erede di Barilla cominciasse a fare la pasta col grano tenero e poi mettesse i conservanti e poi la pasta Barilla diventa una schifezza. Perché non vende il marchio a qualcuno che il concorso di bellezza lo sa fare?

Io me la sono stufata ‘sta Patrizia Mirigliani, alla fine essere alte e molto belle non è peccato, l’invidia è peccato: e questo è catechismo di base.

Advertisements