Kavanaugh: ancora sull’uso dell’accusa di stupro con secondi fini.

TrumpKavanaugh
Trump ha mostrato coraggio stando fermo con Kavanaugh e la sua famiglia.

Le donne e gli uomini ricordino:

LE DENUNCE PER STUPRO SONO MIRATE AD AVERE GIUSTIZIA PER LO STUPRO NON A FERMARE CARRIERE O CAMBIARE LE NOMINE ALLA CORTE SUPREMA.

La frase qui sopra dovrebbe essere su uno striscione, le accuse per stupro devono essere sempre finalizzate ad avere giustizia per lo stupro non a bloccare nomine alla Corte Suprema o ad ottenere denaro o pubblicità, comunque ultimamente in particolare in America queste accuse di stupro sono sempre finalizzate a qualcos’altro che non la giustizia per lo stupro:

bloccare carriere,

ottenere soldi,

ottenere pubblicità

A proposito della donna che ha fatto causa a Kavanaugh o meglio non lo ha citato in giudizio, ha fatto solo storie e rumore a nome dei Democratici per cercare di fermare la sua nomina alla Corte Suprema – questo è l’unico vero scopo di questo processo mediatico – come per Weinstein, la maggior parte delle attrici volevano solo parlare con i giornalisti e da un podio ma non volevano davvero citarlo in giudizio per non finire in un processo, ora è evidente che se Kavanaugh non fosse mai stato nominato da Trump alla Corte Suprema non sarebbe mai stato accusato di stupro e questo è il grave errore, il gigantesco difetto che ci fa difendere Kavanaugh e disprezzare l’accusatore:

Non si fa causa per stupro per fermare le carriere, si fa causa per stupro se c’è stato uno stupro. Non è che “se Kavanaugh fosse un giudice democratico, allora non sarebbe uno stupratore” oppure “se Kavanaugh non fosse stato nominato alla Corte Suprema allora non sarebbe uno stupratore” quindi non meriterebbe di essere citato in giudizio, “ma poiché Kavanaugh è un giudice repubblicano e nominato alla Corte Suprema (peraltro da Trump) allora è uno stupratore”: questa affermazione è chiaramente sbagliata: Kavanaugh è uno stupratore se ha violentato, non se è contro l’aborto e repubblicano invece che democratico.

Le accuse di stupro fatte con un gigantesco secondo fine che è chiaramente politico e non sessuale sono già squalificate per questo, tutte queste donne che vogliono fare causa per stupro come gli accusatori di Ronaldo dopo 9, 10, nel caso di Kavanaugh addirittura 35 anni hanno sempre la caratteristica di essere casi in cui è impossibile scoprire la verità: sono sempre rapporti sessuali interrotti, prima di tutto e la denuncia è sempre troppi anni dopo, cioè non è mai un caso di stupro nudo e crudo, quella che viene chiamata “violenza carnale” che porte cicatrici etc. per esempio, una donna violentata da un uomo in una casa o per la strada che fugge dall’aggressore e va alla stazione di polizia e l’ufficiale di polizia e un medico testimoniano “ci sono segni di violenza sul corpo” No, è sempre lo stupro intermedio, il rapporto sessuale interrotto ma non interrotto, che significa: Ronaldo flirta e si bacia e si abbraccia con una donna sexy in discoteca, poi entrano entrambi in una camera da letto volontariamente, chiudono la porta e quindi ci sono già solo loro due nella camera e niente testimoni, ecc. si baciano, si abbracciano, ecc. fanno i preliminari e, come spesso accade, la donna è soddisfatta dei preliminari e l’uomo vuole andare avanti e avere il rapporto sessuale completo, secondo la donna che accusa Ronaldo lei gli ha chiesto di smettere perché non aveva voglia di farlo ecc. e lui invece non si è fermato e l’ha costretta a fare un rapporto sessuale, quindi potresti trovare segni di violenza sul corpo della donna il giorno dopo solo che lei fa causa dopo 9 anni – o 35 anni come per Kavanaugh – ora dimmi signora che cosa vuoi da me? Nessuno sa cosa sia successo in quella stanza tranne te e lui, non puoi chiedermi di arrestare o condannare Ronaldo o Kavanaugh perché potresti mentire per soldi, pubblicità e politica, diciamo la verità che non vogliono Kavanaugh perché lui è contro l’aborto e conservatore e invece di discutere di aborto e conservatorismo denunciano per stupro, si tratta sempre e regolarmente di casi in cui è impossibile scoprire la verità e in cui il secondo fine è gigante come una casa, se uno studente violenta una compagna di scuola come dice l’accusatrice di Kavanaugh, lei lo può dire all’insegnante, al preside della scuola ci sono altri compagni di classe che potrebbero aver visto qualcosa, ora dopo 35 anni che cosa dovremmo fare? Vai a cercare insegnanti e dirigenti scolastici e gli altri compagni di scuola che non hanno idea di che cosa sia successo o magari sono morti? Ora ti tieni Kavanaugh alla Corte Suprema e taci, e anche per Ronaldo, queste donne fanno causa sempre nei casi di nessun segno di violenza o di testimoni qualunque siano sembrano solo accuse per gettare sporcizia su un uomo.