Libero titola “Terroni” ma il suo Editore è un abruzzese con la terza media eletto nel Lazio con FI (?)

Non ve la prendete con i Settentrionali se vi chiamano Terroni, potrebbe essere uno dell’Abruzzo residente a Roma e…non della Lega per la Padania Indipendente, ma…di Forza Italia, Italia?

Sì, sembra strano, ma tra le tante stranezze di questo paese c’è l’Editore di Libero, il quotidiano di cui è direttore Vittorio Feltri, cafone, imbarazzante, con Direttore di Bergamo ma proprietario abruzzese che ha licenziato Maurizio Belpietro perché Belpietro era troppo fine

antonio_angelucci_daticamera_2018

Antonio Angelucci (Sante Marie, 16 settembre 1944) è un imprenditore, editore e politico italiano. Dalle elezioni politiche italiane del 2008 è stato eletto per tre volte deputato della XVI, XVII, XVIII Legislatura nelle liste de Il Popolo della Libertà e di Forza Italia.

Come imprenditore opera nella sanità (la catena di strutture che fanno capo all’ospedale romano San Raffaele – uno con la terza media? -), nell’immobiliare e nell’editoria (Il Tempo, Il Corriere dell’Umbria e, attraverso una fondazione, Libero).

Niente di male, anche con la Terza Media potete operare nella sanità e nell’editoria, solo io con quattro lingue riesco a fare solo la blogger contro gli Illuminati, devo tornare dallo psicanalista, ma questa la copertina di Libero

libero-2019-01-11-5c37fb4d9eebf

Beh, si, evidentemente anche a Libero comanda Angelucci…

La Verità di Belpietro che Angelucci ha licenziato?

La Verità è un quotidiano italiano con sede a Milano. Fondato da Maurizio Belpietro, è uscito con il primo numero in edicola il 20 settembre 2016. Sotto la testata appare una citazione dal Vangelo di Giovanni, tratta dal dialogo tra Ponzio Pilato e Gesù Cristo: Quid est veritas? (“Che cos’è la verità?”, Giovanni 18,38).

Vuoi mettere “quid est veritas?”  con comandano i Terroni? Tanto per mettere in imbarazzo chi per caso se lo voleva comprare.

Detto questo, a Vittorio Feltri…beh si, te ti comandano i terroni residenti nel Lazio sicuramente.

Però io uno dell’Abruzzo residente nel Lazio proprietario di un giornale che fa ‘sti titoli, non lo voterei mai. Non ha rispetto per se stesso ed è falso, perché Forza Italia è un partito nazionale.