Virginia Raffaele un pò così: sia il saluto ai Casamonica che a Satana non facevano ridere.

Virginia Raffaele mafiosa, Virginia Raffaele satanica, ha scelto lei ma non faceva ridere. Il saluto ai Casamonica è stato un pò così e quello a satana era disturbante, ve lo linko il disturbo satanico arriva al min 3.34

Raffaele
Scenetta di Virginia Raffaele e Bisio col grammofono.

Vestita di bianco come le sacerdotesse pagane, sembra una che cerchi – come spesso succede alla Hunziker – si sforzi di essere simpatica, di fare ridere, ma non riesce; non è né carne né pesce volendo essere tutte e due: non abbastanza bella per fare la modella, rimane uno o due gradini sotto il livello “Modella Milano” e non abbastanza “veramente comica” da far scoppiare a ridere, qui sembra falsa, forzata, “mostra i denti” quando ride, tutti, troppi, come Michelle, e noi rimaniamo qui, con questo Sanremo un pò così che vuole essere qualcosa di altro, di più di quello che è e non riesce.

Al prete non è piaciuto lo sketch, a Salvini nemmeno, io sono perplessa. Chi sono costoro? Ma che vogliono? Chi è questa Virginia Raffaele? Che vuole? Che vuoi da me? No, non mi fai ridere e non sei nemmeno tanto bella, cambia mestiere o sei là per intercessione dei Casamonica o della famigerata massoneria vaticano-satanista, visto che sei di Roma? D’altra parte chi è causa del suo mal pianga se stesso: lei ha voluto essere associata a queste cose e a noi non hanno fatto ridere; Non è come l’Esorciccio, l’Esorciccio faceva ridere, tu no. Sembra una che non è né carne né pesce e cerca di essere tutt’e due. In questo Sanremo c’era qualcosa di sbagliato.

Tutta l’Europa sta diventando qualcosa di sbagliato: l’ex Luna-Park degli anni ottanta sta diventando il Maledetto Luna Park che sta per spegnere le luci di Loredana Bertè, ecco, anche se in quella canzone un velo di “micro-satanismo” i mostri, il numero 6 che si accende tre volte, c’è, quella almeno è una canzone riuscita – anche il video –

“Il boia mostra i denti e dice ‘Prego, Madame”

Perfetto, non me l’aspettavo questo dalla Bertè a 68 anni e senza patto col diavolo.

E purtroppo, mie cari Lettori, noi che siamo stati educati a Pinocchio, Dickens, il Libro Cuore, Goldrake e Mazinga Zeta, “buffi, impacciati, ma in fondo convinti di essere eroi” ora ci troviamo in questo doppio sogno, in cui il bene somiglia al male: per Gesù dobbiamo costruire le moschee ai migranti, per pietà dobbiamo far abortire i bambini fino al sesto mese di gestazione (???) per sensibilità dovremmo dire ai bambini che non sono né maschio né femmina perché “scelgono loro”…prego, Madame? No grazie. E spero che il Maledetto Luna-Park non sia quello che sta diventando l’Europa.