Autonomie e Dritto Sovranista. DeMagistris provoca: “Autonomia di Napoli” come se fosse uno scherzo.

Senza titolo
Lo stupido tweet di DeMagistris

L’ignoranza di DeMagistris, purtroppo Sindaco di Napoli, è allarmante, dice “soldi concessi alla Lombardia” quando invece sarebbero trattenuti, non concessi e comunque in realtà non verrà dato alla Lombardia un centesimo di più, è autonomia di spesa con gli stessi soldi non di trattenere più tasse e perché non è serio sulle Autonomie come si dovrebbe essere, ora lancia la sfida “L’Autonomia della città di Napoli” ma che cazzo vuol dire parlare di autonomie come se non fosse un discorso serio, organizzativo della Nazione, parlarne come al bar, senza citazioni di lusso, tipo i Länder tedeschi, o i Cantoni svizzeri, senza nessuno che faccia rilievi sulla Sicilia a statuto autonomo o il Trentino Alto Adige – tutti parlano solo di un’unica cosa: i soldi della Lombardia – questo parlarne in maniera non seria, non professionale, senza discutere di tassazione, di spesa, di scuola, di niente, così, come la bar “allora voglio l’autonomia di Napoli” diverso l’atteggiamento di DeLuca che ha richiesto anche per la Campania lo Statuto Autonomo, vedete io questa Italia la vorrei aiutare.

Vi ricordo che l’Autonomia è organizzativa, non è politica: cioè ora la Lombardia è a guida Lega, ma se vince il PD la Lombardia a Statuto autonomo sarà guidata dal PD, ora a Napoli c’è DeMagistris, domani ci potrebbe essere Ignazio LaRussa super-sindaco di destra di Napoli, invece loro parlano come se avessero un feudo, come se l’autonomia desse potere a loro e al loro partito per sempre. Mentre Bologna, col sindaco prima di Forza Italia, ve lo ricordate? Il macellaio, ora Padova passata dal sindaco sceriffo della Lega al sindaco piddino, la Calabria dove ogni tanto vince la destra ogni tanto la sinistra, dimostrano che tu se parli di Autonomia parli di regole organizzative non di contenuti politici perché quelli poi dipendono dal partito che vince.

Mi sento proprio stufa anche a dirlo che era una cosa di cui parlare seriamente.

Io poi che l’ho anche supportata devo dire che in linea di principio non sono neanche contraria allo Stato centralizzato, può anche funzionare liscio liscio, in teoria dovrebbe funzionare meglio, invece in Italia si è incancrenita dentro gli apparati statali una setta, una cosca, una massoneria che per esempio ora cerca di impedire al Ministro dell’Interno di fare il proprio dovere, la manina che cambia la finanziaria a favore della Croce Rossa – ??? – e non si sa chi è, allora per me è stato un modo di togliere quelle carte da quell’ufficio e trasferire la competenza a un altro ufficio dove tutti quei massoni non ci sono e spero non riescano ad entrare. Tutto lì. Se ne poteva anche parlare.

Comunque Autonomia o no: al Comune, alla Regione, alle Politiche voi votate sempre sovranista di destra. Leoluca Orlando dimostra che è peccato votare PD anche alle comunali. Non fatelo. Io voto sovranista dappertutto, come dicono in America “straight blue” o “straight red” cioè dritto blu – che in America è la sinistra – e dritto rosso – che in America è la destra – è al contrario che da noi, significa votare lo stesso Partito a tutti i livelli.

Votate straight sovereinist.

Dritto Sovranista