Bosco Verticale di Milano molto sovrapprezzato: non è lusso. Vendetta da Napoli.

LucaAbeteN
Luca Abete

Luca Abete da Napoli ieri mi ha irritato; si è messo a fare il suo sermoncino da pastore laico sulla morale da Napoli e se n’è andato come la solito in un posto brutto, così da Milano si sentono superiori “guarda come è brutto a Napoli, noi a Milano invece siamo ricchi e la città è bella” non me ne frega niente se Luca Abete è di Napoli o no, poteva fare il sermoncino da una strada bella; e io mi vendico.

Questo è il quartiere di pseudo-lusso di Milano, il “mitico” “lussuoso” Bosco Verticale, dove il coglione diventato sodomita anti-cristiano di Fedez ha acquistato per stare con i VIP e poi se n’è andato, indovinate perché.

bosco-675
Bosco Verticale Milano: sembrano appartamentini anni settanta

Si, è questo, è un quartierino anni settanta col palazzo di vetro di Unicredit che sarà anche bello

BVBellaFoto
Foto in cui hanno ristretto la prospettiva in modo da non far vedere le cose brutte che ci sono attorno.

Però se allargate la prospettiva e fate un giro vedete cose brutte e vecchie. Ecco qui, partite dal palazzo Unicredit e seguite, la Milano di lusso del cavolo,

RudereDiFronteUnicredit

DiFronteBoscoVerticale
Questo a Milano è un quartiere di lusso, ma vaffanculo va, hanno ancora il 70% di invenduto e non abbassano il prezzo, qualcuno li informi che non conta solo il palazzo, contano anche il quartiere e la vista

MilanoStanzeVista

IngressoPseudolusso

Ma il meglio è questo coso che si vede dalle finestre del palazzo “di lusso”, la vedete quella cosa rossa in fondo alla strada? Il quadrato rosso mattone? E’ questo

RudereBoscoVerticale
Quartiere di lusso di Milano
BV
la bella vista che si ha dalle finestre degli appartamenti

A me sembra un quartiere povero, pasoliniano, come fanno a credere di venderlo agli Arabi?

Milano-Bosco-verticale-Boeri-Studio-2009-2014-foto-Pasquale-Eposito-e1474483350504
prospettiva media, né troppo bella, né troppo brutta, però non sa di lusso lo stesso

Eppoi, dopo la vendetta da Meridionale – i Calabresi stiamo con Napoli – vorrei una rivincita da Italiana, perché Milano alla fine ancora è Italia. Ma perché non aggiustano il quartiere? Con tutti i soldi che hanno e millantano di avere?

Un mio amico Architetto, del Nord, che risiede a Milano ed è nato in Veneto ha detto che non si arrendono al vero mercato, tengono i prezzi alti per snobismo, quando me l’ha detto lui che è del settore ha affermato “Hanno il 75% di invenduto e non abbassano il prezzo” dichiarano loro stessi che c’è tutto “tranne piscina e palestra” in un quartiere moderno? Non è Brera, in quel palazzo in quel quartiere se volevano venderlo per lusso agli Americani la piscina e la palestra li dovevano mettere, se no un ricco si compra l’appartamentino di fronte al Duomo, là lo accetta che non ci siano la piscina e la palestra nel quartier ultramoderno no, gli Americani ricchi hanno la piscina e il prato inglese anche nelle scuole dei figli senza quello non considerano nessun quartiere moderno di lusso e ovviamente, il minimo, vogliono la strada lastricata. Anche lui, l’architetto, Veneto residente a Milano era irritato dalla mancanza di understatement, da questo continuo vantarsi “è lusso, è lusso” e non è vero niente “ci sono i VIP” e quelli che hanno convinto a comprarselo se ne sono andati – anche il pollo Fedez -.

Ma una sola domanda: perché non lastricano la strada, ristrutturano o buttano giù i palazzotti brutti di fronte, o lo fa il comune oppure gli conviene fare un intero quartiere privato e se lo fanno i residenti e i proprietari, com’è ora si svergognano, addirittura erano partiti in quarta, stile Dubai, volevano €4000 solo per far vedere un appartamento al potenziale acquirente, così i poveri non gli chiedevano manco di vederlo. Poi hanno smesso.

Sala e l’amministrazione PD?

Dicono che siano impegnati a piantare banani di fronte al Duomo per far sentire a casa i migranti…