La presenza di Suor Cristina in TV è l’equivalente del crocifisso nei luoghi pubblici: indebita occupazione di territorio.

BALLANDO-SUOR-CRISTINA
Suor Cristina Scuccia con l’aria mattoide tipica delle suore

Si chiede Nino Spirlì dalle colonne del suo blog sul Giornale “Io non so cosa gli chieda il Signore – alle suore ndr. – quando le chiama…” link perché lui è ancora cattolico e crede che il Signore le chiami. Io no. Secondo me è sfortunata e basta, è convinta di essere stata chiamata da Dio e Dio lascia fare perché c’è il peccato nel Mondo, il Cattolicesimo è una religione senza fortuna e senza grazia, come Cristina

cristinascuccia
senza fortuna e senza grazia

è ridicola si, poverina e Milly Carlucci ci marcia, poi che c’entra con l’evangelizzazione? Niente, di nuovo niente: è l’equivalente del crocifisso nei luoghi pubblici, non è e non deve essere evangelizzazione, è occupazione di territorio, un far vedere “non sono io da solo ad essere cattolico, non t’illudere, è il Paese ad essere cattolico” è un dito medio in faccia a chi non crede o a chi non è cattolico mascherato da qualcos’altro; suor Cristina pure, anche se lei magari non se ne accorge. E’ una ragazza tra la sfortunata e l’ingenua, una che dice “Si, ho un ex fidanzato” e già tutti cominciamo a pensare ad Yvonne Sanson e le tentazioni di Amedeo Nazzari…mmm, la suora ha un ex, e se torna? La passione con l’ex? Se Amedeo Nazzari la vuole e non si dà per vinto?

SAnsonNazzari
Amedeo Nazzari con Yvonne Sanson negli scandalosi film

macché, l’ex fidanzato risale a quando aveva dodici anni e nemmeno le piaceva tanto, l’ha lasciato dopo qualche mese.

Ora io sono per la rimozione sia dei crocifissi dai luoghi pubblici, un lascito di zio Benito, e non il migliore devo dire, che di suor Cristina da dove non le compete: mi imbarazza, mi vergogno per lei, anche se non mi vergogno magari di cose che faccio io;

non bastava la domenica libera e le vacanze a Pasqua e Natale? Che bisogno c’era di appendere crocifissi ovunque, infine la Prefettura non è il convento dei cappuccini e la RAI nemmeno.

Bergoglio bacia i piedi a un dittatore del Sudan e suor Cristina balla nella sua maniera da lavandaia con la faccia troppo pulita e gli occhialoni troppo squadrati, i giornali ne parlano, la chiesa cattolica è ancora viva per quanto non stia particolarmente bene, ma che c’entra a ballando col Paso doble?

Quello che c’entra il crocifisso in Prefettura.

La domenica libera l’hanno messa in discussione, il crocifisso nei luoghi pubblici no. E’ il contrario dei Comandamenti, il contrario di quello che voglio io, la Lega in certe regioni pare voglia il lavoro domenicale, ma l’obbligo – l’obbligo? – di fare il presepe nelle scuole, tutti col complesso di zio Benito, anche se non lo sanno, che aveva l’amante pubblica e ha svergognato la moglie così tanto che i Partigiani non l’hanno nemmeno toccata per quanto gli dispiaceva, però ha fatto il concordato, sbagliato, con la chiesa.

Datemi un partito laico e ricominciamo.