Ha ragione Zazzaroni: Suor Cretina a Ballando con le Stelle è una palla: è come se volessero farti catechismo per forza quando vai in balera.

E’ come se volessero farti catechismo per forza quando tu eri andato in balera a divertirti.

Immagina di andare in discoteca e di trovarti una suora che ti vuol fare catechismo per forza dal posto delle cubiste. Ha ragione Ivan Zazzaroni: non c’entra niente con lo spettacolo, è autorizzata a cantare mentre gli altri possono solo ballare, il ballo è di tipo diverso da quello su cui fanno la gara gli altri concorrenti, è una mega pubblicità gratis a alla Chiesa cattolica su RAI UNO in prima serata il sabato sera in vista dell’8 per mille della dichiarazione dei redditi – non glielo date -. Canta canzoni come “Il Cielo” e “Pregherò” senza febbre del sabato sera, è catechismo cattolico compulsivo, è l’ora di religione obbligatoria invece di opzionale: è una palla. Lei sembra Suor Cretina, perfino la “cattiva” Selvaggia Lucarelli difende con le sue unghie rosse lei, la suora ballerina-cantante e per sicurezza anche il burqa, infatti il burqa e la vita e il vestito da suora sembrano affini, a lei cosa interessa? E’ rientrata nei ranghi. Si, a me non piacciono né le suore né i burqa, né mi piace vederli al posto dello show del Sabato sera. Suor Cristina ha paura di toccare il ballerino maschio, per un’ esibizione le hanno dato una scopa per appoggio – non scherzo – così non gli tocca il braccio o la mano, poi le hanno messo due donne ballerine nel mezzo a tenere il maschio a distanza: è l’equivalente della ragazza in burqa che si rifiuta di stringere la mano ai colleghi uomini e poi lei, piccola e derelitta, chiama gli altri bigotti, massì, tornatene  in convento o fatti l’esame di coscienza vero, perché devi fare canzoni-preghiera e balli da paura di toccare il ballerino maschio a Ballando con le Stelle? La risposta è semplice: per pubblicità alla Chiesa di Bergoglio che però è sempre più irritante

SuorCretina

eccola qui, Suor Cretina balla con due ballerine donne che la proteggono dal contatto col maschio tenuto a distanza, e canta, la sua esibizione è diversa da quella degli altri, viene trattata con i guanti bianchi come se fosse il bambino handicappato nella scuola pubblica “col sostegno”  perché non può fare quello che fanno gli altri. Allora se ne stia fuori. In Svizzera alle musulmane che si rifiutano di stringere la mano agli uomini non viene data la cittadinanza perché non sono compatibili col sistema

Questa è un’esibizione tipo:

Io ero già contraria all’esperimento fatto con Oscar Pistorius, dovresti consentire a una persona di “gareggiare” con delle regole completamente diverse da quelle degli altri per “l’inclusività”, però la gara non è onesta e nemmeno divertente e c’è l’imbarazzo di una presenza forzata, e comunque non si giustifica il fatto che lei possa cantare, perché lei può cantare e gli altri no? Perché se no l’esibizione è troppo noiosa, ripetitiva etc?

La Chiesa Cattolica è scesa ben sotto il Miliardo con le donazione dell’otto per mille, mi auguro scenda ancora di più. Il loro mondo è strano: fanno voto di povertà però hanno lo stipendio, però siccome hanno fatto voto di povertà non pagano le tasse perché il loro stipendio risulta “donazione” (???), nei conventi hanno l’obbligo del silenzio, i Memores Domini, ordine laico di CL, hanno il divieto di tenere il televisore in casa però si vogliono fare pubblicità con Suor Cristina a ballando con le Stelle o The Voice, sono strani quanto meno.

SuorCristinaConLaScopa

Suor Cristina si appoggia alla scopa per non toccare il ballerino. 

Ecco forse tu volevi vedere questo o vedere se lo imparano:

e invece ti ritrovi questo:

SuorCristinaConLaScopa

Almeno se le facessero ballare un Tango ci divertiremmo vedendo come fa, perché è Sabato sera e ci dovevamo divertire.