Su Armando Siri può cadere il Governo e spezzarsi l’Italia in due. E la Secessione l’avrà voluta DiMaio.

armando-siri1
Armando Siri

Non lo dico alla leggera da questa provincia di Reggio Calabria da cui mi sposterò solo per andare in vacanza – salvo imprevisti gravi – Ma analizziamo le carte su Armando Siri:

Armando-Siri-e1555575160320-780x405
Armando Siri

Fonte le intercettazioni NON SONO di Siri che parla con un Corleonese di mazzette e intercettazioni, sarebbero di due altre persone che parlano di Siri e di mazzette e questo fa una grande differenza, cioè queste due persone possono tranquillamente aver fatto la conversazione apposta per incastrarlo su richiesta di brutta gente, dicono Mario Draghi, le Procure & Co. Non solo, i soldi, i trentamila euro Non SONO mai passati da Arata al conto in banca di Siri, sono stati solo promessi però nella telefonata tra i due che parlano di Siri, insomma una telefonata fatta apposta per sporcare l’uomo perbene, è come se al telefono uno dicesse “Si, DiMaio è un uomo dei nostri, me lo ha raccomandato il Mammasantissima, gli diamo trentamila euro e ci fa l’emendamento” e Salvini volesse, senza nemmeno che DiMaio li abbia visti ‘sti trentamila euro consegnare la sua testa ai Giudici di sinistra. Io ci sono rimasta molto male che certi 5 Stelle volessero consegnare Siri ai Giudici, i Giudici sono bastardi, la Corte di Cassazione vorrebbe vietare i rimpatri facili inventandosi che non basta che un paese non sia in guerra e non ci siano persecuzioni da fonti ufficiali internazionali, no un Giudice di Lecce dovrebbe non so come trovare altre prove che non ci siano guerre e persecuzioni e intanto lo Stato Italiano dovrebbe continuare a mantenere richiedenti asilo, io invece voglio il contrario: non ci sono guerre e persecuzioni, te ne vai e basta se no si stralcia il diritto di asilo tout court, ormai i numeri non c’entrano più niente con quello che c’era negli anni settanta e ottanta, si aiuta direttamente in Africa e in Asia come dice Kurz.

Ma c’è un altro punto che mi infastidisce, lo dico da da Meridionale: che Siri sia di Genova e della Lega Nord e la mazzetta – che non ha visto, ci tengo a sottolinearlo, perché ‘sti trentamila euro non li ha manco visti né sentiti nominare – verrebbero dal mafioso Re dell’Eolico in Sicilia, allora quando quelli del Nord dicono che che col Sud non vogliono avere niente a che fare dicono bene, cade il Governo e cadono pure Conte e XiMaio e poi si possono fare pure la Secessione se è tanto pericoloso parlare con un imprenditore siciliano che al 99% è un mafioso legato a Messina Denaro, allora fanno bene a dire “Io al Sud non ci vado e non voglio avere niente a che fare con gli ‘imprenditori del Sud’ né con DiMaio”.

E a proposito di far cadere il Governo, se avessi la certezza che si va a votare li manderei al diavolo io così facciamo un Governo tutto di destra, senza reddito di cittadinanza e magari una bella rivoluzione Giudiziaria a nostro favore. Ma ho solo paura che Mattarella non ci faccia votare e loro facciano l’inciucio col PD, se no li mandavo affanculo io i grillini.

Siri è innocente e i Giudici sono bastardi.

SiriSalvini
Siri con Salvini

Il motivo della cospirazione Giudici/5Stelle? A quanto dicono è perché Siri è il ragazzo che ha studiato dietro Salvini, quello bravo a scuola che sa i nomi e le leggi e gli suggerisce le politiche vincenti, non un’anima grigia, ma quello che, seppur meno efficace nei comizi e nei tweet e più efficiente a livello di contatti e di burocrazia politica, e là casca l’asino, speriamo che non caschi Conte.