Suor Cristina si sta comportando come Anna Karenina: non vuol ballare col Gentiluomo perché ha paura che le piaccia.

Questo è il Valzer di suor Cristina:

Questo è il Valzer:

Ho l’impressione che Suor Cristina abbia la paura di Anna Karenina: che se balla il Valzer con uno bello poi cade in tentazione e commette adulterio, infatti nel video su Karenina lei sceglie di ballare con uno vecchio e brutto invece di ballare con quello giovane perché sa che ballare col vecchio non la induce in tentazione. Suor Cristina invece ci ha regalato il Valzer castrato, il valzer ognuno per conto suo oppure in quattro che equivale a ballarlo da solo – con la musica del Mago di Oz poi che schifezza  – allora diciamolo chiaro: se ha tanta paura di crollare e di innamorarsi ballando il Valzer con un uomo delle due l’una: o non si faceva suora o non andava a Ballando con le Stelle. Troppa paura dei sensi e poi non mi dite “ma perché la impallini?” Lei se n’è andata su RAI UNO in prima serata il Sabato sera, si merita di essere impallinata, la prima serata su RAI UNO del Sabato sera è la parte più importante della televisione, chi va la sa che tutti la guardano e tutti hanno il diritto di criticare quello che manda in giro RAI Uno il Sabato sera – con tutto il rispetto per Canale 5 – Ma io non ce l’ho con Suor Cristina, ce l’ho con la Chiesa Cattolica e l’ordine delle Orsoline: ma se una ragazza ingenua di trent’anni che ne aveva venticinque quando l’hanno acchiappata per suora ha ancora e forse ce l’avrà per sempre questa normale attrazione per il maschio – perché lei non balla a due perché ha attrazione per il maschio: ha chiaramente paura che le piaccia, non può aver paura che lui la stupri o le faccia del male, sarebbe assurdo – è giusto, è onesto averla convinta a farsi suora? Come Anna Karenina, non era giusto convincerla a sposarsi senza che fosse innamorata e quindi lei, per mantenersi fedele, non balla con quello alto e giovane perché le piace non perché non le piaccia e d’altra parte il valzer è questo: è una danza borderline, nata, inventata da Strauss per pietà nei confronti di quelli che si dovevano sposare vergini per davvero, mettere in una camera da letto due che non si erano mai toccati prima era una crudeltà, il Valzer serviva a testare la compatibilità, il feeling tra i due in maniera pulita e sicura, serviva per indovinare i fidanzamenti e i matrimoni, ma si disse che in realtà funzionò meglio per gli adulteri, però come si vede dal video questo ballo è strutturato in maniera tale che si possa tranquillamente ballare con uno brutto e che non piace perché tanto “non fa niente” e si possono tenere le distanze, però diventa pericoloso se il partner piace, e infatti Anna cade sul Valzer.

Ma allora se anche le suore hanno questa “dolce paura” che si fanno suore a fare?

Ci dice però Guillermo Mariotto dal video sul Valzer castrato di Suor Cristina che in SudAmerica è diverso e che lui ha ballato Salsa e Merenghe con suore che li ballavano benissimo e non si vergognavano. I Sudamericani sono così. E Cristina? Arriva Cristina? No a me il Valzer come lo ha fatto lei non è piaciuto per niente: l’ha ammazzato, non è un Valzer, il Valzer non si balla da sola. Se proprio doveva fare balli di gruppo allora poteva scegliere una musica più vivace. Cristina dà un’immagine delle suore desolante, sembrano ragazze impacciate cui una suora madre o un prete furbo a caccia di vocazioni mostra un ostia consacrata e dice “questo è tuo marito, nonché Gesù” Gesù messo nel mezzo a mio parere arbitrariamente, la cosa peggiore è che la suora ci crede, ma non essendo pane-fila cioè una donna sessualmente attratta dal pane, continuano a piacerle i maschi in carne ed ossa come a me e a te lettrice e forse anche a qualcuno dei lettori maschi, e che fa? Invece di pensare che sia strano che lei si debba sposare con un pezzo di pane presunta incarnazione di un morto creduto risorto e che comunque non c’è, crede che sia strano che le piaccia il ballerino di Ballando con le Stelle  e se ne turba. Allora io dico a tutti quelli che credono di avere la vocazione: andate dallo psicologo e ditegli tutto, non vi preoccupate, non vi vergognate, se entrate in un ordine religioso con i tre voti di castità, povertà e obbedienza rischiate di dovervi vergognare molto di più.

Per di più ‘sto Ballando con le Stelle mi prende, ho appena letto la cronaca ed è brutta, pesante, desolante: tutti stupratori, e senza valzer, poi stando alla cronaca i gruppi etnici, politici e religiosi sono definiti dai loro componenti peggiori, gli assassini e gli stupratori appunto, la cronaca più o meno è questa: Nigeriano ha stuprato; uomo di Casa Pound ha stuprato; Prete ha stuprato; Musulmano ha stuprato pure lui. Si dipinge un mondo orrendo che ultimamente ha al centro i Nigeriani, quelli di Casa Pound, i Preti e i Musulmani e allora è meglio tornare a Ballando con le Stelle e a Suor Cristina. Mi dispiace per lei, ma alla fine se n’è andata lei nella tana del lupo ed anche il lupo, a casa sua, ha i suoi diritti.

Questa è una prestazione di Ballando con le Stelle che mi è piaciuta molto perché è allegra non castrata e allo stesso tempo non è torbida-zompante-focosa come altre prestazioni di Ballando che mi vergognerei anch’io di farle. Quindo chiudiamo in bellezza: Osvaldo e Veera Salsa

P.S.

Suor Cristina come Anna Karenina a parte la differenza di stile: