Ilary Blasi che sponsorizza Lourdes è pubblicità ingannevole. Quanto al “dono” di Suor Cristina, se lo tenga.

Torno su uno dei punti che tratto nel video dell’articolo precedente: se sia onesto usare Ilary Blasi, sposa incinta di Francesco Totti, ex letterina nonché presentatrice del Grande Fratello, programma sporchissimo che promuove la cultura transgender, la promiscuità sessuale, la parlata volgare e il voyeurismo più becero, inclusa l’inquadratura della tazza del gabinetto quando i “concorrenti” vanno in bagno a fare cacca e pipì, in un’inquadratura pubblicata sul Giornale si vedeva l’ano meglio conosciuto come il buco del culo di una concorrente. Ecco la presentatrice del Grande Fratello, usualmente vestita sexy e sposatasi già incinta viene ora usata – perché è usata – per fare pubblicità a Lourdes

IlarySuora
Ilary Blasi a Lourdes

vestita da suora o Dama di Lourdes, e la mia domanda è: perché non usano le vere suore o le dame di Lourdes o le ragazze cattoliche praticanti e osservanti per fare pubblicità a Lourdes? La risposta è semplice e banale: perché sono brutte, bruttine e hanno l’aria sfigata. Io sono stata a catechesi sul matrimonio e la morale in generale in cui il prete diceva che piuttosto che avere rapporti sessuali prematrimoniali, anche se il fidanzato o la fidanzata ti lasciano devi rimanere solo/a e offrire la sofferenza al Signore. Io questa frase “offrire la sofferenza al Signore” la odio. Ma come si fa a dire a gente tra i venti e i trent’anni, a gente che ne so di 25 o 28 anni “offri la sofferenza al Signore” allora, quando devono fare pubblicità alle loro cose, spietate, come la Madonna di Medjugorje che è spietata, la sua frase preferita è che Dio aiuta a convivere con la sofferenza, allora dico io per fare pubblicità a questa religione stramba e spietata dovete utilizzare le ragazze, le donne e gli uomini che la praticano veramente e seguono i vostri insegnamenti, usare Ilary Blasi è pubblicità ingannevole, è come fare pubblicità a una crema per la pelle e poi venderne un’altra, come usare una modella milionaria che usa una crema idratante costosissima per far pubblicità alla crema da 4 euro e novanta del supermercato. 

BlasiBacioLesbo
Ilary Blasi presentatrice del Grande Fratello Vip ha fatto prima pubblicità al lesbismo, col bacio lesbo con Belen ed ora a Lourdes, viene usata come una modella per pubblicizzare questa o quella cultura, col beneplacito dei giornali della famiglia “cattolica” dei Berlusconi.

Ilary Blasi non è bella perché si sacrifica, è bella perché si gratifica. Se Ilary avesse seguito gli insegnamenti della Chiesa Cattolica probabilmente non si sarebbe sposata con Francesco Totti, non avrebbe fatto la presentatrice del Grande Fratello e offrendo la sofferenza al Signore avrebbe una brutta faccia, non dico che avrebbe il naso storto, il naso dritto all’insù quello magari le restava, ma per il resto avrebbe la pelle grigia e le occhiaie, certi livelli di bellezza si ottengono solo se ci si gratifica, se uno insegna di rinunciare a tutto allora la pubblicità gliela devono fare i rinunciatari non quelli che si gratificano e che sono più belli e anche più forti degli altri anche per questo. Non credo assolutamente che i porci siano belli, quelli che si ubriacano tutte le sere, hanno rapporti sessuali ubriachi e vomitano per le strade come succede di frequente per es. in Inghilterra e in Scozia, quelli sono brutti, sono rovinati, a trent’anni ne dimostrano cinquanta, però per essere belli un certo livello di gratificazione ci deve essere, se la Madonna dice “rinunciate a tutto” come pare dica a Medjugorje “la felicità è del mondo di là, non del mondo di qua” la pubblicità alla Madonna gliela devono fare quelli che rinunciano a tutto e seguono quello che dice lei, e infatti sono brutti e stanchi, Ilary Blasi nemmeno li vede. La Chiesa Cattolica si deve prendere la responsabilità di quello che insegna. Come tutti. 

Da quando hanno legalizzato l’aborto e il divorzio il matrimonio come lo insegna la Chiesa Cattolica non è fattibile o quasi, per essere cattolici bisogna essere contro l’aborto e il divorzio, essere abortista e andare a Lourdes vestita da suora non si può fare, l’unica chance che quello tra la Blasi e la Chiesa cattolica non sia un accordo “tra piccole iene, solo se conviene” è che lei si sia convertita veramente, allora deve smettere di presentare il Grande Fratello VIP & Co. 

L’aspetto da “vincente” di Ilary Blasi viene dal fatto che lei ha fatto il contrario di quello che insegna la Chiesa, dunque usarla per pubblicità a Lourdes è e resta pubblicità ingannevole.

La Chiesa intende far la furba come con Suor Cristina a Ballando con le Stelle, che continua a dire quella frasetta antipatica a tutti “ho un dono e ve lo dono” come fosse lei a fare un favore a noi andando a Ballando con le Stelle, lei il suo dono – non gradito – ce lo sta sbattendo in faccia, Suor Cristina ce la stanno imponendo, Ballando non è proprio Il Grande Fratello o L’Isola dei Famosi, reality crudeli in cui si patisce la fame, si viene rosicati dai mosquitos, la Marina Larosa è arrivata sull’Isola con i capelli castano/rosso ed è uscita con una ricrescita grigia di 3 centimetri, Ballando è un lusso, metti che a un reality io non parteciperei mai, a Ballando con le Stelle se fossi famosa si: ti fai il corso di danza gratis con un ballerino professionista, le telecamere ci sono solo in palestra dove arrivi vestita carina da Saranno Famosi e per qualche chiacchierata sul divano con gli altri concorrenti: non ti spiano in bagno o in camera da letto, stai in albergo a spese della RAI e poi il Sabato sera arrivi su RAI UNO vestita bella, il massimo che ti possa capitare, a parte una caduta o una slogatura, ma quello ti può capitare pure scendendo le scale, ecco può essere qualche commento cattivello dei Giudici magari di Selvaggia Lucarelli ma si sopravvive e poi si può rispondere: non è trash e non è psicologicamente crudele, anzi, c’è la fila di gente che vorrebbe partecipare a Ballando con le Stelle quindi  è inutile che Suor Cristina continui a parlare come se con i suoi balletti da recita da scuola elementare ci stesse facendo un favore lei a noi. Non solo, la Presidente di giuria Carolyn Smith le mette voti scandalosamente alti, quindi è raccomandata, dopo aver appioppato un 7 ad una ballo che secondo me era perfetto di Veera e Osvaldo, alle recite da scuola elementare di Suor Cristina è capace di mettere 8.

Le prestazioni di Cristina non si possono giudicare in santa pace per paura che il giudizio estetico sul suo balletto (che è brutto) venga scambiato per un’opinione religiosa, per un insulto alla Madonna e a Gesù Cristo, come ha fatto notare giustamente Canino, e questo non è onesto perché i suoi balli sono sgradevoli, imbarazzanti, a Ballando con le Stelle si giudicano anche i costumi di scena, il costume di Suor Cristina non si può giudicare perché è la divisa da monaca, che è brutta, il vestito delle suore è di fatto un brutto vestito, però anche quello non lo dovresti giudicare, ma in fondo è lei che vuole ballare con quell’abito e lo fa, di nuovo, perché le conviene, perché ne ha un ritorno di pubblicità per la sua religione e il suo ordine religioso che le altre religioni non hanno, se il vestito è brutto è colpa delle Orsoline o della Chiesa Cattolica non è colpa della giuria o degli altri concorrenti che vengono giudicati con ben altri parametri o di Zazzaroni e Canino, e allora ha ragione Ivan Zazzaroni a dire “mi mancano i parametri”.

Io i parametri invece ce li ho:

SuorCristinaIlMagoDiOz
Suor Cristina nel Mago di Oz, brutto l’abito, livello balletto da recita da scuola elementare: voto di Carolyn Smith 8
OsvaldoVeera
Osvaldo e Veera in una Salsa, belli i costumi, perfetto il ballo, bellissima la coreografia: voto di Carolyn Smith – sul serio – 7

I parametri sono questi, caro Ivan: la suora è raccomandata e la Chiesa cattolica ha ottenuto questa mega pubblicità a Ballando con le Stelle che le altre chiese non hanno, tutto sembra fuor di luogo, falso, forzato. La Chiesa crea degli ambienti non allegri, “bruttini” e poi va a rubare l’immagine da altri ambienti più belli che sono più belli perché non si fa come insegnano i preti.  Come Lourdes che usa Ilary Blasi per farsi pubblicità invece di usare una pia donna madonnara vera, distrutta e con la faccia triste a furia di macinare rosari e patire ed offrire sofferenze.

Che cosa vogliono i preti? Che facciamo come Ilary Blasi o come insegnano loro?

Io che cosa dovrei fare dunque? Seguire l’esempio di Ilary Blasi però allora dovrei fare il contrario di quello che dice la Chiesa Cattolica, o fare quello che insegna la Chiesa ed allora sarei lontana dal modello Ilary Blasi.

Io credo che i preti vogliano che noi non capiamo niente. Il messaggio che passa più o meno è questo: se fai quello che insegnano i preti diventi così brutta, triste e stanca che non ti vogliono nemmeno loro per far pubblicità a Lourdes.

A riprova che quello che dico è vero, ecco Ilary Blasi che era così:

Da notare anche il bacio lesbo con Belen, perché la Chiesa quando è volgare è volgare.

dopo uno o due giorni a Lourdes già è diventata così:

BlasiBrutta

ilary-blasi-a-lourdes-1200x1200

ad andare appresso ai preti e alle suore si diventa brutti anche quando non lo si è di base, state attenti.