Il processo a Boris è molto facile da risolvere: prendere la calcolatrice e aspettare Brexit. E’ innocente

BorisJohnsonRedBus
L’autobus dello “scandalo”

Il processo a Boris Johnson è davvero molto facile da risolvere: è accusato di mentire in carica pubblica per aver detto che la Gran Bretagna invia alla UE 350 milioni di euro a settimana – ed è vero, non è falso – e dopo Brexit, un Brexit duro, ovviamente senza alcuna tassa di affiliazione da pagare più all’UE darebbe la stessa somma di denaro al servizio sanitario nazionale – NHS in inglese da National Health Service -. Ora prendete la calcolatrice per vedere se ha mentito – per la prima parte, per la seconda parte dobbiamo aspettare Brexit e Boris Johnson Primo Ministro, perché la Gran Bretagna è in realtà ancora all’interno dell’UE e deve ancora pagare la megagalattica tassa di affiliazione.

La gigantesca tassa che la Gran Bretagna deve versare come membro a pieno titolo dell’UE è di 20 miliardi di sterline annue che è scritta così:

EUBus20bln

20 000 000 000

diviso in 12 mesi fa 1,66 miliardi al mese:

166EUN

1.666.666,666

diviso in 4 settimane ogni mese fa 416 mln a settimana:

416Ml

416.000.000

quindi ha mentito perché ha detto 350 mln invece di 416 mln – anche se i mesi, tranne Febbraio non bisestile, non sono di 4 settimane secche etc. -.

Non ha mentito contro l’UE a favore di Brexit ha mentito a favore dell’UE.

È un dato dato che la tassa britannica per l’adesione all’Unione europea è di 20 miliardi di sterline all’anno, il che è pazzesco, pagare una somma di questo tipo a Bruxelles per farsi dire che cosa fare, che cosa non si può fare e quanti migranti prendere: tutta l’UE è un racket delle estorsioni, un gigantesco racket di banchieri contro gli Stati Nazionali, Brexit è la cosa più morale da fare, chiedo scusa se qualcuno si offende.

Ora la seconda parte dell’accusa: che se la Gran Bretagna finalmente “brexits”, alias, esce dall’UE, l’equivalente delle spese sarà dato al NHS, il che è possibile, ma prima devi fare Brexit, un “hard Brexit” cioè l’uscita dura, secca, che non implica commissioni, tasse e nessun pagamento a Bruxelles e poi aspettare che Boris Johnson, in quanto PM devolva i soldi agli ospedali nazionali. Per sapere se questo è vero o una bugia bisogna aspettare Boris PM e Brexit.

Caso risolto: è innocente.

Fonte