Salvini il cattolico salva Radio radicale ma è contro la chiusura domenicale dei negozi. Ops, come volevasi dimostrare.

Il titolo di questo articolo doveva essere “Come volevasi dimostrare” l’ho aggiunto alla fine. Salvini il cattolico, Salvini col Rosario, Salvini che si prende in braccio la statua della Madonna ha appena votato col PD per dare soldi pubblici a Radio radicale, la radio dei massoni non votati da nessuno, e in più è riuscito a vincere la battaglia contro i 5 Stelle per…tenere i negozi aperti la domenica, richiesta di DiMaio sul diritto a domenica libera a quanto pare archiviata. Ah che bello andare a Santiago “sono cattolico” “sono devoto della Madonna” Salvini ha appena infranto pubblicamente due dei Comandamenti di Dio: quello sul riposo del settimo giorno – che deve essere uguale per padroni e servi – e quello sull’adulterio – è divorziato e va in giro con un’altra donna – però: la statua, il rosario, le immaginette, Santiago da Compostela e Padre Pio, ha detto “tutti dovrebbero andarci” e perché? Non mi pare che ci siano grandi conversioni, c’è solo qualche allucinato che vede la madonna, se la vede, e sente “profumo di viole” quindi vuol dire che c’è Padre Pio etc. cioè forme pagane-magiche ma…niente sostanza, niente inclinazione maggiore a rispettare i Comandamenti.

Sempre parlando di Comandamenti, il Creatore aveva detto le statue di non farle proprio, perché le statue illudono – non per colpa loro – traggono in inganno, se non ci fossero le statue conterebbe solo il comportamento, se uno rispetta i Comandamenti o no, invece, con la statua, magari bella anche ben fatta voglio dire, la qual cosa teologicamente conta poco perché le statue degli dei greci erano bellissime e ciò non vuol dire dover diventar pagani pur riconoscendo valore all’artista, ecco, nel caso di Salvini, e non solo, la statua dà l’illusione ottica di avere una religione, la religione, la “devozione” c’è perché c’è la foto vicino a una statua, per il resto non c’è niente se non il contrario di quello che dice la Bibbia.

Una delle statue più usate per vendere cattiverie con la maschera da cattolicesimo è ovviamente quella della Madonna di Medjugorje, soave soave – è anche fatta benino, l’artista non è Fidia, ma è relativamente, per questi tempi, bravino – la foto del viso della “Madonna” è accostato a frasi tremende sulla “gioia nella sofferenza” da quell’ambasciata del diavolo che è la casa editrice Shalom. Do il link e accludo degli scatti della schermata perché quegli infidi sono capaci di ritirare le loro stesse parole, come hanno fatto dopo la pubblicazione di “Patire, Soffrire, Offrire” che io ho visto di persona a casa di mia zia e di una signora cattolica, ora se lo cerchi su Amazon per fortuna non si trova più, l’avranno ritirato dal commercio, anche quello, aveva un contenuto molto masochista sul piacere di soffrire e la foto soave della Madonna di Medjugorje in copertina su un testo talmente duro, talmente cattivo che sarebbe stato più adeguato metterci vicino una foto del diavolo e non della statua della madonnina. D’altra parte, Dio dice le statue e le immagini sacre di non farle, si presenta a Mosè come roveto ardente – dicono – per non essere scolpito o raffigurato, la verità è che la statua è un oggetto e si può accostare a qualunque testo, però l’immagine trae molto in inganno. Ho trovato sul sito di questa editrice cattolica-crudele i seguenti passi che echeggiano il contenuto di “Patire, Soffrire, Offrire”  Link

 

Mad?MedjuShalom

Ovviamente c’è l’uso della foto della statua beata della madonnina di Medjugorje, mò, di sotto, ti calano il pacco come si dice in Calabria:

SoffrireNoShalom

In tutta la Casa Editrice Shalom – l’ambasciata del diavolo, appunto – c’è l’ossessione e dico perversa – cazzo – di mostrare la faccia beata della Madonna di Medjugorje e poi di aggiungere “dovete soffrire, dovete soffrire e vi deve pure piacere” se no “non siete veri cristiani” “come potete dire di amare Dio” “la madonnina vi aiuta a soffrire” se loro e Dio c’entrassero qualcosa …

Ci sono delle forme di Cattolicesimo oscuro con cui sono entrata in contatto prima di uscire definitivamente ed assestarmi come cabalista-numerologa-luterana che secondo me portano sfortuna, cioè dopo che tu entri in contatto con questi preti e con quei cattolici la sfortuna ti capita per davvero, secondo me loro maledicono, mi dispiace dirlo e non offrono nemmeno la messa per il popolo, non benedicono, si rifiutano di benedire e te lo dicono in faccia, continuano a dire “No, Gesù non vuole questo per te” “devi soffrire”. Ci sono gli evangelici che anche solo a parole, senza Sacramenti, benedicono tantissimo e riaggiustano vite, solo benedicendo a parole, le chiamano benedizioni profetiche, cioè vige il concetto che tu benedici e la benedizione si avvera, non ti rifiuti di benedire a priori come fanno i preti del Rinnovamento perché Gesù per te ha un altro progetto e devi “accettare la sofferenza con gioia”.

Devo dire che comunque anche i preti evangelici, pur migliori di quelli cattolici – quanto meno nelle intenzioni, perché benedicono, il prete cattolico spesso si rifiuta tout court, non benedice nemmeno per prova – ebbene anche loro sono surclassati dai numerologi e cabalisti; ho fatto la prova con molti nomi ed è vero.

Se prendiamo quello di mia zia cattolica, cui il padre spirituale ha regalato l’orrendo “Patire, Soffrire, Offrire” prima che le venisse il tumore al colon e le ha spacciato il tumore al colon per prova del Signore – ? – ebbene in realtà lei il tumore al colon ce l’ha avuto per i nomi che porta sulla carta d’identità, ecco la schermata in Inglese dei Kabalisti di Vancouver e poi la traduzione in Italiano;

sulla carta d’identità di mia zia c’è scritto Nome e Cognome: Stella Distilo

I numeri maggiori sono: 4-3-1

StellaDistiloFull

Qui sotto la traduzione letterale:

“Il tuo nome completo di Stella Distilo ti dà il desiderio di sbocchi creativi, per molta socievolezza e per opportunità di dare e condividere con gli altri. Sebbene tu voglia condizioni attive e varie nella tua vita, stai costantemente a gestire dettagli banali e monotoni. Sei portata in un ambiente in cui ti è richiesto molto lavoro, ma riceverai poco in proporzione ai tuoi sforzi. Puoi progredire attraverso molta perseveranza e approfittare delle limitate opportunità che ti capitano. I successi che hai sono il risultato di sforzi concentrati. Raramente si verificano condizioni favorevoli. Eventuali punti deboli di salute potrebbero manifestarsi nello stomaco o nei problemi intestinali.

Il destino che hai vissuto non ha permesso al tuo pieno potenziale di esprimere.”

Tutto qui, Stella Distilo ha problemi di salute concentrati sul tratto intestinale e stomaco, è stato vero per delle banalità fintanto che è stata giovane e poi tumore al colon, dal quale comunque è guarita. Mi volete spiegare il ruolo della Madonna in tutto questo? Nessuno. Ma non solo, Stella Distilo è stata fregata dallo Stato Italiano, come Paola Distilo, del resto, ecco il suo nome intero prima che lo Stato Italiano si permettesse di togliere i secondi e i terzi nomi dai documenti:

Nome/i: Stella Silvia Orlanda – si, Orlanda non ridete – Cognome: Distilo

Numeri maggiori: 6-3-3

StellaSilviaOrlanda

“I tuoi nomi combinati di Stella Silvia Orlanda Distilo portano nella tua vita condizioni generalmente stabili con opportunità per raggiungere i tuoi obiettivi. Questi nomi ti danno il desiderio di espressione e associazione con persone che condividono interessi artistici, musicali, ispirativi e filosofici. Sei assunta in posizioni di responsabilità in cui ti occupi del benessere degli altri. Se hai usato questi nomi in tenera età, probabilmente ti hanno portato molte responsabilità, in particolare relative a casa e famiglia. C’è una tendenza a prendere troppo sul serio le tue responsabilità e a preoccuparti. Sebbene spesso sia possibile ottenere una larga misura di successo con questi nomi combinati, il successo può essere limitato se il nome e il cognome non sono nomi bilanciati.”

Prima di tutto, sì, è vero e non solo, come potete notare mancano i problemi di salute perché chi porta questi nomi non ha problemi di salute ed è possibile che raggiunga una larga misura di successo. La combinazione 6-3-3 è quella maggiormente consigliata dai cabalisti di Vancouver a chi vuole cambiare nome proprio perché porta salute e possibilità di successo materiale. Se mia zia fosse andata dietro ai cabalisti-numerologhi invece che al prete del Togo, alla Chiesa cattolica e Pregate Soffrite e Pregate, si sarebbe rimessa Stella Silvia Orlanda Distilo sulla carta d’identità, com’era suo diritto, ed il tumore al colon, Madonna o no, non l’avrebbe avuto.

Potete controllare gratis fino a sei combinazioni di nomi per e-mail su questo sito Kabalarians.com e i numeri su quest’altro Astro-seek . Come si permette la Chiesa cattolica di dire alla gente che Maria e Gesù vogliono le sofferenze per salvare le anime o che il tumore al Colon è la prova del Signore quando tutto è stabilito dalla data di nascita e dai nomi che uno porta sulla carta d’identità o su altri documenti validi o al battesimo – anche se non sono scritti e non risultano allo Stato -?

Io me ne sono uscita dalla Chiesa cattolica perché il prete a un certo punto mi sembrava impazzito, se questi sacramenti e la Madonna non aggiustano lui, ho pensato, e gli altri clerici non vedo come possano fare del bene a me, gli Ebrei non si convertiranno mai cattolici e nemmeno evangelici perché quando sai due o tre cose di Cabala e numerologia il prete di sembra un nano che si crede un gigante, può anche darsi che qualcuna delle loro preghiere sia stata esaudita ma questo è dovuto più alla generosità di Dio che non al fatto che professino il credo giusto, infatti può essere che sia un cattolico che un evangelico alla fine siano esauditi nella preghiera anche se predicano credi diversi, per generosità di Dio, la Grazia non è una prova di teologia, se Dio la fa la regala non la fa in base al fatto che uno risponda bene o male a dieci domande di teologia.

Come potete vedere le immagini della Madonna o peggio ancora quelle di Gesù allontanano dalla Religione pura del Creatore. I preti sanno meno di quel che credono di sapere ed il cattolicesimo che già infrange spudoratamente i Comandamenti originali, quelli veri, è almeno al 50% sbagliato; avrà una nozione giusta ed una sbagliata a saltare e diventa difficile per il cattolico distinguere le parti giuste da quelle sbagliate perché lo stesso prete che te le insegna te le insegna tutte insieme. E’ anche sbagliato ritenere che il cattolicesimo non abbia niente di vero, ad occhio croce, per me, sarà vero il 50%, però non ne vale la pena, perché chi è fortunato resta fortunato e a chi è sfortunato propinano la storia di accettare la condizione ed offrire la sofferenza, quando basta allineare il nome giusto e si arriva dove si vuole. Nel caso di mia zia non c’è nemmeno la famosa crisi d’identità per evitare la quale tanta gente si tiene il nome che ha con i pregi e i difetti, come quando dicono “devi accettare il nome di nascita” a parte che non è vero che devi accettare per forza un nome che non ti piace, ma nel caso di zia il nome di nascita era quello giusto che le è stato cambiato abusivamente dallo Stato e andare a pregare e piangere in Chiesa e chiedere aiuto ai preti e alla Madonna non l’ha aiutata, anzi. Devo anche renderle onore, si è sempre vantata che da giovane tutti le andavano dietro perché era bella e noi abbiamo sempre pensato che esagerasse, in realtà il 6-3-3 può avere molto successo in società, cioè in realtà può essere vero che avesse quel genere di successo in società.

Mi si potrebbe obiettare che alcuni 6 siano più ricchi e potenti ed altri meno – Silvio Berlusconi è 6 -, o che alcuni 3 siano più ricchi di alcuni 8 – il numero dei soldi etc. – ebbene il discorso sui numeri non elimina il discorso sulla benedizione o maledizione dei nomi, i numeri si realizzano come potete vedere da quelli di mia zia, oppure fare la prova sui vostri, ma si realizza anche l’intenzione con cui quel nome è stato posto, già chiamare una figlia “Paola” per San Paolo o per la Regina Paola dei Belgi o per Santa Paola Romana o per un parente, una nonna che si chiama Paola anche se i numeri sono uguali e si realizzano le condizioni di vita sono diverse, cioè si realizza il numero, per es. per Paola è 9 e si realizzano anche le intenzioni che i genitori avevano su quel nome.