Salvini: la verità dietro i tweet, i migranti continuano a sbarcare in Italia; come fermarli.

Salvini_DiMaio
Salvini e DiMaio devono e possono fare di meglio

Salvini twitta dicendo che l’Italia difende i suoi confini. Ma dove? Un peschereccio guidato da una barbona sporca sperona la nave della Guardia di Finanza, noi li lasciamo passare, prendiamo i migranti, gli insulti da Lussemburgo – un moscerino con la tosse – dalla Germania, la nazione di provenienza della barbona sporca ed in più solo l’Olanda so defila dal sistema di raccolta migranti e ridistribuzione – che non ci sarà. La barbona sporca, Carola, nome e viso orrendo – notare che la barbona ha i baffi –

Carola Rackete, captain of rescue ship Sea-Watch 3, looks on as she speaks to the media as the ship remains blocked one mile outside the port of Lampedusa

che sembra una tossicomane di Berlino, Salvini minaccia che sarà “punita”, ebbene, è agli arresti domiciliari a Lampedusa e forse sarà espulsa in Germania, cioè rimandata a casa sua dove forse si farà una doccia finalmente.

Salvini è ridicolo, aggiungi al ridicolo che la nostra Guardia di Finanza è appena andata a prendere altri 40 migranti dalla Open Arms e li ha portati a Lampedusa e Pozzallo Link, di nuovo tutti in Italia, se Salvini facesse silenzio farebbe più figura. Io vorrei fare una domanda al “Capitano”: dicci la verità, anche tu e i 5 Stelle avete firmato qualche patto con la UE che obbliga l’Italia a prendersi tutti i migranti, perché io quest’obbligo di mandare la nostra Guardia Costiera a “salvare vite umane” e prendere migranti non lo vedo.

Come diceva Berlusconi  “sto tessendo la mia tela”.

Per ora mi limito a due considerazioni ed una proposta di soluzione:

  1. Se il Governo Conte coordinatore di Lega e 5Stelle ha firmato come Renzi e Gentiloni un patto per prendere tutti i migranti in giro per il mediterraneo e portarli in Italia in cambio di una smorfia più graziosa quando alla UE minacciano la procedura di infrazione, Salvini e DiMaio hanno il dovere di dirlo all’elettorato.
  2. Salvini deve finirla di fare il baùscia, deve cominciare a parlare da persona seria, continuare a dire “l’Italia si fa rispettare” e non è vero “L’Italia difende i confini” e non è vero perché l’Italia sta solo continuando a prendere i migranti e le notizie dei nuovi sbarchi fantasma e no, e pure i nuovi arrivi scortati dalla Guardia di Finanza compaiono sulla stessa prima pagina dei giornali in cui compaiono le esternazioni di Salvini su quanto sia duro questo governo sull’immigrazione e il dl sicurezza bis e tris, ma se la Rackete l’avete mandata in vacanza a Lampedusa ed ora forse la scortate in Germania cioè a casa sua, chi è che andrà in carcere? Aggiungi Gad Lerner in RAI ad insultarlo e vedi che Salvini in realtà sta facendo una figura di merda.

La soluzione è questa:

rimpasto di governo allargato a destra con la capitolazione di Conte, Trenta, Moavero Milanesi e Tria, DiMaio premier e uomini di Fratelli d’Italia e della Lega nei posti rimasti vuoti.

Perché deve funzionare e Mattarella stavolta non potrà dire di no: perché il popolo ormai è abituato a DiMaio e Salvini, li vede come figure istituzionali dopo un anno di servizio come Ministro dell’Interno e del Lavoro, non c’è più l’effetto novità/pericolo che ci poteva essere l’anno scorso, oggi sia Salvini che DiMaio potrebbero esser Premier e Mattarella non avrebbe il potere psicologico di dire di no perché il popolo li garantisce e li percepisce come politici normali: un anno di lavoro in Ministeri grossi li ha normalizzati.

In questo modo si avrebbero Difesa; Interno; Esteri tutti in linea di lavoro sullo stesso piano e non uno contro l’altro, lo sgambetto a Salvini Giorgia Meloni non lo farebbe mai.

Se però la Meloni non vuole, Salvini non vuole DiMaio non vuole io per questa sera non posso fare altro che dare consigli – buoni – su Internet. Io vi consiglio di farlo. Nessuno ha eletto specificamente Trenta, Conte e Moavero Milanesi, il potere elettorale è nelle mani di Salvini e DiMaio, poi se qualcuno gli ha fatto vedere la vergine di ferro e strumenti di tortura vari e gli hanno fatto dire “eppur non li prendiamo e invece li prendiamo – i migranti -” stile Galileo non lo so, ma per quel che ne so io un rimpasto di governo si può fare.