Progetto Ordine: la Svizzera e il Regno Unito iniziano a firmare patti bilaterali per lavoratori e sicurezza in caso di Brexit senza accordo.

Progetto paura in caso di No Deal? No, Progetto Ordine in caso di No Deal; le due macchine statali del Regno Unito e della Confederazione Svizzera hanno iniziato a firmare patti bilaterali per importanti questioni; prima di tutto sicurezza e lavoro.

SajidJavid-KarinKellerSutter
Sajid Javid, ministro dell’Interno britannico e Karin Keller-Sutter, capo svizzero del dipartimento di giustizia e polizia, il ministro degli interni svizzero

Fonte “Se la Gran Bretagna lascia l’UE senza un accordo, tutte le informazioni dei servizi di sicurezza britannici saranno cancellate dalle principali banche dati dell’UE come il Sistema d’informazione Schengen”, legge un comunicato del governo svizzero.

In questo caso la Svizzera, come del resto tutti gli altri Stati dell’area Schengen, non avrebbe più accesso a queste preziose informazioni, rendendo ancora più necessario trovare forme alternative di cooperazione e altri canali di informazione.” Ma “La Svizzera ha concordato con la Gran Bretagna di mantenere il flusso di informazioni sulla criminalità organizzata e il terrorismo anche se  Brexit termina con una situazione di non-accordo.

Mercoledì il ministro della Giustizia svizzero Karin Keller-Sutter si è recato a Londra per firmare un memorandum d’intesa che cementi le operazioni di polizia e la cooperazione per la sicurezza qualunque cosa accada con l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.” Quindi non solo, la sicurezza è garantita – e noi tutti sappiamo che la Svizzera è un Paese sicuro con un livello di criminalità bassissimo – ma anche i posti di lavoro dei britannici in Svizzera e viceversa degli svizzeri in Gran Bretagna sono garantiti, non toccati da Brexit, e per gli eventuali nuovi lavori che i britannici possono trovare in Svizzera e Cittadini svizzeri in Gran Bretagna ecco qui già sfornato un nuovo accordo chiamato accordo di fallback – più o meno “di risacca” in caso di No Deal – che copre il lasso di tempo tra il 31 ottobre 2019 e il 31 dicembre 2020 sempre in caso di No Deal, mentre in caso di un accordo con l’UE dipenderà dalle condizioni dell’accordo.

Come avevo previsto, la Gran Bretagna e la Svizzera stanno già collaborando e firmando patti come Paesi liberi e indipendenti al di fuori dell’UE. L’estate di strette di mano è iniziata.

Quindi non ci sarà nessun Brexit pericoloso in bilico sulla scogliera di Dover, si spera che la BBC e gli altri media daranno queste notizie e in luce positiva. La Gran Bretagna è tutta agitata per l’estenuante corsa per la Tory Leadership, ma Boris Johnson vuole essere sicuro che non sarà un’anatra zoppa, i Remainers minacciano quello che possono, ma i vari dipartimenti del governo in realtà stanno lavorando a tempo pieno perché l’ardentemente desiderato no-deal sia ordinato. Ardentemente desiderato perché l’Unione europea sogna ancora l’impossibile: di imporre la libera circolazione di persone al Regno Unito, che è uno dei motivi principali per cui i britannici mettono fine alla loro affiliazione al blocco UE: essere in grado di porre fine all’immigrazione di massa incontrollata e riprendere “il controllo dei confini”. Cito dall’articolo che ho già collegato:

“Questo accordo entrerebbe in vigore solo in caso di Brexit no-deal – il cosiddetto Hard Brexit ndr – (…) In caso di Brexit ordinato* – * significa un’uscita con un accordo con la UE ma loro lo chiamano ordinato – il principio della libera circolazione delle persone dell’UE continuerà ad applicarsi.”

Ed è per questo che Boris Johnson e i Britannici non vogliono un accordo, perché la UE con l’accordo cerca sempre di imporre i migranti e la libera circolazione di persone – a carico dello Stato ricevente per di più, vedi quello che stanno facendo la Von der Leyen con Elisabetta Trenta –  perché se non l’hanno ancora capito: è proprio il principio della libera circolazione delle persone, l’immigrazione di massa che ha causato Brexit. Andiamo avanti, stanno facendo un tale casino quelli che non vogliono Brexit, da sembrare stupidi. A volte è meglio ammettere di aver perso. Oppure faremo come fanno nei videogiochi, quando il gioco è finito su un grande screenshot appare la scritta “Game over”; Ecco qui:

computer-game-png-gameover

Non lo so, forse così capiranno che la Gran Bretagna se n’è andata. Stanno firmando patti bilaterali in qualità di Stati sovrani indipendenti: entrambi. Anche il tipo sulla destra.