Governo espressione del peggiore Sud: Ministro per le Autonomie è contro le Autonomie, Ministro Interni pro-migranti.

Conte at Quirinal Palace
Giuseppe Conte va da Sergio Mattarella

Premetto che non mi trasferirò la residenza né in Lombardia né in Veneto – dove ho anche un appartamento – che sono in Calabria, viaggerò, ma la residenza me la lascio in Calabria fino a quando non torna il Re.

Ha ragione Attilio Fontana: purtroppo. Questo governo è contro il Nord.

Ministro per le Autonomie: Francesco Boccia, pugliese di Bisceglie, è contro le autonomie perché sgretolerebbero l’Italia.

Ministro dell’Interno: Luciana Lamorgese: basilicatese di Potenza, vuole accogliere migranti e spargerli nei paesini d’Italia, togliendo anche alla campagna ed ai borghi il loro carattere culturale.

Insomma, l’anti-Salvini e l’anti-Lega. Ma bisogna aggiungere:

DiMaio agli Esteri di Napoli;

Nunzia Catalfo: Ministero del lavoro di Catania.

Sergio Mattarella Presidente della Repubblica della Sicilia;

Giuseppe Conte Presidente del Consiglio della Puglia.

Ed abbiamo:

Quirinale, Ministero per le Autonomie, Viminale, Farnesina, Ministero del Lavoro, Palazzo Chigi tutti in mano alla sorta peggiore di meridionali: quelli furbi e arrivisti.

NoGrillo
Giuseppe Pietro Grillo di Genova: non ce l’ha fatta a mettersi davvero contro l’establishment. Fino a quando era bla bla bene, quando si doveva passare ai fatti poi è tornato con la coda tra le gambe dai massoni potenti.

Certo, in molti incolpano più Grillo che DiMaio e Grillo è di Genova.

Sì, ha ragione Fontana: è un governo contro il Nord, di parassiti di Stato e servi massoni della UE; quelli he dicono che i calabresi vogliamo i migranti perché anche noi siamo stati migranti (non è vero) io non voglio i migranti e questa è la fine dell’Unità d’Italia.

Devo dire la verità, già in Calabria a me questo genere di “conterranei” – anche se questi qua non sono calabresi ed io preferivo il mio conterraneo vero di Reggio “che non faceva prigionieri”  Cesare Previti che aiutò Berlusconi a salvare l’Italia non a distruggerla o la Siciliana Prestigiacomo etc – ebbene questo genere qui di pseudo-conterranei invece non è mi mai piaciuto: hanno sempre un viso di cartapecora e sono molto familisti. Ho l’impressione che mangino male. Io me ne lavo le mani, sta crocifissione dell’Italia è colpa vostra.