Governo: Il Giorno del Giudizio è domani. Perché NO ai Senatori stampella.

Il governo Conte bis che passerà la prova del fuoco – giorno del giudizio domani, mi ricorda quella concorrente di Miss Italia dell’anno scorso, Chiara Bordi, che aveva la protesi:

Chiara-Bordi-
Chiara Bordi

nonostante la posa rilassata, non si regge sulle sue gambe naturali – il PD, LeU e i 5 Stelle – ha bisogno della protesi e la protesi dovrebbero essere gli autonomisti, i senatori a vita, il gruppo misto, il MAIE, in pratica ancora non si sa, si spera, che qualcuno lo voterà standosene fuori dal governo – o, come me, si spera il contrario, cioè che non lo voteranno – ma se questo appoggio esterno è necessario per reggersi in piedi allora non dovrebbero questi gruppi politici entrare al governo?

Guardate la lista dei 21 Ministri – 3 più di quelli del Conte I –

Fonte:

Lavoro: Nunzia Catalfo (M5s)
Sviluppo Economico: Stefano Patuanelli (M5s)
Economia: Roberto Gualtieri (Pd)
Interni: Luciana Lamorgese
Esteri: Luigi Di Maio (M5s)
Difesa: Lorenzo Guerini (Pd)
Giustizia: Lorenzo Bonafede (M5s)
Agricoltura: Teresa Bellanova (Pd)
Beni culturali: Dario Franceschini (Pd)
Infrastrutture: Paola Demicheli (Pd)
Salute: Roberto Speranza (Leu)
Istruzione: Lorenzo Fioramenti (M5s)
Ambiente: Sergio Costa
Rapporti con il Parlamento: Federico D’Inca (M5s)
Innovazione: Paola Pisano (M5s)
Pubblica amministrazione: Fabiana Dadone (M5s)
Affari regionali: Francesco Boccia (Pd)
Sport: Vincenzo Spadafora (Pd)
Pari opportunità e famiglia: Elena Bonetti (Pd)
Affari europei: Enzo Amendola (Pd)
Mezzogiorno: Giuseppe Provenzano (Pd)

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio sarà invece Riccardo Fraccaro (M5S). Nel Governo Pd-LeU-M5S si contano sette donne, dunque un terzo sul totale.

Più il Commissario Europeo forse sarà Gentiloni.

Visto che ce li abbiamo questi Italiani-Tedeschi e che i loro voti vengono richiesti – sempre gratis, sempre per nulla “tanto per non andare a casa” – non sarebbe normale usare le loro conoscenze linguistiche e culturali mitteleuropee per chessò mandarne uno a fare il Commissario Europeo a Brussels anche per capire che cosa dicono la Merkel e la Von der Leyen quando parlano tedesco tra di loro? Se no tutta questa ricchezza culturale che ci viene dall’Alto Adige a che ci serve? Gentiloni sa a malapena l’Inglese, allora gliene mandavamo uno della SVP che l’Inglese e il Tedesco madrelingua li sanno e almeno ci racconterebbero che cosa dicono negli uffici di Brussels o alla Commissione per davvero, oppure quello Francese che poteva parlarsi con Macron.

Poi abbiamo l’altra ricchezza, quella degli Italiani all’Estero, uno di quelli che sa l’Inglese benissimo e conosce gli Stati Uniti poteva diventare Ministro degli Esteri, quanto al Gruppo Misto si poteva dare il Ministero dell’Agricoltura invece di darlo alla Bellanova perché in un Ministero non si zappa, si deve conoscere il lavoro sui campi probabilmente ma si devono anche leggere e firmare un sacco di carte, anche in Inglese, i documenti dell’Organizzazione Mondiale per l’Alimentazione e l’Agricoltura detta FAO,  si devono scrivere o almeno comprendere i decreti prima di firmarli: è e resta uno scandalo il Ministro con la terza media, come fu uno scandalo la Fedeli al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca portata in auge sempre dal PD – che schifo, quel PD che dice sempre che Salvini lo votano gli ignoranti… – mi dispiace ma al Ministero è tutto scartoffie, il fatto che abbia zappato non è sufficiente.

Poi ci sono i due Ministri Tecnici: l’orrenda Luciana Lamorgese agli Interni e gli Interni invece se li poteva prendere DiMaio dopo aver lasciato gli Esteri ad uno degli Italiani all’Estero – cui stanno chiedendo i voti gratis senza farli entrare al Governo come al solito – e il Ministero dell’Ambiente può essere dato tranquillamente a un politico, magari un grillino ecologista No TAV visto che sulla TAV è caduto il Governo precedente.

Il Ministero per il Sud invece non serve, al Sud basterebbe l’Anti-Mafia vera e risorge da solo.

Quello che voglio dire io è questo: ci sono molti scontenti 5 stelle, moltissimi scontenti tra gli Italiani link e si vanno a chiedere voti fuori dal Governo dopo aver riempito almeno a metà il governo di indegni.

Stando al leghista Andrea Crippa link i 9 senatori grillini che vogliono passare alla Lega ci sono eccome.

E 9 basta e avanza per farli cadere. Con 9 defezioni 5 Stelle cadrebbero anche se qualcuno dei 5 Senatori a vita li votasse e non dovrebbero farlo, a meno che non gli piaccia veramente questo Governo.

D’altra parte se veramente inseriscono masse di nigeriani ed integralisti islamici in Italia con la scusa delle migrazioni e dell’accoglienza, il nuovo motto dell’Italiano medio rimasto in vita sarà: “Io speriamo che me la cavo”. Terza media; Voto: scarso; puoi fare il Ministro nel Nuovo ordine Mondiale, consolati.