Il Nord dei Potentati si è scontrato col Nord della Lega e i Potentati hanno vinto. Per Feltri.

bellanova-titolo-di-studio-4-682x391
Questi qui sono tutti servi

Feltri è stupido o poco coraggioso: metti che Blondet almeno ha passato la vita a mettersi contro i proprietari di Adelphi, banchieri, Mario Draghi, Agnelli & Co, insomma, i potenti, poi ogni tanto ha anche insultato, metti anche che Fusaro sia fine e incolpi per l’attuale crisi profondissima che stiamo attraversando: il capitalismo cosmopolita e apolide. Feltri no, Feltri la colpa la da ai meridionali, ritenendo il governo Conte – un meridionale astuto, furbo e corrotto/venduto comunque – lo zoo di terroni, prendendosi un’altra denuncia.

Anche lei, la Ministra con la Terza Media è pugliese. Ma Feltri non ha ragione lo stesso, perché contrariamente a me, Alex Jones, Blondet e Fusaro – per non parlare di David Icke che si mette contro la Regina – lui non riesce “non ha le palle” di mettersi contro i potentati del Nord, geneticamente discendenti delle famiglie che appresso ai Savoia hanno fatto materialmente l’Unità d’Italia, i cui pensieri si leggono sul Corriere della Sera. Lui non ci riesce perché non è coraggioso, insulta il povero e non riesce ad insultare il ricco, se lo spaventa: Feltri è cacasotto.

Ecco chi ti ha fatto il Governo Conte bis:

Moratti, Beretta, Tronchetti Provera, Agnelli, Elkann, Benetton: sono tutti del Nord – per quel che gliene importa, ma a loro importa relativamente, non gliene importa “come a Feltri” o come, chessò, ad Attilio Fontana. Questi sono quelli che votano e ordinano ai propri giornalisti di votare PD. Chiuso.

Perché non lo dici, avanti? Vittorio, di che ti spaventi? Ma credi veramente che Beretta si pigli la briga di far sparare a un signor nessuno? Io non me li spavento, infatti, quelli sparano solo a chi entra nel loro club e poi li tradisce. Gli esterni non li considerano proprio. Figurati te.

Ora vedi, il Nord dei Potentati, dei Don Rodrigo e Conte Attilio che vivono nei castellozzi in Lombardia o Piemonte o Veneto, si è scontrato con l’altro Nord: il tuo.

Quello dei Fontana e di Zaia e anche un pò di Salvini – non che fontana e Zaia Salvini lo abbiano aiutato, Salvini faceva la Lega nazionale e loro la disfacevano dietro le spalle con richieste pressanti di Autonomie stile Stato Autonomo, che mi sembra evidente non avranno, lui Salvini si è fatto da parte da se, e loro, i potenti dei potentati, aspettavano il momento, stile falco in agguato. E’ perfino strano che siamo riusciti a perpetrargli il governo giallo-verde per un anno e un mese. Se consideri.

Che ci posso fare io se non la vogliono l’indipendenza della Padania?

Loro vogliono la UE, l’Euro – e io ancora non ho capito perché – l’invasione di migranti, leggiti il Corriere per capire che cosa vuole l’altro Nord, il Nord dei Potentati con cui tu non ti parli, non ti conosci, non ti siedi a chiacchierare. Tronchetti Provera, che almeno è simpatico, ha tessuto pubblicamente su La7 – a nome di tutti, credo – le lodi di Mario Monti e Paolo Gentiloni, che noi odiamo, li avranno messi là loro. Perché non le lodi di Zaia? Non gli piace.

Ora si sono fissati con gli Africani. Non ci hanno nemmeno detto il motivo: non lo ritengono necessario.

Che cosa vuoi che Don Rodrigo ritenga necessario giustificarsi o spiegarsi con Agnese… allora non hai capito niente.