Storie e Storielle di razzismo: sono inventate come quelle sull’aborto? O no?

Ora c’è il ritorno dei cartelli “Non si affitta a meridionali” addirittura sul Corriere della Sera data per notizia: “Insultata perché terrona: sento diffidenza nei miei confronti a Forlì” oppure, assurdo: turista milanese in Sicilia insulta cameriera di colore in un B&B e proprietario siciliano la caccia.

Tutto questo riportato dal Corriere della Sera e da un telegiornale RAI; Ma non vi impressionate, non siamo ritornati agli anni ’70 e ’50, una milanese che insulta la cameriera di colore non c’era neanche in Via Col Vento e non vi impressionate perché le “notizie” probabilmente bufale, le riporta il Corriere della Sera: il Corriere della Sera e la RAI hanno riportato dozzine di storie false e inventate sull’aborto nel ’78 quando la massoneria voleva farselo legalizzare per forza: addirittura hanno confessato le femministe negli anni ’90 che erano inventate TUTTE le testimonianze sull’aborto, che le donne che avevano abortito veramente non volevano parlare né erano state violentate, allora gli abortisti sono andati avanti tutta la campagna referendaria con storie finte riportate però da RAI e Corriere come se fossero vere con tanto di attrici.

La Massoneria è così: per loro mentire è normale come per il diavolo “mentitore dall’inizio”.

Intanto la Legge 194 sull’aborto poi è passata con tutte le menzogne e i sinistri con altrettante menzogne vogliono far passare la legge sullo Ius Soli; guardate il risultato dell’aborto, in America alcune coppie lo praticano per pratica erotica link io avevo già letto la notizia in Inglese, la riportava Paul Joseph Watson su Infowars, ma anche prima di questo si era arrivati a “lo tengo, non lo tengo” quando ogni bambino poteva essere o non essere abortito così, per scelta quasi normale, e lo avevano legalizzato per quelle violentate dal gruppo o vittima di incesto che sarebbero impazzite se avessero partorito etc.

L’unica cosa buona che ne è venuta fuori è che la gente, anche a sinistra, ha paura a legalizzare l’eutanasia – che viene pubblicizzata con casi in cui il malato è praticamente già quasi morto, ma, se si sviluppa la normalizzazione della pratica come per l’aborto si rischia l’eutanasia per gioco erotico o per raffreddore al posto dell’Aulin.

Perché, di colpo, dopo aver affittato a meridionali per decenni, ora si ritorna al “non si affitta ai meridionali”? Per me. Cioè per quei calabresi che a un certo punto abbiamo detto “vabbè se Salvini fa la Lega Nazionale, votiamo Lega pure noi” questo porta voti a Salvini dal Sud e per di più  sdogana Salvini al Nord in quegli ambienti in cui non lo si votava per non far dispetto a noi del Sud. Quindi gli sono aumentati i voti pure al Nord.

E di colpo, di nuovo “non si affitta a meridionali”.

Un pò tardi.

Anche perché non è più colpa di Salvini, cioè, non è più possibile buttar la colpa sulla Lega e Salvini comunque “non c’entra” e sembra buono lo stesso.

La Lega Nazionale ha un potenziale di voto da superare sola il 40% cosa che la Lega padana ovviamente non poteva fare; non solo, la Lega Nazionale ospita Borghi, Bagnai, Paolo Savona che sono molto pericolosi per il Nuovo Ordine Mondiale, loro sì, e noi li votiamo.

Salvini fa il comizio a braccio, populista, bacia la bambina di Bibbiano, un pò di sole celtico un pò di tricolore, un pò di crocifissi un pò di muscoli e così, la pasta di pane lievita: ci sta tutto pensando che alla fine il Capitano è inclusivo. Una bella botta fare il populista in camicia e poi presentare Paolo Savona a Mattarella per Ministro dell’Economia.

Tomorrow we fight. – domani combattiamo -.

Bella canzoncina, il ritornello fa:

“oooh quella luce, oooh che brillante – dormi per oggi, ma domani combattiamo”.

E la luce di cui parla è la luce degli elmi che brillano dell’esercito che ci circonda

Tomorrow we fight.