Dopo la vendita della FIAT alla Francia, sono d’accordo con la Nazionalizzazione dell’ILVA.

Personalmente sono d’accordo con DiMaio: è giusto nazionalizzare l’Ilva di Taranto;

John Elkann – il Padrino – si è venduto la FIAT-Chrysler alla Francia, lo ha potuto fare: era la sua; mi pare giusto che noi non dipendiamo da quattro o cinque famiglie private per le produzioni importanti, ringraziandoli in ginocchio se lasciano quattro fabbriche in Italia e magari per quello dandogli commesse statali come leccornie ai bambini. Io sono d’accordo con lo Stato produttore ed imprenditore, in effetti è sovranismo di fatto: lo Stato non imbroglia i lavoratori e le industrie statali quando vennero privatizzate vennero di fatto svendute o addirittura chiuse quando ancora erano una potenza, come l’IRI, chiusa quand’era al settimo posto mondiale – mondiale sic – per fatturato . Quindi ha ragione DiMaio link

Ilva
Luigi DiMaio a Taranto presso la sede dell’Ilva

Magari un giorno DiMaio e i 5Stelle rinazionalizzeranno le banche e la moneta, in una notte, o in tre come dice Savona.

L’Italia è piena di sovranisti che stiamo in agguato, come i falchi e come i lupi – sono calabrese, il lupo grigio mi rappresenta – alla prima occasione buona.