Category Archives: Cultura

Bikini & Photoshop: Le grasse, le magre, le belle, le brutte. Quale va e quale non va.

Per una Elisabetta Canalis ed una Alessia Marcuzzi che difendono l’uso del photoshop ci sono io e un paio di altre donne che invece siamo contrarie.

Prima di tutto, photoshop fa credere che tutte possano fare le modelle, tanto ti aggiusti dopo, per me che sono un tipo tra classico e realistico fare la modella è un lavoro non un esperimento psicologico, cioè io devo capire com’è il vestito o il costume che la modella indossa sul cartellone, se la modella è photoshoppata non si capisce niente. A parte la Canalis che non è una modella, è una celebrity, ho l’impressione che siano photoshoppate anche le grasse non solo le magre, perché in certe di foto di bikini per quest’anno c’erano modelle oversize cui il bikini stava abbastanza bene, ma…il grasso non colava, cioè erano grasse ma molto sode, è difficile che una donna grassa sia così soda, faccio un esempio di donna col bikini in pubblicità e donna oversize col bikini nella realtà:

Non è che la modella oversize è photoshoppata, no? Il suo grasso è troppo sodo, ha la vita stretta, cioè io sono contraria a questi imbrogli, come pare ci siano bei bikini per ragazze in sovrappeso, se è vera la foto, altrimenti se il risultato è quello sulla destra non se lo possono mettere e basta

CurvyCostumeBuono

Passiamo alle magre, anche loro speriamo non photoshoppate, loro si possono mettere tutto tranne in caso di eccessiva magrezza, in quel caso è meglio che evitino anche loro perché il risultato è brutto, un pò di modelle e qualche ragazza presa dalla “vita reale”.

Primo, le bellissime:

Dicesi bellissime, quelle snelle ma non ossute. Questi costumi sono molto belli, però sono per quelle donne snelle, né ossute né muscolose, queste sono quelle più belle a meno che la pelle non sia stata lisciata con photoshop; una donna “solo magra” invece, può star male in bikini e risultare così:

NoBikini

E ovviamente non mi piace.

Adesso andiamo alle novità, la moda del momento è il neck-bikini, cioè bikini con il collo alto, che sarà anche elegantissimo ma non ha senso per l’abbronzatura e ci mette troppo ad asciugare:

Alcuni di questi mi piacciono parecchio, però non me lo comprerei per i motivi di cui sopra, non credo che questa moda durerà tanto, chi si vuole abbronzare l’abbronzatura la deve prendere con un altro costume e chi non sopporta tanto il sole lo deve cambiare dopo il bagno come i bambini se no, non si asciuga:

Però, per esempio, questi ultimi due sono bellissimi.

Quale comprerei io? Purtroppo, comprerei “quello comodo”:

Non è niente di nuovo, ed è meno bello di quelli di prima, ma probabilmente è quello che comprerei io per davvero: alto ma non altissimo e col reggiseno “che funziona” e non mette in imbarazzo se ti muovi o nuoti etc. Magari non è l’unico che comprerei, ma sicuramente è quello che userei di più.

Per il resto rifatevi gli occhi:

Domani gli interi.

Edizione Estiva: Lunga Vita al The Freddo.

Happy beautiful family on caribbean holiday vacation
mare dolce mare

Accidenti, sei in ritardo, è quasi metà luglio e sei ancora lì a pensare a Brexit e Von der Leyen, ma non posso smettere, né lo possono i nostri eroi, i Brexiteers, che devono andare su e giù per l’Europa firmando patti per prepararsi a no scogliera-di Dover / Brexit liscio in Ottobre o lo possono i sovranisti e poi bisogna fermare gli sbarchi e così via; per non parlare della Libia, della Russia, e non bombardare l’Iran, ma è troppo difficile, troppo buio e un’aria fresca d’estate mi sta soffiando sul viso mentre scrivo.

Ho deciso, vado in modalità Summer Edition – Edizione Estiva. Quindi, per quanto siate lavoratori duri, come te, sia i Breixteer che i sovranisti prendete una settimana di ferie estive se potete o ad ottobre saremo bolliti; tener d’ occhio la stampa, ma da una località di mare. Come sarà l’edizione estiva di Freeword & Friends? Bene, avrete qualche ricetta di tè freddo e diversi stili di bikini alla moda, alcune fotografie da qualche resort di mare e il banner, il banner estivo fino a … Non so, forse all’inizio di settembre.

Gli Illuminati non vanno in vacanza ma noi dobbiamo sopravvivere.

Lunga vita al Tè Freddo:

13495975-bicchiere-di-tè-freddo-al-limone

Impasse in Irlanda del Nord: ora vedremo se si schiereranno con l’Inghilterra o con l’Alabama sull’aborto.

StormontParliamentBelfast
Stormont Parliament – Belfast

L’Occidente esiste come entità, ma è un’entità complicata, ad esempio sia l’Inghilterra che l’Alabama sono Stati occidentali, uno nel Regno Unito e l’altro negli Stati Uniti, ma mentre l’Inghilterra è quasi ossessiva sui diritti dei gay e sull’aborto – forse per il pressing più o meno nascosto della famiglia reale – l’Alabama li ha banditi entrambi, o più precisamente ha vietato l’aborto, mentre il matrimonio gay non è mai stato legalizzato.

Ora, approfittando di un impasse politica in Irlanda del Nord che non riesce evidentemente a formare un governo dal 2017 perché lo Sinn Fein e il DUP non si mettono d’ accordo, e siamo già nel 2019, l’ Inghilterra, pardon la Gran Bretagna sta cercando di imporre un governo diretto da Westminster all’Irlanda del Nord; e su che cosa ovviamente gli Inglesi vogliono imporre la loro legislazione ai Nordirlandesi? Sull’aborto e sui matrimoni gay; questo significa che se il popolo dell’Irlanda del Nord non sarà in grado di ottenere presto un governo dai suoi politici, entro il 21 ottobre corrente anno l’aborto e i matrimoni gay saranno legalizzati direttamente dalla Gran Bretagna per estensione della legge britannica. Questa paura potrebbe spingerli a formare un governo, finalmente, perché se vogliono l’autonomia devono anche essere in grado di formare un governo locale e se i “cattolici” – molto tra virgolette – dello Sinn Fein vogliono legalizzare l’aborto e le “cose gay” devono avere il coraggio di dirlo ai loro elettori o sarà automaticamente fatto – per massima ironia da quella Gran Bretagna che essi ostentano di odiare -. A me non piace particolarmente lo Sinn Fein, preferisco il DUP e credo che i laici debbano votare indipendentemente dalla religione, in base alle leggi da approvare o meno.

Ora vedremo se l’Irlanda del Nord, in Occidente, si schiererà col gruppo rappresentato dagli Americani cristiani dell’ Alabama o dell’ Indiana o con l’Inghilterra della Regina e della Chiesa Anglicana.

Alabama_Capitol_Building
Alabama Capitol Building – il Parlamento
London_Parliament_2007-1
Londra – Westminster – Parlamento

Quindi, in che direzione andranno?

StormontParliamentBelfast

Come sceglierei io, invece?

Beh, sceglierei di non legalizzare matrimoni e adozioni gay e sì, forse fa un pò paura, visto che ogni volta che se ne parla gli abortisti cominciano a dire: ti violentano, ti violentano, ti violentano – come se poi la legge fosse diversa per le gravidanze in caso di stupro e quelle in seguito a rapporto consenziente, in Italia è uguale – ma la mia coscienza mi dice che sceglierei anche di votare contro l’aborto.

Lapo Mimetico. Il nuovo stile, più “di destra” ci piace.

LapoElkannMimetica
Lapo Elkann nuova versione mimetic chic

Il rischio di cadere nei cliché lo corriamo tutti: se sei un blogger “contro gli Illuminati” e contro il Bilderberg puoi avere difficoltà a dire che ti piacciono le cose di Lapo Elkann, se è Agnelli – a parte la Ferrari – ti deve non piacere. Ma non è vero: a me il nuovo stile di Lapo Elkann piace; d’altra parte sono una persona che ha cercato essere autentica dicendo la verità a se stessa prima di andarla a dire agli altri; altrimenti esci da un box ed entri in un altro box, di scatola in scatola, di prigione in prigione.

E d’altra parte il nuovo stile di Lapo Elkann è “mimetic chic” che fa destra di lusso, un pò militare un pò dandy ed anche piacevole da guardare

La barca mimetica è ispirata ai Mas di Gabriele D’Annunzio link lo stile vagamente militare

BarcaMimetica
Barca LAP – 1

e poi voleva dare una mano a Salvini e DiMaio in nome dell’Italianità

LapoChicShopping
Lapo classico – fa shopping.

Bravo Lapo, “never shabby and very chic”.

LapoElkannMimetica

Lapo è in guerra. Contro chi?

Caro Belpietro mi permetto di chiederLe…guadagni con la pubblicità ma lasci il sito ad accesso libero.

GermaniNelCaos

Nel caos presente in cui la lotta primaria è di parole, perché con le parole si convince la gente a cambiare intenzione di voto, a confermarsi in quelle giuste ed anche i politici eventualmente a correggere rotta o a confermarsi in quella giusta, per non parlare dell’effetto terapeutico dei complimenti e distruttivo degli insulti, mi dispiace che il sito della Verità di Maurizio Belpietro sia a pagamento perché è un sito che può convincere molte più persone a votare per il CentroDestra ed informare sulle vere disposizioni criminali della sinistra: PD pedofilo, immigrazione clandestina mascherata da salvataggio di naufraghi etc. Detto questo: i soldi non sono i miei, cioè non posso dire io agli altri: “metti il sito gratis perché siamo in guerra” però posso suggerire che un sito come quello della Verità gestito da una persona naturalmente diplomatica come Maurizio Belpietro, che non è come me di carattere e nemmeno come Feltri, può essere di destra senza che gli scappi la parola offensiva, non tanto per autocensura, quanto per carattere del direttore che naturalmente, per sua disposizione non parla offensivo: ecco questo lo renderebbe un sito di destra di punta e impermeabile alle accuse di razzismo, sessismo etc. perché le accuse scattano quando scatta la parola offensiva non tanto veramente per i concetti espressi, chi tende a parlare in maniera corretta tende a salire di grado e ad essere linkato senza imbarazzo.

Esempio:

Ma, quello che fa, seppur lo faccia bene, non basta.

Belpietro deve fare come me*: pagare eventuali traduttori – *come me per modo di dire io me li traduco da sola – tradurre in quattro lingue il sito e fare la stampa estera linkata come i mei quattro siti la quadriga di F&FW:

Il sito, anzi i siti, devono avere un marchio riconoscibile e Belpietro deve mettere il forum, consentire i commenti liberi in tutti e quattro, ricordatevi che una pagina di comunicazione deve essere in una sola lingua, non mettete un articolo in Italiano ed uno in Inglese sulla stesa pagina, l’articolo in Inglese va linkato, scrivere in due lingue diverse sulla stessa pagina fa perdere lettori, non crea il club, non fidelizza, è una cosa che non si fa per regola; il forum io non l’ho fatto per motivi che non sto a dire, e qui casca l’asino: quelli che scrivono nel forum non sono Belpietro, scriveranno frasi razziste, sessiste e manderanno Belpietro in carcere perché lui sarà ritenuto responsabile; che fare? escludendo la moderazione in anticipo perché blocca troppi commenti e non consente l’autentico botta e risposta che fidelizza tantissimo i  lettori nonché ne aumenta il numero ed aumenta il numero di visite perché i lettori si divertono, si possono inserire delle parole proibite nel programma-filtro ed i commenti contenenti quelle parole vengono bloccati, per esempio, questo lo fa il Telegraph, però la stessa parola col *** non viene filtrata, per esempio “fottiti” viene filtrato, fo***ti no, in ogni caso servono uno o due addetti al forum, perché col forum libero i lettori arrivano, e te ne arrivano tanti purché possano litigare arrivano e tornano per vedere la risposta e continuare a litigare, solo che dicono cose che creano potenzialmente problemi all’editor; aggiungere articolo di calcio, cucina, moda e gossip aumenta ancora il numero di visite e fidelizza anche sul programma politico espresso nell’articolo accanto – vedi Mediaset – il gossip, se si può di questi tempi, possibilmente non volgare – il secondo sistema è quello di Facebook, puoi dire tutto, anche parolacce però c’è la bandierina rossa e dopo un pò di infrazioni ti bannano, ti bloccano il profilo, costa di più solo all’inizio ma col sistema Facebook e per es. Youtube che bannano dopo, non prima, il numero di visite lievita, perché c’è il botta e risposta tra lettori, lievitando il numero di visite aumenta non solo il numero di click sui banner pubblicitari, ma anche il costo a click per pubblicità; c’era un’agenzia pubblicitaria su Internet una volta che per 10.000 pagine lette al giorno – pagine lette, non visitatori, i visitatori sono solitamente meno, perché un visitatore magari si legge tre articoli e poi ritorna un altro paio di volte a vedere i suoi commenti e se lo hanno contraddetto etc. quindi uno stesso lettore ti può dare 4 o 10 visite, l’unico problema è legale perché quelli più accaniti che tornano e ritornano sono quelli che dicono parolacce e vogliono ammazzare Carola Racket o il Papa – ebbene per 10,000 visite al giorno pagavano la bellezza di € 2,40 a click, io al momento non sono in condizioni di farlo, ma Belpietro dovrebbe poterlo fare assumendo le persone giuste, magari tecnici informatici e/o hacker buoni, cioè quelli che ti difendono non quelli che ti attaccano, il sito Effedieffe di Fabio DeFina quando c’era il forum aveva molte più visite e lettori, poi lo chiusero, ma non per il Mossad o per la censura, ad essere onesti lo chiusero loro stessi perché litigavano con gli iscritti che invece Facebook e Youtube fanno cuocere nel loro brodo fino a quando non gli arrivano denunce, però Facebook e Youtube in questa maniera sono ingrossati fino a diventare mostri, il team legale serve sempre.

Questo è un link ad una serie di agenzie pubblicitarie su Internet che dà un elenco in base al traffico, ma magari Belpietro ha contatti anche con gente più esperta Link agenzie di pubblicità

La necessità di farlo in Tedesco, Inglese, Francese & co.

Questo è quello che hanno attualmente in Germania: la terzomondializzazione per la punizione degli anni del fascio, pardon del nazismo, la zingara che porta immigrati clandestini coi peli sotto le ascelle sarebbe la nuova “tedesca modello” che loro vorrebbero perfino imporre come “europea modello” ma non se ne parla proprio; se gliela fai tu la stampa tedesca gliela fai meglio, perdipiù quella di oggi in Germania è troppo anti-italiana, tu glielo dici, come me, che l’editore e il proprietario sono Italiani, ma glielo devi fare in tedesco, ancora oggi, la maggioranza degli Italiani, Tedeschi e Francesi legge quasi esclusivamente la stampa nelle loro lingue, non è scontato che con l’Inglese – e l’edizione in Inglese ci deve essere – si arrivi dappertutto, però si arriva parecchio in Scandinavia, Olanda e Israele dove l’Inglese è studiato più che in altri posti.

Diventi potente se lo fai, e il personale da assumere, se assumi con criterio non è né più costoso di un qualunque redattore in Italiano né particolarmente numeroso;

Attento alla parte tecnica: devi controllare il server perché i server – anche quelli Facebook – sono regolarmente attaccati, forse la parte più difficile è trovare l’hacker buono. Stai attento agli Israeliani perché sono spie del Mossad.

Lo Spiegel e Die Woche non sono solo giornali contro l’Italia, ecco una serie di copertine:

ma se ci può consolare, sono anche contro i Tedeschi cristiani: cioè tutti i Tedeschi tranne gli Ebrei e i Musulmani:

LoPossiamocambiare?

La barzelletta non fa ridere, San Giuseppe dice “Io non ho ordinato questo” e la Madonna “Lo possiamo cambiare?” da qui l’accusa “antisemita” che sia “Judenpresse” cioè la stampa ebraica che rompe le palle ai pii cristiani tedeschi e porta valori diversi da quelli della massa della Germania – che è migliore -.

Bene. Lo fai?

Ormai i politici eletti in Germania, Regno Unito, Stati Uniti etc. cambiano radicalmente anche la situazione in Italia, voler influenzare le loro intenzioni di voto e la loro cultura a nostro – e loro – favore è buono. Io l’ho sempre detto di essere Italiana e ho sempre suggerito loro di votare per quello che ritengo il loro vero bene, per es. Brexit è il loro vero bene; quello che non devi fare è spacciarti per un elettore inglese, ma tu non sei il tipo, o permetterti di dargli consigli contro il loro interesse, ma di nuovo, tu non sei il tipo. Senza voler esagerare con i complimenti, credo che tu sia una brava persona.

Auguri

Paola

La Zingara col Peschereccio è arrivata a Lampedusa.Chiariamo con Salvini, gli Olandesi & Co.

Racketebrutta
Carola Rackete col suo peschereccio per salvare migranti.

Un giorno i Tedeschi rimpiangeranno i tempi di quando li chiamavano Nazisti, I Nazisti erano cattivi, però erano cattivi da un punto di vista di forza, non straccioni seppure – per fortuna – perdenti, ora questa Carola Rackete l’hanno chiamata “zingara” le hanno detto “ti stuprassero i negri” etc. che sono insulti per poveracci, insulti per persone che hanno una posizione di debolezza e che comunque devono essere perdenti.

A lei piaceva presentarsi come “bianca, tedesca, ricca, annoiata ” che però aiuta i poveri, ma gli italiani hanno detto no: con quel fisico e quella faccia non sei abbastanza “white saviour” i white saviour sono antipatici: sono i bianchi di sinistra o ebrei ashkenaziti che vanno in Africa a farsi belli perché aiutano i poveri però guardano tutti dall’alto in basso, sia gli altri bianchi che i neri ma i neri ultimamente hanno detto che non li sopportano più, gli è antipatico anche il principe William che voleva fare il white saviour come sua madre Diana. D’altra parte Carola si è presentata con questa faccia e questo fisico:

RacketeV
Carola con presunto padre

un pò zingarella lo sembra, o è figlia adottiva, o è figlia dell’amante della madre – e la madre ha pessimo gusto – oppure è ebrea, ma nemmeno ashkenazita, sefardita.

Se la sono presa con gli Italiani che l’hanno insultata, invece lei si merita questo e peggio, parliamoci chiaro: chi cazzo sei tu per entrare a Lampedusa senza permesso? Non è vero che gli Italiani ci dobbiamo prendere tutti i neri che Carola o Soros vanno a pescare nel Mediterraneo, si è permessa di dire che lei non ha tempo per Salvini, Salvini sarebbe il Ministro dell’Interno Italiano, sai, tu non sei niente, col peschereccio è andata a speronare la nave della Guardia di Finanza, allora la dovevamo affondare lei con tutto il peschereccio. Certo che l’abbiamo fatto apposta a insultarla questa Signorina nessuno che si crede chissà chi col padre – cornuto – che la difende, ma falle il test del DNA chissà con chi ti ha tradito tua moglie per fare una figlia così.

Ora arriva la lettera dall’Olanda della Segretaria di Stato olandese all’immigrazione, Ankie Broekers-Knol che dà ragione a noi Fonte dicendo – non che la Rackete sembra zingara – ma che poteva dirigersi in Tunisia o Libia, sì Libia, basta con ‘sto fatto che in Libia non si potrebbe tornare e che l’Olanda si defila dal sistema di salvataggio in mare e ripartizione dei migranti perché non ha senso la redistribuzione di migranti che non sono rifugiati. Allora io è una vita lo dico che non son rifugiati, certo che sono migranti. Il problema è che se parli con l’UE ti dicono una cosa, se parli con le Cancellerie dei singoli Stati te ne dicono un’altra. Ma Salvini si può coordinare con quelli che sono d’accordo con noi o no? Coordiniamoci a livello di Stati, io ancora fino in fondo non l’ho capito l’UE cos’è, so solo che me ne voglio uscire e parlare con i singoli stati perché quando parli con i rappresentanti dei singoli Stati ti capiscono, se parli con l’UE improvvisamente dicono cose diverse.

P.S.

I Tedeschi si devono normalizzare, nessuno vuole che tornino nazisti, ma da nazista a zingara rasta che mi porta poi i migranti a me non è esagerato?

I Capitani devono avere i capelli in ordine, puliti, sta sporcizia sul peschereccio, non è che rimpianga Rommel, ma che devo dire che quando erano nazisti almeno si lavavano?

Scherzo – ma neanche tanto -.