Category Archives: Establishment e potere

Budapest: questo succede quando si hanno gli Ebrei a favore, lo Stato diventa banchiere.

Budapest

Fonte Questa “sarebbe” e probabilmente è la notizia più importante del momento in attesa delle sorti di Brexit: lo Stato dell’Ungheria sotto il controllo di Orban e del Partito Fidesz, felicemente fuori dall’euro, ritorna Stato-banchiere: stampa moneta e controlla la valuta indipendentemente da Rothschild, da Draghi, dalla BCE dalla (fottuta) Commissione Europea; quello che vorrei fare io in Italia, quello che vorrebbero gli uomini di Vox Italia – a proposito congratulazioni a Fusaro per le nozze – il ritorno allo Stato sovrano che batte moneta che tanto bene ha fatto in passato a questo paese che negli anni ottanta era potenza industriale “numero 5” – come lo Chanel – dopo USA, URSS, Germania ( che è un leone ) e Gran Bretagna.

Bei tempi, no? Possiamo tornare indietro? Lo possiamo rifare?

Si, benché da noi al momento sembri molto difficile, in realtà con la benedizione di Dio si può fare e rifare tutto. Anche meglio.

E a proposito di Dio e di Religione, in Budapest, Ungheria, sono particolarmente fortunati: al contrario dell’Italia hanno il clero a favore, non contro, ed anche la comunità ebraica per bocca del Rabbino Capo Slomó Köves ha sempre difeso Orban e Fidesz fonte, non volendo l’invasione di immigrati o migranti men che meno con la scusa dell’ Olocausto o delle persecuzioni contro gli Ebrei – all’inizio anche il Rabbino DiSegni in Italia si era espresso contro l’invasione e i porti aperti nonché la strumentalizzazione dell’Olocausto da parte della Sinistra, parlando chiaramente di numeri, cioè del fatto che la comunità ebraica conti dai tre ai massimo cinque cento mila ebrei per Nazione europea, mentre i nuovi migranti, disamorati dei loro paesi e volontariamente diasporati raggiungono i milioni di unità.

Nonché, ci informa David Icke, non tutti gli Ebrei sono tanto contenti dello strapotere  dei Banchieri Rothschild con la scusa che “tanto sono Ebrei pure loro” in quanto questo genere di potere ebraico – ed anche cabalista suppongo e a me la Cabala piace tanto – promuove valori di sinistra o peggio i cosiddetti valori “della mano sinistra”: accelerare la fine del mondo tramite la dissoluzione dei valori chiamati genericamente ebraico-cristiani o anche solo ebraico-ortodossi vedi la promozione continua di gay pride e del gender e l’ossessione che lo straniero sia più buono dell’uomo locale in maniera e forma e numeri che vanno ben aldilà del trattare bene lo straniero che vive preso di te o trattare lo straniero che vive presso di te come i locali. E noi lo sappiamo. Infatti in Israele i rabbini si oppongono veementemente  ai gay pride. E noi li aiuteremmo, se non fosse che sono i rabbini più anti-non ebrei – i cittadini che loro chiamano goym – ad essere anche contro i gay pride e la dissoluzione dell’ Israele morale ad opera dell’ Israele politico.

In Budapest fanno meglio. Bravi.

Victor Re. Viva Re Vittorio…Michele

Vittorio Michele Orban (Viktor Mihály) Re d’Ungheria e d’Italia…

Borsa Svizzera dopo spaccatura con UE chiude al Rialzo: Nestle, Novartis, UBS restano.

Mentre l’Italia di Salvini, Conte e DiMaio si cala le braghe e la mia Italia invece no, perché guarda caso dopo che i Giudici di Agrigento, mentendo, dicono che la Rackete non ha commesso crimini, non ci mandano più la procedura di infrazione, al contrario la Svizzera si comporta mostrando i muscoli, dice no all’accordo con la UE che evidentemente penalizza la sovranità svizzera, la UE bandisce le azioni svizzere dall’essere quotate nelle borse degli Stati membri UE, quindi niente Francoforte, Milano e per ora, ma ancora per poco, niente Londra e…oh, guarda un pò lo strapotere della UE: la borsa svizzera chiude al rialzo Fonte, calarsi le braghe è, oltre che disonorevole, inutile.

BorsaSvizzeraRialzo
SIX è la piazza affari svizzera, come potete notare non c’è un dito medio come a Milano, il dito medio, semmai lo danno loro agli altri, non a se stessi.

01 LUGLIO 2019 – 21:05

Le contromisure prese dal Governo svizzero per contrastare la decisione di Bruxelles di porre fine all’equivalenza borsistica sembrano per ora avere avuto successo. La seduta alla Borsa di Zurigo si è chiusa con un leggero rialzo. (…)

Il nostro grande amico Inglese Ambrose Evans Pritchard ci informa che:

“L’UE è determinata a chiudere l’idiosincratico “modello svizzero”. Mira a portare il Paese – la Svizzera ndr. – sotto il suo controllo giuridico e regolamentare una volta per tutte in base a un nuovo accordo quadro.

Ciò significa sospendere 120 accordi bilaterali uno alla volta a causa della scadenza, allontanando progressivamente gli svizzeri dal sistema economico, dei trasporti e politico dell’UE finché non capitoleranno …” Fonte

La Svizzera è forte e ce la può fare senza UE, e infatti non capitola: già oggi senza Brexit effettivo la Borsa Svizzera non crolla, anzi il primo giorno di punizione “chiude leggermente al rialzo” mi vien da chiamare il mio family banker, cambiare tipo di carta ed investire tutto in azioni della SIX, io mi fido di loro, non si può fare? La UE lo vieta alla banca Italiana – la mia è Mediolanum – e io cambio banca anche solo per poter investire i mei 17 mila euro di risparmi in azioni svizzere.

Ma ancora ci aspetta il Brexit vero, che la donna-coniglia piena di figli, ne ha sette, che è diventata presidente dell’Unione Europea  vorrebbe fare difficile. E come lo vuol fare difficile, il Brexit? Ohhh non concedendo l’accordo commerciale alla Gran Bretagna.

Meglio.

Senza accordo commerciale si fa no-deal, niente immigrati, niente libertà di movimento, in pratica la Gran Bretagna diventa come la Svizzera però era il secondo contributore netto della UE dopo la Germania ed ha una sessantina di milioni di abitanti e Dio la benednica, la borsa di Londra: il mitico London Stock Exchange.

LondonStockExchange

Come potete notare la finezza del simbolo di matrice aristocratica, col motto in latino, i leoni, la croce, la spada, ah ma vuoi metter col dito medio di Cattelan che hanno a Milano? Saranno invidiosi… ma loro non possono tanto, loro non ce l’hanno Tria Ministro dell’economia il cui figlio fa lo scafista con le ONG e nemmeno Salvini che twitta e lancia, ormai hanno detto, i suoi tweet come le grida manzoniane.

Io farei questo: uscita secca dalla UE, totale, la UE ci vieta di esportare in Russia ed ora perfino di scambiare azioni sulla borsa elvetica, tra un pò, dal 1 Novembre ci vieterebbe anche di scambiare azioni nella Borsa di Londra perché i maghi e i profeti suggeriscono che la UE tenterà con Londra lo stesso divieto che ha già appena tentato con Zurigo, ma se già Zurigo è sopravvissuta in rialzo con tutto il divieto quando ci sarà anche Londra fuori dalla UE, si coalizzeranno Londra e Zurigo, non c’è verso di convincere gli Inglesi a non far Brexit e i deputati scozzesi disprezzano la UE in ugual misura.

Io vorrei che l’Italia si allineasse con Gran Bretagna e Svizzera. Sulle questioni grosse stanno vincendo i sovranisti, anche nei sondaggi vince la Lega, devo dire che non sono sicura di capire Salvini al 100%. Il Partito sovranista lo dovrei fare io.

La vecchia Gran Bretagna è alla fine della corsa: niente Brexit e niente più Tories. Invece, Farage e Corbyn.

Alla fine i Royal hanno fornito il certificato di nascita di Archie Harrison e i numerologi dicono che sarà un rubacuori, buon per lui, Harry non l’ha firmato, perché Harry vuole fornire materiale per i teorici della cospirazione e Meghan è riuscita, oltre a non fornire il luogo di nascita, risulta infatti un ridicolo “California – USA” senza città anche a risultare Principessa, finalmente, da qualche parte: titolo “Duchessa” lavoro – sic – Principessa del Regno Unito. Si comportano come al solito, i Royal, infrangono le regole, e ci mettono una pezza (d’oro) sopra e vanno avanti. Non sono loro ad esser cambiati così tanto. Sono i Britannici. In particolare i Britannici in politica: il partito Tory dopo 185 anni sta morendo come Mathusalemme, perché ha promesso Brexit e sta invece organizzando le elezioni europee, a causa del “deal” e dell’ossessione che non possono uscire senza un “deal” cioè un trattato commerciale, Trattato Commerciale cui i cittadini britannici o “sudditi” danno così tanta importanza che The Brexit Party, partito battagliero ultra-sovranista che vuole chiaramente distruggere l’Unione europea, è al 34% dei voti dopo neanche un mese dalla sua fondazione e l’ UKIP al 3% quindi hai il 37% dei britannici che si identificano come “very hard” Brexiteers, i Tories sono dove meritano di essere: a una percentuale a cifra singola, il 9% dei voti (erano al 40%) e non recupereranno:

onedigittory
Theresa May e Boris Johnson

sono inaffidabili, inoltre c’è la sensazione che stiano facendo il doppio gioco dal momento che stanno lottando per cacciare Theresa May, ma non prima che le elezioni europee siano state fatte, così per quanto riguarda Brexit le nuove elezioni con Boris Johnson come leader dei Tory saranno irrilevanti, quando Boris correrà come candidato Primo Ministro e i Britannici voteranno di nuovo saranno nell’UE con Farage che insulta probabilmente giustamente tutti al Parlamento Europeo; Non riesco a vedere i Britannici perdonare questo tanto facilmente, il Brexit Party è lì per restare e probabilmente quelli di Farage correranno e vinceranno anche eventuali elezioni politiche cosa di cui sono contenta. Farage e Corbyn saranno sul palco per la nuova era inglese: senza Whigs e alla fine, senza Tories.

FarageDon'tPanic
Nigel Farage

Farage garantisce che andrà tutto bene: “non fatevi prendere dal panico” dice ridendo. Io no, non mi faccio prendere dal panico, anzi, penso che il Brexit Party sia molto più pulito dei Tories, senza Amber Rudd, senza Theresa May, senza Philip Hammond, e forse, speriamo, senza nessun pedofilo con l’accento snob che possa essere ricattato a piacimento per votare e approvare qualunque porcata in Parlamento: sì, mi piace, voterei per loro se fossi Britannica, forse dopotutto, avremo il meglio di entrambi i mondi: la Gran Bretagna uscirà dall’Unione Europea dopo le prossime elezioni politiche, farage darà una grossa mano a i Sovranisti degli altri Paesi e il Brexit Party, pulito pulito, governerà la Gran Bretagna senza la sporcizia dei classici Tories tanto sporchi e ricattabili quanto snob. Bene. Finalmente: il famoso Best of both Worlds. Ridi Farage, ridi.

Qualcuno lo odia, qualcuno fa finta. Il fattore K, un altro che fa impazzire i Dems.

IvanakJaredIvanka certamente lo ama, secondo gli ultimi tweets lui è la sua vita.

Abbastanza sicuro. La bionda moglie e la camicia bianca impeccabile.

E gli ebrei? Gli altri ebrei, voglio dire: qualcuno lo odia, qualcuno fa finta, questa linea di tweet degli ebrei per gli ebrei che votano e sostengono Trump mostra un altro aspetto dell’incoerenza della sinistra, come i repubblicani neri ora anche i repubblicani ebrei indeboliscono il già debole retorica della sinistra, ecco da Breitbart:

DannyZuker

Secondo questo imbecille, Trump è responsabile per la sparatoria in una sinagoga cosa che non ha senso. Non c’è motivo per cui dovrebbe essere colpa di Trump.

Leguizamoidiot

Secondo questo altro idiota, un “allarme antisemita” è dire “Buon Natale” invece di “Buone Feste” e tutti i nazionalisti neri sono ignorati perché, come tutti quelli che si ostinano a votare a sinistra, nega la realtà:

BlackNationalistsMAGABlack

Nazionalisti neri

Nazionalisti bianchi significa nazionalisti bianchi e nazionalisti significa nazionalisti, non è vero che nazionalisti senza aggettivi significano nazionalisti bianchi, ok?

Ma ciò che è impossibile ignorare in tutti i sensi è Jared Kushner, il kafkiano fattore K.

Kishenr
Jared Kushner

Suadente genero del Presidente, è un super-sionista, è quasi imbarazzante per noi, che siamo di destra non ebrei e per loro ebrei non di destra, per noi perché vuole così tanto per Israele che pensa che Israele sia un altro stato degli Stati Uniti – ma almeno lui non vuole la carovana – e per loro perché a differenza dei tenerelli ebrei democratici non è ossessivo con vittimismo, con questo fattore K tutta la loro retorica cade a pezzi.

Solo Netanyahu lo ha ringraziato per aver trasferito l’ambasciata americana in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme, tutti gli altri me inclusa lo hanno attaccato, ma a lui non importa, ha persino detto “Posso fare a meno dei miei amici democratici”, apparentemente si è stufato dei Democratici con Obama e poi si è unito alla campagna presidenziale di Trump, ma chi pensa che sia andato “appresso” il suocero gli farebbe un torto, aveva già sostenuto John McCain contro la seconda candidatura di Obama prima di sostenere Trump contro Clinton, solo che McCain perse.

E allora? Io personalmente non rifarò l’errore che abbiamo fatto tutti nel 2016 quando eravamo così presi dall’ansia di difendere Trump dalle vili accuse di antisemitismo che Kushner ha riempito il governo di ebrei e sionisti così tanto che abbiamo dovuto, allo stesso tempo difendere Trump dalle vili accuse e poi osservare che il numero di ebrei nel gabinetto era pazzo se si considera il numero rispetto alla popolazione.

Io non gliel’avrei data Gerusalemme e loro lo sanno, a loro non importa nemmeno, secondo i loro tweet, e se gli importa, non lo dicono.

KushenrNetanyahu

Kushner parla con Netanyahu;

KissingerKushner

Si dice che Kushner parli quotidianamente con la grande bestia Henry Kissinger, cosa avranno da dire?

KImKardashianJaredKushner

Si dice che Kushner abbia contattato Kim Kardashian;

President Trump Swears In Senior Staff At White House

Kushner con Steve Bannon che, si dice, ha fatto licenziare;

Ultimamente tiene i contatti anche con il re dell’Arabia Saudita, una persona con cui io avrei paura a stare nella stessa stanza, non voglio neppure parlare della morte di Kashoggy, sono rimasta così scioccata da quel modo di uccidere che non capisco come le persone abbiano ancora contatti con i Sauditi.

Un uomo di collegamento tra persone che non parlano tra loro, finalmente detestato anche da Natalie Portman, è stato accusato di essere un super-sionista un uomo che sfrutta il sostegno del KKK perché “anche i suprematisti bianchi votano e il loro voto non puzza” Cinico, posh americano, ricco figlio viziato di papà ricco, kosher, nazista, anti-globalista che però entra nella stanza dei globalisti tramite Henry Kissinger, è un asset, ma per chi? …”Essere come Jared Kushner “… Quanto a me non dirò “Jared è nella stanza, non siamo antisemiti” riempirebbe il gabinetto di governo con un’altra dozzina di sionisti per il ricompensarsi di quello e questo è troppo, ho già visto questo film un’altra volta, i Democratici pensano davvero tutti questi sparatutto sparano a causa di Trump? Non è vero, hanno sparato anche sotto la presidenza di Obama.

Spero che i repubblicani vincano, i democratici semplicemente non hanno un piano. Kushner e Adelson hanno le spalle abbastanza grosse.

KushnerRabbi

Jared Kushner difende già gli ebrei e la loro causa, secondo me, andando troppo oltre, nella foto sopra è lui che mette una mano sulla spalla del rabbino – ad Harvard – gesto considerato paternalistico o forse protettivo, così gli ebrei liberali hanno gioco facile ad attaccare Jared, prendono senza ringraziare perché sanno che tanto lui quello che fa lo fa lo stesso.

Non credo che lo odino o che odino Sheldon Adelson per quello, fanno solo finta.