Category Archives: Giustizia

Si, le Sardine non dovrebbero creare problemi. Se il PD cade le sarde non lo sostituiranno.

“Siamo persone di tutti i giorni” noi invece siamo persone di un giorno si e un giorno no.

No, non credo che le sardine creeranno problemi. Ancora vaghezza al quadrato:

Adesso senza essere cattiva, io ne so più delle Sardine e non mi hanno mai chiamato in televisione. Intendo dire, sono ragazzi qualunque, non sono terroristi di sinistra ed hanno il cerchietto – come dice Fusaro – ma perché li intervistano?

Voi, vi hanno mai intervistato a La7 o su RAI Due? Insomma va, non vedo nemici, per fortuna, e a proposito, si, noi siamo a favore della prescrizione perché la giustizia deve essere veloce o comunque avere tempi decenti, un persona non può stare cinquant’anni con la spada di Damocle sulla testa col Giudice che si gira e rigira i pollici, i processi vanno fatti. Né si possono fare processi senza prove, come il famoso caso Kavanaugh in cui, quando Trump ha nominato il Giudice Kavanaugh alla Corte Suprema, i Democratici hanno trovato una ex compagna di scuola che lo ha accusato di uno stupro avvenuto – se avvenuto – la bellezza di venticinque anni prima* – *pardon, ho controllato erano trentacinque anni prima sic -, poi degradato dalla stessa a tentato stupro, sempre venticinque anni prima e ovviamente non se n’è fatto niente.

Però siamo a favore di una Riforma della Magistratura che consenta chiarezza e snellimento delle pratiche processuali, l’abolizione del Terzo Grado di Giudizio etc. per esempio negli Stati Uniti c’è solo il Primo Grado e poi la Cassazione, forse il Terzo Grado di Giudizio c’è solo in Italia.

Intanto votiamo Lega, poi se i Giudici arrestano Salvini ci teniamo la Meloni PM.

In Emilia Romagna tutti votano Borgonzoni Lega Salvini:

da Lampedusa votano Salvini:

In Calabria:

E da Bologna Sinisa Miahjlovic – l’allenatore del Bologna FC –

Mi fido di Salvini, fa quello che dice

Miahjlovic

Tutti insieme, votiamo a Destra

E se i Giudici arrestano Salvini?

Non importa, c’è la Meloni prontissima a diventare Primo Ministro.

Italian Fratelli d?Italia party's President, Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

MeloniSalvini

Come nell’Antica Roma, le cose funzionavano perché anche se cadeva un Console c’era la schiera di potenziali altri Consoli.

E’ tutto il Partito-Partiti.

E la Meloni è più dura, avrebbe tutto l’appoggio della Lega e di Forza Italia per diventare Primo Ministro in una coalizione di CentroDestra.

Avanti

Per il Rilancio del Mezzogiorno serve una Rinascita-Scott su vasta scala. 334 arresti tra massoni, mafiosi, carabinieri ed un blitz.

FanPageCover
un momento del raid che ha avuto luogo il 19 dicembre 2019

Berlusconi sente vicino il ritorno al potere, per via delle nostre buone / ottime speranze di governare da destra l’Emilia-Romagna, buttando giù il Governo attuale. E il Berlusca, Silvio, fedele a se stesso parla di taglio delle tasse etc. fonte Noi che non facciamo i conti senza l’oste riteniamo nostro dovere e se posso dire “piacevole dovere” ricordare che il metodo primario per rilanciare l’economia e la società nel Meridione d’Italia – zona in cui abito io, Calabria precisamente, Piana di Gioia, vicino Rosarno – ecco è una Operazione Rinascita Scott su vastissima scala in tutto il mezzogiorno, non solo la Calabria, i dettagli e i numeri dell’operazione sono impressionanti:

Ma la cosa più impressionante per me è stata scoprire che c’erano così tante “talpe” all’interno dello Stato – lo Stato italiano – che il raid organizzato per il 20 dicembre 2019 ha dovuto essere anticipato di un giorno perché il procuratore, il procuratore della provincia di Catanzaro responsabile dell’intera operazione l’ormai famoso Nicola Gratteri era stato informato, da un’altra talpa, un informatore della polizia, che i mafiosi erano stati informati, una complessa storia di spionaggio militare e poliziesco risolta solo perché Gratteri ha contattato direttamente il comandante generale dei Carabinieri chiedendogli se le unità militari 3000 – dico 3000 – potessero essere mosse anticipatamente, si sono riorganizzati ed hanno arrestato “il giorno prima” 334 persone tra mafiosi, ‘Ndranghetisti, carabinieri corrotti di cui il ​​più importante un colonnello, politici corrotti, il più importante essendo l’onorevole Giancarlo Pittella, massoni con lavori all’interno della macchina dello Stato, dichiarati comunque infedeli alle regole delle proprie logge e sindaci: in realtà un incubo, o un sogno, se si considera che sono stati arrestati, il che significa giustizia ammesso che siano colpevoli, come probabilmente sono – anche se magari non tutti -; ecco un estratto della conferenza stampa dell’avvocato Gratteri che ha organizzato l’operazione chiamata, forse per via del rito massonico cosiddetto “Scozzese accettato”, Rinascita Scott:

Tra le persone più importanti arrestate: un colonnello dei carabinieri – la talpa – che ha passato informazioni ai criminali, l’ onorevole Pittella, un cancelliere del tribunale di Vibo che era al servizio della banda, sindaci, persone disponibili per sistemare i processi presso il TAR di Catanzaro; il potere della cosca Mancuso: contatti con apparati statali disponibili per l’accesso alle banche dati delle forze dell’ordine fino ai rapporti con le Logge massoniche di Scozia e Inghilterra, molti massoni infedeli arrestati, soggetti che si vantano di essere massoni con i mafiosi, molti grembiuli e bussole sequestrati , mafie più ricche di quanto si pensi; nel 1970 è stata istituita “La Santa” una loggia massonica speciale per soggetti che sono allo stesso tempo mafiosi e massoni e che hanno relazioni con i quadri della pubblica amministrazione. Assunzioni bloccate nel 2010 di 10.000 carabinieri, 10.000 agenti di polizia, 8.000 finanzieri: Gratteri suggerisce che le persone oneste occupino spazi, in politica, nei media nelle piazze.

Trecentotrentaquattro arresti e nessun latitante: un successo operativo con pochissimi precedenti. Un successo derivante dalla tenacia dei comandanti regionali e di divisione, degli ufficiali e dei sottufficiali e di ogni singolo carabiniere entrato in azione all’alba di giovedì 19, non solo in Calabria ma in molte altre regioni peninsulari.
Un successo che deve anche essere attribuito alla determinazione del più alto esponente capace dell’arma, l’uomo che guida la Benemerita e ne rappresenta il volto e storia di fronte a tutto il Paese. Quando, in effetti, Nicola Gratteri – il Giudice – comprese che i capi delle cosche erano a conoscenza del raid destinato a decapitare il gruppo mafioso Mancuso di Limbadi, chiese di anticipare l’esecuzione delle misure precauzionali di un giorno.

Nel video ci sono immagini originali dell’operazione

Mettere in moto tremila carabinieri in poche ore sarebbe stato impossibile se non ci fosse stato il supporto incondizionato del comandante generale Giovanni Nistri. Per tutta la notte e fino al completamento dell’intera monumentale operazione Giovanni Nistri e Nicola Gratteri sono rimasti in contatto offrendo un esempio di straordinaria sinergia istituzionale. E, come aveva promesso, Nistri si recò nel quartier generale della Legione dei Carabinieri “Calabria”, ricevuto dal Generale Andrea Paterna, dove incontrò una rappresentazione dei militari che parteciparono al blitz “Rinascita-Scott”.

nistriegratteri

Generale Nistri L e procuratore distrettuale Gratteri R

Il Presidente della Commissione nazionale antimafia Nicola Morra, ha voluto salutare e congratularsi con il comandante generale dei Carabinieri rivolgendo parole di apprezzamento e lode all’intera Arma. Il Generale Nistri conosce la regione e ha lavorato con successo negli anni ’90 come comandante provinciale di Cosenza. La sua attenzione in questa zona del paese è motivo di ulteriore incoraggiamento per coloro che combattono contro le bande e le cosche e le ‘ndrine. Comunque si chiamino.

I numeri sono esorbitanti: 334 arresti non per la ‘Ndrangheta di tutta la Calabria, ma solo per la cosca Mancuso di Limbadi, qui a Gioia Tauro – dove abito io – c’è il Porto che, si dice, sia usato per traffico internazionale di droga e d’armi. Poi c’è Reggio, poi c’è il resto, la Camorra a Napoli. Insomma serve una Rinascita Scott gigantesca. Ma si può fare. Ovviamente.

Poi serve anche abbassare le tasse. Ovviamente. Dopo il sequestro dei beni della Mafia – inclusa ‘Ndrangheta – ci paghiamo i debiti. Dopo le lire oro, il petrodollaro, ci sarà anche la coca lira.

Scandalo TAR Lazio: annulla concorso ed impone chiamata diretta cioè la raccomandazione. E l’ashtag dov’è?

Se c’era bisogno di un hashtag era precisamente quello che credevamo di aver dato ieri #class_action_contro_tar_lazio che però non esiste.

Eppoi?

Eppoi questa: il tweet dei professori di Legge è più che mai giusto, ma io non lo trovo su twitter, lo potevano incorporare invece di copiare ed incollare la foto,

NoTARLazio
questo era il tweet

guardate che cosa i Giudici del TAR del Lazio hanno fatto in nome della Giustizia: hanno annullato il concorso con procedura selettiva in base al merito per il lavori all’Università La Sapienza ed imposto “per risparmiare” la chiamata diretta, cioè la raccomandazione, cioè che un professore possa dare un posto di lavoro a chi vuole lui all’Università senza selezione, senza concorso pubblico: è scandalosissimo non semplicemente scandaloso.

Fonte

SPENDING REVIEW NEI CONCORSI PUBBLICI

Il Tar Lazio annulla la procedura selettiva, meglio la chiamata diretta per minimizzare i costi

Il Tar Lazio annulla la procedura selettiva, meglio la chiamata diretta per minimizzare i costi

Il Giudice amministrativo in materia di concorsi indica la scelta della chiamata diretta a ruolo in luogo della procedura selettiva più dispendiosa – la chiamata diretta è la raccomandazione, va bene? E’ una puttanata –

Il Tar Lazio ha disposto l’annullamento del concorso bandito dalla Università degli Studi di Roma La Sapienza per il reclutamento di professori universitari di seconda fascia per l’Area CUN 6 – Scienze Mediche.

Il giudice Amministrativo ha accolto integralmente il ricorso di un candidato – un candidato che probabilmente era l’asino che col concorso non sarebbe passato ndr –  e con la sentenza n. 6237/2014 dell’11 Giugno 2014 ha ritenuto illegittima la procedura di concorso riconoscendo che: a) l’Università avrebbe dovuto procedere alla chiamata del ricorrente – ricercatore a tempo indeterminato della Sapienza – piuttosto che avviare una dispendiosa procedura selettiva. – cioè il TAR del Lazio dà i posti di lavoro all’Università al posto dell’Università ?

Infatti il bando non aveva considerato la più snella procedura di chiamata prevista dall’art. 24, comma 6, della legge 240/2010, optando per seguire la procedura alternativa e più dispendiosa dell’art. 18 della legge n. 240/2010. – Vorrei rimarcare che la chiamata diretta non è una procedura più snella è in pratica la fottutijssma raccomandazione, cioè il professore dà il posto a chi vuole lui a prescindere dai meriti, dal curriculum, dalle pubblicazioni etc e sono posti di lavoro pagati coi soldi dello Stato in un Università pubblica ndr

Se si fosse applicato il sesto comma dell’art. 24 della L. 240/2010, il ricorrente, ricercatore a tempo indeterminato della Sapienza, risultato idoneo, sarebbe stato chiamato dal relativo Dipartimento e inquadrato nel ruolo di professore associato con risparmio di spesa da parte dell’Amministrazione la quale avrebbe potuto chiamare direttamente il professore che avrebbe potuto essere inquadrato nel ruolo di professore associato con conseguente risparmio di spesa da parte dell’Amministrazione.

Il Tar Lazio nella sua motivazione inserisce anche un richiamo alla spending review ed all’importanza per la pubblica amministrazione di opzionare di volta in volta la procedura che sia maggiormente aderente ai criteri di economicità ed efficienza della stessa attività amministrativa.

Così prosegue il Tar in tema di rispetto di spending review:  “In altri termini, atteso il numero dei docenti già in possesso della abilitazione scientifica di cui all’articolo 16, l’Università avrebbe potuto procedere alla chiamata ai sensi dell’art. 24, della menzionata legge 240, piuttosto che avviare una nuova e più dispendiosa procedura selettiva, in conformità ai principi di economicità, efficienza e non aggravamento della procedimento amministrativo”.

Dunque

Vaffanculo TAR del Lazio

Per favore questi professori Universitari che devono fare la rivolta contro questi abusi gravissimi lo sanno fare un tweet e un hashtag o twitter glielo proibisce? Non so, se devono chiamare Jared Kushner per farsi organizzare la campagna sui media…

Professori Universitari di Diritto contro TAR Lazio. Firma la class action.

tar-del-lazio
“La sala del potere” noi non lo sapevamo, ma il potere supremo si amministra qui: al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio – (?) –

10 tra le più importanti Università inclusa Bologna – e mi fa immenso piacere – si svegliano dal torpore, generale e colpevole, nei confronti dell’insostenibile incivile e cafone-di-lusso golpe giudiziario: “Docenti di Diritto Universitario ‘BO, FI, PV, RE, MO, PD, PR, MI, VE, TO + altre, sono DISPONIBILI a firmare e guidar #class_action_contro_TAR_Lazio , per suo intervento NON ammissibile, destabilizzatore Istituzioni repubblicane  e procurato Danno Erariale da Obbligo di Sbarco finti Profughi”.

NoTARLazio
Tweet dei professori

Ora anche senza essere giuristi ce ne eravamo accorti che il TAR del Lazio sgarra oltremodo al di là delle sue competenze, visto che TAR è l’acronimo di un banale:

Tribunale Amministrativo Regionale

Come fa ad avere competenze sullo sbarco profughi e l’avvicinamento di barche cariche di immigrati clandestini che si trovano in acque internazionali o territoriali dell’ Italia in zona Sicilia, il TAR del Lazio?

Che tra l’altro è un tribunale amministrativo non militare o civile, dovrebbe sbrigare faccende di burocrazia interna alla regione Lazio, sennò cos’è?

Non solo questa dei migranti, che la Trenta, l’infame che abbiamo al Ministero della Difesa usa per appoggio per andare a prenderne altri, in una maniera così assurda che mi fa sospettare che sia stata fotografata anche lei nella villa di Epstein a far sesso con qualche minore per come si comporta, questa donnaccia, la donna ministro delle Difesa, una pazza cretina e infame, dicevo, non solo questo, io ho un sacco di parenti che lavorano nella scuola, le sentenze del TAR del Lazio sulle immissioni di insegnanti nelle scuole pubbliche sono indecenti e arbitrarie, del tipo: la gente perde il concorso per diventare insegnate, fa ricorso al TAR e il TAR li promuove in blocco e li fa entrare nella scuola lo stesso, senza nessun test, nessun controllo degli esami, niente; oppure, la Regione Campania – sic – ammette molti più presidi del numero chiuso imposto dalla Legge, chessò ci sono 4000 posti e la Regione Campania ne fa passare 10.000, non sa dove metterli, fanno ricorso al TAR e il TAR del Lazio li manda manu militari nelle altre Regioni dove avevano rispettato le regole del numero chiuso ed avevano così escluso i propri candidati soprannumerari. Ma il TAR non è regionale? E non sono stati quelli della Campania ad infrangere la regola del numero chiuso? Che funzioni ha il TAR del Lazio?

Rimarco una parola: si chiama Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio NON Tribunale Amministrativo della Regione Lazio e si comporta come se fosse sopra la Cassazione…

Firmiamo questa petizione e sosteniamo questi professori universitari.

UnknownTARL

Ci sono poi le contestazioni politiche: Conte, viene fatto notare, è professore di Diritto quindi lo sa che il TAR sgarra in maniera assurda, però la fa passare, “fanno finta” che sia normale, Conte e Mattarella.

Io il rimpasto di governo lo farei anche solo per liberarmi di Conte, Elisabetta Trenta, Moavero Milanesi e Tria – il padre dello scafista – dobbiamo coalizzarci per fermare questo golpe in chiaro – a-militare – ed aiutare anche i tedeschi e gli altri occidentali che si stanno ribellando contro questa metastasi dell’Occidente messa in moto dal cancro Massoneria – sì è la Massoneria, lo dicono tutti, anche Conte e Mattarella saranno massoni, va bene? – ora servono i professori di lingue oltre a quelli di Diritto, per organizzare la rivolta internazionale; io l’avevo detto, bisogna fare il Right-wingers’ Club “Il Club di quelli di destra” internazionale, ma ora non credo nemmeno che si tratti destra e sinistra in maniera classica, è una questione chiara di Democrazia contro il golpe burocratico-massonico.

E le cose si sono già smosse potentemente in Gran Bretagna, Boris Johnson lo ha detto e lo farà: il 31 Ottobre è Hard Brexit.

E Dio sa cosa vuol dire.

Denunciate Salvini per Truffa aggravata: La Lega Salvini Premier non esiste, ha usato questo nome per portare voti alla Lega Nord Indipendenza Padania.

Si, io voglio che Matteo Salvini venga denunciato per truffa aggravata e con lui venga denunciato ed arrestato il personale del Ministero delle Finanze che ha consentito allo stesso partito di avere due codici per la raccolta del 2 per mille facendo credere seriamente che ci fosse stata una scissione e che ci fossero due Leghe: La “Lega per l’Indipendenza della Padania” e la “Lega Salvini Premier” quest’ultima con lo slogan “Prima gli Italiani” mentre legalmente la Lega Salvini Premier non esiste è un nome truffaldino per portare Italiani non del Nord o non favorevoli alla Padania a votare lo stesso per la “Lega Nord per l’indipendenza della Padania” usando l’accorgimento di scrivere solo “Lega” sul simbolo elettorale (?). Fonte

In realtà i partiti non sono due perché in Italia è vietato avere la tessera di due partiti politici contemporaneamente, come può Salvini essere iscritto come membro sia della Lega Nord per l’Indipendenza della Padania che della Lega Salvini Premier con lo slogan fraudolento “Prima gli Italiani”? È come se gli indipendenti della Catalogna cercassero voti nel resto della Spagna fingendo di amare la Spagna e dicessero “Prima gli Spagnoli”, ma ci sono molti intrallazzi illegali che devono portare persone potenti all’interno del ministero delle finanze ad un processo per frode dall’interno dello stato, perché alle due leghe sono stati assegnati due codici diversi per riscuotere le tasse “La Lega per l’indipendenza della Padania” cod. D13 e la Lega Salvini Premier cod. D43 Fonte ufficiale del Ministero delle Finanze

FonteMinisteroF

ma sulla scheda elettorale c’è un solo simbolo chiamato “Lega” senza ulteriori specifiche … (?) anzi si fa credere che non sia la Lega per l’Indipendenza della Padania bensì quella Salvini Premier, però l’altra la Lega per la Padania non compare, mi hanno detto che è inglobata:

fac simile elezioni europee scheda elettorale-2

Scheda elettorale Elezioni Europee 2019

fac-simile-2-640x616Scheda elettorale Elezioni Politiche 2018

In questa maniera si consente ad uno stesso politico di fare campagna elettorale con due programmi completamente diversi ed infatti è volato nei sondaggi perché propone un programma per un certo tipo di elettorato ed un altro con un altro nome per un altro tipo di elettorato. I partiti sono due o uno? Se sono due Salvini non può avere la tessera di tutti e due e non può essere presidente o segretario generale di tutti e due, se è uno Salvini usa lo slogan “Prima gli Italiani” per portare voti ad un Partito che vuole, da Statuto e da nome ufficiale, l’Indipendenza della Padania. Non è illegale?

Io non voglio supportare un partito secessionista che però da Roma in giù si spaccia per unitario e nazionale: io non credo che possa essere legale. Aggiungi che sulla scheda elettorale il simbolo è uno, c’è scritto solo “Lega” e non si capisce per chi e per quale programma si sta votando. Per me sono voti rubati a Forza Italia, Fratelli d’Italia o altri partiti veramente nazionali di centro-destra.

Due domande chiarificatrici:

a) C’è ancora la legge che dice che non si può avere la tessera di due partiti?

b) E’ normale proporre l’Unità d’Italia in un posto e la secessione in un altro?

Secondo questo articolo il partito è uno, altri dicono che sono due Fonte il Segretario Generale del partito è lo stesso Salvini, si può sapere come fa tutto ciò ad essere legale?

D43

Per favore, arrestatelo per truffa aggravata ed anche chi dentro lo Stato ha consentito tutto questo.

La Lega che vola nei sondaggi è una, se ha il 35% ha il 35% non è che quella nazionale ha il 13% e quella padana il 22%, vola nei sondaggi perché fanno campagna elettorale dicendo cose diverse a seconda dell’elettorato. Se io ha fatto campagna per Salvini premier non ho anche fatto campagna elettorale per l’indipendenza della Padania però in pratica gliela fai automaticamente, ora litigano per le autonomie, dicono che il Veneto ne vuole troppa, ma si può sapere che c’è scritto in questi statuti? Se Salvini va al Sud o a Roma per fare campagna elettorale per il Partito Nazionale e poi i voti però se li incamera per rafforzare spinte indipendentiste al Nord non è forse truffa con la complicità di gente dentro lo Stato? Se facesse solo campagna al Nord per l’Indipendenza della Padania avrebbe molti meno voti, forse la metà o ancora meno, e meno parlamentari a Roma e a Brussels. Andrebbe arrestato pure Tria che gliel’ha fatto fare dal Ministero delle Finanze. Oppure vuol dire che hanno cambiato la Legge e si può avere la tessera di due partiti diversi e pure essere il segretario generale di due partiti diversi.

Due partiti diversi, con due codici distinti per la riscossione del 2 per mille di tasse, che sulla scheda elettorale diventano magicamente uno usando un nome abbreviato, solo la prima parola “Lega” in modo da non rendere chiaro quale dei due stai votando, con lo stesso Segretario Generale, ma cos’è questo? È impossibile che sia legale.

Perché se tu voti Lega al Sud automaticamente stai rafforzando anche quella della Padania del Nord però tu hai sotto gli occhi un programma diverso, quando vanno in televisione i politici sono quelli della “Lega” non ce ne sono uno della Lega nazionale ed uno della Lega padana che magari litigano sull’unità nazionale o sulle autonomie, per es. Giorgetti di che Lega è? Come è possibile che gli abbiano consentito di fare una cosa del genere?

Io tolgo qualunque supporto a Salvini.

È peggio di Arlecchino servo di due padroni. E per favore aprite un processo serio perché secondo me hanno infranto un paio di leggi con l’aiuto di gente interna allo Stato. Per es. il Ministero delle Finanze.

P.S.

Poi dicono che i truffatori sono a Napoli.

Se è un partito deve aver uno statuto, un programma ed un simbolo sulla scheda elettorale; oltre ad un codice per la raccolta del 2 per mille.

Se sono due partiti devono avere due statuti, due programmi e due simboli alternativi sulla scheda elettorale; e due codici per la raccolta del 2 per mille.

E non possono in nessun caso aver lo stesso Segretario Generale.

Nessuno ha chiesto all’attuale ANM se siano d’accordo sulla riforma della Magistratura che faremo.

I tacchini non votano se abolire la festa dell’Indipendenza in America – o il Natale in Gran Bretagna – perché il tacchino è la vittima arrossita di queste due feste. Non è che noi vogliamo che Poniz o la Alessandra Vella o i magistrati che fanno il bello e il cattivo tempo oggi, come David Ermini – PD – vogliano o meno la riforma della Magistratura che stiamo per fare: certo che loro non vogliono. Intanto Carola Rackete denuncia Salvini, Salvini lo abbiamo eletto noi, non è che sia un dittatore e in seguito alla liberazione di questa donna sgradevole, brutta, ciabattaia e comunista, altre ONG stanno portando migranti, tanto, hanno i traditori interni, i magistrati, ad aprirgli i porti, come la puttana che aiutò gli Ebrei a fare l’invasione di una città aprendogli la porta dall’interno – Fonte: Bibbia – quando noi altri Italiani li vogliamo chiusi e sempre là a dirci quanto siamo razzisti e fascisti, noi Italiani, e voi chi siete? Chi comanda in Italia? Perché cazzo dovrebbero comandare quattro magistrati? Che mentono sulle leggi nazionali ed internazionali e poi se gliela facciamo la riforma della magistratura la devono ingoiare perché a quel punto non hanno più potere sui carabinieri che sono quelli che hanno il mitra e fanno gli arresti, quanto alla Costituzione, a parte che dà diritti ai cittadini non ai migranti e non ha mai obbligato l’Italia a prendere clandestini o portare in Italia naufraghi presunti pescati davanti alla Tunisia – porto sicuro, ancora per poco, quando li bombardiamo magari non sarà più sicuro per davvero – a parte che Craxi faceva bombardare i gommoni e i barconi sulle coste africane e quelle della ex Jugoslavia ed era tutto costituzionale e la Costituzione era la stessa, a parte tutto questo, anche la Costituzione si può cambiare eventualmente, bastano i due terzi del Parlamento. Berlusconi li controllava lui da solo due terzi del Parlamento nel 1994 – vinse col 64% dei voti, qualcuno non gli perdona di non averla fatta solo perché il giornaletto di DeBenedetti sbraitava ed abbaiava  e per due comici sozzoni in RAI come Luttazzi –

Questo è il rispetto delle leggi che hanno i magistrati secondo Edward Luttwak che è straniero ed ha viaggiato:

è ovvio che Carola Racket abbia infranto le leggi ed è ovvio che i magistrati – pedofili? massoni? comunisti? cosa? – le facciano sponda dall’Italia. Fategliela ingoiare la riforma della magistratura a quelli di Magistratura Democratica e di AREA – ed anche agli altri – si può sorteggiare il CSM – certo che si può sorteggiare, i magistrati devono servire allo Stato, non lo Stato ai magistrati – si può sorteggiare la Corte di Cassazione e si possono imporre orari di ufficio, non la libertà di presentarsi in Tribunale alle 10:30 dopo aver convocato tutti alle 9:00, i magistrati devono essere trattati come gli insegnati, devi entrare a scuola alle 8:15 non è vero che ti puoi presentare quando vuoi tu, e il sorteggio evidentemente non è politico. Certo che col sorteggio costerebbe molto di più corrompere i magistrati, con le correnti che funzionano ad imbuto la corruzione costa meno. Poniz mi fa schifo i corrotti erano del PD e Poniz è un altro del PD, e io me li sono stufati i magistrati del PD, io neanche lo dovrei sapere per chi vota un magistrato. Poi che fai quando abbiamo riformato la magistratura e magari anche la costituzione? Ci mandi i carabinieri? Ma allora comanderebbero direttamente i carabinieri perché tu saresti delegittimato e i carabinieri avrebbero scuse per non obbedire al magistrato abusivo.

La colpa è anche un pò dei 5 Stelle e di Giuseppe Conte, spero che Conte che è Professore universitario di Legge usi le sue capacità per farla bene la Riforma. Che cosa di più apolitico e neutrale del sorteggio? Alla fine la Giustizia è una dea bendata:

GiustiziaDeaBendata

o non ti piace neanche questa?