Category Archives: Giustizia

Calabria, Italia, West: ha ragione Gratteri, arrestare i killer di ‘Ndrangheta non basta, bisogna arrestare imprenditori, politici e massoni.

Complimenti ai Carabinieri e ai Giudici che hanno lavorato all’operazione. Ulteriori arresti a Reggio Calabria, 6 affiliati alla ‘Ndrangheta che andavano in giro a chiedere mazzette nei negozi del quartiere Gebbione, un boss che stava a casa ed un impiegata comunale che dava informazioni riservate dal Comune al boss: bravi bravissimi. Fonte:

proprio

Bravo anche a Ringhio Gattuso “per essere andato a menare” – scherzo, lo hanno trattenuto – un laziale che lo ha chiamato terrone, così si fa, giusto, anch’io non me le tengo, perché me le dovrei tenere? – e bravi anche alla Redazione di LaC News 24 un giornale on-line ben fatto che da informazioni dalla Calabria, molto onesto, nel bene e nel male, ne vorrei uno simile per tutto il Sud Italia, una sorta di Süddeutsche Zeitung per tutto l’ex Regno di Napoli.

Nel bene e nel male, dicevo, ed il male sfortunatamente è ancora là, Pasquale Motta denuncia l’uso alquanto oscuro finora fatto dei fondi europei fonte:

provaasquale
Screenshot laCNews24, Pasquale Motta critica l’uso improprio finora fatto dei fondi europei

L’uso improprio dei fondi, dei soldi, ha probabilmente portato al crollo del tetto dell’Auditorium Calipari fonte:

crollo auditorium

Tante cattive notizie, che vuoi? Son giornalisti però almeno i video sono fatti bene e gli speaker parlano con un accento meridionale pulito, non quella cosa che onestamente non si può sentire.

Arresti se ne fanno in continuazione, a quest’ora il Sud doveva essere già tutto ripulito, ma…se crolla il tetto di un Auditorium fatto “senza badare a spese” la colpa non è del killer di mafia, è di categorie di persone che fanno un altro mestiere, che trattano di appalti, mazzette, costruzioni, dunque, necessariamente, di politici ed imprenditori edili;

Gratteri poi dice la parola magica: massoni.

2020_2020_GRATTERI-nicola-lacnews24

Fonte  “Il procuratore di Catanzaro in un’intervista a La Stampa: «Ti dicono che sei bravo finché indaghi solo sulla ‘ndrangheta». Il sistema mafioso? «Ha un rapporto fisiologico con le professioni e la massoneria»”

Ora “massoni” lo dico io, lo dicono i blogger contro gli Illuminati, lo dice Alex Jones e lo dice pure Gratteri che è Giudice, e saprà quel che dice, questo problema della massoneria va risolto.

Continuiamo così, a vedere sparire i soldi, a spendere e spandere per autostrade e palazzi che “si rompono” il giorno dopo. Una volta avevano chiamato mio padre nella massoneria e gli hanno detto “di qualunque cosa un fratello abbia bisogno, nella massoneria si può ottenere” per fortuna mio padre non c’è entrato. Si parla di raccomandazioni di lusso, impunità per reati, io ovviamente ringrazio i Carabinieri e i Giudici per gli arresti dei killer di mafia e di quelli che vanno in giro a chiedere il pizzo, l’ho scritto anche un paio di giorni fa link “proprio il pizzo non lo sopporto” perché comunque la gente si mette in proprio, deve pagare le tasse e poi basta, senza pizzo non c’è più disoccupazione, o ce n’è molta meno, più ricchezza, ricchezza onesta, dico, è tutto diverso.

Per quanto riguarda l’Italia, l’attuale Governo 5Stelle-PD continua imperterrito ad andare a prendere immigrati clandestini e poi se la prende con Malta. Non è che sia proprio normale mandare navi della Guardia Costiera a prendere immigrati clandestini dall’Africa, portarli in Italia e lamentarsi che Malta non li vuole, fanno bene a non volerli, perché dovrebbero? Chiaramente Malta fa come l’Australia ed onestamente tutti sentono il puzzo dell’odiata massoneria anche in questa strana decisione del governo e dell’UE di andare a prender immigrati e portarli qui e poi lamentarsi “L’Europa non li vuole, l’Europa non ci aiuta”, chiudetela sta massoneria.

D’Oltreoceano invece buone notizie: sta vincendo Trump.

Che il confine lo ha chiuso, perché andava chiuso ed ha fatto un buon patto commerciale col Messico, perché si fa così: fai patti commerciali, aiuta anche gli Africani ma, sono anche stufa di ripeterlo, non esiste, non dovrebbe esistere andare a prendere immigrati clandestini e portarseli in casa e poi fare il pesce in barile con l’Europa “L’Europa dov’è?” “La situazione è insostenibile!” idiota, lo sai dov’è. Se è una commedia è una brutta commedia.

Arrestateli tutti.

Tra Investigazioni, viaggi in Svizzera e arresti continuano le avventure anti-‘Ndrangheta del Giudice Gratteri e della Guardia di Finanza.

Faccio quasi tutto copia e incolla, e aggiungo, se vi piace il mestiere entrate pure in Finanza e Magistratura, l’avventura, certo, non vi mancherà e lo Stato paga viaggio, vitto e albergo in Svizzera per…. trovare i conti e i distributori d’armi dei mafiosi;

Fonte

Sono Stati Commessi Tutti i Reati, Tranne Sfruttamento della Prostituzione – sic –

Il procuratore di Catanzaro elogia la collaborazione con il Gico della Guardia di finanza e con gli inquirenti svizzeri per gli esiti dell’operazione che vede 158 indagati e coinvolge numerosi nomi noti dell’imprenditoria e della politica calabrese…

Imponimento, tutte le attività sequestrate. Hotel, bar e imprese per 169 milioni di euro

Sigilli a decine di strutture commerciali e imprenditoriali in occasione del maxi-blitz anti ‘ndrangheta coordinato dalla Dda di Catanzaro. Provincia per provincia, ecco l’elenco di tutti i beni nel mirino degli inquirenti guidati da Nicola Gratteri

Un frame del video delle operazioni
Un frame del video delle operazioni

Sono centinaia i beni sequestrati dalla Guardia di finanza su disposizione della Procura distrettuale di Catanzaro, per un ammontare di 169 milioni di euro, nei confronti di decine di indagati dell’inchiesta “Imponimento” scattata ieri, e che ha permesso agli inquirenti di disarticolare il clan Anello di Filadelfia e le sue “proiezioni imprenditoriali”. Sono infatti oltre 20 gli imprenditori destinatari di una misura cautelare sul totale di 74. Tra loro nomi eccellenti come quello dell’ex assessore regionale Francescantonio Stillitani. Sotto chiave ci sono finiti terreni, abitazioni, auto, conti correnti, ditte, imprese di ogni genere.

Nel mirino dell’inchiesta della Dda, il clan degli Anello. «Questa organizzazione criminale – ha spiegato Gratteri – abbracciava tre territori: Catanzaro, Vibo e le Serre sul lato ionico. Un locale di ‘ndrangheta molto importante, quello degli Anello, perché c’erano molte altre ‘ndrine satelliti. Un lavoro durato 4 anni, possibile non solo grazie alla comprovata professionalità della Guardia di finanza ma anche perché il Gico centrale ha deciso di investire qui in maniera significativa mandando decine e decine di uomini negli ultimi anni».

Dalla Svizzera ai villaggi turistici, tutti gli affari della cosca Anello-Fruci

«Inchiesta di respiro internazionale», ha sottolineato il magistrato antimafia. In merito alla collaborazione con gli inquirenti svizzeri, Gratteri ha sottolineato l’efficienza «delle squadre investigative comuni che abbiamo costruito e la disponibilità del procuratore federale Sergio Mastroianni, che ha offerto grande supporto, malgrado le difficoltà sul piano normativo, perché purtroppo solo l’Italia ha una legislazione anti-mafia particolarmente evoluta».

“Imponimento”, arrestato l’ex consigliere comunale di Vibo Francescantonio Tedesco

Le ramificazioni in Svizzera servivano anche per l’approvvigionamento di armi. «Ne abbiamo trovato una grande quantità questa notte, perché in Svizzera – ha spiegato – è molto facile acquistare armi, che poi, tramite furti simulati, arrivano in Italia». Infine, in merito al ricorso alla procedura del “fermo”, che non richiede l’autorizzazione preventiva del Gip, Gratteri ha spiegato: «Siamo ricorsi al fermo perché l’autorità giudiziaria svizzera aveva necessità di depositare gli atti». Fonte

……………………………….

Per me, tengo parecchio che si smetta di chiedere e pagare il cosiddetto “pizzo” la tangente, la mazzetta etc. perché in Calabria e in tutto il Sud-Italia gli imprenditori, anche piccoli vanno, come dappertutto, lasciati liberi di creare posti si lavoro nel settore privato, ed il pizzo morde là, proprio nel settore privato, donde la tendenza trasformata poi in accusa dei Meridionali “di cercare il posto statale…” grazie tante, leva il racket delle estorsioni e vedi se non fioriscono imprese private anche qui.

Ci dispiace quando lo Stato inteso come Giudici, inquirenti e carabinieri si concentra più sul chiudere le aziende che riciclano il denaro sporco che non sul chiudere le ‘ndrine. Certo non si può accusare Gratteri.

Complimenti agli Inquirenti. Bravi.

Quei Bravi Ragazzi del DOJ. Cassette con prova provata di politici e celebrità che abusano minori. Arresti obbligatori.

TITOLO ORIGINALE DELL’ARTICOLO IN INGLESE:

Sono spiacente, cari FBI e CIA e giudici di New York, ma se ci sono le videocassette con i leader mondiali che abusano i minori non è GHISLAINE che possa decidere ..

Ora Ghislaine Maxwell recita una parte come se avesse i nastri in cui eminenti politici statunitensi – si spera democratici o “piccoli repubblicani anti-Trump”, quindi arrestiamo quelli che vogliono abolire la polizia e ci sbarazziamo di loro – e alcuni leader mondiali fanno sesso con i minori e orge ecc. e parla come se potesse decidere lei chi mandare in galera o meno Fonte DailyMail

williamSteel

A parte il lavoro dell’amico di Ghislaine, il testimone: un ladro di gioielli un uomo che ruba il cui pseudonimo è Steel che suona forse proprio come “Steal” che in Inglese significa rubare ma, intendo, FBI, CIA, Dermot del NYPD – Dermot Shea ndr. – prima che de Blasio possa chiudere il club dei poliziotti, il Giudici, il Procuratore, il potente Procuratore del Distretto Meridionale di New York “Lady Strauss”, intendo dire,

AudreyStrauus
Audrey Strauss, il potente procuratore del distretto meridionale di New York, quello che include Manhattan

devono ovviamente richiedere i nastri e mandare in prigione tutti coloro che hanno fatto sesso con minori e il ladro dice – scusate, ex rapinatore di gioielli, che compagnia – ha detto di aver visto con i suoi occhi leader mondiali e fottute eminenti celebrità – i liberal – di Hollywood che violentano i bambini, o almeno fanno sesso con minorenni .- Ora, caro Justice Club, quei bravi ragazzi del DOJ & co. – Department of Justice/Dipartimento di Giustizia – tutti voi, caro Chris, Bill, Dermot, Audrey e quelli di cui non conosco i nomi, e ovviamente “Molly della CIA”, Gina,

rts1plnv

Direttore della CIA Gina Haspel

con tutto il dolore e la malattia che stiamo subendo per le celebrità – che non vogliono che beviamo latte “perché le mucche soffrono” – e i Reali e i democratici di sinistra che vogliono sconfiggere la polizia e abolire i confini perché ” noi siamo cattivi e loro sono buoni “e forse anche i politici che vogliono bloccare Trump dall’interno del Partito Repubblicano, non è Ghislaine che possa decidere allora come usare i nastri, se ci sono prove, devono andare tutti in prigione, in particolare le celebrità che non riesco a sopportare quando mi dicono che sono cattiva perché bevo latte, queste scusate l’espressione, troiette di Hollywood e satanisti vari & Co. tutti Dem, tutti che vogliono aprire i porti e i politici democratici che vogliono “definanziare la polizia” se loro hanno abusato minori devono andare in galera con la testa bassa e non poterla rialzare più: è gente cha fa la morale a tutti sui migranti e perfino sul mangiare o non mangiare carne e se non bastasse, anche sul bere latte: e hanno mandato in galera Weinstein con cui si strusciavano fino al giorno prima, i vigliacchi, con tutte le foto col bacio di Giuda…

Voglio dire, se in Italia un detenuto ha un nastro, una videocassetta con Silvio Berlusconi o Matteo Renzi e un attore italiano che violentano bambini o fanno sesso con minori a un’orgia, e forse persino il perverso sacerdote o cardinale pedofilo che violenta i bambini che vanno a pregare Gesù in chiesa, ovviamente, devono essere arrestati, non è il detenuto che possa decidere se arrestarli o meno. O? Tutti sanno che sei tu. E c’è persino il testimone oculare, il ladro. Il ladro di gioielli. Chiedete a lui, Chris & co. Questo è il più grande Redde Rationem dalla seconda guerra mondiale. Questo è forse peggio del Russiagate e del Durham Probe. Qui ci sono le foto, le videocassette, i testimoni oculari. E’ finita un’era. Ricordatevi che il DailyMail, la fonte, è un giornale ed un giornale potente, non un blog anonimo, questi qui hanno il nome vero del testimone oculare, il ladro “che fu forzato a guardare il video” lo hanno obbligato a guardare il video per dimostrargli la loro potenza ricattatrice, si volevano tenere i nastri per se stessi, per poter ricattare loro i politici e potenti coinvolti per loro vantaggi oppure, si dice, per conto Israele, “i politici polli”, questi qui del DailyMail hanno il team di avvocati per non cadere in trappola e non finire denunciati per fake-news o diffamazione, te lo dico io, allora minimo c’è Bill Clinton, poi gli altri.

Bene preparatevi pop corn o patatine, stavolta davvero “lo spettacolo deve ancora incominciare”. Finora abbiamo visto il trailer…

Piersilvio Berlusconi si merita anche lui una caricatura: è il P.I.M.P. d’Italia. pardon, del Nord.

Pierislvio Berlusconi seleziona ragazze per Mediaset

Dopo l’ennesima caricatura sgradevole e tamarra della nostra Presidentessa di Regione Jole Santelli, dalla Calabria ho pensato “avessi io una televisione con attori gli farei una caricatura di Piersilvio Berlusconi, il magnaccia d’Italia, in Inglese il Pi Ai Em Pi, P.I.M.P di Gerry Scotti “oink, oink” il maialotto e della Hunziker, denti falsi, sorriso falso, faccia falsa e seno pompato di silicone, ma purtroppo ancora non ho abbastanza mezzi per metter su una televisione.

Piersilvio ad Arcore a provare le veline

Avete visto il video? bene Piersilvio è quasi uguale . Fa schifo.

Vediamo un pò la traduzione della canzone per chi non sa l’Inglese, immaginate Gerry Scotti fare “oink, oink” come un maiale,

Bene ecco la traduzione, tanto per cominciare Pimp significa “magnaccia” la Berlusconi family:

Non so cosa hai sentito dire di me
Ma una puttana non può farmi pagare niente
Niente Cadillac, niente permanenti, non si vede
Io sono il fottuto MGNACCIA
Non so cosa hai sentito dire di me
Ma una cagna non può tirarmi fuori un dollaro
Niente Cadillac, niente permanenti, non si vede
Che sono un fottuto P-I-M-P
Ora piccola, lei nel club, balla per dollari – le veline zoccole, col conduttore di Striscia che le guarda il culo –
Ha una cosa per quel Gucci, quel Fendi, quel Prada
Quel BCBG, Burberry, Dolce e Gabbana
Le nutre di folli fantasie, la pagano perché la vogliono
Ho sputato un po ‘G, amico, e il mio gioco l’ha presa
Un’ora dopo prendi quel culo al Ramada

etc.etc.

Spero che ti arrestino a te tuo padre e tua sorella.

Alla Hunziker spaccherei quel naso di plastica che si è fatto prima di lavorare in televisione, tanto il pimp la paga abbastanza per andarselo a rifare dallo stesso chirurgo, che con le televisioni di Berlusconi sarà diventato miliardario: non ce né una naturale, e un naso per Mediaset costerà sui diecimila euro. Più i denti, ma no, i denti li farà qualcun altro…ehh,

Dalla Calabria senza simpatia.

Mafiosi scarcerati e forse firmano anche il Mes. I 5 Stelle tradiscono, qualcuno faccia cadere Conte.

Mafiosi scarcerati con la causa del Covid-19 – ma non li potevano curare in carcere? – e forse firmano il Mes, la resa, che volete di più per capire che i 5 Stelle hanno tradito i loro valori fondanti e che vanno mandati a casa? Qualcuno faccia cadere questo governo e no, non vogliamo Draghi, non vi permettete neanche di dirlo: vogliamo Salvini, Meloni e Diego Fusaro, facciamo una superpotenza sovranista: il Governo Lega-Fratelli d’Italia – Vox Italia.

Certo c’è quel Mattarella a creare problemi, quel Mattarella che ha nominato per Ministri gente con la terza media proposti dal PD, Teresa Bellanova – renziana – che ora vuole…la sanatoria per i migranti, giusto e già ci aveva stupito, il Paese di Dante, col Ministro dell’istruzione asino, la Signora coi capelli rosso fuoco, la Valeria Fedeli del PD, che non sapeva parlare in Italiano…han voglia Cacciari e Saviano di accusar la Destra di esser il partito degli ignoranti etc. ma lo abbiamo già detto, lo ricordiamo per sicurezza e poi, sempre quel Mattarella ha rifiutato la nomina del super titolato Prof. Paolo Savona all’Economia.

Un golpe, no? Non lo riesce a fare perché è troppo flaccido, sebben male intenzionato…

Per favore pregate Dio di far cadere questo Governo e di far cadere Mattarella e di riandare ad elezioni.

P.S.

Evidentemente continuano gli sbarchi di clandestini e il finanziamento di Stato agli integralisti Islamici tramite le puttanelle che si convertono all’Islam si fanno rapire da jihadisti vari e si fanno pagare il riscatto dal governo-PD, vedi Aisha pardon ex Silvia Romano. Ragazzi state attenti a me, se mai dovessi diventare Ministro per me potete morire, se divento Ministro io non vi fate rapire dai terroristi perché vi lascio là.

Lascio sul website la preghiera a Dio e l’Antico e il Nuovo Testamento tra i capisaldi della mia e nostra e spero vostra cultura e Religione, perché è evidente che le altre Religioni siano peggio di quella Neo-Vetero-Testamentaria  con Cabala acclusa -.

Votate Lutero e statevene a casa – per ora -. La prima cosa che dobbiamo fare dopo il Lockdown è votare.

Harvey Weinstein vendicato dal CoronaVirus: chiusi i Cinema e i parchi Disney e Universal, niente Fast9.

Harvey Weinstein ha fatto tanti film, alcuni carini, alcuni potrebbero essere i vostri preferiti e non lo sapete, da Kiss Me a Will Hunting e poi quelli violenti di Tarantino come Kill Bill, tutti i volumi “Please don’t let me be misunderstood” cantava la canzone di Kill Be “I’m just a soul whose intentions are good, oh Lord, please don’t let me be misunderstood” “Sono solo un’anima le cui intenzioni sono buone, o Signore, per favore non mi fare fraintendere”

Se c’è una cosa che mi spaventa seconda solo alla tortura è lo stupro: ma quello di Harvey Weinstein non era stupro, erano due donne, un’aspirante attrice Jessica Mann e una segretaria di produzione, Miriam “Mimi” Haleyi, la Mann gli ha scritto “Ti Amo” per e-mail ed ha dichiarato – senza vergogna – sul suo blog di essere la sua amante e di avere infatti un triangolo d’amore con lui che era sposato, tutto questo dopo e per anni dopo la data del presunto stupro, una donna che lui non ha mai fatto lavorare nei suoi film, probabilmente rifiutando di essere “il produttore che fa lavorare l’amante” una donna che essendo fidanzata ha pubblicamente difeso Weinstein quando il suo fidanzato – anche lui aspirante attore – si è lamentato che Weinstein fondatore della casa di produzione Miramax che faceva lavorare Matt Damon, Paul Walker, Leonardo DiCaprio, Gwyneth Paltrow,

Weinstein-e-DiCaprio
Weinstein con Leonardo DiCaprio

e non è vero niente che faceva lavorare “quelli che si portava a letto” ecco si lamentava che Weinstein non lo faceva lavorare nei suoi film: erano tutti una banda di leccaculo che si sono rivoltati contro di lui di colpo e tutti insieme e noi non sappiamo veramente perché: è una vergogna che con tutte le e-mail e gli incontri per appuntamento volontario tra Weinstein e la Mann, con le e-mail recuperate dagli hacker Israeliani che affiancano il team di legali – Weinstein è ebreo americano – e-mail in cui le accusatrici lo informano di aver cambiato numero di telefono così se le vuole chiamare sa come fare, e gli scrivono “Ti amo, lo sai che ti amo” e i giudici l’hanno letto e sanno ed ammettono che le e-mail sono autentiche, ma… le accusatrici mentivano a Weinstein e fingevano che gli piacesse perché volevano lavorare per Miramax, la casa di produzione di Weinstein che faceva lavorare DiCaprio e Matt Damon etc. – forse con questi qui ci andrebbero gratis, chi lo sa? Ma il processo è assurdo –

Miramax

Ma quanto sono corrotti questi Giudici? – dicono che no, che è stato stupro lo stesso e che le due accusatrici sono credibili.

Le due accusatrici, Mimi Haleyi, la segretaria e Jessica Mann, l’aspirante attrice.

accusers

ma allora dillo che lo vuoi mandare in carcere: gli atti del processo sono vergognosi, lo vogliono mandare in carcere per forza. La seconda accusatrice la Mimi – Miriam – Haleyi era una segretaria di produzione che ha ammesso lei stessa che per quanto il primo incontro sessuale fosse stato stupro dal secondo in poi c’è andata a letto volontariamente, lui l’ha chiamata per vedersi in hotel e lei c’è andata, una storia che pare solo una storia di amanti, cioè, ha fatto notare una giornalista del DailyMail: 23 anni di carcere non li danno nemmeno per stupro di primo grado con minaccia e serio pericolo di morte per la vittima, per quello ne danno 17. Per due amanti “Ti amo, ti amo” “anzi, no, mi fai schifo ma non te lo dico perché voglio lavorare per te” 23 – ??? –

Io spero che gli avvocati di Weinstein capeggiati da Donna Rotunno vincano l’appello.

WeinsteinRotunno
Weinstein con l’avvocatessa Donna Rotunno alle sue spalle

Non so perché ce l’abbiano con Weinstein veramente, ma il CoronaVirus lo sta vendicando: chiusi i cinema, Fast & Furious numero 9 rimandato di un anno, ad aprile 2021, il super blockbuster della Disney, Black Widow, non farà botto al botteghino, il regista dell’ultimo film della Marvel si fa il test perché ha paura di essere positivo al coronavirus e rimanda l’uscita del film link

coronahollywood

e i parchi Disney – accusati di essere pieni di pedofili – come i parchi tematici Universal chiusi come la Lombardia.

Vediamo se anche la nostra epoca se ne andrà “via col vento” e Hollywood se andrà via con Weinstein. O se gli avvocati faranno giustizia.

Se vi cominciano a dire “vale di più la vita umana o vale di più il Rolex?” gli dovete rispondere: Il Rolex.

Ahh già li sento “Vale di più la vita umana o vale di più un Rolex?” e sono contenta che il Rolex non sia fatto di cioccolato, altrimenti metterebbero nel mezzo – per giustificare il rapinatore – i bambini africani che hanno raccolto il cacao con cui è costruito questo Rolex, ma la fabbrica di Rolex è in Svizzera e i lavoratori sono pagati, Dio benedica gli orologiai i Rolex onesti.

Ma nel mio articolo precedente c’è un’inesattezza, avevo capito male: il Rolex ce l’aveva il carabiniere in borghese, non la ragazza, dunque il delinquente ha puntato la pistola alle tempia della ragazza per farsi consegnare il Rolex dal carabiniere, che era in borghese quindi secondo il delinquente era uno di noi poveretti che andiamo in giro senza pistola perché in Italia non c’è il libero porto d’armi, così non succedono le tragedie che succedono in America, ci devono poter rapinare in pace, senza rischiare niente:

Perché ha ragione il carabiniere; allora la scena del crimine è questa: secondo il carabiniere lui si è dichiarato carabiniere e poi ha sparato per non far sparare alla ragazza, giusto, scusatemi, secondo il complice del rapinatore morto, erroneamente chiamato “la vittima” perché non è vittima è solo morto, invece il carabiniere non si è dichiarato tale, ha fatto finta di porgergli il Rolex e poi, alla Terence Hill, ha sparato prima e non gli ha dato l’orologio ed ha salvato la ragazza; in qualunque film americano, uno che fa così è l’eroe, Terence Hill o chi per lui, quello che sto sentendo in Italia di difesa tentata del rapinatore è osceno.

Certo che non doveva dargli il Rolex, perché a chi comincia a dire che “una vita umana vale più di un Rolex” dovete dire: no, in questo caso vale di più il Rolex, perché il Rolex in questo caso significa due cose: libertà e onore. Tu non sei uno schiavo che a Napoli, perché è Napoli e non è MonteCarlo o Via MonteNapoleone a Milano non può girare col Rolex, non può girare in Ferrari, si deve aver paura dei picciotti, se avessi potuto forse avrei sparato anch’io, ah ma io non sono né poliziotto né carabiniere, noi non abbiamo il libero porto d’armi in questa paradisiaca e civilizzata Italia in cui tutti o quasi si sentono di dar consigli ai Texani, quei poveretti americani che non godono delle sicure strade di cui godiamo noi perché non c’è il libero porto d’armi come da loro animali e violenti. Come ce l’ha Madonna o Terence Hill, forse gli fa bene ai picciotti e ai loro fratelli di ricordarselo che possono morire sparati se vanno a fare una rapina. Così non vanno e le strade sono più sicure e ci pensasse due volte anche il padre prima di dire al figlio: vai a fare una rapina, ragazzo, come me che hai già quindici anni.

A me è piaciuto anche Mario Placanica, calabrese come me, che ha sparato a Carlo Giuliani che andava ad assaltare la camionetta dei carabinieri con l’estintore per far la rivoluzione. Che me ne importa? Comunisti e ‘ndranghetisti tutti si credono che i fessi siamo noi.

Per una volta no. Anzi due.

ugo-russo-pellegrini
Ugo Rossi, il rapinatore morto, l’ospedale Pellegrini devastato dai suoi parenti e poi risistemato.

Carlo Giuliani versione terrorista “duro” perché pensava che la Polizia e i Carabinieri non avrebbero fatto niente, poi morto: Carlo Giuliani, in guerra si muore. Di Haidi e Giuliano Giuliani – i genitori – non me ne frega niente, quanto a loro non gliene frega di noi.

E questo è Terence Hill – prima di farsi prete –

TErenceHill

E questo cos’è?

Rolex

Napoli, Rolex e ladri, c’è un difetto di comunicazione: è il ladro che sbaglia non il proprietario del Rolex.

Sono allibita. Non dalla rapina, il giovane napoletano ha puntato una pistola finta di lusso alla tempia di una ragazza presumibilmente ricca, perché ci informano, aveva il Rolex al polso, e il fidanzato carabiniere in borghese, ha sparato perché non si è accorto che la pistola era una copia di quelle vere. Ora stanno indagando. Io vorrei mettere due pistole, una vera carica ed una copia davanti al Giudice e gli/le direi: se sei così sicuro/a di distinguerle, scegli tu quella finta ed io ti sparo un colpo alla testa. Vediamo se fanno tanto i faciloni.

Ciao Giudice da quale ti vuoi fare sparare, una di queste tre pistole è finta:

A parte certe pistole di plastica “da bambini”, molte pistole dei film sono copie buone di quelle vere e bisogna considerare la distanza, che occhio doveva avere il carabiniere per distinguere subito che era finta? E poi, questo era un sedicenne figlio di padre rapinatore e parente di scassinatori e gente che va a distruggere il Pronto Soccorso in mandria, tra due anni si comprava la pistola vera: io confermo che non mi dispiace che sia morto. Basta: uno di meno.

Ma quello che trovo più disturbante è l’approccio di certi giornali che passano anche per buoni, per giornali perbene, il Corriere della Sera intervista il padre del rapinatore morto, non la ragazza cui questi ha puntato la pistola alla tempia, né suo padre, né il padre del carabiniere, il padre del rapinatore si è permesso di dire che suo figlio ha fatto una ragazzata, suo figlio che già aveva rapinato, ma si può intervistare un rapinatore come se fosse una persona perbene? La Terronia l’hanno inventata al Nord, perché non hanno intervistato la ragazza vittima del tentativo di rapina? Ma più cocente ancora in senso negativo è quello che fa Il Giornale, altro Giornale di Milano, scusate, che cosa significa questo articolo:

Ugo Russo, il garante dei detenuti: “A Napoli non giri col Rolex”

Pietro Ioia, garante dei detenuti presso il comune di Napoli, ha dichiarato: “Poteva essere fermato al primo colpo al petto, non do la colpa al carabiniere, ma con il rolex al polso non ci giri”

Pietro Ioia, garante dei detenuti per il comune di Napoli ed ex detenuto, è intervenuto recentemente al programma La Zanzara di Cruciani e Parenzo in onda su Radio24.

Ioia ha parlato dell’omicidio del giovane Ugo Russo, dicendo la sua sul triste episodio avvenuto nel quartiere Santa Lucia a Napoli: “Per me due sono le vittime. Il carabiniere ed il ragazzo. Non mi sento di stare dalla parte del carabiniere o del ragazzo. Però penso che la reazione del giovane carabiniere è stata un poco eccessiva, infatti è accusato di omicidio volontario”. Quanto accaduto poteva essere fermato prima? Ioia ha dichiarato: “Si, si, al primo colpo al petto si poteva fermare. E poi noi sappiamo com’è questa città, come si fa a camminare con un Rolex in coppa o’ braccio, insomma, sai che più o meno puoi subire una rapina. Tu sei carabiniere. Devi sapere queste cose. Io col Rolex al braccio a Napoli non ci cammino”.

Insomma la colpa è del Rolex. La colpa è dei gioiellieri, la colpa è della Napoli buona, delle ragazze benestanti fidanzate coi carabinieri che non la danno ai camorristi, la colpa è della Napoli che non si adegua ad essere Terronia, la colpa è di questo, dei gioiellieri di Via dei Mille che non chiudono:

RolexTudor
Negozi Monetti Rolex e Tudor a Napoli in Via dei Mille

Ma come si permettono?

La madre dei camorristi la intervistano, la fidanzata dei carabinieri no.

Io non sopporto questo genere di interviste, questo approccio a Napoli, al crimine, al Sud: la fanno apposta a far vedere la storia dal lato della fogna, intervistano i maligni, i rapinatori e i loro genitori, mai i carabinieri, i ricchi onesti e i loro figli.

Certo che si può girare in Ferrari ed avere il Rolex al polso a Napoli, attenti al modo in cui certi giornalisti raccontano la storia, è dall’ Unità d’Italia che i criminali meridionali vengono messi avanti agli onesti, particolarmente agli onesti benestanti, che si cerca di dare la colpa a quello che ha il Rolex, al miliardario borbonico detronizzato, al gioielliere e al carabiniere; e perché c’è un ex detenuto garante dei detenuti al comune di Napoli? Che fa? C’insegna? Che se ci rapinano è colpa nostra?

Aveva ragione Salvini, non Saviano. Questo atteggiamento di dar la colpa al gioielliere e non al rapinatore, poverino, è lo stesso dei comunisti e dei brigatisti rossi, di Cesare Battisti, che per fortuna ora è in carcere, come devono essere mandati in carcere il padre del rapinatore morto, e i suoi parenti scassinatori di ospedali.

A Napoli devono imparare che fare rapine non è normale. La Santelli in Calabria sta stupendo in positivo. SenzaEssereDelNord.

Ora che il Coronavirus ha chiuso la curva del Brescia, si può ricominciare a parlare; un altro fenomeno da estirpare è il monello napoletano versione camorrista che a 15 anni fa già rapine fonte:

Il papà del 15enne ucciso a Napoli devasta l’ospedale: “Voglio giustizia”

Dopo il decesso i familiari della vittima hanno devastato il pronto soccorso. Si indaga su una stesa davanti alla caserma Pastrengo

norapine

La vita umana, la giustizia, la cultura, è un morto un quindicenne, no, scusate è morto un quindicenne che già ammazzava e bullizzava gli altri, figlio di uno che ha devastato l’ospedale: a me non dispiace e a Salvini nemmeno, fa bene a dire che è stato ucciso per un atto di legittima difesa.

Me li sono stufati pure io ‘sti Napoletani camorristi che vogliono giustizia perché i loro figli, già col piglio da cretino che si sente superiore perché ammazza, non sono lasciati liberi di ammazzare e rapinare, di chiedere mazzette etc. e penso che molti Napoletani siano d’accordo con me e smettano di votare DeMagistris che critica Salvini, io, se quelli che chiedono le mazzette a Reggio Calabria o altrove vengono sparati e trovati morti sulla pavimentazione del Corso Garibaldi, anche se hanno 15 anni, sono contenta. Perché mi hanno rotto le palle, sono nauseanti, loro, le loro zie, i loro padri, sono tamarri e tamarri pericolosi: non ragionano ed hanno un atteggiamento come se vivessero in un mondo parallelo che si incrocia col nostro. Sparassero pure al padre che ha fatto casino all’ospedale.

La Campania onesta li deve trattare da appestati questi qui, perché non ragionano, vivono come in una bolla, tant’è che Mafia & affini, ‘Ndrangheta, Camorra etc. sono annoverate tra le sette, sono catalogate come sette come le bestie di satana o, a livello più alto, le famiglie degli Illuminati.

Io sono contenta di avere votato a destra in Calabria e Sole/Jole Santelli sta facendo la piccola Berlusconi e la sta facendo molto bene: con approccio da imprenditrice, sta telefonando a tecnici di lusso per farli lavorare al governo regionale – che è il vero spirito di Forza Italia, la parte buona “chiamare i bravi come farebbe imprenditore per la sua azienda” come se dovesse pagarli di tasca sua e voglia perciò un altissimo rendimento – e i tecnici di lusso stanno dicendo si, contrariamente ad alcuni che dissero no, anche se inizialmente avevano accettato, a Berlusconi come per es. Renato Ruggiero.

Botta di lustro per l’amministrazione della Regione Calabria:

SandraSavaglioAstrofisica
Sandra Savaglio finì sulla copertina del Time insieme a Lady Diana

Sandra Savaglio, Professoressa Universitaria di Astrofisica all’Università della Calabria, già collaboratrice della John Hopkins University, nominata assessore regionale all’ Istruzione e alla Ricerca Scientifica;

UltimoSantelli
Ultimo e Jole Santelli

Col. Sergio DeCaprio altrimenti noto come Ultimo, è stato assegnato all’assessorato all’Ambiente perché ha lavorato nel NOE, Nucleo Operativo Ecologico, e non è un’esagerazione, molti eco-reati sono difatto legati alla ‘Ndrangheta ed a forme di corruzione grave, non a ragazzini che buttano la carta per terra.

Jole vuole continuare così, ma deve chiedere il permesso o fare l’accordo con i politici eletti che si vedono sottratte le cariche, devo dire che mi sta stupendo in positivo: vuole l’alta velocità e niente corruzione, è necessario in una regione che riceve molti finanziamenti per le infrastrutture, che i soldi siano spesi benissimo e senza pagare mazzette a nessuno, né a politici né a ‘ndranghetisti, e senza distruggere il territorio, speriamo tutti che continui così, io vorrei anche l’aeroporto internazionale, ma quello costa tanto, con Ultimo e la Scienziata – lei è calabrese, lui no, lui è di Montevarchi – Toscana – ce la facciamo, speriamo siano assessori di lusso anche i prossimi.

Viva Jole, sei bravissima:

P.S.

Si, un pò mi dispiace che il camorrista morto avesse quindici anni, ma già aveva cominciato ad ammazzare, non mi può dispiacere di più che per le vittime di questi sparatori, la colpa è del padre, non è che al Sud dobbiamo vivere in una discarica per colpa loro. Più di tanto poi non dispiace più. E’ bene che lo sappiano.