Category Archives: Media

Perché Salvini tutti questi nemici NON ce li ha: guardate i like e i dislike sui suoi video.

Ogni tanto provano a farvi credere che Salvini sia odiato. In realtà per qualcuno che fischia, pagato o mandato dal PD, ai suoi comizi c’è un indice di gradimento enorme, guardate la differenza tra i like e i dislike sui suoi video su una piattaforma ad accesso libero come YouTube:

1.1k-23

+3.3k-62

sAlviniCoriglianoRosano

Si parla di un indice di gradimento attorno al 95%. Anche per i video della campagna in Emilia Romagna, link & link

Quindi? quindi “Cancelliamo Salvini” e tutta la banda rossa è più un illusione ottica messa in atto da certi giornali e due commentatori cui fanno eco, troppa eco, i giornali di destra “per creare un caso”. Vediamo il voto in Romagna, la quasi ex Roccaforte, perché qualcuno dice che se perdono la vuol dire che non c’è più il sistema-PD, è cambiato il sistema e basta. Il Governo diventa un gigante con i piedi molto d’argilla, senza piedi del tutto, senza base. E là cadi.

Chinese Democracy: Salvini ha 1 milione di visualizzazioni sul social media cinese…non censurato. Altro che Facebook.

Le sardine stanno dicendo a voce alta e chiara che l’intolleranza e l’insofferenza dei diritti degli altri minano alla base le premesse necessarie a qualunque discorso democratico; che opporsi a questa deriva non è affare di un partito ma di ogni società che voglia essere sinceramente democratica. Giustamente le sardine rifiutano etichette e bandiere…

Giustamente le sardine. Già un articolo di giornale – il Fatto Quotidiano – che contiene questa assurda frase “giustamente le sardine” significa che la democrazia se n’è andata in clinica psichiatrica, le sardine sono delusional – delusionali, se la parola esistesse in Italiano – e poi, si chiamano sardine. Mentre il loro nemico Salvini Matteo sbarca sull’unico social network non censurato contro la destra e a favore della sinistra ed un piccolo video del cavolo, pardon del cavoletto, fa 1 milione di visualizzazioni (è un video in cui balla) fonte. Quindi? I Cinesi ci insegnano la Democrazia e la libertà d’espressione; una volta si diceva “Chinese democracy” “democrazia alla cinese” quasi per ridere, come a dire “noi in Occidente siamo i veri democratici, gli altri in Oriente o in Africa, ci copiano, ma non sono davvero democratici etc…”

Pagina ufficiale di Tik Tok di Matteo Salvini:

TikTokMatteoSalvini
pagina ufficiale di Tik Tok di Matteo Salvini

Quando la vita ti fa ingoiare l’orgoglio.

Caro Belpietro mi permetto di chiederLe…guadagni con la pubblicità ma lasci il sito ad accesso libero.

GermaniNelCaos

Nel caos presente in cui la lotta primaria è di parole, perché con le parole si convince la gente a cambiare intenzione di voto, a confermarsi in quelle giuste ed anche i politici eventualmente a correggere rotta o a confermarsi in quella giusta, per non parlare dell’effetto terapeutico dei complimenti e distruttivo degli insulti, mi dispiace che il sito della Verità di Maurizio Belpietro sia a pagamento perché è un sito che può convincere molte più persone a votare per il CentroDestra ed informare sulle vere disposizioni criminali della sinistra: PD pedofilo, immigrazione clandestina mascherata da salvataggio di naufraghi etc. Detto questo: i soldi non sono i miei, cioè non posso dire io agli altri: “metti il sito gratis perché siamo in guerra” però posso suggerire che un sito come quello della Verità gestito da una persona naturalmente diplomatica come Maurizio Belpietro, che non è come me di carattere e nemmeno come Feltri, può essere di destra senza che gli scappi la parola offensiva, non tanto per autocensura, quanto per carattere del direttore che naturalmente, per sua disposizione non parla offensivo: ecco questo lo renderebbe un sito di destra di punta e impermeabile alle accuse di razzismo, sessismo etc. perché le accuse scattano quando scatta la parola offensiva non tanto veramente per i concetti espressi, chi tende a parlare in maniera corretta tende a salire di grado e ad essere linkato senza imbarazzo.

Esempio:

Ma, quello che fa, seppur lo faccia bene, non basta.

Belpietro deve fare come me*: pagare eventuali traduttori – *come me per modo di dire io me li traduco da sola – tradurre in quattro lingue il sito e fare la stampa estera linkata come i mei quattro siti la quadriga di F&FW:

Il sito, anzi i siti, devono avere un marchio riconoscibile e Belpietro deve mettere il forum, consentire i commenti liberi in tutti e quattro, ricordatevi che una pagina di comunicazione deve essere in una sola lingua, non mettete un articolo in Italiano ed uno in Inglese sulla stesa pagina, l’articolo in Inglese va linkato, scrivere in due lingue diverse sulla stessa pagina fa perdere lettori, non crea il club, non fidelizza, è una cosa che non si fa per regola; il forum io non l’ho fatto per motivi che non sto a dire, e qui casca l’asino: quelli che scrivono nel forum non sono Belpietro, scriveranno frasi razziste, sessiste e manderanno Belpietro in carcere perché lui sarà ritenuto responsabile; che fare? escludendo la moderazione in anticipo perché blocca troppi commenti e non consente l’autentico botta e risposta che fidelizza tantissimo i  lettori nonché ne aumenta il numero ed aumenta il numero di visite perché i lettori si divertono, si possono inserire delle parole proibite nel programma-filtro ed i commenti contenenti quelle parole vengono bloccati, per esempio, questo lo fa il Telegraph, però la stessa parola col *** non viene filtrata, per esempio “fottiti” viene filtrato, fo***ti no, in ogni caso servono uno o due addetti al forum, perché col forum libero i lettori arrivano, e te ne arrivano tanti purché possano litigare arrivano e tornano per vedere la risposta e continuare a litigare, solo che dicono cose che creano potenzialmente problemi all’editor; aggiungere articolo di calcio, cucina, moda e gossip aumenta ancora il numero di visite e fidelizza anche sul programma politico espresso nell’articolo accanto – vedi Mediaset – il gossip, se si può di questi tempi, possibilmente non volgare – il secondo sistema è quello di Facebook, puoi dire tutto, anche parolacce però c’è la bandierina rossa e dopo un pò di infrazioni ti bannano, ti bloccano il profilo, costa di più solo all’inizio ma col sistema Facebook e per es. Youtube che bannano dopo, non prima, il numero di visite lievita, perché c’è il botta e risposta tra lettori, lievitando il numero di visite aumenta non solo il numero di click sui banner pubblicitari, ma anche il costo a click per pubblicità; c’era un’agenzia pubblicitaria su Internet una volta che per 10.000 pagine lette al giorno – pagine lette, non visitatori, i visitatori sono solitamente meno, perché un visitatore magari si legge tre articoli e poi ritorna un altro paio di volte a vedere i suoi commenti e se lo hanno contraddetto etc. quindi uno stesso lettore ti può dare 4 o 10 visite, l’unico problema è legale perché quelli più accaniti che tornano e ritornano sono quelli che dicono parolacce e vogliono ammazzare Carola Racket o il Papa – ebbene per 10,000 visite al giorno pagavano la bellezza di € 2,40 a click, io al momento non sono in condizioni di farlo, ma Belpietro dovrebbe poterlo fare assumendo le persone giuste, magari tecnici informatici e/o hacker buoni, cioè quelli che ti difendono non quelli che ti attaccano, il sito Effedieffe di Fabio DeFina quando c’era il forum aveva molte più visite e lettori, poi lo chiusero, ma non per il Mossad o per la censura, ad essere onesti lo chiusero loro stessi perché litigavano con gli iscritti che invece Facebook e Youtube fanno cuocere nel loro brodo fino a quando non gli arrivano denunce, però Facebook e Youtube in questa maniera sono ingrossati fino a diventare mostri, il team legale serve sempre.

Questo è un link ad una serie di agenzie pubblicitarie su Internet che dà un elenco in base al traffico, ma magari Belpietro ha contatti anche con gente più esperta Link agenzie di pubblicità

La necessità di farlo in Tedesco, Inglese, Francese & co.

Questo è quello che hanno attualmente in Germania: la terzomondializzazione per la punizione degli anni del fascio, pardon del nazismo, la zingara che porta immigrati clandestini coi peli sotto le ascelle sarebbe la nuova “tedesca modello” che loro vorrebbero perfino imporre come “europea modello” ma non se ne parla proprio; se gliela fai tu la stampa tedesca gliela fai meglio, perdipiù quella di oggi in Germania è troppo anti-italiana, tu glielo dici, come me, che l’editore e il proprietario sono Italiani, ma glielo devi fare in tedesco, ancora oggi, la maggioranza degli Italiani, Tedeschi e Francesi legge quasi esclusivamente la stampa nelle loro lingue, non è scontato che con l’Inglese – e l’edizione in Inglese ci deve essere – si arrivi dappertutto, però si arriva parecchio in Scandinavia, Olanda e Israele dove l’Inglese è studiato più che in altri posti.

Diventi potente se lo fai, e il personale da assumere, se assumi con criterio non è né più costoso di un qualunque redattore in Italiano né particolarmente numeroso;

Attento alla parte tecnica: devi controllare il server perché i server – anche quelli Facebook – sono regolarmente attaccati, forse la parte più difficile è trovare l’hacker buono. Stai attento agli Israeliani perché sono spie del Mossad.

Lo Spiegel e Die Woche non sono solo giornali contro l’Italia, ecco una serie di copertine:

ma se ci può consolare, sono anche contro i Tedeschi cristiani: cioè tutti i Tedeschi tranne gli Ebrei e i Musulmani:

LoPossiamocambiare?

La barzelletta non fa ridere, San Giuseppe dice “Io non ho ordinato questo” e la Madonna “Lo possiamo cambiare?” da qui l’accusa “antisemita” che sia “Judenpresse” cioè la stampa ebraica che rompe le palle ai pii cristiani tedeschi e porta valori diversi da quelli della massa della Germania – che è migliore -.

Bene. Lo fai?

Ormai i politici eletti in Germania, Regno Unito, Stati Uniti etc. cambiano radicalmente anche la situazione in Italia, voler influenzare le loro intenzioni di voto e la loro cultura a nostro – e loro – favore è buono. Io l’ho sempre detto di essere Italiana e ho sempre suggerito loro di votare per quello che ritengo il loro vero bene, per es. Brexit è il loro vero bene; quello che non devi fare è spacciarti per un elettore inglese, ma tu non sei il tipo, o permetterti di dargli consigli contro il loro interesse, ma di nuovo, tu non sei il tipo. Senza voler esagerare con i complimenti, credo che tu sia una brava persona.

Auguri

Paola

Link alle Notizie del giorno cambiato da Affari Italiani al Giornale. Ecco perché.

Tutti dicono “La Verità è meglio”, sì la Verità è meglio però il sito è a pagamento, mentre Il Giornale ed Affari Italiani fanno leggere le notizie gratis; siccome io approfondisco uno o due temi al giorno, per le notizie, tutte le altre ovviamente linko un quotidiano, oltre a linkare gli approfondimenti di StopEuro e del Primato Nazionale, e per un periodo anche quelli di Scenari Economici; ieri ho levato il link delle notizie perché Affari Italiani mi irritava per le sue foto di lesbiche che si baciano, che mi fanno un pò disgusto e mi irritano perché sembrano cose di sinistra messe a pagamento in un giornale di destra – grillina, poi è troppo filo-Contiano e Grillino, laddove io propendo per un governo più di destra, i Grillini sono troppo facili con le ONG ed alla fine non stanno facendo la mitica riforma della magistratura, Conte è troppo globalista, notare il titolo centrale della Verità “Per guidare l’ANM dovevo colpire Berlusconi” quanti altri giornali danno questa notizia in risalto? E ancora stiamo a discutere se si debbano eliminare o meno le correnti nella Magistratura? Ieri mi chiedevo due cose: Se Gesù Cristo sia il Figlio di Dio e se mai faremo la Riforma della Magistratura.

C’è qualcosa che non va in questo temporeggiare, in questo dirlo ma non farlo ed io non mi aspetto moltissimo da Piersilvio Berlusconi e Marina, da destra mi aspetto forse di più da Paolo Berlusconi e da Sylos Labini.

Si, lo so, rompono con i baci lesbo, ogni tanto anche al Giornale, ma che volete? Alla fine non è il mio, io non li avrei messi e poi però sono Trumpiani – che va a loro favore – putiniani e sovranisti e vogliono il ritorno del CentroDestra, forse col CentroDestra sarebbe meglio per davvero, l’anima grillina è troppo variegata, troppo “che con uno sei d’accordo e con un altro no”, ma la faranno poi la riforma della magistratura? O prima o poi leggeremo “Per guidare l’ANM dovevo essere a favore dei matrimoni trans” “per guidare l’ANM dovevo prendere immigrati clandestini, aprire i porti ed introdurre il reato d’opinione” Per guidare l’ANM dovevo tifare Juve e dire che il VAR rende il calcio migliore…”

Ma non ne abbiamo abbastanza? Cos’è che ci ferma veramente dall’azzerare questo ANM e rendere ANM e Corte di Cassazione nominati a sorteggio tra un vasto gruppo di magistrati aventi titolo?

LaVeritàNewsDunque, per ora, come quotidiano cartaceo supportiamo la Verità e per quello online ho messo il link al Giornale. Per il resto, non c’è niente di più italiano del giornale di carta e del caffè della mattina,

Coffeepaper

“smell the coffee & read the paper” – odora il caffè e leggi il giornale – in it.

Libero è un quotidiano regionale non nazionale gli vanno tolti i finanziamenti pubblici.

Libero e Avvenire non dovrebbero ricevere i soldi del finanziamento pubblico all’editoria perché non rispettano i criteri imposti dalla legge, Fonte oltretutto DiMaio i finanziamenti pubblici all’editoria li voleva eliminare radicalmente.

Secondo il Post ad aver diritto ai finanziamenti pubblici diretti per l’editoria il giornale in questione deve essere gestito da una cooperativa di giornalisti, in pratica devono essere un gruppo di giornalisti indipendenti ad autogestirsi invece Libero diretto e fondato da Vittorio Feltri risulta di proprietà privata della famiglia Angelucci, l’editore è Antonio Angelucci, c’è la catena gerarchica, la catena di comando, cioè i giornalisti non sono per niente un gruppo autogestito, ma possono essere licenziati su decisione dell’editore, anche il Direttore può essere licenziato e sostituito dal “padrone”, non vedo come Angelucci, un tipo losco con la terza media nato in Abruzzo e residente nel Lazio, possa aver diritto a finanziamenti pubblici; pensate che il Corriere della Sera e gli altri grandi giornali italiani non ricevono finanziamenti pubblici ma hanno diritto solo a sgravi fiscali perché non fanno finta di essere una cooperativa di giornalisti autogestita, devo dire però che il caso di Angelucci è estremo perché anche Libero non fa finta di essere una cooperativa autogestita, infatti Belpietro fu licenziato da Angelucci come da un qualunque altro editore proprietario del giornale perché “non gli obbediva” oppure si dimise ma con le stesse dinamiche, eppure Libero riceve i soldi del finanziamento pubblico lo stesso; aggiungi lo sgarbo continuo nei confronti dei lettori meridionali di cui si sono lamentati Sandro Ruotolo e Borrometi che ne fa un giornale chiaramente regionale, territoriale del cosiddetto “profondo Nord”, usa un gergo, per esempio il famoso “Terrone” in prima pagina, che non è da stampa nazionale, ma da giornalotto territoriale-locale, quindi Libero dovrebbe essere catalogato come stampa locale, invece risulta ufficialmente quotidiano nazionale, ciò che è assurdo, come è assurda la posizione geografica dell’editore che essendo dell’Abruzzo va col CentroSud del Paese non col CentroNord però il suo giornale usa termini che nemmeno La Padania – che è giustamente catalogata come stampa locale – da qui il mio sospetto che Antonio Angelucci non sia altro che un prestanome di Berlusconi perché ha un seggio sicuro nel Lazio con Forza Italia; a Berlusconi piace fare il doppio gioco, e certe volte anche il triplo, si sa che oltre Forza Italia anche la Lega Nord fosse di sua proprietà, è un tipo che, contrariamente a quelli “che non le mandano a dire” invece “le manda a dire” da qualcun altro, cioè paga qualcun altro per insultarti in modo da non avere lui la reputazione di esser rozzo, però che Angelucci sia un prestanome di Berlusocni è un mio sospetto, non posso dire di saperlo, ma non riesco a capire che c’entri uno dell’Abruzzo con gli insulti anti-meridionalisti di Feltri.

Quanto ad Avvenire anche qui la catena di comando, la catena gerarchica c’è e come: comandano i Vescovi, il giornale è di proprietà della CEI, i vescovi possono sostituire il Direttore e licenziare i giornalisti dissenzienti dalla loro linea, quindi anche in questo caso non si tratta in nessun modo di una cooperativa di giornalisti indipendenti aiutati dallo Stato a fare editoria: è una mazzetta ai vescovi, l’ennesima. I vescovi italiani hanno poi una capacità di “intrallazzare” impressionante, finora son sempre riusciti a convincere dei politici a dargli soldi dello Stato per far cose di testa loro in cui lo Stato non possa però metter bocca: sono esperti in manipolazione e anche questo deve finire, si va dai finanziamenti alle scuole private cattoliche che assumono con i soldi dello Stato i raccomandati dei Vescovi ai finanziamenti alla loro editoria, ai finanziamenti alle loro imprese di beneficenza in cui le assunzioni del personale si fanno strettamente per raccomandazione di un prelato, ma i soldi per gli stipendi li mette lo Stato. E’ un insulto allo Stato laico, agli Italiani che non vogliono – o che pur volendole non hanno – le raccomandazioni dei vescovi e di fatto si è arrivati alla legalizzazione della raccomandazione con la scusa che i prelati “aiuterebbero” lo Stato, in realtà è un modo per piazzare i loro ragazzi in posti di lavoro semi-pubblici cui si doveva accedere per concorso, titolo e punteggio indipendentemente dalle opinioni religiose.

Come potete vedere sia il Post che il Corriere della Sera chiedono soldi ai lettori per il proprio sostentamento e non ricevono finanziamenti pubblici, per quanto abbiano agevolazione fiscali, cosicché, come rilevo nel video, per leggere gli editoriali di Galli della Loggia devi pagare, per farti insultare da Feltri “offre lo Stato”.

CorSerapagamento

AbbonatiAlPost

– ?? –

Allora non sarebbe meglio evitare e levarli veramente questi soldi pubblici all’editoria?

Io sono contro la censura, non sto dicendo che Feltri non debba poter scrivere quello che vuole ed usare il gergo che preferisce, però non vedo perché a lui e giusto a lui dovrebbero arrivare soldi pubblici; vada a cercarsi gli sponsor se ne è capace, come gli altri.

Hanno ragione i 5 Stelle, vanno tolti i soldi pubblici ai giornali: Feltri è un ignorante, non vende non ha pubblicità, è un problema creato dallo Stato.

BorrometiRuotolo
Fonte – Il Giornale di Sicilia

Fonte Sentite a me ‘sto Vittorio Feltri sta diventando oltremisura antipatico: è un ignorante, usa un gergo da bar cafone, non vende copie, il suo giornale non raccoglie pubblicità, lui che si vanta di essere del Nord e di essere contro il Reddito di Cittadinanza è in realtà un parassita di Stato; se prende soldi pubblici Libero allora potrebbe prendere soldi pubblici pure Freeword and Friends che almeno pubblicità ne ha – anche se per ora il soldi se li prende WordPress.com e non io – .

Hanno ragione i 5 Stelle: i soldi ai giornali vanno sospesi ed andavano sospesi anche a Radio Radicale, Feltri è un niente di che, Ruotolo e Borrometi sono troppo bravi per lui, Feltri, lui del Nord, non ha mai veramente lavorato, non ha mai fatto il cronista, mai fatto interviste rilevanti, mai uno scoop, solo ripetizioni, parolacce ed i suoi collaboratori migliori che si vergognano di stare in quel giornale e dell’ indecente editore abruzzese, anche Maurizio Belpietro, che parla in italiano corretto, se n’è andato da Libero che è il giornale fogna in cui si sparla di Nord e di Terroni, e poi sopravvive di sussidi di Stato, allora vatti a fare la raccolta della pubblicità senza fondi pubblici, parassita di Stato tu che non sei altro, vuoi pure il canone? Perché quello di Feltri è un canone, lui non vende, chi se lo compra Libero?

Per favore DiMaio, prima che questo governo crolli, fate davvero la legge per sospendere i finanziamenti pubblici all’Editoria. Oppure i soldi li potrei reclamare pure io. Effedieffe che era un giornale che dava informazioni importanti molto migliore di altri soldi pubblici non ne prendeva, Blondet almeno, che è pure anti meridionale, almeno è capace di raccogliere 700 euro al mese di pubblicità con un blog del cavolo – mi è stato detto da un ingegnere e che con 700 euro al mese è considerato perfino un top player e 700 euro al mese non sono niente – Feltri non sarebbe capace neanche di quello. Parassita di Stato che non è altro, eliminatelo col, come diceva Hitler con lo Ziklon B.

P.S.

Io lo posso dire, io non sono giornalista e non prendo finanziamenti pubblici per F&FW. I solidi degli spot se li prende WordPress.com. Per ora. Io altri 700 euro al mese non li butterei via col berretto e comunque se li prende Feltri allora i soldi dateli anche a noi blogger. Non vedo la differenza.

DiMaio e Salvini prendono in giro chi? Noi? Hanno rimandato Gad Lerner in RAI

15443533174299770322.png
Gad Lerner: il cambiamento…

DiMaio e Salvini il “governo del cambiamento” stanno facendo un doppio gioco meschino. Chi le fa le nomine RAI? Il PD o i PM?

Guardate che hanno fatto, Foa e Salini con DiMaio e Salvini:

Hanno ridato il posto di lavoro in RAI a Gad Lerner il quale dalla RAI, nominato dai sovranisti e dai Grillini farà la lotta continua a Salvini – e se lo merita, perché su uno come Lerner Salvini doveva mettere il veto, se no è scemo – e non solo, hanno difeso l’istanza di Radio Radicale di continuare a trasmettere, la radio del NWO dei globalisti ricchi e anti-sovranismo e della massoneria etc, quella di Emma Bonino, mentre DiMaio ha negato a Radio Padania di poter trasmettere su tutto il territorio nazionale, ora può trasmettere forse solo in Lombardia. Ma se la Lega è nazionale, allora anche la radio della Lega poteva/doveva diventare nazionale, mi pare ovvio che DiMaio stia facendo la guerra alla Lega e non alla sinistra o alla massoneria. Ed anche Salvini, non ha spezzato una lancia per la radio dei leghisti, al limite poteva chiedere di chiamarla Radio-Lega invece di Radio-Padania per la versione nazionale ed ora manda Gad Lerner in RAI ad insultarlo: è strano, sono tutti persone un pò strambe quelle di questo governo, o hanno la sindrome di Stoccolma – sono attratti/innamorati del loro nemico – o c’è qualcos’altro sotto.

Che se ne fanno la Lega ed il Movimento 5 Stelle di Gad Lerner in RAI?  Non potevano mandarne uno dei loro o uno neutrale?

E perché hanno riconfermato la missione Sophia quando la potevano non riconfermare così la UE avrebbe smesso di fare traffico di esseri umani?

Per questi ed altri motivi per queste Elezioni UE ho scelto di supportare Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, io ‘sti due, Gianni e Pinotto non li capisco tanto: quanto a Conte non lo ha votato nessuno. Poi quando Salvini sarà insultato in RAI da Gad Lerner io non lo piangerò, né ho intenzione di difenderlo, per me se la sarà cercata. Peraltro, non è all’altezza di prendere in giro noi. E nemmeno DiMaio.

P.S.

Ultimo particolare da brivido, il titolo della trasmissione di Gad Lerner sarà: L’Approdo. Bene, questa è la RAI di Salvini e DiMaio. E Conte, quest’altro burattino con la faccia da Pinocchio.

Votiamo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale –

Banner_Fdi_Nuovo-sito

Non hanno nemmeno chiesto a Giovanni Toti che ha lavorato per Mediaset di aiutarli a fare le nomine RAI, si sono messi là a fare la Destra su twitter, Salvini non prenderà nessun voto di Sinistra, può solo perdere i suoi.

Giovanni-Toti
Giovanni Toti – Studio Aperto