Category Archives: Media

Caro Belpietro mi permetto di chiederLe…guadagni con la pubblicità ma lasci il sito ad accesso libero.

GermaniNelCaos

Nel caos presente in cui la lotta primaria è di parole, perché con le parole si convince la gente a cambiare intenzione di voto, a confermarsi in quelle giuste ed anche i politici eventualmente a correggere rotta o a confermarsi in quella giusta, per non parlare dell’effetto terapeutico dei complimenti e distruttivo degli insulti, mi dispiace che il sito della Verità di Maurizio Belpietro sia a pagamento perché è un sito che può convincere molte più persone a votare per il CentroDestra ed informare sulle vere disposizioni criminali della sinistra: PD pedofilo, immigrazione clandestina mascherata da salvataggio di naufraghi etc. Detto questo: i soldi non sono i miei, cioè non posso dire io agli altri: “metti il sito gratis perché siamo in guerra” però posso suggerire che un sito come quello della Verità gestito da una persona naturalmente diplomatica come Maurizio Belpietro, che non è come me di carattere e nemmeno come Feltri, può essere di destra senza che gli scappi la parola offensiva, non tanto per autocensura, quanto per carattere del direttore che naturalmente, per sua disposizione non parla offensivo: ecco questo lo renderebbe un sito di destra di punta e impermeabile alle accuse di razzismo, sessismo etc. perché le accuse scattano quando scatta la parola offensiva non tanto veramente per i concetti espressi, chi tende a parlare in maniera corretta tende a salire di grado e ad essere linkato senza imbarazzo.

Esempio:

Ma, quello che fa, seppur lo faccia bene, non basta.

Belpietro deve fare come me*: pagare eventuali traduttori – *come me per modo di dire io me li traduco da sola – tradurre in quattro lingue il sito e fare la stampa estera linkata come i mei quattro siti la quadriga di F&FW:

Il sito, anzi i siti, devono avere un marchio riconoscibile e Belpietro deve mettere il forum, consentire i commenti liberi in tutti e quattro, ricordatevi che una pagina di comunicazione deve essere in una sola lingua, non mettete un articolo in Italiano ed uno in Inglese sulla stesa pagina, l’articolo in Inglese va linkato, scrivere in due lingue diverse sulla stessa pagina fa perdere lettori, non crea il club, non fidelizza, è una cosa che non si fa per regola; il forum io non l’ho fatto per motivi che non sto a dire, e qui casca l’asino: quelli che scrivono nel forum non sono Belpietro, scriveranno frasi razziste, sessiste e manderanno Belpietro in carcere perché lui sarà ritenuto responsabile; che fare? escludendo la moderazione in anticipo perché blocca troppi commenti e non consente l’autentico botta e risposta che fidelizza tantissimo i  lettori nonché ne aumenta il numero ed aumenta il numero di visite perché i lettori si divertono, si possono inserire delle parole proibite nel programma-filtro ed i commenti contenenti quelle parole vengono bloccati, per esempio, questo lo fa il Telegraph, però la stessa parola col *** non viene filtrata, per esempio “fottiti” viene filtrato, fo***ti no, in ogni caso servono uno o due addetti al forum, perché col forum libero i lettori arrivano, e te ne arrivano tanti purché possano litigare arrivano e tornano per vedere la risposta e continuare a litigare, solo che dicono cose che creano potenzialmente problemi all’editor; aggiungere articolo di calcio, cucina, moda e gossip aumenta ancora il numero di visite e fidelizza anche sul programma politico espresso nell’articolo accanto – vedi Mediaset – il gossip, se si può di questi tempi, possibilmente non volgare – il secondo sistema è quello di Facebook, puoi dire tutto, anche parolacce però c’è la bandierina rossa e dopo un pò di infrazioni ti bannano, ti bloccano il profilo, costa di più solo all’inizio ma col sistema Facebook e per es. Youtube che bannano dopo, non prima, il numero di visite lievita, perché c’è il botta e risposta tra lettori, lievitando il numero di visite aumenta non solo il numero di click sui banner pubblicitari, ma anche il costo a click per pubblicità; c’era un’agenzia pubblicitaria su Internet una volta che per 10.000 pagine lette al giorno – pagine lette, non visitatori, i visitatori sono solitamente meno, perché un visitatore magari si legge tre articoli e poi ritorna un altro paio di volte a vedere i suoi commenti e se lo hanno contraddetto etc. quindi uno stesso lettore ti può dare 4 o 10 visite, l’unico problema è legale perché quelli più accaniti che tornano e ritornano sono quelli che dicono parolacce e vogliono ammazzare Carola Racket o il Papa – ebbene per 10,000 visite al giorno pagavano la bellezza di € 2,40 a click, io al momento non sono in condizioni di farlo, ma Belpietro dovrebbe poterlo fare assumendo le persone giuste, magari tecnici informatici e/o hacker buoni, cioè quelli che ti difendono non quelli che ti attaccano, il sito Effedieffe di Fabio DeFina quando c’era il forum aveva molte più visite e lettori, poi lo chiusero, ma non per il Mossad o per la censura, ad essere onesti lo chiusero loro stessi perché litigavano con gli iscritti che invece Facebook e Youtube fanno cuocere nel loro brodo fino a quando non gli arrivano denunce, però Facebook e Youtube in questa maniera sono ingrossati fino a diventare mostri, il team legale serve sempre.

Questo è un link ad una serie di agenzie pubblicitarie su Internet che dà un elenco in base al traffico, ma magari Belpietro ha contatti anche con gente più esperta Link agenzie di pubblicità

La necessità di farlo in Tedesco, Inglese, Francese & co.

Questo è quello che hanno attualmente in Germania: la terzomondializzazione per la punizione degli anni del fascio, pardon del nazismo, la zingara che porta immigrati clandestini coi peli sotto le ascelle sarebbe la nuova “tedesca modello” che loro vorrebbero perfino imporre come “europea modello” ma non se ne parla proprio; se gliela fai tu la stampa tedesca gliela fai meglio, perdipiù quella di oggi in Germania è troppo anti-italiana, tu glielo dici, come me, che l’editore e il proprietario sono Italiani, ma glielo devi fare in tedesco, ancora oggi, la maggioranza degli Italiani, Tedeschi e Francesi legge quasi esclusivamente la stampa nelle loro lingue, non è scontato che con l’Inglese – e l’edizione in Inglese ci deve essere – si arrivi dappertutto, però si arriva parecchio in Scandinavia, Olanda e Israele dove l’Inglese è studiato più che in altri posti.

Diventi potente se lo fai, e il personale da assumere, se assumi con criterio non è né più costoso di un qualunque redattore in Italiano né particolarmente numeroso;

Attento alla parte tecnica: devi controllare il server perché i server – anche quelli Facebook – sono regolarmente attaccati, forse la parte più difficile è trovare l’hacker buono. Stai attento agli Israeliani perché sono spie del Mossad.

Lo Spiegel e Die Woche non sono solo giornali contro l’Italia, ecco una serie di copertine:

ma se ci può consolare, sono anche contro i Tedeschi cristiani: cioè tutti i Tedeschi tranne gli Ebrei e i Musulmani:

LoPossiamocambiare?

La barzelletta non fa ridere, San Giuseppe dice “Io non ho ordinato questo” e la Madonna “Lo possiamo cambiare?” da qui l’accusa “antisemita” che sia “Judenpresse” cioè la stampa ebraica che rompe le palle ai pii cristiani tedeschi e porta valori diversi da quelli della massa della Germania – che è migliore -.

Bene. Lo fai?

Ormai i politici eletti in Germania, Regno Unito, Stati Uniti etc. cambiano radicalmente anche la situazione in Italia, voler influenzare le loro intenzioni di voto e la loro cultura a nostro – e loro – favore è buono. Io l’ho sempre detto di essere Italiana e ho sempre suggerito loro di votare per quello che ritengo il loro vero bene, per es. Brexit è il loro vero bene; quello che non devi fare è spacciarti per un elettore inglese, ma tu non sei il tipo, o permetterti di dargli consigli contro il loro interesse, ma di nuovo, tu non sei il tipo. Senza voler esagerare con i complimenti, credo che tu sia una brava persona.

Auguri

Paola

Link alle Notizie del giorno cambiato da Affari Italiani al Giornale. Ecco perché.

Tutti dicono “La Verità è meglio”, sì la Verità è meglio però il sito è a pagamento, mentre Il Giornale ed Affari Italiani fanno leggere le notizie gratis; siccome io approfondisco uno o due temi al giorno, per le notizie, tutte le altre ovviamente linko un quotidiano, oltre a linkare gli approfondimenti di StopEuro e del Primato Nazionale, e per un periodo anche quelli di Scenari Economici; ieri ho levato il link delle notizie perché Affari Italiani mi irritava per le sue foto di lesbiche che si baciano, che mi fanno un pò disgusto e mi irritano perché sembrano cose di sinistra messe a pagamento in un giornale di destra – grillina, poi è troppo filo-Contiano e Grillino, laddove io propendo per un governo più di destra, i Grillini sono troppo facili con le ONG ed alla fine non stanno facendo la mitica riforma della magistratura, Conte è troppo globalista, notare il titolo centrale della Verità “Per guidare l’ANM dovevo colpire Berlusconi” quanti altri giornali danno questa notizia in risalto? E ancora stiamo a discutere se si debbano eliminare o meno le correnti nella Magistratura? Ieri mi chiedevo due cose: Se Gesù Cristo sia il Figlio di Dio e se mai faremo la Riforma della Magistratura.

C’è qualcosa che non va in questo temporeggiare, in questo dirlo ma non farlo ed io non mi aspetto moltissimo da Piersilvio Berlusconi e Marina, da destra mi aspetto forse di più da Paolo Berlusconi e da Sylos Labini.

Si, lo so, rompono con i baci lesbo, ogni tanto anche al Giornale, ma che volete? Alla fine non è il mio, io non li avrei messi e poi però sono Trumpiani – che va a loro favore – putiniani e sovranisti e vogliono il ritorno del CentroDestra, forse col CentroDestra sarebbe meglio per davvero, l’anima grillina è troppo variegata, troppo “che con uno sei d’accordo e con un altro no”, ma la faranno poi la riforma della magistratura? O prima o poi leggeremo “Per guidare l’ANM dovevo essere a favore dei matrimoni trans” “per guidare l’ANM dovevo prendere immigrati clandestini, aprire i porti ed introdurre il reato d’opinione” Per guidare l’ANM dovevo tifare Juve e dire che il VAR rende il calcio migliore…”

Ma non ne abbiamo abbastanza? Cos’è che ci ferma veramente dall’azzerare questo ANM e rendere ANM e Corte di Cassazione nominati a sorteggio tra un vasto gruppo di magistrati aventi titolo?

LaVeritàNewsDunque, per ora, come quotidiano cartaceo supportiamo la Verità e per quello online ho messo il link al Giornale. Per il resto, non c’è niente di più italiano del giornale di carta e del caffè della mattina,

Coffeepaper

“smell the coffee & read the paper” – odora il caffè e leggi il giornale – in it.

Libero è un quotidiano regionale non nazionale gli vanno tolti i finanziamenti pubblici.

Libero e Avvenire non dovrebbero ricevere i soldi del finanziamento pubblico all’editoria perché non rispettano i criteri imposti dalla legge, Fonte oltretutto DiMaio i finanziamenti pubblici all’editoria li voleva eliminare radicalmente.

Secondo il Post ad aver diritto ai finanziamenti pubblici diretti per l’editoria il giornale in questione deve essere gestito da una cooperativa di giornalisti, in pratica devono essere un gruppo di giornalisti indipendenti ad autogestirsi invece Libero diretto e fondato da Vittorio Feltri risulta di proprietà privata della famiglia Angelucci, l’editore è Antonio Angelucci, c’è la catena gerarchica, la catena di comando, cioè i giornalisti non sono per niente un gruppo autogestito, ma possono essere licenziati su decisione dell’editore, anche il Direttore può essere licenziato e sostituito dal “padrone”, non vedo come Angelucci, un tipo losco con la terza media nato in Abruzzo e residente nel Lazio, possa aver diritto a finanziamenti pubblici; pensate che il Corriere della Sera e gli altri grandi giornali italiani non ricevono finanziamenti pubblici ma hanno diritto solo a sgravi fiscali perché non fanno finta di essere una cooperativa di giornalisti autogestita, devo dire però che il caso di Angelucci è estremo perché anche Libero non fa finta di essere una cooperativa autogestita, infatti Belpietro fu licenziato da Angelucci come da un qualunque altro editore proprietario del giornale perché “non gli obbediva” oppure si dimise ma con le stesse dinamiche, eppure Libero riceve i soldi del finanziamento pubblico lo stesso; aggiungi lo sgarbo continuo nei confronti dei lettori meridionali di cui si sono lamentati Sandro Ruotolo e Borrometi che ne fa un giornale chiaramente regionale, territoriale del cosiddetto “profondo Nord”, usa un gergo, per esempio il famoso “Terrone” in prima pagina, che non è da stampa nazionale, ma da giornalotto territoriale-locale, quindi Libero dovrebbe essere catalogato come stampa locale, invece risulta ufficialmente quotidiano nazionale, ciò che è assurdo, come è assurda la posizione geografica dell’editore che essendo dell’Abruzzo va col CentroSud del Paese non col CentroNord però il suo giornale usa termini che nemmeno La Padania – che è giustamente catalogata come stampa locale – da qui il mio sospetto che Antonio Angelucci non sia altro che un prestanome di Berlusconi perché ha un seggio sicuro nel Lazio con Forza Italia; a Berlusconi piace fare il doppio gioco, e certe volte anche il triplo, si sa che oltre Forza Italia anche la Lega Nord fosse di sua proprietà, è un tipo che, contrariamente a quelli “che non le mandano a dire” invece “le manda a dire” da qualcun altro, cioè paga qualcun altro per insultarti in modo da non avere lui la reputazione di esser rozzo, però che Angelucci sia un prestanome di Berlusocni è un mio sospetto, non posso dire di saperlo, ma non riesco a capire che c’entri uno dell’Abruzzo con gli insulti anti-meridionalisti di Feltri.

Quanto ad Avvenire anche qui la catena di comando, la catena gerarchica c’è e come: comandano i Vescovi, il giornale è di proprietà della CEI, i vescovi possono sostituire il Direttore e licenziare i giornalisti dissenzienti dalla loro linea, quindi anche in questo caso non si tratta in nessun modo di una cooperativa di giornalisti indipendenti aiutati dallo Stato a fare editoria: è una mazzetta ai vescovi, l’ennesima. I vescovi italiani hanno poi una capacità di “intrallazzare” impressionante, finora son sempre riusciti a convincere dei politici a dargli soldi dello Stato per far cose di testa loro in cui lo Stato non possa però metter bocca: sono esperti in manipolazione e anche questo deve finire, si va dai finanziamenti alle scuole private cattoliche che assumono con i soldi dello Stato i raccomandati dei Vescovi ai finanziamenti alla loro editoria, ai finanziamenti alle loro imprese di beneficenza in cui le assunzioni del personale si fanno strettamente per raccomandazione di un prelato, ma i soldi per gli stipendi li mette lo Stato. E’ un insulto allo Stato laico, agli Italiani che non vogliono – o che pur volendole non hanno – le raccomandazioni dei vescovi e di fatto si è arrivati alla legalizzazione della raccomandazione con la scusa che i prelati “aiuterebbero” lo Stato, in realtà è un modo per piazzare i loro ragazzi in posti di lavoro semi-pubblici cui si doveva accedere per concorso, titolo e punteggio indipendentemente dalle opinioni religiose.

Come potete vedere sia il Post che il Corriere della Sera chiedono soldi ai lettori per il proprio sostentamento e non ricevono finanziamenti pubblici, per quanto abbiano agevolazione fiscali, cosicché, come rilevo nel video, per leggere gli editoriali di Galli della Loggia devi pagare, per farti insultare da Feltri “offre lo Stato”.

CorSerapagamento

AbbonatiAlPost

– ?? –

Allora non sarebbe meglio evitare e levarli veramente questi soldi pubblici all’editoria?

Io sono contro la censura, non sto dicendo che Feltri non debba poter scrivere quello che vuole ed usare il gergo che preferisce, però non vedo perché a lui e giusto a lui dovrebbero arrivare soldi pubblici; vada a cercarsi gli sponsor se ne è capace, come gli altri.

Hanno ragione i 5 Stelle, vanno tolti i soldi pubblici ai giornali: Feltri è un ignorante, non vende non ha pubblicità, è un problema creato dallo Stato.

BorrometiRuotolo
Fonte – Il Giornale di Sicilia

Fonte Sentite a me ‘sto Vittorio Feltri sta diventando oltremisura antipatico: è un ignorante, usa un gergo da bar cafone, non vende copie, il suo giornale non raccoglie pubblicità, lui che si vanta di essere del Nord e di essere contro il Reddito di Cittadinanza è in realtà un parassita di Stato; se prende soldi pubblici Libero allora potrebbe prendere soldi pubblici pure Freeword and Friends che almeno pubblicità ne ha – anche se per ora il soldi se li prende WordPress.com e non io – .

Hanno ragione i 5 Stelle: i soldi ai giornali vanno sospesi ed andavano sospesi anche a Radio Radicale, Feltri è un niente di che, Ruotolo e Borrometi sono troppo bravi per lui, Feltri, lui del Nord, non ha mai veramente lavorato, non ha mai fatto il cronista, mai fatto interviste rilevanti, mai uno scoop, solo ripetizioni, parolacce ed i suoi collaboratori migliori che si vergognano di stare in quel giornale e dell’ indecente editore abruzzese, anche Maurizio Belpietro, che parla in italiano corretto, se n’è andato da Libero che è il giornale fogna in cui si sparla di Nord e di Terroni, e poi sopravvive di sussidi di Stato, allora vatti a fare la raccolta della pubblicità senza fondi pubblici, parassita di Stato tu che non sei altro, vuoi pure il canone? Perché quello di Feltri è un canone, lui non vende, chi se lo compra Libero?

Per favore DiMaio, prima che questo governo crolli, fate davvero la legge per sospendere i finanziamenti pubblici all’Editoria. Oppure i soldi li potrei reclamare pure io. Effedieffe che era un giornale che dava informazioni importanti molto migliore di altri soldi pubblici non ne prendeva, Blondet almeno, che è pure anti meridionale, almeno è capace di raccogliere 700 euro al mese di pubblicità con un blog del cavolo – mi è stato detto da un ingegnere e che con 700 euro al mese è considerato perfino un top player e 700 euro al mese non sono niente – Feltri non sarebbe capace neanche di quello. Parassita di Stato che non è altro, eliminatelo col, come diceva Hitler con lo Ziklon B.

P.S.

Io lo posso dire, io non sono giornalista e non prendo finanziamenti pubblici per F&FW. I solidi degli spot se li prende WordPress.com. Per ora. Io altri 700 euro al mese non li butterei via col berretto e comunque se li prende Feltri allora i soldi dateli anche a noi blogger. Non vedo la differenza.

DiMaio e Salvini prendono in giro chi? Noi? Hanno rimandato Gad Lerner in RAI

15443533174299770322.png
Gad Lerner: il cambiamento…

DiMaio e Salvini il “governo del cambiamento” stanno facendo un doppio gioco meschino. Chi le fa le nomine RAI? Il PD o i PM?

Guardate che hanno fatto, Foa e Salini con DiMaio e Salvini:

Hanno ridato il posto di lavoro in RAI a Gad Lerner il quale dalla RAI, nominato dai sovranisti e dai Grillini farà la lotta continua a Salvini – e se lo merita, perché su uno come Lerner Salvini doveva mettere il veto, se no è scemo – e non solo, hanno difeso l’istanza di Radio Radicale di continuare a trasmettere, la radio del NWO dei globalisti ricchi e anti-sovranismo e della massoneria etc, quella di Emma Bonino, mentre DiMaio ha negato a Radio Padania di poter trasmettere su tutto il territorio nazionale, ora può trasmettere forse solo in Lombardia. Ma se la Lega è nazionale, allora anche la radio della Lega poteva/doveva diventare nazionale, mi pare ovvio che DiMaio stia facendo la guerra alla Lega e non alla sinistra o alla massoneria. Ed anche Salvini, non ha spezzato una lancia per la radio dei leghisti, al limite poteva chiedere di chiamarla Radio-Lega invece di Radio-Padania per la versione nazionale ed ora manda Gad Lerner in RAI ad insultarlo: è strano, sono tutti persone un pò strambe quelle di questo governo, o hanno la sindrome di Stoccolma – sono attratti/innamorati del loro nemico – o c’è qualcos’altro sotto.

Che se ne fanno la Lega ed il Movimento 5 Stelle di Gad Lerner in RAI?  Non potevano mandarne uno dei loro o uno neutrale?

E perché hanno riconfermato la missione Sophia quando la potevano non riconfermare così la UE avrebbe smesso di fare traffico di esseri umani?

Per questi ed altri motivi per queste Elezioni UE ho scelto di supportare Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, io ‘sti due, Gianni e Pinotto non li capisco tanto: quanto a Conte non lo ha votato nessuno. Poi quando Salvini sarà insultato in RAI da Gad Lerner io non lo piangerò, né ho intenzione di difenderlo, per me se la sarà cercata. Peraltro, non è all’altezza di prendere in giro noi. E nemmeno DiMaio.

P.S.

Ultimo particolare da brivido, il titolo della trasmissione di Gad Lerner sarà: L’Approdo. Bene, questa è la RAI di Salvini e DiMaio. E Conte, quest’altro burattino con la faccia da Pinocchio.

Votiamo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale –

Banner_Fdi_Nuovo-sito

Non hanno nemmeno chiesto a Giovanni Toti che ha lavorato per Mediaset di aiutarli a fare le nomine RAI, si sono messi là a fare la Destra su twitter, Salvini non prenderà nessun voto di Sinistra, può solo perdere i suoi.

Giovanni-Toti
Giovanni Toti – Studio Aperto

Soldi ai Partiti: è legale che Soros straniero finanzi + Europa? E una brutta bugia del Corriere sull’Austria Felix che è di destra.

Soldi ai Partiti, io ho deciso darli a Fratelli d’Italia, ho fatto le foto del Precompilato dell’Agenzia delle Entrate e ve le mostro, ecco, Paola Distilo:

FinanziamentoRicerca

8 X Mille abbiamo deciso allo Stato perché gli evangelici facevano troppo i buonisti e io i soldi ai migranti di Lampedusa proprio non glieli voglio dare. Ingrandimento del riquadro:

AgenziaEntrate

Dopo aver scoperto, detto e ribadito che i migranti che sbarcano a Lampedusa sono gli Africani della classe media che usano i soldi per smazzettare gli scafisti sottraendo risorse ai veri poveri, dopo aver detto che io accetto di aiutare i poveri in Africa, i poveri veri, ma non voglio aiutare la classe media dei bacchettoni africani a trasferirsi in Europa illegalmente o in maniera mista legale/illegale, basta ho deciso di non finanziare il buonismo di nessuna marca. Se lo Stato si trattiene i soldi per non farci sputare in faccia dai Tedeschi e dagli Austriaci che si lamentano dei nostri debiti, lo Stato mi fa un favore.

Quanto a 5 per mille e due per mille, potete vedere che li ho dati al Finanziamento della Ricerca Scientifica o dell’Università, il secondo cerchietto, ed ho inserito il codice fiscale che ho pubblicizzato – e ci sarebbe mancato altro – quello del CNR: 80054330586; quanto al 2 per mille a Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale (C12) perché Salvini mi ha snervato firmando un patto tra il Viminale e la CEI – che io odio – e la Comunità di Sant’Egidio – di cui io penso tutto il male possibile – sempre per aiutare i migranti a trasferirsi in Italia e a me sto fare e disfare, dire e disdire non piace. Vedere per credere:

5permille:2permille

Bene questi sono i soldi miei, per quelli che sono. E gli altri? Ecco qui un articolo di Affari Italiani sui finanziamenti legali dei privati ai partiti, è scioccante: George Soros, Ebreo Ungherese cittadino Americano e residente negli States finanzia +Europa di Emma Bonino Fonte cito dall’articolo: +Europa vanta donazioni corpose da pochi sostenitori. Il magnate George Soros ha versato al partito di Emma Bonino 100mila euro. Idem la giovane moglie Tamika Bolton. L’imprenditore Guido Maria Brera si è fermato a 30mila, l’ex generale Camporini a 10mila. Il record spetta al filantropo Usa Peter Baldwin: 100mila euro a +Europa, 260mila al segretario Della Vedova…” Il resto dell’articolo non è niente di scandaloso: sono cittadini Italiani residenti in Italia e paganti tasse in Italia che finanziano chi gli pare, la Parodi il marito – e ci mancherebbe – i Berlusconi, tutti, Forza Italia etc. Cose normali insomma, quel che non è normale e dovrebbe non essere legale, come non lo è in Gran Bretagna è il Finanziamento di Soros e di sua moglie anche lei cittadina americana a un Partito politico italiano; cioè come potete vedere noi Italiani finanziamo i Partiti che fanno i nostri interessi, io Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Berlusconi Forza Italia etc. la Parodi il PD di suo marito, però voglio dire: siamo Italiani residenti in Italia, paghiamo le tasse in Italia, se entrano o meno immigrati clandestini li dobbiamo gestire noi con i nostri soldi – almeno all’inizio – che vuol dire che dei miliardari americani residenti degli Stati Uniti, che pagano le tasse negli Stati Uniti finanziano il Partito delle porte aperte, del Gender nelle scuole e della censura contro gli Italiani che critichiamo le nozze gay la lobby LGBT? Cioè un partito fortemente anti-Italiano, che vuole “prendere tutti i migranti” metterli a carico del nostro Stato, cioè nostro e poi le tasse loro le pagano da un’altra parte? Se le pagano, Bezos per es. non le paga. Come si permettono? E perché non è illegale? In Gran Bretagna per poter finanziare legalmente un Partito politico si deve essere cittadini britannici, residenti in Gran Bretagna ed ovviamente, di conseguenza, pagare le tasse in Gran Bretagna se no il finanziamento è illecito; devi essere un “British tax-payer” che letteralmente significa  “pagatore di tasse Britannico” o come diciamo noi un contribuente per poter finanziare un Partito che poi va a fare la finanziaria ed a decidere questi soldi delle tasse come si vanno a spendere etc.

Fate come me:

A proposito, devo dire che il precompilato dell’Agenzia delle Entrate e lo SPID funzionano,  io l’ho fatto con le Poste ID e si entra con la App sullo smart-phone o sull’I-Pad.

Altro articolo interessante sempre da Affari Italiani, buon giornale devo dire, che dà buone informazioni e non solo “opinioni” quello sul Vaticano stato più ricco del mondo, con la banca IOR la più oscura del mondo – sono spesso accusati di riciclare denaro dei mafiosi, i mafiosi poi, tutti muoiono con la comunione in bocca – che schifo – Fonte articolo di una serie in cui si denuncia la doppiezza e la faciloneria del vaticano Stato Straniero che non fa mai carità con i propri immobili – io ci sono stata dalle suore laiche e pagavo la retta e basta, là si sta solo se si paga e basta – poi vanno ad attaccare la luce del palazzo del Comune di Roma – non il loro – e cercano di obbligare il fornitore di energia a fornire energia gratis a degli abusivi, se fossero veramente caritatevoli darebbero agli abusivi in autogestione uno dei tanti palazzi di loro proprietà, ma figurati…come Soros sono gli stranieri dipendenti da uno Stato straniero  a fare tanto i facili e i caritatevoli con l’invasione dell’Italia e dare i soldi – nostri –  a poveri  ed abusivi scelti da loro, nemmeno per graduatoria leale e legale. Il Vaticano dovrebbe scomparire come Stato.

Un ultima chicca: una bugia del Corriere:

CorriereBabbo

Vienna sarà anche la città dove si vive meglio al mondo, e indovinate chi governa? Kurz e Strache, cioè il Centro Destra e l’Ultradestra e certo che si vive bene, anch’io sono convinta che anche da noi si vivrebbe bene se comandasse la Meloni, ma veniamo alla menzogna: la casa non è un diritto di tutti compresi migranti e abusivi come il Corriere vorrebbe far credere, il governo Kurz ai non aventi diritto di asilo taglia i viveri: non da neanche da mangiare, da Vienna se ne devono andare. Ah ah.

 

Bosco Verticale: Il Corriere della Sera ha dato Fake News – smentite da Dagospia – per spingere le vendite.

Il Corriere della Sera, il giornale che dovrebbe essere quello dell’Establishment italiano e veramente ormai credo che lo rappresenti, ciò che non è un complimento per nessuno dei due, né per il Corriere né per l’Establishment, ci ha già delusi per aver dato in prima pagina fake news sulla presunta procedura di infrazione contro l’Italia da parte della UE in arrivo per noi che invece non c’era, il giornale “dell’establishment” è stato denunciato dal suo stesso giornalista “Messié” Ivo Caizzi il suo corrispondente da Brussels, così il Direttore Luciano Fontana è svergognato, ma io ho trovato un’altra bella grossa fake news pubblicata nel 2016 per spingere le vendite degli appartamenti decisamente sovrapprezzati del Bosco Verticale, il Corriere scrive che “sono stati venduti quasi tutti” e non è vero, Dagospia l’anno dopo dice il contrario che “Il quartiere fighetto di Milano non decolla nonostante Chiara e Fedez” ecco le prove:

Corriere della Sera – 30 Maggio 2016 – Link

30MaggioBVCorriere

Questo invece l’articolo di Dagospia, posteriore – 07 Settembre 2017 – Link

CotyLifeNonDecolla

Sarà stata l’assenza di palestra e di sala cinema, ma se la pubblicità è l’anima del commercio questo Bosco Verticale è un fantasma: c’è solo l’anima e non c’è il corpo, come spesso purtroppo accade il rendering è bello ma la versione reale no.

fedez-citylife-milano-824622

Le ultime tre foto non sono la realtà di Citylife, sono il disegno al computer, ma leggiamo meglio quello che dice Dagospia:

“…Complessivamente, quindi, come emerge dal bilancio di Citylife, la società che sta sviluppando il progetto (area complessiva di 289mila mq), i ricavi sono stati di 124,3milioni (-27% rispetto al 2015) con un ebit negativo per 17,77 milioni (il dato era positivo, 1,35 milioni, l’anno precedente) e una perdita di 10,9 milioni in miglioramento rispetto al rosso di 14,25 milioni del 2015.

Non li avevano venduti quasi tutti nel 2016? Al Corriere della Sera vendono patate? E non buone,

ancora “…«Il mercato immobiliare residenziale, pur in un contesto relativamente positivo, non mostra segnali concreti di decisa inversione di tendenza», conclude la relazione di bilancio 2016. «Non vi sono spinte concrete reali all’investimento immobiliare né il clima complessivo stimola spinte emotive in tal direzione». Meglio, decisamente, sviluppare l’attività del terziario.

“il patrimonio netto della società ammonta a 669 milioni, dopo la contabilizzazione di perdite cumulate negli anni di 147 milioni.”

Vendere un appartamento a 15.000 euro a metro quadro per accumulare perdite di 147 milioni di euro…? E perché non abbassano il prezzo? E perché i VIP non ci vanno? Quegli stessi VIP proprietari del Corriere della Sera non se lo vogliono comprare – loro i soldi per la spesa ce li avrebbero – ma fanno dire fake news al Corriere. E perché il Corriere dice che erano già quasi tutti venduti nel 2016?

Vediamolo dall’interno, l’ingresso ha quel sapore sgradevole di hall di sala d’aspetto dell’ aeroporto oppure di un ospedale svizzero

bVFontana

,BV

Nei casi più allegri sa di centro commerciale o ospedale di lusso:

IdealistaBV

bosco-verticale

bosco-verticale-dettaglio-fontanot

Gli architetti moderni credono che sia chic arredare tutto con l’arredo da ufficio o da sala d’aspetto e cercano di venderlo a un prezzo che con l’equivalente ti compreresti un appartamento a Palazzo Farnese se fosse in vendita, e invece ti sembra di stare nella sala d’aspetto di un ospedale svizzero.

Chiara e Fedez se ne sono andati, Cracco e i super Chef non si sono aperti il ristorante lì e allora dopo quella spesa “diventi un pò nervoso ed un motivo ci sarà” canterebbe Ligabue

Questa una mia conversazione dal mio canale YouTube con Felix Kolojov un lettore che era d’accordo con me:

Conversazione

Link

Si, sono dei piazzisti quelli del Corriere della Sera, ma sulle Fake News, anche sul mercato immobiliare, non c’era la legge? E’ una cosa simile alla turbativa d’asta.