Category Archives: Media

Repubblica cambia Direttore: posso suggerire di smetterla di parlare come se fossimo nel 1947 e non nel 2019?

Si, Repubblica cambia Direttore, era ora che cacciassero Calabresi e che caccino gli altri come lui: la Sinistra non sa nemmeno che ora è.

Parlano continuamente e solo di fascisti, antifascisti partigiani e comunisti titini, nonché dell’Olocausto e delle Foibe. Mai visti tanti antifascisti in Italia, ce ne sono di più che ai tempi del fascio – sicuramente – e ben di più che ai tempi della Repubblica Sociale al Nord e degli Americani al Sud ( Italia sempre divisa, per quello, Nord e Sud non s’intendono, forse per questo al Sud, io sono di Reggio Calabria come ben sapete, non c’è l’ossessione coi partigiani i comunisti e gli antifascisti, perché non c’è stata la Repubblica Sociale ) beh, il problema è che ti viene da chiedergli “Scusa, ma lo sai in che anno siamo?” sembra che parlino come se la guerra fosse appena finita, vedono fascisti dappertutto, dicono di essere partigiani, ma dallo psichiatra no?

nofoibe

Perfino Repubblica e alcuni Partigiani hanno preso le distanze

NoFoibe

A me sta bene, ma solo perché così continueranno a perdere.

Sembra che giochino ai giochi di ruolo e si prendano per Avatar “Il Partigiano” ma non come i normali: come i pazzi che si immedesimano veramente nel gioco di ruolo e parlano come se fosse reale, fuggono dalla realtà, o come il protagonista dell’Enrico Ottavo di Pirandello, Siciliano benestante del Novecento che crede di essere Enrico Ottavo e di dover incontrare Matilde di Canossa.

Avessero il coraggio di dire che loro vogliono la globalizzazione invece si rifiutano di parlare – come facciamo noi e i 5 Stelle – di globalizzazione e Nuovo Ordine Mondiale e continuano a dire “fascismo” e “partigiani”. Gli Italiani li abbandonano: si vede tanto che non parlano della realtà: tutto ciò è dovuto al fatto che la cultura massonica di sinistra è giudaico-centrica – a proposito, Bolsonaro forse lo stanno ammazzando all’ospedale ebraico, pregate tantissimo per lui e per il Brasile – e come gli Ebrei pretendono che si parli in continuazione di loro come vittime dell’Olocausto ma si rifiutano di parlare di Israele/Palestina e del fatto che loro stessi in Terra Santa stanno facendo pulizia etnica; questo è male; non va accettato.

Dunque via, la massoneria e la sinistra coi loro capetti ebrei finanziati dai banchieri sionisti Rothschild cercano di imporre come “normale” il parlare come se fossimo ancora nel 1947: niente causa palestinese, gli Ebrei povere vittime, niente discussioni sui soldati Israeliani che ammazzano, solo Olocausto fascisti e antifascisti: finitela, per fortuna così perdete e perderete tutto.

Trash che noia!…La suora di Che Dio ci aiuti batte la Marcuzzi senza mutande all’ Auditel.

La suora di “Che Dio ci aiuti” interpretata da Elena Sofia Ricci batte di gran lunga all’auditel L’Isola dei Famosi condotto da Alessia Marcuzzi, il trash di Mediaset, piccolo, ripetitivo, pare perdere colpi,

Fonte: 

Raiuno, Che Dio ci aiuti: 5.575.000 spettatori, share 21,40% il primo episodio, 4.848.000 spettatori, share 22,64% il secondo.

Canale 5, L’isola dei famosi: 3.062.000 spettatori, share 18,27%.

marcuotelma

Il trash di Mediaset è sempre più volgare, ostensivo e vacuo di contenuti per fortuna agli italiani non piace: due bionde di cui una senza mutande e l’altra che si guarda il seno e fa finta di aggiustarsi il vestito in diretta, dopo la velina cui scappa di far vedere il capezzolo in diretta, più, come se non bastasse, il Mago Otelma. La cosa più grave per loro è che la gente non se n’era nemmeno accorta che la Marcuzzi scenda a mezzucci minimi per farsi notare, ce l’ha dovuto dire la Gialappa’s “Ma come la Marcuzzi è senza mutande? ” embè? Ah già “ohh scandalo”.

Gerry Scotti che crede a Dio e lo dice un giorno si è sentito in dovere nei confronti di se stesso di dire, senza essere interrogato, che lui le sue letterine a Passaparola non le ha toccate, che erano brave ed han fatto carriera da sole, aveva la moglie e non vuole passare per presentatore-maiale.

scottile
Gerry Scotti: guardare e non toccare, per non finire in carcere o rovinarsi la reputazione.

Bravo Gerry. L’audience non ripaga le selezioni fatte ad Arcore, io stessa ho guardato il Grande Fratello 1 e 2, già il 3 mi disgustava, ora di quelli recenti non riesco neanche a seguire le notizie che ne danno i giornali: mi fanno schifo. Mediaset è sempre stata una televisione ruffiana, fino al bikini, ora si sbottonano, si tolgono le mutande, si guardano nel reggiseno… L’Isola dei Famosi è reality spazzatura, allora ben venga che Italiani preferiscano la suora che vende torte per mantenersi

chediociaiuti

poi qualche bella ragazza in minigonna la mostrano anche loro. Carino il vestitino della bruna, complimenti. La Marcuzzi sta scendendo un pò in basso, ma tutto Mediaset è in quella direzione. Ben venga che gli Italiani li abbandonino.

auditel

Quanto al titolo “Che Dio ci aiuti” mi pare che calzi il momento storico…confermo: che Dio ci aiuti, senza virgolette.

Celentano è un vecchio col pannolone, per questo, come Mina, essendo narcisista manda in giro i cartoni animati di se.

Celentano e Mina è un pò che, non riflettendo allo specchio l’immagine che hanno di se – perché si immaginano belli e giovani, ma sono vecchi, brutti, Mina obesa e Celentano spelacchiato, allora fanno i cartoni animati di se.

Comprate due pannoloni, uno per Celentano e uno per Berlusconi.

I Napoletani si sono offesi? Certo, Mediaset li associa a mafia e spazzatura in un programma di musica e poi la mafia è siciliana, la badante escort – si vocifera lesbica – di Berlusconi è di Napoli, gli può mettere il cianuro nelle medicine.

Ed io sono contenta che Salvini prenda voti: l’ultimo 8% lo ha preso a Forza Italia e almeno

a) Non è così vecchio da sospettarsi che la sua “fidanzata” sia lesbica e non voglia un giovane aitante che potrebbe volersela portare a letto, invece a Berlusconi la “fidanzata” lo mette a letto.

b) Non è ipocrita, se deve dire le cose le dice in faccia.

Se guardi il cartone di Celentano comunque non lo si riconosce, nemmeno da giovane aveva i capelli e sicuramente non aveva quella forma di viso né tantomeno il fisico.

 

poveraccio.

Mina obesa, brutta, grassa, ingoiava ormoni per mantenere la voce e si è ridotta a gonfiare come un pollo d’allevamento di quelli che hanno messo fuori-legge perché fanno male alla salute.

minapollogonfioaglio

Mina grossa, brutta, obesa, gonfia, mi faceva schifo. Non prendete ormoni. E poi c’ha quel modo di fare da capra perennemente in calore che dopo un pò fa venire il rifiuto.

Il capo della cricca, il Berlusca, lasciamo perdere: siete finiti. Sono contenta che a Napoli smettano di guardare Mediaset, gli farà bene alla salute, io ho già smesso. Andate a lavorare, andate. Quello che fanno a Mediaset non è lavoro: sono marchette. Ed è riciclaggio di denaro sporco.

E vaffanculo.

Perché si, parliamo di mafia per davvero:

Marchette dicesi in senso proprio non figurato, non vedo l’ora che li arrestino. E che li arrestino anche perché tutto l’impero del Berlusca è costruito riciclando vero denaro sporco della Mafia, compreso lo stipendio di Celentano, di Frassica e di quelli di Striscia che fanno tanto gli impegnati nel sociale, io sono del Sud: al Sud non consentono il riciclaggio di denaro sporco, se un imprenditore ricicla denaro sporco lo arrestano e gli chiudono l’impresa, poi però il traffico di droga, armi e mazzette stranamente continua, quello non lo chiudono: in pratica si portano i soldi al Nord da riciclare. Gli imprenditori lombardi massoni che parlano tanto, o fanno parlare le loro Tv. E mi pare che parlino troppo e troppo a sproposito. Tutto Mediaset è puttane e soldi della mala riciclati e programmi massonici per promuovere comportamenti sbagliati o riprovevoli, con lo zucchero a velo sopra il prodotto avvelenato. Spero finisca presto.

Tanti saluti da Napoli, pardon da Reggio. Se l’Italia non vi piace per me la possiamo chiudere quando volete, così finisce il riciclaggio di denaro sporco al nord, come mai il nord dopo l’Unità è diventato così ricco che sembra che i soldi vengan giù dal nulla? Sai quanti soldi ci vogliono per metter su Finivest, EdilNord, Mediaset dove ce li aveva il Berlusca – figlio di una segretaria – tutti quei soldi idioti?

E quanto a Celentano, parla meno.

Io per me, continuo a votare Salvini.

Il CentroDestra è finito. Sala ospite a Striscia fa campagna per il PD, ma Salvini e DiMaio hanno altro su cui contare.

Si era già avuto sentore di rottura seria ieri alle 16:21, essendo comparso questo articoletto su Affari Italiani “Piemonte: lega e Forza Italia corrono da soli, rumor di rottura” Link.

E’ arrivata poi la conferma alla sera attorno alle 21.30 Il sindaco piddino di Milano Beppe Sala ospite “d’onorissimo” a Striscia la Notizia il Prime Time del Prime Time, Ficarra e Picone – due idioti arrivisti – gli fanno i complimenti, le slurpate e alla fine augurano a Sala di, letteralmente, portare pace nel PD, come fosse scontato che il PD è il partito di famiglia.

salastriscia
Beppe Sala ospite d’onore a Striscia del 16 Gennaio 2019

Ebbene, è come scoprire che il fidanzato non ti aveva tradito: eri tu quella con cui tradiva la fidanzata ufficiale; ospitare Sala e fare campagna elettorale per il PD – chiamandolo PD – a Striscia la Notizia è come portare la fidanzata vera a cena dai genitori e presentarla ai parenti.

Ora sappiamo che non è colpa di Piersilvio e Silvio, poverino, non ne sa niente, sappiamo sempre da Affari Italiani che è Silvio a ordinare la linea politica di Mediaset, telegiornali & co. Gli unici a non accorgersene sembrano proprio quelli del Giornale, ma lasciamo perdere che oggi titola “Cav unisce CentroDestra” scusate la volgarità “Sto ca..” Cav riunisce CentroDestra, lui ordina di far pubblicità per il PD a Striscia e poi e va da Salvini a tiralo per giacca unicamente per cercar di far cadere il Governo Giallo-Verde e lo fa in una maniera sgarbata, umiliante, Striscia è una trasmissione particolare: è la più “mediasettara” di Mediaset, la più rappresentativa dell’anima del blocco mediatico della famiglia Berlusconi. E’ quella “cool”, figa, che piace a tutti, che tenta di unire in un plauso i marescialli e gli sciacalli, i guardoni di mutande di ragazze scosciate con quelli interessati alle denunce sociali: un pò di culo di veline e un pò di spazzatura a Napoli e poi tutti a ridere, ma dopo aver visto il servizio sulla malasanità e ieri anche un capezzolo.

Sic.

Allora liberi tutti, per favore Salvini, manda affanculo il Cav. Ufficialmente, come  ha fatto lui con te. Il governo giallo-verde si può riproporre tranquillamente  anche a livello regionale. Ripeto, liberi tutti, ognuno fa campagna elettorale per se e poi dopo la conta dei voti, si fanno le alleanza: DiMaio è più onesto di Berlusconi, è più franco.

Questo è come Berlusconi trattava Salvini ieri:

Questo è come lo tratta oggi:

salastriscia

Ma lui si consola perché lo ha baciato la Boschi alla cena di quelli importanti, con Tronchetti Provera e Luca Cordero di Montezemolo, e anche se capisco Dibattista che gli aveva detto di non andare, invece, a patto che non conceda niente a chi lo ha invitato visto che la Chirico è accusata di averlo invitato solo perché vuole un posto in RAI, è anche giusto per rappacificare il Paese; gli Italiani sono questi.

 

 

Sembra il nuovo Partito Socialista con Salvini nelle vesti del novello Craxi. Massì, possiamo andare avanti. Mi dispiace per quelli del Giornale, ormai quando parlano di rottura Lega-5 Stelle e di ritorno del CentroDestra bisogna andare a rivedere le notizie su Affari Italiani che peraltro è legato a gente che lavora per il Sole 24 Ore

websystem

Link

Non siamo poi tanto col culo per terra, ditelo al Berlusca, e ce ne vogliamo uscire dalla UE.

Libero è come Feltri: vorrebbe essere spregiudicato, ma gli manca la classe e riesce ad essere solo rozzo.

Se Libero di Vittorio Feltri, Editore Antonio Angelucci, volgare e banale com’è prende finanziamenti pubblici per l’Editoria e DiMaio non riesce ad annullare la legge sul finanziamento pubblico dell’Editoria, allora registro anch’io Freeword & Friends come testata giornalistica. Scusatemi, ma io sono meglio di Angelucci e conosco gente che ha lavorato nel settore da chiamare, oltre ad avere un cugino avvocato per le questioni legali. Alla fine Libero è come Feltri: vorrebbe essere spregiudicato, ma gli manca la classe e riesce ad essere solo rozzo. La differenza tra la spregiudicatezza e la rozzezza è la differenza tra la Formula 1 e una carretta;

Feltri non c’è e non ci fa: ci prova.

Libero titola “Terroni” ma il suo Editore è un abruzzese con la terza media eletto nel Lazio con FI (?)

Non ve la prendete con i Settentrionali se vi chiamano Terroni, potrebbe essere uno dell’Abruzzo residente a Roma e…non della Lega per la Padania Indipendente, ma…di Forza Italia, Italia?

Sì, sembra strano, ma tra le tante stranezze di questo paese c’è l’Editore di Libero, il quotidiano di cui è direttore Vittorio Feltri, cafone, imbarazzante, con Direttore di Bergamo ma proprietario abruzzese che ha licenziato Maurizio Belpietro perché Belpietro era troppo fine

antonio_angelucci_daticamera_2018

Antonio Angelucci (Sante Marie, 16 settembre 1944) è un imprenditore, editore e politico italiano. Dalle elezioni politiche italiane del 2008 è stato eletto per tre volte deputato della XVI, XVII, XVIII Legislatura nelle liste de Il Popolo della Libertà e di Forza Italia.

Come imprenditore opera nella sanità (la catena di strutture che fanno capo all’ospedale romano San Raffaele – uno con la terza media? -), nell’immobiliare e nell’editoria (Il Tempo, Il Corriere dell’Umbria e, attraverso una fondazione, Libero).

Niente di male, anche con la Terza Media potete operare nella sanità e nell’editoria, solo io con quattro lingue riesco a fare solo la blogger contro gli Illuminati, devo tornare dallo psicanalista, ma questa la copertina di Libero

libero-2019-01-11-5c37fb4d9eebf

Beh, si, evidentemente anche a Libero comanda Angelucci…

La Verità di Belpietro che Angelucci ha licenziato?

La Verità è un quotidiano italiano con sede a Milano. Fondato da Maurizio Belpietro, è uscito con il primo numero in edicola il 20 settembre 2016. Sotto la testata appare una citazione dal Vangelo di Giovanni, tratta dal dialogo tra Ponzio Pilato e Gesù Cristo: Quid est veritas? (“Che cos’è la verità?”, Giovanni 18,38).

Vuoi mettere “quid est veritas?”  con comandano i Terroni? Tanto per mettere in imbarazzo chi per caso se lo voleva comprare.

Detto questo, a Vittorio Feltri…beh si, te ti comandano i terroni residenti nel Lazio sicuramente.

Però io uno dell’Abruzzo residente nel Lazio proprietario di un giornale che fa ‘sti titoli, non lo voterei mai. Non ha rispetto per se stesso ed è falso, perché Forza Italia è un partito nazionale.

Nomine RAI o dell’Autocastrazione.

Almeno Bossi prima di essere ubriaco doveva bere; Salvini e DiMaio fanno cose da ubriachi – vedi le ultime nomine RAI – senza aver bevuto. Quanto a Grillo idem, non si droga e non si ubriaca: è così, al naturale. Vuole 1) Restare nella UE, nega di voler uscire dall’Euro però vuole 2) il reddito di cittadinanza.

Oggi mi sono goduta il TG1 Giallo-Verde, ahh, valeva solo l’ultima schermata:

Direttore Giuseppe Carboni – PD –

Vicedirettore Costanza Crescimbeni – PD -.

Lasciamo perdere quant’era carino, me lo sono “goduto”

  1. Servizione sul papa che condanna i nazionalismi.
  2. Stoccata al Viminale – Salvini sic – perché ha tolto la scorta ad un imprenditore siciliano che aveva denunciato il racket delle estorsioni.
  3. Pubblicità all’Unione Europea ed i fondi che ci dà – sono soldi nostri che tornano indietro decurtati, l’Italia è contributore netto della UE, cioè gli mandi 10 miliardi e te ne ritornano indietro credo 4, posso sbagliarmi di poco, se non gliene mandassi ne avresti di più –
  4. Film di DeSica.

Direttore Giuseppe carboni

Vicedirettore Costanza Crescimbeni.

E ora?

E ora la domanda: li hanno pagati? O si sono autocastrati dopo un baccanale? No. Ce lo vedete uno come DiMaio a un baccanale? Non lo invitano e se lo invitassero non ci andrebbe e se ci andasse non berrebbe.

No comment.

Anzi comment.

Non resisto, non ci posso credere, perché dei politici normali vedete avrebbero litigato sulle nomine al TG1 così: la Lega vuole un leghista per direttore e concede un pentastellato come vice, i 5 stelle invece no, vorrebbero imporre un no tav per direttore e concedere la vicedirezione ad un leghista; NON concedono direzione e vicedirezione al PD.

Basta. basta. basta.

a) Li hanno pagati, corrotti etc.

b) Si sono autocastrati per loro personali seghe mentali e voglia di espiazione.

c) Li hanno ricattati.

Spero non c’entri il viaggio in Israele, ma DiMaio comunque non l’ha fatto e i 5 Stelle non mi pare abbiano fatto la parte del leone. Aggiungi che gli è scappata la firmetta per il prolungamento della missione Sophia.

Il manuale Cencelli aveva senso, questa cosa che hanno fatto Salvini e DiMaio se ha un senso ce l’ha molto oscuro. Ovviamente il PD1, così ribattezzeremo il TG1, non vi ha detto niente su Brexit, ve lo dico io, leggete Freeword & Friends, si va verso la bocciatura del patto May e si stanno preparando con 2 miliardi di investimenti per ripristinare i controlli alle frontiere particolarmente Folkestone e Dover i maggiori porti commerciali del Sud che ricevono le merci da Germania e Olanda e in Irlanda del Nord.

Ehh noi Italiani ci permettiamo una domanda, Mattarella lo permette a Savona e Tria di organizzarsi per l’Hard Brexit o è vietato? Fino a quando non succede lo stesso ovviamente, perché succederà anche se a Mattarella non piace. E anche a noi alla fine non piace Mattarella.

Non solo, niente su Brexit, e niente sullo scandaloso fatto che la UE consente alla Francia di sforare il tetto deficit / Pil del 3% da nove anni, o meglio 9 anni su 10, mentre minaccia l’Italia per il 2,04%, niente non una parola, vige ancora il comandamento che la UE è sacra e non si discute, ma solo in Italia negli altri Paesi la odiano liberamente e non solo, la stampa Inglese ci ha informato che mentre impongono tagli e sacrifici a te e alla Grecia, sì, a Brussels si sono aumentati lo stipendio per adeguarsi all’aumento del costo della vita in Belgio e Francia. I Francesi però no, loro dovrebbero tenersi gli stipendi bassi e l’austerità e almeno fanno casino per le strade e dicono che vogliono Frexit, i Gilet Gialli si avviano a diventare un Partito nazional-socialista letteralmente.

EUSalaries

Fonte

Traduco:

“Il più alto grado di funzionari pubblici dell’Unione europea sarà pagato per la prima volta oltre € 20.000 (£ 18.000) al mese, dopo che gli stipendi e le pensioni dell’UE sono stati aumentati retroattivamente dal 1 ° luglio di quest’anno.

L’aumento significa che Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea e Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, guadagneranno circa € 32.700 al mese, circa € 550 in più rispetto al passato. L’aumento, destinato a coprire il costo della vita, è equivalente a € 6.600 l’anno.

Il quotidiano tedesco Bild ha riportato che lo stipendio dei commissari UE, come il britannico Julian King, guadagnerebbe circa € 26.600, circa € 400 in più comprese le quote.

Stipendi per i funzionari dell’UE …”

UESchifo

Questo è un gadget dall’Inghilterra.

Quanto a Bergoglio, visto che vuole abolire le Nazioni, aboliamo il Vaticano.

E quanto a Salvini e DiMaio sembrano due che si perdono se devono andare tra il salotto e il bagno dei palazzi di potere.

Nel migliore dei casi.