Category Archives: Religione

Cristina Scuccia a Ballando con le Stelle è un’operazione indegna.

Mi sono arrivati un paio di commenti sgarbati ed anche non intelligenti su Cristina Scuccia a Ballando con le Stelle: un esempio sul quoziente intellettivo dei cattolici impegnati a difendere il Vaticano e i suoi raccomandati, leggere per credere:

NoSaSha

Lo riscrivo grande perché forse non si vede:

Prima considerazione di questo/a SaSha:

“…perché non parli d’altro? La usi per fare visualizzazioni e dici solo fesserie”

La suora che balla la samba su RAI UNO è uno spettacolo di cui parlare e sparlare quanto si vuole, lei si ridicolizza è colpa sua, cosa vuole che le diciamo che sia bella? Sembra una topina che balla e la protezione di Carolyn Smith non la aiuta col pubblico; quanto alla seconda considerazione è ancora più stupida:

…una giovane suora può e deve cantare e ballare sul palco” 

“Può e deve” sicuramente, soprattutto deve e magari siccome è suora deve compensare la bruttezza e la mancanza totale di grazia con le due cosiddette Winx cioè le ballerine belle e colorate senza cui il suo spettacolo da avanspettacolo ridicolo cioè la suora che balla la samba sarebbe brutto da vedere. Io insisto a dire: è vero, ha ragione Zazzaroni, la presenza delle Winx fa scena e rende lo spettacolo visivamente più bello, colorato, meno noioso, senza di loro la prestazione di Suor Cristina anche per via dell’abito – che tiene per se stessa per fare pubblicità nemmeno tanto occulta alla sua religione – sarebbe deprimente da vedere: mi irrita Carolyn Smith che insiste a dire che no, che le Winx ci stanno, in pratica dice che non è vero che lei sia aiutata rispetto agli altri, allora devono poterle avere anche gli altri concorrenti, torniamo sempre al discorso della raccomandazione: perché la gara sia equa, i concorrenti devono avere a disposizione gli stessi mezzi e seguire le stesse regole, se no uno è schifosamente raccomandato, quindi:

Possono gli altri concorrenti avere altri due ballerini maschi o femmine che girano attorno e fanno scena se lo vogliono o no? La risposta è no, è la RAI che ha costruito una cosa per pubblicizzare Suor Cristina, se vince per me non è una vittoria onesta. E il Vaticano mi è ancora più antipatico.

Ora vediamo i commenti positivi:

Questa è la mia risposta:
Paola Distilo
Io non sono un soldato semplice di questa chiesa inguardabile, mi proclamo protestante e se muoio e ancora non mi sono iscritta ufficialmente a nessuna chiesa riformata allora voglio il funerale civile fatto dallo Stato. Dici bene, Max, e non solo non possono accettare la parità tra uomo e donna da statuto, non possono nemmeno decidere per se stessi e per la loro vita da statuto, il voto d’obbedienza è immorale e da ebeti: significa consegnare la propria coscienza alla chiesa cattolica e metterla in mano al vescovo e non poter più prendere decisioni per se, poi piangono perché il vescovo le ha trasferite dove non gli piace come se non lo sapessero da prima oppure devono parlare contro l’aborto però hanno il divieto di nominare ambienti massonici o dire che gli emeriti abortisti sono nella massoneria per non disturbare la gerarchia (piena zeppa di vescovi massoni che fanno il doppio e il triplo gioco): è uno schifo, non vorrei giudicare ma solo uno sciocco può fare voto d’obbedienza a un vescovo cattolico, il voto d’obbedienza in generale è riprovevole: la coscienza è la tua, se non altro. E’ anche assurdo che la suorina vada a Ballando con le Stelle, fa la figura che si merita.
……………………..
Devo notare però che Max Di Canio intendeva per “rifiuto della parità” non tanto la parità tra sessi che non c’è ma quella tra se stessi e gli altri, quella tra clero e laici: la cretina di Suor Cristina si crede superiore veramente perché è suora, cioè secondo lei e i cattolici “impegnati” gli scemi, è normale che lei sia trattata meglio degli altri concorrenti – io conosco molti cattolici che si sentono in colpa solo per il sesso, per il resto fanno peccato sui soldi, di raccomandazioni, scavalcano le code e non si sentono in colpa – lei crede che sia normale che abbia le Winx per consapevolezza del fatto che il suo balletto col suo vestito è brutto e si sta facendo un’altra gara, mi ha deluso Selvaggia Lucarelli che vuol vedere le tartarughe cioè gli addominali dei maschi palestrati, che glieli mostri il ballerino di Suor Cristina, Stefano Oradei gli addominali o lui no, perché la suora va rispettata… io non ci posso ancora credere che Veera e Osvaldo forse vengono eliminati e Suor Cristina invece è passata.
Bene, ne approfitto comunque per fare un ripasso dei motivi per cui disprezzo il clero cattolico:
I loro voti di castità, povertà e obbedienza sono da setta non da religione e contraddicono la volontà di Dio di essere considerato un Dio liberatore, di libertà, per es. il primo Comandamento comincia così: “Io sono il Signore tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla condizione di schiavitù ….” 
Dio si vanta di essere un liberatore, uno che libera dalla condizione di schiavitù, la Chiesa cattolica invece prende i preti e le suore per le orecchie e li riporta alla condizione di schiavitù, una schiavitù peggiore di quella dell’Egitto dove almeno gli schiavi ebrei si potevano innamorare e fidanzare, neanche l’Egitto glielo poteva proibire, la Chiesa Cattolica si.
Che cosa significano questi voti?
Voto di Castità significa venire espropriati del controllo sulla propria sessualità; il Direttore spirituale supervisiona la castità dei preti e delle suore, devono rendere conto a lui di quello che fanno o non fanno o perfino desiderano del proprio corpo, sono stati espropriati del controllo sulla propria sessualità, che è una cosa grave.
Povertà significa venire espropriati dei propri averi, la Chiesa è proprietaria degli averi dei preti e delle suore.
Obbedienza significa venire espropriati del proprio cervello e della propria coscienza; i preti e le suore consegnano la propria coscienza al Vescovo, non possono andare dove vogliono e fare e dire quello che vogliono: sono schiavi.
E il Vescovo usa il voto d’obbedienza nel bene e nel male come pare a lui: nelle battaglie contro l’aborto e il divorzio gli stessi preti e suore che ripetevano come ebeti: “la vita umana va tutelata dal concepimento alla morte naturale” e ripetevano sempre questa frase come se non sapessero dire altro, in realtà, hanno avuto l’ordine dai vescovi e dovevano obbedire per voto d’obbedienza di non permettersi di nominare la massoneria o di nominare personaggi importanti che supportavano e finanziavano le campagne per la legalizzazione dell’aborto. O come credete che si finisca raccomandati a Ballando con le Stelle, trattati con i guanti bianchi, da Carolyn Smith non dagli altri, anche se fanno schifo?
E’ una setta. Liberatevene.
Tu pensa a me, che ci credevo. Le alte gerarchie hanno sempre usato il voto d’obbedienza per fare in modo che la massoneria vincesse su tutto: aborto, divorzio, unioni gay, tutto; i preti e le suore e i cattolici impegnati non avevano argomenti perché gli argomenti più forti non li potevano usare, per es. fare i nomi e i cognomi di chi praticava gli aborti clandestini in una  villa in Toscana, Pannella lo diceva, lo scrisse lui sul Corriere della Sera, all’inizio Marco Pannella era contro la legalizzazione dell’aborto, poi cambiò idea e non solo lui.
Tutto quello che ha fatto la massoneria, la Chiesa cattolica lo ha coperto ed ha spuntato le armi di quelli che volevano combatterla, e non da ora, con Papa Francesco ma anche con i papi di prima che mentivano meglio ed erano più ambigui.
Allora tenetevi la suora che balla, però è ridicola. Cosa crede di essere? Questo tipo di pubblicità per una Chiesa che vuole castità, povertà e obbedienza, vieta alle altre suore di ballare e copre la massoneria di cui molti membri fanno parte, è un’operazione indegna.

Ilary Blasi che sponsorizza Lourdes è pubblicità ingannevole. Quanto al “dono” di Suor Cristina, se lo tenga.

Torno su uno dei punti che tratto nel video dell’articolo precedente: se sia onesto usare Ilary Blasi, sposa incinta di Francesco Totti, ex letterina nonché presentatrice del Grande Fratello, programma sporchissimo che promuove la cultura transgender, la promiscuità sessuale, la parlata volgare e il voyeurismo più becero, inclusa l’inquadratura della tazza del gabinetto quando i “concorrenti” vanno in bagno a fare cacca e pipì, in un’inquadratura pubblicata sul Giornale si vedeva l’ano meglio conosciuto come il buco del culo di una concorrente. Ecco la presentatrice del Grande Fratello, usualmente vestita sexy e sposatasi già incinta viene ora usata – perché è usata – per fare pubblicità a Lourdes

IlarySuora
Ilary Blasi a Lourdes

vestita da suora o Dama di Lourdes, e la mia domanda è: perché non usano le vere suore o le dame di Lourdes o le ragazze cattoliche praticanti e osservanti per fare pubblicità a Lourdes? La risposta è semplice e banale: perché sono brutte, bruttine e hanno l’aria sfigata. Io sono stata a catechesi sul matrimonio e la morale in generale in cui il prete diceva che piuttosto che avere rapporti sessuali prematrimoniali, anche se il fidanzato o la fidanzata ti lasciano devi rimanere solo/a e offrire la sofferenza al Signore. Io questa frase “offrire la sofferenza al Signore” la odio. Ma come si fa a dire a gente tra i venti e i trent’anni, a gente che ne so di 25 o 28 anni “offri la sofferenza al Signore” allora, quando devono fare pubblicità alle loro cose, spietate, come la Madonna di Medjugorje che è spietata, la sua frase preferita è che Dio aiuta a convivere con la sofferenza, allora dico io per fare pubblicità a questa religione stramba e spietata dovete utilizzare le ragazze, le donne e gli uomini che la praticano veramente e seguono i vostri insegnamenti, usare Ilary Blasi è pubblicità ingannevole, è come fare pubblicità a una crema per la pelle e poi venderne un’altra, come usare una modella milionaria che usa una crema idratante costosissima per far pubblicità alla crema da 4 euro e novanta del supermercato. 

BlasiBacioLesbo
Ilary Blasi presentatrice del Grande Fratello Vip ha fatto prima pubblicità al lesbismo, col bacio lesbo con Belen ed ora a Lourdes, viene usata come una modella per pubblicizzare questa o quella cultura, col beneplacito dei giornali della famiglia “cattolica” dei Berlusconi.

Ilary Blasi non è bella perché si sacrifica, è bella perché si gratifica. Se Ilary avesse seguito gli insegnamenti della Chiesa Cattolica probabilmente non si sarebbe sposata con Francesco Totti, non avrebbe fatto la presentatrice del Grande Fratello e offrendo la sofferenza al Signore avrebbe una brutta faccia, non dico che avrebbe il naso storto, il naso dritto all’insù quello magari le restava, ma per il resto avrebbe la pelle grigia e le occhiaie, certi livelli di bellezza si ottengono solo se ci si gratifica, se uno insegna di rinunciare a tutto allora la pubblicità gliela devono fare i rinunciatari non quelli che si gratificano e che sono più belli e anche più forti degli altri anche per questo. Non credo assolutamente che i porci siano belli, quelli che si ubriacano tutte le sere, hanno rapporti sessuali ubriachi e vomitano per le strade come succede di frequente per es. in Inghilterra e in Scozia, quelli sono brutti, sono rovinati, a trent’anni ne dimostrano cinquanta, però per essere belli un certo livello di gratificazione ci deve essere, se la Madonna dice “rinunciate a tutto” come pare dica a Medjugorje “la felicità è del mondo di là, non del mondo di qua” la pubblicità alla Madonna gliela devono fare quelli che rinunciano a tutto e seguono quello che dice lei, e infatti sono brutti e stanchi, Ilary Blasi nemmeno li vede. La Chiesa Cattolica si deve prendere la responsabilità di quello che insegna. Come tutti. 

Da quando hanno legalizzato l’aborto e il divorzio il matrimonio come lo insegna la Chiesa Cattolica non è fattibile o quasi, per essere cattolici bisogna essere contro l’aborto e il divorzio, essere abortista e andare a Lourdes vestita da suora non si può fare, l’unica chance che quello tra la Blasi e la Chiesa cattolica non sia un accordo “tra piccole iene, solo se conviene” è che lei si sia convertita veramente, allora deve smettere di presentare il Grande Fratello VIP & Co. 

L’aspetto da “vincente” di Ilary Blasi viene dal fatto che lei ha fatto il contrario di quello che insegna la Chiesa, dunque usarla per pubblicità a Lourdes è e resta pubblicità ingannevole.

La Chiesa intende far la furba come con Suor Cristina a Ballando con le Stelle, che continua a dire quella frasetta antipatica a tutti “ho un dono e ve lo dono” come fosse lei a fare un favore a noi andando a Ballando con le Stelle, lei il suo dono – non gradito – ce lo sta sbattendo in faccia, Suor Cristina ce la stanno imponendo, Ballando non è proprio Il Grande Fratello o L’Isola dei Famosi, reality crudeli in cui si patisce la fame, si viene rosicati dai mosquitos, la Marina Larosa è arrivata sull’Isola con i capelli castano/rosso ed è uscita con una ricrescita grigia di 3 centimetri, Ballando è un lusso, metti che a un reality io non parteciperei mai, a Ballando con le Stelle se fossi famosa si: ti fai il corso di danza gratis con un ballerino professionista, le telecamere ci sono solo in palestra dove arrivi vestita carina da Saranno Famosi e per qualche chiacchierata sul divano con gli altri concorrenti: non ti spiano in bagno o in camera da letto, stai in albergo a spese della RAI e poi il Sabato sera arrivi su RAI UNO vestita bella, il massimo che ti possa capitare, a parte una caduta o una slogatura, ma quello ti può capitare pure scendendo le scale, ecco può essere qualche commento cattivello dei Giudici magari di Selvaggia Lucarelli ma si sopravvive e poi si può rispondere: non è trash e non è psicologicamente crudele, anzi, c’è la fila di gente che vorrebbe partecipare a Ballando con le Stelle quindi  è inutile che Suor Cristina continui a parlare come se con i suoi balletti da recita da scuola elementare ci stesse facendo un favore lei a noi. Non solo, la Presidente di giuria Carolyn Smith le mette voti scandalosamente alti, quindi è raccomandata, dopo aver appioppato un 7 ad una ballo che secondo me era perfetto di Veera e Osvaldo, alle recite da scuola elementare di Suor Cristina è capace di mettere 8.

Le prestazioni di Cristina non si possono giudicare in santa pace per paura che il giudizio estetico sul suo balletto (che è brutto) venga scambiato per un’opinione religiosa, per un insulto alla Madonna e a Gesù Cristo, come ha fatto notare giustamente Canino, e questo non è onesto perché i suoi balli sono sgradevoli, imbarazzanti, a Ballando con le Stelle si giudicano anche i costumi di scena, il costume di Suor Cristina non si può giudicare perché è la divisa da monaca, che è brutta, il vestito delle suore è di fatto un brutto vestito, però anche quello non lo dovresti giudicare, ma in fondo è lei che vuole ballare con quell’abito e lo fa, di nuovo, perché le conviene, perché ne ha un ritorno di pubblicità per la sua religione e il suo ordine religioso che le altre religioni non hanno, se il vestito è brutto è colpa delle Orsoline o della Chiesa Cattolica non è colpa della giuria o degli altri concorrenti che vengono giudicati con ben altri parametri o di Zazzaroni e Canino, e allora ha ragione Ivan Zazzaroni a dire “mi mancano i parametri”.

Io i parametri invece ce li ho:

SuorCristinaIlMagoDiOz
Suor Cristina nel Mago di Oz, brutto l’abito, livello balletto da recita da scuola elementare: voto di Carolyn Smith 8
OsvaldoVeera
Osvaldo e Veera in una Salsa, belli i costumi, perfetto il ballo, bellissima la coreografia: voto di Carolyn Smith – sul serio – 7

I parametri sono questi, caro Ivan: la suora è raccomandata e la Chiesa cattolica ha ottenuto questa mega pubblicità a Ballando con le Stelle che le altre chiese non hanno, tutto sembra fuor di luogo, falso, forzato. La Chiesa crea degli ambienti non allegri, “bruttini” e poi va a rubare l’immagine da altri ambienti più belli che sono più belli perché non si fa come insegnano i preti.  Come Lourdes che usa Ilary Blasi per farsi pubblicità invece di usare una pia donna madonnara vera, distrutta e con la faccia triste a furia di macinare rosari e patire ed offrire sofferenze.

Che cosa vogliono i preti? Che facciamo come Ilary Blasi o come insegnano loro?

Io che cosa dovrei fare dunque? Seguire l’esempio di Ilary Blasi però allora dovrei fare il contrario di quello che dice la Chiesa Cattolica, o fare quello che insegna la Chiesa ed allora sarei lontana dal modello Ilary Blasi.

Io credo che i preti vogliano che noi non capiamo niente. Il messaggio che passa più o meno è questo: se fai quello che insegnano i preti diventi così brutta, triste e stanca che non ti vogliono nemmeno loro per far pubblicità a Lourdes.

A riprova che quello che dico è vero, ecco Ilary Blasi che era così:

Da notare anche il bacio lesbo con Belen, perché la Chiesa quando è volgare è volgare.

dopo uno o due giorni a Lourdes già è diventata così:

BlasiBrutta

ilary-blasi-a-lourdes-1200x1200

ad andare appresso ai preti e alle suore si diventa brutti anche quando non lo si è di base, state attenti.

Fedez, Ferragni, Bobo Vieri e Suor Cristina: chi ha ragione e chi no.

Suor Cristina è un essere umano fallito. Ecco perché.

La differenza tra essere rivoluzionario ed essere raccomadato? Il rivoluzionario cambia le regole per TUTTI a favore del popolo, il raccomandato si fa cambiare le regole apposta per se stesso e solo per se stesso, il popolo continua ad avere le regole di prima. La Chiesa Cattolica pur essendo piena di difetti è purtroppo la chiesa di default per molti Italiani e questo deve cambiare, dobbiamo avere una Chiesa come quella Anglicana che contiene sia le parti buone del Cattolicesimo che quelle buone del Protestantesimo in uno. Bravi Zazzaroni, Canino e gli altri che hanno avuto il coraggio di dire la verità. Il resto dello spettacolo è una suorina raccomandata che cerca di spacciarsi per rivoluzionaria e diventa la rappresentante di un’ involuzione culturale umana per cui la Chiesa perde le caratteristiche di solennità che aveva prima ma tentando di esser moderna diventa uno sgorbio, la suora diventa un essere umano sbagliato, moralmente ed esteticamente fallito.

Volendo Cristina esser guida spirituale e morale ottiene raccomandazioni potenti a Ballando con le Stelle che non c’entra niente con quello che dovrebbe fare lei, per di più Ballando con le Stelle è un programma fortissimamente estetico, le ballerine sono molto belle e chi più chi meno sexy, la differenza con Suor Cristina balza all’occhio, la suora sembra la sfortunella, in quel contesto, con quell’abito sembra la marmellata sugli spaghetti – non è gradita – volendo poi lei esser quella che insegna qualcosa agli altri, la morale e la religione, si suppone, deve invece esser protetta dai ballerini la cui autorevolezza sociale viene dal fatto di essere belli, bravi a ballare e di aspetto vincente: è Milly Carlucci che “protegge” Suor Cristina non il contrario con l’effetto ottico che la presunta prescelta da Dio sia inferiore ai laici.

La forza di suor Cristina viene dal fatto che la chiesa cattolica in Italia sia ancora la chiesa di default, in cui molti che non credono più di tanto o che credono al 50% di quello che la Chiesa Cattolica insegna, comunque, per non saper che fare e/o per comodità finiscono per portargli i figli da battezzare. Tutto ciò non va bene e in questo contesto, come spiego nel video, stimo molto sia Christian Vieri che Chiara Ferragni e Fedez per essersi sposati al Comune con rito civile e non in Chiesa perché la Chiesa Cattolica gli avrebbe chiesto di dichiararsi pentiti in confessione sacramentale di aver convissuto senza essere sposati e di aver avuto rapporti sessuali prematrimoniali, cosa pressoché psicologicamente impossibile e assai poco credibile visti i soggetti, lo vedete Vieri pentito dei suoi 20 anni ininterrotti da playboy con due o tre fidanzate importanti? O la Ferragni dopo aver stappato lo spumante con Fedez per la nascita del loro bambino Leone andare a dire di essere pentita di avere convissuto o di aver avuto rapporti prematrimoniali? Io li ho anche criticati per gossip, sia la Caracciolo in Vieri che la Ferragni ma loro si esponevano, un pò lo volevano di esser criticate, su questa scelta del matrimonio civile invece li ho stimati. Sono contenta? No, non sono del tutto contenta perché io NON promuovo l’Ateismo, voglio una Chiesa pulita in cui non si debba essere ipocriti per accedere ai Sacramenti, in cui le regole si possano rispettare veramente, personalmente mi è piaciuta la Chiesa Anglicana ci sono stata una volta a Taormina e per es. ci si può fare la comunione senza confessarsi non perché si infranga la regola, ma perché la regola non c’è, è diversa. Questo consente di essere cristiani trinitari in maniera pulita senza essere ipocriti e mentire. 

Per via dell’impossibilità di rispettare le regole cattoliche e la coazione a mentire che la Chiesa Cattolica impone a chi vuole i suoi Sacramenti e per il fatto che i Dieci Comandamenti erano e sono in realtà semplici e la Chiesa Cattolica stranamente ne ha cambiato le parole e le formule per renderli volutamente pesanti e impossibili da rispettare, senza parlare dei voti del clero che sono assurdi, il voto di povertà per es. è impossibile da rispettare tout court: non si può vivere da poveri e basta, infatti i preti fanno e infrangono il voto di povertà come fosse nulla. Da tutto ciò sembra quasi che i preti si lamentino che Dio la faccia troppo facile mentre noi siamo contenti che Dio l’abbia fatta facile. Per questi motivi non credo che Suor Cristina e i Preti cattolici siano all’altezza di essere nostre guide spirituali e morali.

L’Orsolina che zompa…e il divieto della messa in suffragio di Mussolini.

SuorcrsitiniaRidicola
Suor Cristina zompa in televisione

Diciamolo chiaro: mi pare Peppa Pig a lutto, l’Orsolina che zompa potrebbe essere il titolo di un nuovo cartone animato ambientato nel mondo della nuova chiesa cattolica, ma non convince gli Italiani, men che meno quelli cattolici. Il Giornale di Berlusconi, uno che di donne ne ha viste, ci prova a supportarla poverina scrivendo un articolo falso in cui si dice “tutti gli italiani la amano…tranne Zazzaroni” ma non è vero, questi sono i veri commenti, con lo screenshot: gli Italiani l’orsolina che zompa non la amano link

VeriCommentiSCr

I cattolici sono delusi dallo stunt pubblicitario di basso livello della chiesa cattolica anche perché loro le suore le conoscono: c’è qualcosa di antipatico nella licenza speciale di Suor Cristina di andare in televisione a ballare quando le altre suore hanno il divieto di guardarla la televisione, i preti dicono che la tv è controllata dal maligno, nei conventi c’è la regola del silenzio e allora è come se l’ordine delle Orsoline – nome già ridicolo di suo – si facesse pubblicità tramite una cosa che vieta: se tu vieti la televisione e la musica pop nei conventi e imponi la regola del silenzio come ti permetti di cercar di farti pubblicità tramite la televisione e la musica pop allegra che tu vieti? Suor Cristina sembra falsa, sembra una che voglia prendere in giro noi mentre noi crediamo che stia prendendo in giro se stessa, e questa irritazione la suscita nei cattolici, i protestanti si convincono di avere ragione e gli ebrei probabilmente se la ridono sotto il naso senza parlare ad alta voce forse per paura dell’Antisemitismo.

La suora che zompa, la nuova Chiesa Cattolica:

4413991_1128_ballando_stelle_suor_cristina_zazzaroni

La suora che fa la simpatica o tenta

Ballando-con-le-stelle-Suor-Cristina

The Jumping Orsolina:

SuorcrsitiniaRidicola
ROMA 30 MARZO 2019 NUOVA EDIZIONE DI “BALLANDO CON LE STELLE”IN ONDA SU RAIUNO DA SABATO 30 MARZO ALLE ORE 20 35 NELLA FOTO SUOR CATERINA – STEFANO ORADEI – GIULIA ANTONELLI – JESSICA DE BONA

Ma che vogliono le Orsoline? Se una donna viene acchiappata nell’ordine delle Orsoline tutto quello che fa Suor Cristina le viene vietato.

Suor Cristina viene usata come un’esca per tentare di pescare in un lago non suo e fa brutta figura: tutti sono vestiti colorati, hanno un senso, lei no, lei che nella sua testa dovrebbe avvicinare a Dio e portare un messaggio di speranza in realtà è quella deprimente, quella che nessuno vorrebbe essere: il vestito, le scarpe, le calze coprenti sono orrendi, io sono ancora cristiana – ex cattolica – per merito di alcuni protestanti che alla fine mi hanno detto: Gesù è Gesù del Nuovo Testamento, basta, le suore e i preti possono fare e dire quello che vogliono ma se una cosa non è scritta nel Nuovo Testamento non è vero niente che viene da Gesù. Altrimenti, se non fosse stato per loro sarei come gli Ebrei leggeri che credono solo al Creatore e ai Dieci Comandamenti e forse sono quelli che stanno meglio, mentre gli Ebrei pesanti sono rovinati pure loro, un pò come i frati e le suore cattoliche hanno aggiunto tante regole di testa loro, si sono costruiti un carcere di regole e poi ci si sono chiusi dentro per la convinzione di doverlo rispettare, con l’aggravante che loro fanno figli – in Israele sono disperati per questo – ma torniamo a noi, seguiamo la linea protestante: l’abito brutto e punitivo delle suore, viene da Gesù? No, secondo l’interpretazione protestante bisogna vedere che cosa dice Gesù rigorosamente nel Nuovo testamento NON “rivelato” a una suora in apparizione quello non vale, ebbene nel NT Gesù dice che Dio veste i fiori dei campi meglio di Re Salomone e come sono vestiti i fiori dei campi?

Questi sono i famosi “gigli dei campi”, se si vuole andare per il sottile e dire che Gesù ha detto gigli:

gigli-preview

altri fiorellini

CAMPO DI FIORI

fioricampi

Allora il Dio bello, buono che vuole le cose belle è denigrato dalla Chiesa Cattolica ed anche dagli Ebrei Ultra-Ortodossi che dicono che Dio vuole il nero, i vestiti brutti “per non indurre nel peccato”. Stando a Gesù, in realtà sono le ballerine che danzano attorno a suor Cristina ad essere vestite in modo più simile ai gigli dei campi e sono anche molto belle:

CristianStefanoOradei

BallerineSC

sono le ballerine che sembrano gli angeli, lei invece sembra la brutta poveretta

 

Chis somiglia di più ai gigli nei campi? Cioè a come li vestirebbe Dio? Stefano Oradei e le ballerine.

 

Le suore sono vestite malissimo per via della sessuofobia della Chiesa Cattolica, sono volutamente brutte perché non devono indurre in tentazione gli uomini e questo non è evangelico.

La Chiesa sembra diventata una Chiesa di furbastri e furbetti, ma meno di quanto credano, ultimamente sembrano essere diventati uno strumento del Nuovo Ordine Mondiale, anche la notizia del divieto delle messa in suffragio di Mussolini non è in realtà buona, anzi per il cattolicesimo è eretica in quanto la messa in suffragio non si può negare Link, il funerale sì si può negare, ma la messa in suffragio no. Ma a chi importa ormai, a Mussolini? Non credo, io non credo al Purgatorio, alla strana idea che se dai 15 euro al prete il prete dedica la messa a quell’anima là e quell’anima là scavalca gli altri nella fila del Purgatorio e arriva prima in Paradiso – che furbata -. La fortuna della Chiesa cattolica è che in Italia le chiese protestanti non si sono ancora bene organizzate, con quello che fanno i preti e le suore cattolici ci sarebbe la fuga se ci fosse una buobna Chiesa Protestante e forse ci sarà in futuro.

Quella di Suor Cristina è la chiesa versione Peppa Pig

 

P.S.

Correggo: Peppa Pig vestita di nero.

8 x mille e Suor Cristina a Ballando con le Stelle.

I partecipanti a una gara devono essere un gruppo “di pari” e gareggiare secondo le stesse regole, Suor Cristina nonostante la faccina finta-umile è evidente che si creda superiore e guarda tutti schifata e un pò dall’alto in basso, nonostante l’aspetto fisico nettamente inferiore a quello degli altri, tanto che ho sospettato che la Madre Superiora delle Orsoline l’abbia obbligata ad andare a Ballando con le Stelle contro la sua volontà: vuol fare la gara – e non, come converrebbe, fare invece l’ospite d’onore per una serata – però, nonostante pretenda di essere “in gara” esige il diritto di avere regole diverse dagli altri: può organizzare la coreografia con due ballerine di contorno che gli altri non hanno e non possono avere per non aver troppo a che fare col ballerino maschio e può cantare, sta facendo una gara a se stante ma pretende di gareggiare come gli altri: è sbagliato e basta; oppure dovrebbero consentire anche agli altri di avere altri due ballerini in coreografia e poter cantare.

Quanto all’ 8 per mille, il 5 per mille ed il 2 per mille spiego i motivi per cui ho selezionato le associazioni pubblicizzate nell’area widget laterale.

adi-8-1000

5xMilleCnr

LegaSalviniPremier

Spero di avere indovinato.

Porti Chiusi Non è una misura occasionale o cade il Governo.

Per me ci può anche essere una crisi umanitaria in Africa e tanto i campi profughi si fanno in Africa lo stesso: su Porti chiusi o no può cadere il Governo.

L’invasione di Africani che ci sarebbe è troppo devastante e la Trenta non è un buon Ministro della Difesa.

Mentre Salvini è corteggiato perfino da Scalfari che propone, chissà come mai, un’assurda alleanza Salvini/Renzi non si capisce per fare cosa e come se dicesse “è un fascista, è un mostro: alleiamoci” non è che abbia tanto senso. Io non capisco quest’ossessione con l’immigrazione da paesi devastati e devastati dalla cultura locale più che dalla colonizzazione, sotto sotto quando “i bianchi” non li sentono lo dicono che loro.

DiMaio ha sdoganato Salvini mettendolo sullo stesso piano morale di Renzi con la Politica dei due forni per cui, per lui, stranamente o con furbizia veramente Napoletana e lo dico come complimento, ha fatto un gioco d’azzardo e ha vinto, ha detto che lui può prendere 500,000 immigrati e allearsi col PD o rimpatriare 500,000 immigrati e allearsi con la Lega come fosse la stessa cosa e non il contrario ma siccome l’establishment – per quello che conta – era tutto con Renzi e l’assurda posizione di prendere i migranti, di fatto ha sdoganato la Lega (il PD era già sdoganato) che è salita dal 18% al 32/35% in un mese o due. Anche DiMaio è nemico dell’establishment ma meno di Salvini e ora si sono sdoganati vicendevolmente, cosa che la dura e tonta Giorgia Meloni non capisce, lui capisce, DiMaio è furbo, è il Re pazzo che i Porti li apre e li chiude o li può aprire o chiudere come fosse uguale. Mentre noi sui Porti ci ammazziamo.

Lui voleva l’alleanza anche con la destra di FdI ma la dura e tonta disse No, quando mai, DiMaio sarebbe stato capace di vendere tutto, anche Giorgia Meloni Ministro della Difesa: mi mancherà se ci separiamo.

I Porti restano chiusi o cade il Governo e non è colpa di DiMaio è colpa mia. State tranquilli anime belle, difese dalle anime prave. Senza anime prave sareste scomparsi già da vent’anni fa.

Cosa vuoi che mi prenda tutti questi Africani in Italia? Non mi piace più Londra, non mi piace più Parigi è assurdo prendere Africani e Asiatici e spostarli in Europa: la rovinano o quanto meno la massa di Africani e Asiatici la rovina se ne può prendere pochi e d’élite, se proprio li vuoi aiutare, e non è obbligatorio, glielo fai in Africa e in Asia il campo profughi. La paura dell’Inferno non è una virtù, io disprezzo il cattolicesimo perché aumenta in maniera mostruosa e gigantesca la Madonna e poi cancella Adonai, il Signore dell’Antico Testamento che non è contro le guerre né di invasione né di Difesa, hanno preso il Giudaismo già mezzo castrato da Gesù Cristo che però aveva confermato che l’Antico Testamento vale uguale e lui “non sposta uno Iota” diciamo che in quella maniera viene solo addolcito, ma non paghi, i cattolici aggiungono per se stessi i voti di castità povertà e obbedienza poi una volta impazziti eliminano Dio – di cui hanno paura – e lo sostituiscono con una statua della Madonna – proibita nell’Antico Testamento – e la pregano dicendo di no che non la stanno pregando che è “una maniera per avvicinarsi a Dio” ciò che non è vero palesemente, ora vorrebbero eliminare tutta l’Europa, per farsi pubblicità mandano una suora ballerina in Tv a far vedere che sono sì ridicoli ma anche simpaticoni, azzerati sessualmente – o almeno dovrebbero – senza stamina, senza bellezza – ingombra – ballano il tip tap come Shirley Temple senza riccioli d’oro ma vent’anni dopo e così sembrano ritardati.

E tu vorresti dare questo a me per morale e Religione?

A me?

Non me lo venderebbe neanche DiMaio.

I Porti restano chiusi o ce ne andiamo.