Galleries

Falchi a metà e Falchi distrutti; come Filippo Inzaghi non è riuscito ad esprimere il potenziale da allenatore. E non è il caso peggiore.

Sicuramente da calciatore era Falco al 100% – superfalco “to be honest” cioè “ad essere onesti” in Inglese lo dice anche mio papà. Ma da allenatore in A niente: “falco a metà” direbbe Gianluca Grignagni. Certo non è lo stesso mestiere, Sarri è un grande allenatore e non ha mai giocato, idem Sacchi che poi a un certo punto ha avuto la crisi ma…prima di avere la crisi ha fatto un super Milan – quello con Van Basten waow – poi ci sono quelli come Mourinho che ce l’hanno fatta in entrambi i campi. Ringhio è andato meglio, ma sembra disperato certe volte da allenatore ringhia meno, sono meno spavaldi, sempre con la dinamite sotto la panchina, ancora oggi non ho capito certe sostituzioni, ma forse non le dovevo capire io, per es. Breda con Nesta o Donadoni con Inzaghi appunto:  l’ex Superpippo è talmente provato che ho fatto fatica ha trovare una foto recente in cui sia uscito bene: è distrutto in faccia,

FilippoInzaghiCasteldebole
Inzaghi 12 giugno 2018 appena arrivato aBologna

Vieri gliel’aveva detto, ma…

Se DelPiero sta meglio e fa il commentatore sportivo come lo facesse da una vita, ride scherza, prende in giro Gattuso l’ex gemello diverso della Juve non ci sta a smettere la tuta e andare a lavorare in televisione – lo prenderebbero sicuramente – che vi devo dire? Gli uomini d’azione devono accettare la maggiore fatica e la maggiore vendetta – del destino – al Venezia avrebbe fatto meglio, io volevo entrassero in A, torna in B? Non fa niente? Secondo la Cabala Filippo Inzaghi è un numero quattro, però un quattro di lusso, un doppio undici, i quattro lavorano, non c’è niente da fare, qualcosa da fare la troverà.

E’ una caso non gravissimo. Dovrebbe aiutare insieme ai suoi ex colleghi i casi gravissimi, Paul Gascoigne? No, lui beveva già da prima, da quand’era calciatore, i casi gravissimi sono gli ex giocatori di rugby inglese che si suicidano a 37 anni perché non riescono a vivere la vita dopo il ritiro, in Inghilterra è un problema sociale, ecco quelli sono falchi distrutti, allora è meglio Alex Del Piero che ride, o Vieri che si sposa con la Velina – vent’anni dopo e con quella sbagliata – oppure David Robert Roger Beckham che non l’ha presa male o se l’ha presa male non lo fa vedere.

I falchi contenti – Del Piero e Beckham – i Falchi dimezzati – Inzaghi e Nesta – aiutino i falchi distrutti – i suicidi del rugby. Non mi preoccupo per Pippo, lui è forte, lui non si suicida.

per ora sta nascosto come direbbe Grignani “sa che conviene”

Advertisements

Nuovo Mini-Rosario con alcune parole modificate e più preghiere a Dio.

O Dio vieni a salvarci

Signore vieni presto in nostro aiuto

Gloria al padre al figlio e allo Spirito santo

Come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

O Gesù mio perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’Inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia.

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra,

dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci abbandonare alla tentazione ma liberaci dal Maligno.

Ave Maria piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta tra le donne e benedetto il frutto del tuo seno Gesù

Santa Maria madre del Redentore, prega per noi peccatori adesso ed in ogni momento di bisogno.

Liberaci, o Signore Dio Nostro, da tutti i mali che ci affliggono, provvedi tu per noi per tutte le nostre necessità sia materiali che spirituali, concedi la pace ai nostri giorni e illuminaci, guidaci, custodiscici, reggi e governa noi e le nostre vite, per Gesù Cristo Nostro Signore, Amen.

Gloria al padre al figlio e allo Spirito santo

Come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

O Gesù mio perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’Inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia.

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra,

dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci abbandonare alla tentazione ma liberaci dal Maligno.

Ave Maria piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta tra le donne e benedetto il frutto del tuo seno Gesù

Santa Maria madre del Redentore, prega per noi peccatori adesso ed in ogni momento di bisogno.

Liberaci, o Signore Dio Nostro, da tutti i nostri dubbi, donaci il Discernimento, facci vedere le cose chiare come stanno e facci prendere sempre la decisione giusta, per Gesù Cristo Nostro Signore.

Gloria al padre al figlio e allo Spirito santo

Come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.

O Gesù mio perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’Inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia.

Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra,

dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci abbandonare alla tentazione ma liberaci dal Maligno.

Ave Maria piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta tra le donne e benedetto il frutto del tuo seno Gesù

Santa Maria madre del Redentore, prega per noi peccatori adesso ed in ogni momento di bisogno.

Donaci, o Signore Dio Nostro, completa salute e salvezza sia di anima che di corpo, dona la pace al mondo intero e facci la grazia che la nostra società e tutte le chiese* siano organizzate secondo la tua volontà, per Gesù Cristo Nostro Signore, Amen.

…………………………………………………………………

*Si può anche dire “la Chiesa” invece di “tutte le chiese” a seconda delle proprie convinzioni. Nell’Apocalisse si parla di sette Chiese riconosciute dall’Agnello, mentre San Paolo ha fastidio delle divisioni e ne vuole una sola. 

………………………………

Questo è un nuovo esperimento di Rosario più focalizzato sulla preghiera a Dio e meno alla Madonna, in cui si dice “non ci abbandonare alla tentazione” e “liberaci dal maligno” nel Padre Nostro, interpretazioni accettate anche se non obbligatorie sia nella chiesa cattolica che in diverse chiese riformate e “Santa Maria madre del Redentore” e “prega per noi peccatori adesso e in ogni momento di bisogno” per focalizzare il fatto che Maria è la madre di Gesù e per non lasciare il vuoto di preghiera e di sostegno tra “adesso” e “l’ora della nostra morte”.

Ci sono poi più preghiere dirette a Dio – molti cattolici si lamentano del fatto che quando provano a pregare direttamente Dio gli mancano le parole e allora ripetono solo Ave Marie, o come Oriana Fallaci che notamente, ha provato a pregare Dio, le sono mancate le parole ed ha detto il famoso “Niente, e così sia” divenuto poi titolo di un suo libro -.

Io che l’ho scritto l’ho provato una volta sola, è potente.

Come tutti i Rosari si consiglia salmodiato, la voce guida dice la parte in chiaro, l’altra persona o l’assemblea quella in grassetto, però le preghiere finali a Dio e quella a Gesù vanno dette da tutti oppure dire solo Amen per confermare.

Autonomie e Dritto Sovranista. DeMagistris provoca: “Autonomia di Napoli” come se fosse uno scherzo.

Senza titolo
Lo stupido tweet di DeMagistris

L’ignoranza di DeMagistris, purtroppo Sindaco di Napoli, è allarmante, dice “soldi concessi alla Lombardia” quando invece sarebbero trattenuti, non concessi e comunque in realtà non verrà dato alla Lombardia un centesimo di più, è autonomia di spesa con gli stessi soldi non di trattenere più tasse e perché non è serio sulle Autonomie come si dovrebbe essere, ora lancia la sfida “L’Autonomia della città di Napoli” ma che cazzo vuol dire parlare di autonomie come se non fosse un discorso serio, organizzativo della Nazione, parlarne come al bar, senza citazioni di lusso, tipo i Länder tedeschi, o i Cantoni svizzeri, senza nessuno che faccia rilievi sulla Sicilia a statuto autonomo o il Trentino Alto Adige – tutti parlano solo di un’unica cosa: i soldi della Lombardia – questo parlarne in maniera non seria, non professionale, senza discutere di tassazione, di spesa, di scuola, di niente, così, come la bar “allora voglio l’autonomia di Napoli” diverso l’atteggiamento di DeLuca che ha richiesto anche per la Campania lo Statuto Autonomo, vedete io questa Italia la vorrei aiutare.

Vi ricordo che l’Autonomia è organizzativa, non è politica: cioè ora la Lombardia è a guida Lega, ma se vince il PD la Lombardia a Statuto autonomo sarà guidata dal PD, ora a Napoli c’è DeMagistris, domani ci potrebbe essere Ignazio LaRussa super-sindaco di destra di Napoli, invece loro parlano come se avessero un feudo, come se l’autonomia desse potere a loro e al loro partito per sempre. Mentre Bologna, col sindaco prima di Forza Italia, ve lo ricordate? Il macellaio, ora Padova passata dal sindaco sceriffo della Lega al sindaco piddino, la Calabria dove ogni tanto vince la destra ogni tanto la sinistra, dimostrano che tu se parli di Autonomia parli di regole organizzative non di contenuti politici perché quelli poi dipendono dal partito che vince.

Mi sento proprio stufa anche a dirlo che era una cosa di cui parlare seriamente.

Io poi che l’ho anche supportata devo dire che in linea di principio non sono neanche contraria allo Stato centralizzato, può anche funzionare liscio liscio, in teoria dovrebbe funzionare meglio, invece in Italia si è incancrenita dentro gli apparati statali una setta, una cosca, una massoneria che per esempio ora cerca di impedire al Ministro dell’Interno di fare il proprio dovere, la manina che cambia la finanziaria a favore della Croce Rossa – ??? – e non si sa chi è, allora per me è stato un modo di togliere quelle carte da quell’ufficio e trasferire la competenza a un altro ufficio dove tutti quei massoni non ci sono e spero non riescano ad entrare. Tutto lì. Se ne poteva anche parlare.

Comunque Autonomia o no: al Comune, alla Regione, alle Politiche voi votate sempre sovranista di destra. Leoluca Orlando dimostra che è peccato votare PD anche alle comunali. Non fatelo. Io voto sovranista dappertutto, come dicono in America “straight blue” o “straight red” cioè dritto blu – che in America è la sinistra – e dritto rosso – che in America è la destra – è al contrario che da noi, significa votare lo stesso Partito a tutti i livelli.

Votate straight sovereinist.

Dritto Sovranista

Virginia Raffaele un pò così: sia il saluto ai Casamonica che a Satana non facevano ridere.

Virginia Raffaele mafiosa, Virginia Raffaele satanica, ha scelto lei ma non faceva ridere. Il saluto ai Casamonica è stato un pò così e quello a satana era disturbante, ve lo linko il disturbo satanico arriva al min 3.34

Raffaele
Scenetta di Virginia Raffaele e Bisio col grammofono.

Vestita di bianco come le sacerdotesse pagane, sembra una che cerchi – come spesso succede alla Hunziker – si sforzi di essere simpatica, di fare ridere, ma non riesce; non è né carne né pesce volendo essere tutte e due: non abbastanza bella per fare la modella, rimane uno o due gradini sotto il livello “Modella Milano” e non abbastanza “veramente comica” da far scoppiare a ridere, qui sembra falsa, forzata, “mostra i denti” quando ride, tutti, troppi, come Michelle, e noi rimaniamo qui, con questo Sanremo un pò così che vuole essere qualcosa di altro, di più di quello che è e non riesce.

Al prete non è piaciuto lo sketch, a Salvini nemmeno, io sono perplessa. Chi sono costoro? Ma che vogliono? Chi è questa Virginia Raffaele? Che vuole? Che vuoi da me? No, non mi fai ridere e non sei nemmeno tanto bella, cambia mestiere o sei là per intercessione dei Casamonica o della famigerata massoneria vaticano-satanista, visto che sei di Roma? D’altra parte chi è causa del suo mal pianga se stesso: lei ha voluto essere associata a queste cose e a noi non hanno fatto ridere; Non è come l’Esorciccio, l’Esorciccio faceva ridere, tu no. Sembra una che non è né carne né pesce e cerca di essere tutt’e due. In questo Sanremo c’era qualcosa di sbagliato.

Tutta l’Europa sta diventando qualcosa di sbagliato: l’ex Luna-Park degli anni ottanta sta diventando il Maledetto Luna Park che sta per spegnere le luci di Loredana Bertè, ecco, anche se in quella canzone un velo di “micro-satanismo” i mostri, il numero 6 che si accende tre volte, c’è, quella almeno è una canzone riuscita – anche il video –

“Il boia mostra i denti e dice ‘Prego, Madame”

Perfetto, non me l’aspettavo questo dalla Bertè a 68 anni e senza patto col diavolo.

E purtroppo, mie cari Lettori, noi che siamo stati educati a Pinocchio, Dickens, il Libro Cuore, Goldrake e Mazinga Zeta, “buffi, impacciati, ma in fondo convinti di essere eroi” ora ci troviamo in questo doppio sogno, in cui il bene somiglia al male: per Gesù dobbiamo costruire le moschee ai migranti, per pietà dobbiamo far abortire i bambini fino al sesto mese di gestazione (???) per sensibilità dovremmo dire ai bambini che non sono né maschio né femmina perché “scelgono loro”…prego, Madame? No grazie. E spero che il Maledetto Luna-Park non sia quello che sta diventando l’Europa.

Chiusure domenicali e VAR: Perché Si e Perché No.

mercatino-bolzano-header
Bolzano – Mercatino di Natale

Tanto per cominciare, finirla di parlare come se si fosse in una realtà alternativa, nemmeno lo linko per schifo, l’articoletto – meschino – sul Giornale in cui il boss di Yamamay dice “Ma le sembrano normali le chiusure domenicali?” Certo, idiota, per uno di 46 anni come sei tu: sono normali, si tiene aperto la domenica forse dal 2008, cioè da quando tu avevi 35 anni. Ma ormai ci sarà l’Autonomia regionale e deciderà la Regione, nella Provincia Autonoma di Bolzano i negozi la domenica sono tutti chiusi, a Merano e a Bolzano Link come in Austria dove domenica e festivi liberi sono un dato di fatto, perché là sono cristiani di fatto,

«Nel Tirolo del Nord, ovvero a Innsbruck – dice il presidente dell’Unione Philipp Moser – la chiusura dei negozi la domenica e nei festivi rimane ancora un dato di fatto del tutto accettato. Le eccezioni sono previste esclusivamente per particolari festività od occasioni, con i negozi che possono tenere aperto solo in determinati orari o solo nei centri storici. In nessun caso, invece, al di fuori dei centri abitati, come per esempio nelle zone produttive. Questo regolamento, assicurano i vertici della Camera di commercio, funziona benissimo, senza generare lamentele o critiche». 

«Le aperture sette giorni su sette – dice il direttore Mirco Benetello – non fanno bene alla società nel suo complesso. Innanzitutto perché chi può permettersi orari no-stop sono solo le grandi catene. I negozi a conduzione familiare ovviamente non ce la fanno. E comunque è una questione anche di rispetto della dignità del lavoratore dipendente. La domenica e le festività si dovrebbe avere il diritto di passarle con i propri cari e non dietro il banco o alla cassa di un supermercato».

a Milano – il Sud del Nord – fanno finta che sia una cosa strana. Io sono favorevole alla chiusura e poi non sopporto, dico non sopporto la frasetta “i dipendenti vogliono lavorare la domenica” : non è vero, i dipendenti con i contrattino misero che hanno stanno zitti, io so che i commessi vogliono la domenica libera e si spaventano a dirlo perché i nuovi contrattini hanno castrato i sindacati, non possono fare niente, molti proprietari di piccoli negozi vogliono l’obbligo di chiusura così  non c’è concorrenza, quanto a Yamamay il proprietario del marchio non lavora in bottega: Il Giornale mi fa schifo, mi viene il vomito per la falsità. Deciderà la Regione come a Bolzano ha deciso la provincia, se no l’Autonomia a che serve?

Io in Calabria i negozi chiusi la domenica li voglio, la gente vuole stare in famiglia, a Milano certe volte ragionano da somari “io lavoro pure la domenica, io lavoro a Pasqua, io lavoro a Natale” embè? Lo dicono come se fosse chissà che e poi parlano di cultura cristiana e presepe obbligatorio, a me non piace il crocifisso nei luoghi pubblici è una cosa volgare, mentre il riposo domenicale e nei festivi è vero Cristianesimo.

Credo che a questo punto si faranno tutte le Regioni autonome perché non ha senso Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Sicilia, Sardegna, Valle D’Aosta si e tutte le altre no. La chiusura domenicale va con le autonomie.

In Calabria con l’Autonomia voglio una Polizia Speciale Regionale specializzata nel contrasto al racket delle estorsioni e ‘Ndrangheta con clausola fedeltà: cioè i membri devono aver già servito nei Carabinieri o Polizia di Stato o almeno 5 anni in un qualunque corpo delle Forze Armate così avranno già fatto giuramento allo Stato Italiano e saranno già stati selezionati secondo i criteri psico-fisici del test di Stato e saranno già stati addestrati all’uso delle armi, dovranno o avere o trasferirsi la residenza in Calabria – senza un minimo di anni, cioè si possono trasferire la residenza dal giorno in cui prendono servizio, però devono poter sparare e arrestare ‘Ndranghetisti e criminali particolarmente quelli che rompono le scatole agli imprenditori con la mazzetta – sembrerà strano, ma le mazzette fanno un danno enorme all’economia molto più dei traffici grossi come quello di droga e di armi, perché fanno chiudere le imprese private che creano i posti di lavoro o i negozianti che sono lavoratori autonomi -. E devono poter sparare, basta tolleranza e diritti umani dei criminali, l’Autonomia regionale in Calabria deve fare bene e poi va sostituito in blocco il presente odioso corpo dei Forestali visto che è una schifezza in cui i posti pare siano riservati agli ‘ndranghetisti e anche lì per accedere bisognerà aver già servito almeno 3 anni in polizia, carabinieri o un corpo delle Forza Armate.

Quanto al VAR

Va abolito, l’ultimo regalo dell’arbitro alla Juve è schifoso: ho l’impressione che Andrea Agnelli abbia tutti i difetti di suo nonno Gianni e nessuno dei pregi.

CHE FIGLI DI …. un velo pietoso sulle pretese degli Juventini e il presunto “rancore anti-Juve” degli altri

Allora dicono che il VAR – video assistente arbitro, l’uomo che guarda il video per questo si dice “il” e non “la” – ha passato all’arbitro non l’immagine che abbiamo visto noi nettamente dentro l’area col portiere che blocca la gamba, per non cadere il giocatore doveva massacrare il portiere calpestandogli faccia e tutto – è stato buono – ma un’altra inquadratura – ovviamente – favorevole alla Juve. E allora a che serve? A imbrogliare di più e meglio, sempre a favore delle stesse squadre, tanto vale toglierlo. Almeno il gioco è più veloce, si imbroglia di meno – o lo stesso – ci sono più gol e il calcio è più spettacolare.

Questi i due Perché si, perché no. Viva l’Italia.

Sanremo 2019: perché svela i trucchi della massoneria per bypassare il popolo.

La struttura del voto di Sanremo 2019 in cui, tra l’altro il popolo che voleva votare per contare un millesimo doveva pure pagare 0,50 euro a voto – io non ho votato, me ne frego e non l’ho nemmeno guardato, ho visto un pò di video su Internet – mentre la giuria “d’onore” e quella di giornalisti era fatta da persone pagate – al contrario del popolo che doveva pagare – e probabilmente pagate per votare per Tizio invece che per Caio.

Allora è stupido il popolo ad accettare di pagare per votare, la chiamano “Truffa Tim”:

Milioni di spettatori valevano il 50%

8 persone di giuria d’onore – hanno avuto la decenza di non chiamarla giuria di esperti perché c’erano la Dandini, la Guzzanti, gente che non era in grado di leggere uno spartito – valeva per il 20%

salastampasanremo
Giornalisti sala stampa Sanremo

Sala stampa giornalisti, quanti? c’erano al massimo 140/150 persone a occhio e croce, così esperti di musica che hanno gridato “merde” al Volo, secondo quanto riporta Facchinetti – che almeno lui di musica ne sa – “stronzo” a Ultimo – la cui canzone a me non è piaciuta ma al popolo votante e pagante si – niente, irritante silenzio per la Bertè amata dal pubblico in sala, ebbene questi 150 giornalisti piazzati – se erano 150 – anche loro là per votare multiculturale hanno contato per il 30%, dunque:

Se Sanremo è stato visto da 11 milioni di spettatori, avranno votato da casa quanti? metti almeno un milione, guardate che fregatura – se ha votato un milione:

1 milione di Italiani valgono il 50%

150 giornalisti valgono il 30%

8 persone di sinistra valgono il 20%

E’ scandaloso:

Chi vale di più?

8mostri

Antipatici vero? Questi sono gli 8 componenti della giuria d’onore, tutti di sinistra il cui voto valeva oro.

salastampasanremo

Questi sono i giornalisti della sala stampa a occhio e croce 150 individui – anche meno – credo anche loro pilotati e istruiti su come votare, il cui voto valeva argento.

I milioni di Italiani – che hanno pure pagato sono quelli il cui voto valeva manco bronzo.

Personalmente a me non piace la canzone di Ultimo, però gli italiani l’avevano votato, a Salvini piace perché è stato lasciato dalla Isoardi – la canzone di Ultimo parla di uno lasciato – la Isoardi che, con tutto il rispetto per Salvini, lo tratta come un coglione: si è fatta dare il posto in RAI e poi lo ha lasciato, io preferivo la Clerici, ora oltre ad averlo lasciato si butta su posizioni di sinistra per non essere neanche lontanamente associata a lui – e non perché gliene freghi dei migranti, ma per puro opportunismo –

Isoardi strega, mentre alla Clerici piaceva veramente mangiare – io li riconosco quelli a cui piace mangiare perché piace mangiare anche a me, la Isoardi guarda il cibo come Nembo Kid guarda la criptonite; ha sbagliato Salvini a mettere raccomandazioni.

Intanto i milioni di italiani hanno votato a destra anche in Abruzzo, perché noi i migranti non li vogliamo; chi li vuole? Come a Sanremo, quattro gatti di giudici massoni, due sgualdrine pronte a vendersi tutto pur di stare su un giornale, ve la ricordate la Pandolfi che è riuscita ad infilarsi nella giuria d’onore? Quei due o tre anni che fu rilevante come attrice fece una bassezza che nemmeno i mini VIP americani hanno fatto: si è sposata per davvero col vero prete firmando i documenti del vero comune senza essere innamorata del marito solo – per sua stessa ammissione – perché si era già venduta il servizio fotografico del matrimonio su Chi e non voleva perdere i soldi anche se stava già con Andrea Pezzi – ha intascato i soldi e poi ha divorziato dopo una settimana. Che schifo, è gentaglia mettetevelo in testa, si vendono matrimoni, te e tua madre, non sono persone di nemmeno mediocre caratura morale. Lasciateli perdere. Bravi gli Abruzzesi.

Bisogna scardinare il sistema massonico per cui 8 persone valgono più di 100 e 158 quanto 1 milione.

I massoni di serie A : la giuria d’onore.

I massoni di serie B: i giornalisti.

Tu che paghi: i coglioni.

Scardinare questo sistema oramai, sia da Sanremo che dal resto dell’Italia, dell’Europa e del Mondo. Tornare alla Democrazia.