Category Archives: Scienza

Ok, ve lo dico così: siamo ologrammi che vivono nello Spempo, una contrazione di “spazio-tempo”.

Non c’è lo spazio e il tempo, a quanto pare Einstein e gli scienziati dopo di lui hanno trovato che lo spazio e il tempo sono fusi in un unicum che Einstein chiama spacetime cioè spaziotempo tutto unico e che io chiamo spempo.

Hanno trovato scientificamente che se mettono un orologio credo atomico su un aereo e ne lasciano uno sincronizzato a terra dopo un paio di giri della terra l’orologio che sta in alto segna un’ora diversa da quello rimasto a terra, il tempo in alto si rallenta se l’aereo gira come la terra e si velocizza se va al contrario, in pratica in alto sono le 7 e 59 a terra sono le 8, se si va ancora più distante dalla terra in alto sono le 7 e 30 a terra sono le 8, se ci si allontana ancora di più in alto sono nel 2017 a terra siamo nel 2018, se si allontanano ancora di più in alto nello spazio sono nel 2002 e noi qui siamo sempre nel 2018 e se quello torna sulla terra l’astronauta che è stato nello spazio è più giovane di suo fratello gemello anche di anni.

Più aumenta la velocità, più rallenta il tempo, alla velocità della luce il tempo resta fermo, se si supera la velocità della luce si torna indietro. Ma dove? E qui casca l’asino o lo scienziato che chiama asino chi non ci crede, si torna indietro nel tempo per davvero, tipo si ricade in Italia nel 25002 o in Italia nel 2002, mentre noi rimasti qui ora siamo sempre nel 2018 o meglio: in Italia-2018, ma quello che cade in Italia 2002 in quale Italia è?

Noi abbiamo sempre creduto che l’Italia sia fissa, lo spazio, lo chiamo Italia perché siamo in Italia, e il tempo passa, cioè che io sono nata in Italia nel 1976, il primo giugno con l’ora solare, dichiarata il 2 per l’ora legale – sono nata a mezzanotte meno un quarto e risulto all’una meno un quarto, ed ora sono nella stessa Italia, sullo stesso pezzo di terra 42 anni dopo, nel 2018, invece no, l’Italia1976 esiste ancora e io sono nell’Italia2018.

Ologrammi

Questo perché l’Italia non esiste: siamo ologrammi che vivono in una realtà virtuale. Vi spiego, vi ricordate la frase della Bibbia “per il Signore un attimo sulla terra è come mille anni e mille anni sono come un attimo”? E’ vero in senso letterale non in senso metaforico, Dio vive al di fuori dello “Spempo” tu vivi dentro lo spazio tempo Lui vive fuori e ha mandato Suo Figlio dentro, o meglio si è incarnato dentro in Spirito Santo, non è tanto difficile da capire se si guarda questo:SpazioTempo

lo Spempo cioè lo spazio tempo è il tubo, Dio vive fuori dal tubo, dentro il tubo ci sono tutte le epoche e Dio le vede contemporaneamente e fa vedere ai profeti il presente il passato e anche il futuro Link la Bibbia va probabilmente presa molto più alla lettera di quanto alcuni credano, anche la frase di Gesù “Io sono l’alfa e l’omega” cioè “io sono la A e la Zeta”

Tempo
tu ed io viviamo dentro l’orologino, Dio fuori e ci si è infilato dentro come Gesù “Figlio” di Dio.

“il principio e la fine” si riferisce a questo: il principio e la fine esistono contemporaneamente – l’orologio oppure il tubo blu dello scienziato – per questo c’è gente che ha visioni del futuro e gente che dice si essere tornata nel passato, nella Bibbia si dice che Dio è eterno e vive nell’eternità dove non c’è giorno e notte, addirittura il Suo Nome è “Io sono” non “Io ero, sono e sarò” ma solo “Io sono” e quindi non c’è “il tempo” come “passato, presente e futuro” ma un unico eterno-presente rappresentato dal nome “Io sono” essendo la Sua dimensione di “eternità” perché è come la ragazza fuori dall’orologio o lo scienziato fuori dal tubo blu. Ora ci sono diversi video su youtube come il video di Tyson, in cui uno spettatore nel 1995 aveva uno smartphone e riprendeva il video che vogliono provare i viaggi nel tempo, però proprio il caso di Tyson viene descritto come falso perché magari alla NASA potevano avere nel 1995 oggetti costosissimi che sarebbero diventati di uso comune per noi vent’anni dopo:

Ci sono poi le immagini di astronauti scolpiti in bassorilievo ai tempi degli Incas o dei Maya aggiungendo le testimonianze Maya sul fatto che “alla fine dei tempi ci saranno uccelli di metallo che volano nei cieli” e che sono chiaramente aeroplani, paradossalmente in un’epoca come la nostra con photoshop è più sicura la testimonianza scritta databile col carbonio 14 che non l’eventuale foto o il video. Ma gli scienziati stanno facendo coming out, cioè hanno cominciato a dire che tra di loro se ne parla normalmente il problema è dirlo a noi altri Link e Link non solo, dicono di averla già fatta la porta spazio-temporale, il buco nero in laboratorio, cioè hanno creato una zona in laboratorio dove l’atomo supera la velocità della luce, si è creato un buco nero in laboratorio e ci hanno mandato dentro prima il cane e poi anche persone, poi hanno smesso per paura, nel video linkato – e linciato – in inglese si dice chiaramente che se un oggetto entra in un buco nero si smaterializza, ma tutte le informazioni sulla composizione dell’oggetto si memorizzano sull’esterno del buco nero come su un computer e si l’oggetto si può riformare praticamente rimaterializzandosi fuori quando esce, l’alternativa è che la materia non esiste proprio, cioè l’oggetto prima di entrare nel buco nero è solo una proiezione, come dicono in Matrix “Il cucchiaino non esiste” non è nè duro, né piegato, per questo si piega o sta dritto, in pratica è tutto un ologramma.

cucchiaio-matrix-bimbo
Cucchiaino di Matrix

Non solo, gli scienziati hanno già detto che probabilmente questo mondo in cui viviamo è uscito dall’altro lato del buco nero che viene per ora chiamato buco bianco col famoso big bang, e quindi è una ricostruzione olografica.

In questo contesto non è tanto difficile da capire il concepimento di Gesù nel grembo della Vergine Maria, essendo tutti ologrammi sembra normale, è più difficile da accettare i dolori del parto, cioè perché se è un ologramma devo soffrire? La risposta è perché il nostro cervello o meglio la nostra coscienza ci fa percepire le cose solide e ci fa soffrire. I fachiri non si pungono con gli aghi e non soffrono se ci camminano sopra perché sintonizzano la loro coscienza sul non percepire le cose solide o pungenti anche se il caso del fachiro può essere diverso, cioè che il fachiro si anestetizza, non prova dolore ma l’oggetto lo punge lo stesso e quello è diverso.

Vi faccio un altro esempio tratto dalla Bibbia – Nuovo Testamento, vi ricordate quando Gesù entra in casa dai dodici apostoli passando attraverso il muro? E’ un ologramma diremmo noi, gli apostoli avevano paura che fosse un fantasma, ma la cosa vera che sta venendo fuori oggi è che è un ologramma anche il muro, non solo, è un ologramma anche San Tommaso che non ci crede, anche quando San Pietro viene fatto uscire di prigione non è che scappi, vede un angelo scompare dalla prigione e ricompare sulla strada a un chilometro forse dal carcere, non ricordo la distanza, il fatto è che è tutto un ologramma sia lo spazio che Pietro che l’Angelo, non solo l’angelo. E Dio vive al di fuori e vede tutto contemporaneamente, per questo la frase “per Dio mille anni sono come un giorno ed un giorno come mille anni”. Il mio problema però è questo: se c’è l’eternità e c’è Paola nel 1976 neonata e Paola ora nel 2018 e Paola nel 2002 a litigare con suo padre e Paola nel 1998 in collegio quale Paola si salva? Quanto io esco da qua, dallo Spempo perché muoio e vado dove Dio mi manda, dentro lo Spempo sto qua lo stesso.

In Matrix la risposta è questa: Neo, Thomas Anderson vero non è dentro la Matrix, cioè lo spazio-tempo, il suo vero corpo è fuori connesso con degli elettrodi a un computer che fa percepire al suo cervello di essere dentro il video-gioco Matrix. Cioè noi non stiamo veramente qui dentro fisicamente, il nostro cervello e nemmeno, la nostra coscienza lo crede. Italia20017 non esiste tanto quanto Italia2018, sono proiezioni tutte pure quello che noi crediamo l’attimo ora, il presente, in questo senso l’Universo è infinito: è infinito perché non esiste contemporaneamente in un vero spazio come lo concepivano prima, esiste solo il pezzo che vedi quando lo vedi, ed infine materialmente non esiste nemmeno quello. C’è un video fatto da scienziati molto bello che lo spiega, lo devo trovare. Cioè è come Grand Theft Auto la scena che vedi sullo schermo è l’unica che esiste in quel momento, tutti gli altri luoghi esistono solo se il giocatore ci va e compaiono sullo schermo, se no esistono nella sua mente.

Mi vengono in mente due domande:

1 come lo sapessero quelli che hanno scritto la Bibbia: ma questa è facile, gliel’ha detto Dio che da fuori lo Spempo può fare quello che vuole.

2 come lo sapessero i fratelli Wachoski che hanno fatto Matrix.

Advertisements

Perché votare 5 Stelle: Vaccini, 17 bambini morti in meno di tre mesi. La Scienza.

Screenshot
Uno dei link dai giornali locali.

VACCINI : DICIASSETTE BAMBINI MORTI IN MENO DI TRE MESI?

L’elenco dei piccoli morti cresce giorno dopo giorno. Solo nelle ultime settimane DICIASSETTE sono i bimbi morti (da 3 mesi a 6 anni).
Continueremo a pubblicare l’elenco aggiornato con il solo intento di denunciare da una parte una situazione inaccettabile e dall’altra per sensibilizzare le masse su un problema gravissimo che potrebbe interessare chiunque.
Quanti bambini morti e bambini gravemente danneggiati serviranno prima che un magistrato illuminato e libero emetta un mandato di arresto nei confronti del ministro della salute Beatrice Lorenzin, colpevole di aver firmato e presentato un decreto-legge scellerato?
Quante anime dovranno ancora essere sacrificate sopra l’altare di una scienza (non democratica e gestita dalle industrie chimiche), prima che si comprendano i crimini contro l’infanzia che si stanno perpetrando?
Ecco l’elenco incompleto in ordine cronologico (estrapolato da quotidiani locali) delle tristissime morti avvenute di recente…
La stampa nazionale ha notizie molto più importanti da veicolare!

Porto San Giorgio (Fermo), 17 dicembre 2017
Bambino di 2 anni muore per difficoltà respiratorie. La causa della morte sarebbero complicanze dell’influenza…
http://www.ilrestodelcarlino.it/fermo/cronaca/bimbo-morto-1.3615483

Cles (Trento), 17 dicembre 2017
Bambino di 6 anni muore nella notte di arresto cardio-respiratorio. Il papà medico e la mamma pediatra.
Fonte: http://www.lavocedeltrentino.it/2017/12/18/tragedia-cles-bimbo-6-anni-muore-nella-notte/

Sant’Antioco, Sardegna, 11 dicembre 2017
Neonato di 2 mesi trovato morto nella culla dai genitori…

Per l’elenco completo andate sul sito di Blondet Link

Considerazioni politiche: Il Movimento 5 Stelle ha fatto di tutto per evitarlo, mentre Forza Italia gliel’ha votato, contro il vero parere della Scienza cioè il SIPNEI Link la Lorenzin e il governo hanno trovato due o tre medici da intervistare in televisione per garantire. Garantire cosa? se i loro colleghi endocrinologi hanno detto NO ed hanno messo la firma sul documento informativo?

Non voglio aggiungere nulla, se non che Forza Italia ha votato questa ennesima porcheria ed il Giornale di Berlusconi insultava i no Vax come Repubblica di DeBenedetti e come Gino Strada, ciò che la rende invotabile, come il PD.

La famosa Scienza invocata dalla Lorenzin da ragione ai No-Vax. Leggere per credere.

logo_SIPNEI
Logo della Società Italiana di Psico-neuro-endocrino-immunologia.

La società italiana di psico-neuro-endocrino-immunologia, la famosa “scienza” invocata dalla Lorenzin, da molta più ragione ai No Vax che non a lei.

Copio e incollo i tratti che mi interessano di più della loro relazione sull’obbligo di imporre 10 vaccini a tutti bambini a zero a sei anni genitori volenti o nolenti, e poi do il link per la relazione integrale.

Scusatemi, ma allora i medici interpellati dalla Lorenzin, chi erano? Suo nonno?

La Relazione della Scienza dice l’opposto di quello che ha fatto la Lorenzin:

Tratti salienti:

“La decisione governativa di estendere l’obbligatorietà delle vaccinazioni che, in una prima fase, è stata scagliata come un diktat sulla società, minacciando di estendere ai genitori critici le stesse pene inflitte ai medici critici e cioè la sospensione della potestà genitoriale, anche nella versione modificata uscita dal dibattito parlamentare, che pur ha tagliato le unghie al furore della Ministra della salute, a nostro avviso, non regge ad un esame ravvicinato dei dati e delle premesse su cui si fonda.”

E ancora:

“Pur scontando il fatto che,  se attorno al bambino non immunizzato per un certo agente infettivo esistono numerose persone non immunizzate, la probabilità del bambino stesso di contrarre quell’infezione sono maggiori, da qui non si può trarre la conclusione dell’obbligo per 10 vaccini, che, da quanto argomentato, si mostra non solo inopportuna, ma anche infondata sul piano scientifico, poiché lo Stato può chiedere alla persona (o al suo tutore) la violazione della libertà individuale, riguardo alla propria salute, se dimostra che le misure obbligatorie servono a scongiurare un rischio collettivo riferito ai singoli vaccini proposti. Da quanto abbiamo scritto, è errato mettere tutti vaccini sullo stesso piano: alcuni di loro non producono alcun “effetto gregge”, altri conferiscono un’immunità che deperisce nel tempo. Ma per proporre una strategia vaccinale all’altezza delle conoscenze attuali, occorre prendere in esame altre problematiche.”

Relazione integrale qui link

I medici firmatari aka la scienza:

Il Consiglio direttivo nazionale della Società Italiana di Psiconeuroendocrinoimmunologia

Roma 29.07.2017

Francesco Bottaccioli presidente onorario, professore a contratto nella formazione post- laurea delle Università dell’Aquila e di Torino

Mauro Bologna presidente, professore ordinario di Patologia generale, Università dell’Aquila

David Lazzari past-president, membro dell’Esecutivo nazionale dell’Ordine degli psicologi, direttore del servizio di psicologia clinica dell’Azienda ospedaliera S. Maria di Terni

Marina Risi vice-presidente, professoressa a contratto nel Master in PNEI Università dell’Aquila

Franco Cracolici responsabile del comitato di coordinamento delle sezioni territoriali SIPNEI, medico responsabile nel Servizio di medicina integrata dell’Ospedale di Pitigliano (GR)

Letizia Ferrante psicologa psicoterapeuta, responsabile del coordinamento delle sezioni SIPNEI del meridione d’Italia

Massimo Fioranelli professore associato di Fisiologia, Università G. Marconi, Roma

 Andrea Minelli professore associato di Fisiologia, Università di Urbino

Elisa Paravati neuropsicologa, responsabile del coordinamento delle sezioni SSIPNEI del nord Italia

E allora? Chi è che ha consigliato alla Lorenzin queste misure drastiche? Chi sono i medici che non firmano – come quelli che ordinavano la DIANE a tutte, ma poi non firmavano la ricetta, i bastardi, e loro sanno perché -?