Category Archives: Sport

Falchi a metà e Falchi distrutti; come Filippo Inzaghi non è riuscito ad esprimere il potenziale da allenatore. E non è il caso peggiore.

Sicuramente da calciatore era Falco al 100% – superfalco “to be honest” cioè “ad essere onesti” in Inglese lo dice anche mio papà. Ma da allenatore in A niente: “falco a metà” direbbe Gianluca Grignagni. Certo non è lo stesso mestiere, Sarri è un grande allenatore e non ha mai giocato, idem Sacchi che poi a un certo punto ha avuto la crisi ma…prima di avere la crisi ha fatto un super Milan – quello con Van Basten waow – poi ci sono quelli come Mourinho che ce l’hanno fatta in entrambi i campi. Ringhio è andato meglio, ma sembra disperato certe volte da allenatore ringhia meno, sono meno spavaldi, sempre con la dinamite sotto la panchina, ancora oggi non ho capito certe sostituzioni, ma forse non le dovevo capire io, per es. Breda con Nesta o Donadoni con Inzaghi appunto:  l’ex Superpippo è talmente provato che ho fatto fatica ha trovare una foto recente in cui sia uscito bene: è distrutto in faccia,

FilippoInzaghiCasteldebole
Inzaghi 12 giugno 2018 appena arrivato aBologna

Vieri gliel’aveva detto, ma…

Se DelPiero sta meglio e fa il commentatore sportivo come lo facesse da una vita, ride scherza, prende in giro Gattuso l’ex gemello diverso della Juve non ci sta a smettere la tuta e andare a lavorare in televisione – lo prenderebbero sicuramente – che vi devo dire? Gli uomini d’azione devono accettare la maggiore fatica e la maggiore vendetta – del destino – al Venezia avrebbe fatto meglio, io volevo entrassero in A, torna in B? Non fa niente? Secondo la Cabala Filippo Inzaghi è un numero quattro, però un quattro di lusso, un doppio undici, i quattro lavorano, non c’è niente da fare, qualcosa da fare la troverà.

E’ una caso non gravissimo. Dovrebbe aiutare insieme ai suoi ex colleghi i casi gravissimi, Paul Gascoigne? No, lui beveva già da prima, da quand’era calciatore, i casi gravissimi sono gli ex giocatori di rugby inglese che si suicidano a 37 anni perché non riescono a vivere la vita dopo il ritiro, in Inghilterra è un problema sociale, ecco quelli sono falchi distrutti, allora è meglio Alex Del Piero che ride, o Vieri che si sposa con la Velina – vent’anni dopo e con quella sbagliata – oppure David Robert Roger Beckham che non l’ha presa male o se l’ha presa male non lo fa vedere.

I falchi contenti – Del Piero e Beckham – i Falchi dimezzati – Inzaghi e Nesta – aiutino i falchi distrutti – i suicidi del rugby. Non mi preoccupo per Pippo, lui è forte, lui non si suicida.

per ora sta nascosto come direbbe Grignani “sa che conviene”

Advertisements

Boateng contro la sospensione delle Partite per razzismo. Due o tre considerazioni.

Certo lui parla a “I Signori del Calcio” i cori razzisti li fanno gli sfigati, lo capisco, non posso purtroppo fare l’embedding del video, la lunga intervista “di lusso” per Sky Sport perché non me lo fanno fare quindi vi do il link

Boateng

Stralcio dell’intervista:

Intervistatore: “Il razzismo e gli ululati nel calcio. Cosa ci può fare?”

Boateng: “Certamente si possono fare tante cose, io penso che l’ultima cosa che debba fare un giocatore è fermarsi. Io l’ho fatto dalla rabbia e dall’emozione. Però non dobbiamo arrivare a questo perché siamo esempi e idoli per i bambini e non può essere un esempio per un bambino “fermare il gioco” quando a te non piace una cosa. Dopo, stiamo parlando di razzismo e di non avere rispetto per una persona. Ci sono tante cose che possiamo migliorare come società, come calcio in generale. Possiamo fare molto di più. Se significa aiutare e dare segnali abbracciandosi ad ogni partita o ogni giorno lo dobbiamo fare. Chiudere lo stadio è una sconfitta per tutti perché se alla fine chiudi uno stadio hanno vinto gli altri’.

A parte l’emozione c’è un altro particolare che emerge dall’intervista intera: Boateng vuole ‘fare esplodere San Siro” cioè l’attaccante quando segna vuole che la curva gridi e lo stadio “esploda” chi le vuole fare le partite a porte chiuse? Se gli togli i quattro tamarri che fanno i cori razzisti e/o territoriali gli togli pure quelli che gridano e urlano il loro nome quando segnano e loro non si divertono, contrariamente al DASPO che è personale, cioè escludi quelle persone là non tutti gli altri le partite a porte chiuse sono una tristezza, si segna e nessuno grida – a parte Simone Inzaghi, espulso pure lui che grida da dove l’hanno messo –

Sinisa Mihailovic li vuole incontrare e picchiare, faccia a faccia “vienimelo a dire in faccia” – per Mihailovic c’è “serbo fottuto e/o di merda” oppure “zingaro” – ma la cosa più carina, o da teatro dell’assurdo, è che Mihalivoci gli aggiunge “Vienimi a trovare al Principe di Piemonte” – l’albergo a nove stelle migliore di Torino – e fa già un pò ridere l’oggetto di razzismo è quello che sta al Principe di Piemonte il razzista è quello che sta in curva – neanche in tribuna –

“Vediamo se hanno le palle anche là, vaffanculo” E questo è il calcio che volete: un pò di quel che ci vuole.

Quindi Boateng vuole dimostrazioni di affetto e antirazzismo fuori dallo stadio, ma non vuole tolta la curva, perché se no quando segna nessuno si esalta, né interrompere la partita che è pericoloso perché la partita poi la devi rigiocare e se una squadra sta vincendo quando si interrompe e poi l’altra – quella a porte chiuse  – la vince la squadra avversaria? La interrompi una partita che stai vincendo uno a zero? O due a zero? E poi l’altra la rifai daccapo o rifai il pezzo mancante? E’ difficile che sospendano le partite a metà per il coro, le partite in genere si sospendono se c’è pericolo fisico, scontri violenti etc. come quando i tifosi della Roma hanno preteso la sospensione di una partita all’Olimpico perché uno di loro era stato ucciso/pestato fuori dallo Stadio e Totti andò a parlare col notorio Genny la Carogna – che nomi – Mentre Mihailovic vuole pestare al Principe di Piemonte quelli che lo insultano e li manda a …quello che supporta l’idea di sospendere la partita è Carlo Ancelotti allenatore del Nord – dell’Emilia Romagna – del Napoli perché non se li vuole tenere o perché non vuole che i tifosi partenopei pensino che lui, essendo del Nord, non li difende, o essendo bianco non difende i neri, invece Ancelotti è un uomo, a queste cose tiene.

Il problema è che il DASPO è meglio perché è personale e poi Ancelotti stesso la sospenderebbe una partita che sta vincendo? Metti che il Napoli vinca due a zero chessò al 60° minuto, allora i tifosi dell’Atalanta gridano “terrone, coleroso etc. nero di…” e sospendono la partita? E i punti? E’ ovvio che lo farebbero apposta.

Fate come Mihailovic, mandateli ‘affanculo.

Questi sono i famigerati, i tifosi dell’Atalanta

non dico che sembrino un pò sfigatelli, però ognuno fa quello che può, non c’è paragone con la vita di Mihailovic o di un calciatore di Serie A.

Ma Re Carlo vuole rispetto:

Posso dire una cosa? Da esterna, sospendere la partita per trenta minuti lo fai pure se la stai vincendo e la vuoi chiudere? Cioè il rischio è che per delle persone che lo fanno apposta contro bianchi e contro neri, alteri il risultato in un mondo economicamente spietato come la Serie A. E l’arbitro? Se dicono che è venduto e lo fa solo se vuole aiutare la squadra che perde – magari la Juve – già basta il VAR che è peggio che non averlo – Io sono per l’abolizione del VAR -.

Bene, a questo punto io vi ho dato diversi punti di vista, con interviste, per il resto fate voi.

Milan-Juve a Gedda; Cari Lettori, se volete diritti dovete fare soldi.

Comanda chi fa soldi, tutto qui; le ondate di migranti ci sono perché le vogliono i banchieri Rothschild, tutto qui, non perché veramente esista il diritto di migrare o gli occidentali amino i migranti “poverini”. in Arabia Saudita possono segare Kashoggy, mandare le donne in burqa, non prendere migranti né rifugiati nemmeno musulmani come loro – piuttosto pagano per costruire moschee all’estero, ma loro non se li pigliano – pagano ed hanno il super Milan super Juve a Gedda e la D’Amico ex amante, ora partner ufficiale di Buffon ex modella sexy nuda sul calendario se li difende, e con quali argomenti?: Hanno pagato. Certo. hai ragione “l’importanza di chiamarsi Ilaria”.

Io stessa sono influenzata dall’intensa campagna mediatica pro Arabia Saudita che ha fatto passi da gigante sui diritti delle donne, le fa guidare, le fa andare allo stadio e mi è rimasto solo un cruccio: mi voglio comprare la divisa di Cutrone perché mi piace questa del 2018/2019 perché ha il pezzetto di manica nero ed è più fine, non mi piaceva quella coi polsini e il colletto bianco ( o quella della Juve coi numeri rossi – indimenticabile in negativo -) invece e siccome non me la voglio comprare l’hanno prossimo perché sennò è dell’anno prima devo risolvere il dubbio morale presto se una come me possa andare in giro con la scritta “Fly Emirates” per il solo gusto di farsi invidiare da suo padre “che io ce l’ho originale e lui no”. Ebbene? Forse si forse no, ma se me la compro me la compro di Cutrone: è simpatico, è italiano e segna – e non ha la barba lunga ed io odio i calciatori con la barba lunga:

higuain
che non diventi di moda
cutrone
Patrick Cutrone

Cutrone si contiene. I calciatori di una volta invece erano più “Gillette” ma comprarmi le maglie di una volta non mi va devo comprarmi quella di quest’anno.

andriy-shevchenko-928499
Shevchenko – Gillette style

Dalle modelle fidanzate veline supersexy alle donne in burqa

donne-stadio-gedda-994x400
Le spettatrici

questo fatto che tutto si possa comprare mi turba.

a-supercoppagedda

Mi sento male. Ragazzi, se vogliamo veramente difendere i nostri diritti, vi piaccia o no, dobbiamo fare i soldi. Ve lo dico così com’è. Siatemene grati. Ci hanno rotto le palle col sessismo, con le battute sessiste di Trump (?) con Ministra e Sindaca – che non riesco a dirlo nemmeno che mi sento male per quanto suona brutto – poi paghi e vaffanculo tu e la sindaca e la ministra, viva gli Arabi! Per non parlare del delitto Kashoggy: ci hanno fatto la testa così sui diritti umani, i diritti dei migranti e poi basta pagare e puoi segare Travaglio o Scalfari. E’ sempre stato così probabilmente, vi ricordate quando hanno fatto la Formula 1 là ed hanno brindato con la Fanta? E sapete che vi dico? Sì Kashoggy sicuramente era una spia ed anche a me non piacciono le spie – capisco che andasse punito – ma gli andava dato l’Ergastolo o se non volevi farne un martire, perché il New York Times avrebbe fatto il casino per liberarlo, allora una pistolata in testa.

Facciamo soldi o la nostra cultura occidentale, pagano-cristiana se ne sarà andata a…con tutti i nostri benedetti diritti. E nemmeno a pistolate, peggio.

Roberto Mancini crede a questo. Se secondo voi sono messaggi della Madonna…

Per il presunto messaggio andare al momento della presunta apparizione al min 1.46

E’ ovvio che ‘sta strega stia recitando – e male – ma andiamo al messaggio, la solita pappa che chiunque può aver scritto. Questo è Messaggio del 2 gennaio 2019 alla veggente Mirjana – quello presunto del video -.

“Cari figli, purtroppo fra di voi, figli miei, c’è così tanta lotta, odio, interessi personali, egoismo. Figli miei, dimenticate così facilmente mio Figlio, le Sue parole, il Suo amore! La fede si sta spegnendo in molte anime e molti cuori sono catturati dalle cose materiali, di questo mondo. Il mio Cuore materno sa, però, che ce ne sono ancora molti che credono, che amano, che cercano di avvicinarsi il più possibile a mio Figlio; che cercano mio Figlio instancabilmente e così cercano anche me. Sono gli umili ed i miti, che portano in silenzio i loro dolori e le loro sofferenze, con le loro speranze, ma soprattutto con la loro fede. Sono gli apostoli del mio amore. Figli miei, apostoli del mio amore, vi insegno che mio Figlio non chiede tanto preghiere incessanti, quanto opere e fervore, chiede che crediate, che preghiate, che con la vostra preghiera personale cresciate nella fede, che cresciate nell’amore. Amatevi gli uni gli altri: questo è ciò che Lui chiede, è la via verso la vita eterna. Figli miei, non dimenticate che mio Figlio ha portato la luce in questo mondo, e l’ha donata a coloro che hanno desiderato vederla ed accoglierla. Siate voi quelle persone, perché quella è la luce della verità, della pace e dell’amore. Io vi guido maternamente affinché adoriate mio Figlio, affinché amiate mio Figlio insieme a me; affinché i vostri pensieri, le vostre parole e le vostre opere siano sempre rivolti verso mio Figlio; affinché siano diretti verso il Suo Nome. Allora il mio Cuore sarà colmo. Vi ringrazio!”. 

Aggiungiamo il messaggio attribuito alla Madonna del 25 dicembre 2018 

“Cari figli! Vi porto mio Figlio Gesù che è il Re della pace. Lui vi dona la pace, che questa pace non sia solo per voi, figlioli, ma portatela agli altri nella gioia e nell’umiltà. Io sono con voi e prego per voi in questo tempo di grazia che #Dio desidera darvi. La mia presenza è il segno dell’amore, mentre sono qui con voi per proteggervi e guidarvi verso l’eternità. Grazie di….? 

Chi indovina come finisce vince un secchiello per fare i castelli di sabbia a mare…ohh sicuramente “grazie di avere risposto alla mia chiamata” – è una  formula quasi fissa –

Due considerazioni: 

1 Siri o “Alexa rispondi” li farebbero meglio e più vari; 

2 Se Mancini ci crede non vedo speranze per l’Italia – nel senso del soccer – 

mjrjana

Se secondo voi questa è la faccia di una donna in trance o che ha un’esperienza mistica io sono Brigitte Bardot. Si vede tanto che recita. 

Perché sono ritornata su Medjugorje? Perché il CT della nazionale – in zona retrocessione – ci crede e trova perfino normale fargli pubblicità sul Giornale

mancini

Ora se leggete uno dopo l’altro i quarantasettemila e passa messaggi sono quasi tutti uguali, se chiedi ad Alexa te li fa meglio:

aòexa

“Alexa, fai un messaggio di Medjugorje” “Cari figli, vengo a portarvi mio figlio Gesù, grazie di aver risposto alla mia chiamata”.

P.S.

Tengo a precisare che nei messaggi di origine soprannaturale ci sono sempre rivelazioni o profezie, mai vaghe considerazioni morali o moraleggianti: è impossibile che quelli di Medjugorje siano messaggi della Madonna. E la veggente per di più è la proprietaria dell’albergo per pellegrini e del negozio di statue della madonna e di gadget.

Non mi dispiace della morte di Belardinelli, e perché gli Interisti hanno bisogno dell’aiuto dei Francesi e dei Varesotti contro il Napoli?

NoBelardinelli
Milano – San Siro. Immagini degli  scontri di ieri fuori dallo stadio .

Onestamente si sono messi in tre tifoserie contro i Napoletani e le hanno pure prese, e non mi dispiace della morte di Belardinelli, dico sul serio anche perché quello non è tifo né scontri casuali tra tifoserie opposte: c’erano coltelli. Fino alle risse tra ragazzi o scontri casuali io non mi scandalizzo, ma quello che è successo ieri era ben altro: le tifoserie erano organizzate con coltelli, non erano solo uomini che fanno a pugni per caso, del resto, perché l’aiuto dei tifosi del Nizza che neanche sanno parlare in Italiano? e di quelli del Varese? tre tifoserie contro una e le hanno anche prese. L’incidente probabilmente è un incidente, dall’alto dei Suv non si vede niente, è risaputo che non si vede chi passa vicino alla macchina si vede solo da lontano perché il Suv è troppo alto, 4.9 metri di altezza ma ha il davanti come una macchina normale.

Allora a me potrebbe anche piacere ogni tanto andare allo stadio e se ho visto in passato qualche ragazzo fare a pugni mi sono semplicemente tenuta a distanza, però coltelli, e stranieri non mi piacciono. Che arrestino quelli che devono arrestare.

Sono contraria a fare le partite con lo stadio chiuso e senza pubblico perché se c’è uno normale a Milano che vuole andare allo stadio non deve essere penalizzato, DASPO e arresti mirati per i colpevoli e restituite gli stadi alle persone normali.

Sì, non mi può sempre dispiacere per tutto, sono tutti “un bravo ragazzo” “un angelo” “una ragazza solare che si faceva di coca, di ero ed era in albergo nella sua stessa città alle tre del pomeriggio (???)” cioè era in un albergo ad ore, due femministe svedesi dopo aver rotto le scatole a tutti sul sessismo dei maschi scandinavi (?) sul razzismo degli Sweden Democrats sono andate a dimostrare che i pregiudizi sui musulmani sono falsi e invece di andare in villaggio turistico in Marocco o in un circuito turistico protetto e controllato da agenzie ed autorità marocchine – quello lo farei anch’io – sono andate a fare free trekking in Marocco in zone a caso e le hanno stuprate e tagliato la testa, ‘ste altre deficienti, sembrano la pubblicità “No Alpitour? Ahi ahi ahi” solo la versione tragica, crudele e che non fa più ridere. La mia coscienza è andata in vacanza, ma ancora ragiona.

Non mi dispiace per uno che porta il coltello allo stadio, che voleva fare col coltello? e pure aiutato dai francesi.

Mi pare evidente che ci sia qualcosa sotto che va molto oltre ragazzi che litigano per il calcio e scappa qualche cazzotto. Tutto questo deve finire.

Calcio: Cultura, Cori & VAR. E Perché c’è di Peggio.

Dal Calcio alla “Chinese Democracy” perché è sbagliato censurare.

Il rischio è di sprofondare in quella che i Guns&Roses ironicamente chiamavano “Chinese Democracy” cioè Democrazia Cinese, in cui di fatto tutto è proibito.

In Giapponese è vietato dire “No” nella lingua giapponese esiste solo il “Si” perché il No è considerato sgarbato addirittura in certe aziende giapponesi all’avanguardia nel consiglio d’amministrazione parlano in Inglese perché se parlano giapponese non si sbrigano mai e non possono dire “no, non va bene” chiaro e tondo.

La cultura politicamente corretta della sinistra occidentale sta andando in quella direzione: devi essere falso, tutto ti deve piacere, Napoli ti deve piacere, Reggio Calabria ti deve piacere, poi ai Reggini deve piacere pure l’Africa e il Togo, Israele ti deve piacere, non puoi più dire “no, non mi piace, non voglio un milione di immigrati africani” se no ti arrestano per razzismo. Per di più se tutto ti deve piacere per finta e per forza, i complimenti diventano fasulli e poco credibili.

Fermo restando che la Regina d’Inghilterra non dirà mai “negro” e “terrone” come non lo diceva Gianni Agnelli e chi lo dice – per quanto una volta “negro” fosse considerato termine neutro, ora è offensivo – è considerato rozzo, tamarro, arrestare o sospendere le partite per cori tamarri, offensivi o razzisti può di fatto rappresentare l’ingresso nella “Democrazia Cinese” che è Democrazia di nome ma non di fatto, in cui tutto è vietato, in cui c’è – sic – il pensiero unico -.

Le persone eleganti e le maestre di scuola certi termini non li usano, i primi perché sono “al di sopra” e non li sentono e li urta sentirli dagli altri, i secondi perché devono parlare pulito o sono molto perbene, allo stadio spesso si dicono cose cattive proprio per ferire, per demoralizzare, se vogliamo, per distruggere, una volta un mio amico che ha fatto boxe per un periodo mi ha detto di aver smesso perché oltre un certo livello per vincere l’avversario lo devi odiare – se no non picchi – solo l’allenamento non basta più e lui non li odiava, che vi devo dire? Come specifico nel video, ora temo di più la deriva mondialista e la censura, l’ingresso nella dimensione culturale del politicamente corretto come dittatura, io rimarrei sulla regola che le partite si sospendono per violenza fisica, per violenza verbale no.

Parliamo di calcio (si fa per dire) E comunque no, non voglio la sospensione della partita Atalanta-Napoli.

Mi sembra esagerato già parlare della sospensione della partita Atalanta-Napoli perché forse gli Atalantini diranno “terrone” e che altro? “Contadino” – ma perché è “contadino” è un insulto? io conosco gente che fa il contadino, ma lasciamo perdere…- oppure “coleroso” Link stando al Giornale – la mia fonte, una delle tante – Il problema qual è? Che i napoletani non sanno che rispondere? A me che sono di Reggio Calabria – più a Sud di loro – viene in mente chessò…che l’Atalanta con quella maglia sembra l’Inter dei poveri (non vincono mai niente). Chissà se si offendono, perché a volte non è l’insulto, è la sensibilità della persona insultata, cioè che a certa gente gli puoi dire di tutto e non ha nessuna reazione, altri si arrabbiano e si aggressivizzano, altri si indeboliscono, si scoraggiano e piangono per le stesse parole, tanto che nei filmetti sui militari americani l’insulto è usato per rendere più bestie i soldati, cioè si spera che il soldato si aggressivizzi e diventi meno sensibile oppure si abitui all’ostilità e al disprezzo etc.

Questo è peggio

Il terzo è un pò schifoso, perché è troppo gay (questo culo ce l’hanno sempre in testa sti addestratori, va, lasciamo stare: all’addestratore potresti dire di peggio che ai soldati).

La mia paura è che se cominciano sospendere le partite per insulti razzisti/territoriali prima o poi cominciano a dire che vogliono sospendere anche i mie siti dove nei momenti peggiori ho detto di peggio, una volta ero così arrabbiata con Netanyahu che ho scritto che voglio Tel Aviv bombardata con l’atomica  (equivale al Vesuvio).

Ragazzi vi voglio bene, io tifo Napoli, ma mi raccomando “un pò duri” se no qua chiudiamo tutto e finiamo tutti ad Alcatraz. Poi faremo delle belle partite con i tifosi dell’Atalanta nel campo del carcere durante l’ora d’aria.

Fategli lo striscione:

“SIETE L’INTER DEI POVERI”

Atalanta-Napoli

Chissà se si offendono.