Category Archives: Italia

Def: voglio fare l’avvocato di Moscovici per una volta.

DefMoscoviciTria2
Preparazioni per la conferenza congiunta di Pierre Moscovici e Giovanni Tria

In breve, Pierre Moscovici, l’uomo di Bruxelles sceso di persona per un colloquio privato sia col Capo dello Stato Mattarella che col Ministro del Tesoro Giovanni Tria consegnando a quest’ultimo, brevi manu, la lettera in cui ci rimprovera che stiamo deviando gravemente dal patto di stabilità, per una volta voglio dare ragione a lui e alla UE e non capita spesso.

Che cosa voglio dire? Questo: che il Def non piace neanche a me, e l’ho specificato, si aggiungano altre pessime notizie dal Giornale di Berlusconi, altri 45 miliardi di debito più o meno nella voce “varie ed eventuali” cioè che non si capisce ‘sti altri 45 miliardi a chi vadano, ecco, questo dopo il fantasmino pre-halloween dell’articolo 23 che sbolognava milioni alla Croce Rossa in mano ai tecnici del PD di cui il governo Conte non sapeva nulla, ed anche il condono tombale per riportare in Italia capitali mafiosi di cui almeno DiMaio non sapeva nulla e poi la notoria spesa pazza per il reddito di cittadinanza a cittadini e non, con gli Italiani e gli immigrati residenti da 5 anni già in coda ai cosiddetti job center non per cercare lavoro ma per farsi dare il modulo per chiedere il reddito di cittadinanza ecco, non serve essere Juncker, Öttinger o Moscovici appunto per bocciarlo.

Lo possiamo rifare d’accapo ‘sto Def?

Io dico questo, perché sono una persona onesta o almeno che una tenta di essere onesta: io voglio l’uscita dall’euro e dalla UE perché non voglio rispettare le regole dell’euro e della UE, io per la UE sono una bigotta neonazista cui piace battere moneta e fare quello che vuole, la mia lista di diritti umani ne contiene quattro, la loro almeno trecento, cioè per me è diritto umano non essere torturati, l’ora d’aria e il cibo sano in carcere, non è diritto umano l’utero in affitto i matrimoni gay o richiedere la censura della stampa di destra, poi non mi piacciono le regole del Mercato Unico perché io ho calcolato che saremmo più ricchi senza Mercato Unico, bloccheremmo i prodotti del NordAfrica, non tutti, solo quelli in competizione con i nostri, e riapriremmo al Mercato Russo, sì sono tra il convinto e il sicuro che saremmo più ricchi senza il Mercato Unico e poi voglio la sovranità monetaria ergo-dunque-quindi Voglio uscire, non chiederei mai di restare e non rispettare le regole perché per me non ha senso. A me da bambina dicevano che sembravo la Gestapo solo perché in Calabria volevo che si rispettassero le Leggi, quelle scritte, non le dannate e pezzenti “leggi non scritte” non mi parlate di leggi-non-scritte ho disprezzo di questa cosa, sono gli imbroglioni e i falsi i mezzi camorristi borghesi ed i massoni che parlano di “leggi non scritte”. Infatti per questo io voglio uscire dalla UE. Se no ha ragione Moscovici.

Il mio pensiero/pensierino furbo che nasconde una speranza, perché in fondo questo governo mi è simpatico ed anche DiMaio può esser meglio del Berlusca, è che Salvini e DiMaio stiano facendo il gioco delle parti, faranno questo nuovo Consiglio dei Ministri sul Def taroccato e poi DiMaio otterrà l’eliminazione del condono tombale e del rincaro dell’RC auto al Nord e Salvini l’abolizione del reddito di cittadinanza o almeno il congelamento per due anni oppure la restrizione ai soli cittadini Italiani residenti in Italia, poi vanno ripulite tutte le spese oscure aggiunte dalle “manine” che si pigliano milioni dalle tasse del contribuente senza contribuire, burosauri di Stato con moglie raccomandata alla Caritas alla Croce Rossa o in qualche ente sperperone  ad aiutare i migranti e se stessi ancora coi soldi nostri.

Il Def deve essere pulito e chiaro come il vetro.

Io non devo niente alle lobby ed alle sette che si annidano ancora nello Stato, sicuramente non gli devo soldi, a me non è mai piaciuta la moda post anni novanta di fare tagli ai dipendenti statali e poi finanziare con soldi pubblici COOP, ONG il “volontariato” perché se i soldi li mette lo Stato i posti di lavoro vanno assegnati per titolo e punteggio, invece ‘ste COOP ‘ste ONG ‘ste associazioni di volontariato in cui tutti fanno San Francesco però non sono poveri e assumono chi gli pare a loro con l’aggravante morale che essendo i posti di lavoro assegnati per raccomandazione gli stipendi li paga lo Stato lo stesso, allora era meglio quando le assunzioni le faceva lo Stato direttamente per titolo e punteggio e basta. Ho sempre odiato quelli della scuola privata vantarsi di fornire un servizio allo Stato e colmare una mancanza, non è vero, le scuole private assumono chi vogliono loro e gli stipendi li dovrebbero pagare coi soldi loro privati, lo Stato non dovrebbe metterci una lira, oppure dovrebbero essere obbligati ad assumere chi è in graduatoria statale, invece assumono per raccomandazione chi pare a loro, fanno lo stesso punteggio degli statali e appena si libera un posto buono nella scuola statale saltano la coda e se lo prendono – dopo non essersi fatta la gavetta delle sedi disagiate di montagna etc. -: non mi pare onesto, almeno a noi della Gestapo sapete non ci pare tanto normale.

Advertisements

I Burosauri ladri – ovviamente della setta PD – e perché ha ragione DiMaio.

DiMaio arrabbiato e chi lo deride, ma basta leggere l’articolo di Blondet sul “vizietto” dei sinistri nella Pubblica Amministrazione e nei Ministeri che di fatto, come vi ho avvertiti ieri “si comportano come una setta” Link come un mondo a parte “un’altra Italia” un’Italia che fa riferimento solo a se stessa e disprezza ed usa gli altri, quelli fuori dal partito ecco il link e due citazioni chiarissime da Blondet & Friends:

norma-ignota.manina

Link La Manina sarà denunciata alla Procura, ma quale?

“Domenica scorsa  il premier Giuseppe Conte  legge le ultime bozze del decreto e si accorge di un “articolo n.23” che non aveva mai letto prima, come pure i suoi ministri e sottosegretari. Il testo assegna 28 milioni di euro di fondi l’anno – per tre anni,  quindi 84  milioni (in vecchie lire 166 miliardi) –   alla gestione commissariale della Croce Rossa, ente ufficialmente in liquidazione coatta da gennaio. Sono tanti soldi, atteso che meno di un mese fa un decreto ha sbloccato 117 milioni per questa partita attinti dal Fondo Sanitario Nazionale”. Di questa cifra, 30 milioni vanno “alla struttura commissariale retta da Patrizia Ravaioli, moglie di Antonio Polito, editorialista e vicedirettore del Corriere della Sera”. Oltre che  ex senatore del Partito Democratico ed  esponente dell’Ulivo.

(Dal Fatto Quotidiano)

Si scopre che  una “manina” ha inserito questa spese  a carico dei contribuenti senza avvisare  né Conte nè Salvini né Di Maio. Qualcosa che “manine” prima hanno fatto  impunemente  per decenni facendo così ingigantire la spesa pubblica di “dazioni  ambientali” (per dirla come Di Pietro) e che nessun governo di fatto ha mai contestato. Questo governo, invece, contesta. Conte non ci sta. Vuole sapere a chi appartiene la “manina”:

Risulta essere “il capo di Gabinetto del ministro Tria, Roberto Garofoli”, grand  commis inamovibile di decine di governi. Tria lo difende, e difende lo stanziamento: “Serviva a pagare i tfr ai lavoratori”, eccetera.

In ogni caso, mi avvisano, “domani parte la denuncia alla Procura verso Garofali , bene così”.

Vediamo come andrà a finire.   Quale procura? Quale magistratura? Perché c’è n’è una,   che si definisce “Democratica”,  la quale – mentre c’è una indagine e una procedura giudiziaria in corso sul sindaco di Riace per le sue possibili malversazioni di denaro pubblico  –    ha già anticipato il giudizio, ed ha assolto il sindaco e il modello Riace, prima dei colleghi magistrati che indagano (…)

Perché in questa faccenda sono tutti democratici (cioè del PD ndr.): la commissaria riempita di milioni, il di lei  marito, il grand commmis, e la Magistratura Democratica.”

vedete perché vi linko Blondet? E sono contenta che questa notizia sia venuta fuori così saprete chiaramente che quando dico che i piddini si comportano come una setta coi giornalisti, magistrati, burocrati nei nostri Ministeri che si comportano come un’altra Italia con cui tu e io non c’entriamo niente e ribadisco con orgoglio la mia richiesta a Salvini e DiMaio e Conte sulle nomine RAI, sulle nomine dei Giudici costituzionali, su tutte le nomine e mi cito io stessa dall’articolo di ieri:”di quelli del PD non dovete mettere nessuno da nessuna parte” e l’invito a piazzarsi i loro uomini o uomini neutrali se li trovano, aggiunsi anche “uomo avvisato mezzo salvato” credo che ora non possano avere più dubbi: i comunisti-piddini hanno sempre rubato, infranto la legge, piazzato raccomandati, si sono infilati nei Ministeri comportandosi come spie israeliane a casa nostra e rimpinguendosi coi soldi pubblici il tutto senza nemmeno aver la decenza di tacere, ma gridando e sgridando tutti sui media di loro proprietà o in RAI finché l’hanno occupata e starnazzando contro la corruzione.

Ora la pacchia è finita, direbbe DiMaio, come ha già detto Salvini.

Rimuovete i piddini e non abbiate paura di fare le purghe, perché qualche purga in fondo a quelli gli serve secondo il noto detto a riguardo che “chi non caca scoppia”.

DeF: 6 anni di carcere per chi imbroglia sulla dichiarazione dei Redditi per avere i soldi di DiMaio. Tria sta dov’è.

Caro Tria,

se ho scritto relativamente poco su di te è perché te e Savona vi dò per scontati, ho lottato e vinto per avere un Ministro delle Finanze dalla parte degli italiani che sa come fare a discorrere con gli stranieri.

Solo che ultimamente con questa storia del DEF ogni due e tre i giornali scrivono “Forse Tria si dimette” per il reddito di cittadinanza.

TriaG
Tria non si dimette, sta dov’è.

Ora intervengo, com’è mio solito a gamba tesa.

Il Reddito di Cittadinanza non sono solo tre parole “sole, cuore e amore” è un concetto da declinare, ora Di Maio non è né turpe né pazzo, ha già detto che il reddito di cittadinanza sarà tutelato dai nullafacenti di proposito per accumulare soldi non dovuti per due o tre anni con la minaccia “giustizialista” di 6 e dico 6 anni di galera per chi richiede l’assegno di sussidio contro la povertà – altrimenti noto come reddito di cittadinanza – mentendo sui reali redditi, cioè se da controllo incrociato esce che un Rom o un Calabrese cattolico o un Triestino calvinista c’hanno intestate 24 automobili e si dichiarano nullatenenti si fanno 6 anni di carcere, va bene?

Le misure contro la povertà vanno strutturate, in Danimarca ci sono, ma abbinate alla legge che prevede che se un cittadino danese rifiuta fino a tre proposte di lavoro fatte da un centro per l’impiego gestito dallo Stato, in linea col suo curriculum, cioè non mandano un professore a friggere patatine, ed entro le due ore macchina dal comune di residenza, perde diritto all’assegno.

Quello che voglio dire io è questo: ci sono persone che ne hanno bisogno e persone che ne approfittano, non si lasciano poveri quelli che hanno bisogno ma non si devono far approfittare i furbastri, si struttura così nel NordEuropa dove comunque c’è da tanto, con due parafulmine contro gli scrocconi:

Primo Parafulmine

I controlli sulla dichiarazione dei redditi, per es. se hai case non lo puoi avere, però lo Stato deve cacciare gli squatter, cioè tu devi poter affittare la casa e l’inquilino deve pagare, perché tu non sei il welfare state che deve provvedere case popolari, sei un privato cittadino e hai il diritto ed anche il dovere di far fruttare gli immobili, se la lasci vuota per tua decisione invece lo puoi fare perché la casa è la tua, ma non hai diritto a nessun reddito di cittadinanza;

Secondo Parafulmine

Il centro di collocamento gestito dallo Stato; se sei disoccupato e lo Stato ti trova fino a tre proposte di lavoro pagato giusto e in regola, non a sfruttamento o in nero ovviamente, in linea col tuo curriculum ed entro le due ore di macchina dal centro di residenza, sei libero di rifiutare ma perdi il diritto al reddito di cittadinanza.

Sono formule anti-sfruttamento, infatti in Danimarca il lavoro è pagato bene e anti-fannulloni per scelta, per fregare lo Stato, Rom o non Rom.

Capito?

Dai Giovanni, la fate peggio di com’è. Ciao.

“Prima gli Immigrati e i Poster” mai gli Italiani, come Toscani-Boschi hanno seppellito il PD del tutto.

Link

Il servizio di Maxim per Maria Elena Boschi dovrebbe essere imbarazzante se Maria Elena Boschi fosse capace di vergognarsi: a lei e a Toscani non importa nulla – nulla – né delle vittime del Salvabanche, né delle vittime del crollo del Ponte-Benetton, loro seguitano a considerare solo se stessi, Cacciari che si lamenta di Conte Link è fuori tempo, fuor di luogo e forse anche fuori di testa, cioè lui, che parla assai, se fosse stato residente in Tirolo avrebbe votato questa:

MEB

definita dalla Lucarelli “Nonna papera impazzita” e parla per me che ho votato Salvini, cazzo, scusate, ma per darsi le arie che ancora si dà Cacciari si deve proporre qualcosa di più e di molto meglio di un paio di Toscani autoreferenziali che fanno morire la gente, la buttano dalla finestra delle Banche, affamano i correntisti per salvare i fratelli, si comprano autostrade e non investono in manutenzione dunque crollano ponti e poi invece di fare mea culpa ed andare in qualche convento a meditare sul male fatto, finiscono su Maxim, con i capelli nemmeno troppo puliti a ridere coi denti un pò gialli e a “parlare di se” ovviamente di se, chi altri? Degli italiani? Delle Vittime dei Crac bancari? Non me ne fregherebbe niente se non che Cacciari e Martina e Prodi devono solo stare zitti, le arie che si danno non se le possono più permettere.

Si, è meglio Conte.

Conte-Salvini
Noi abbiamo votato per questi.

BoschiT

Tu Cacciari hai votato per questa, perché hai votato PD il Partito di cui questa donna pazza è asse portante, dunque il PD è crollato – come il Ponte dei Benetton. 

State zitti che fate più figura.

2 Ottobre: i 5 Stelle faranno una Conferenza sulle Riforme, invitate Forza Italia e parlate dei Giudici.

E’ venuto il momento di agire, i Doors direbbero “The time to hesitate is through” cioè “Il tempo di esitare è finito”, bisogna agire, ora il 02 Ottobre 2018, oggi siamo al 29 Settembre, Santi Michele Gabriele e Raffaele, e auguri a Berlusconi che fa il compleanno, quindi manca pochissimo, domani è Domenica, si tratta di martedì, ecco, martedì “the time to hesitate is through” il tempo di esitare sarà finito, dovete scegliere in che Italia vivere e far vivere gli Italiani del futuro, i giudici “comunisti” hanno già dato annuncio di guerra a Salvini, dicono cazzate, la corte costituzionale si permette di dire che “si sentono cose mai dette prima” e che loro tuteleranno cosa? Le banche? La BCE? Le ONG e le COOP mafiose? Incarteranno i processi per omicidio come quello di Genova contro i Benetton o di Siena per l’omicidio di David Rossi? Link

Un Memorandum:

No giudici che entrano ed escono dai partiti politici;

No obbligo di iscriversi ad una corrente della magistratura per ricoprire incarichi in Cassazione e CSM;

Nomine CSM e Cassazione per sorteggio tra tutti i candidabili;

No interpretazione troppo libera della Costituzione;

Separazione delle carriere;

Varie ed eventuali;

Ed aggiungo: no faida tra 5 Stelle e Forza Italia, noi abbiamo diritto a giudici neutrali, riformate la Costituzione e regalate agli Italiani il giusto processo.

Quanto alla canzoncina dei Doors che fa… “the time to hesitate is through” è ovviamente Light my fire…

Cassazione

Questo palazzo appartiene agli italiani NON al PD. E Vediamo se la devono smettere, perché la devono smettere.

Berlusconi e DiMaio devono liberarsi dal Complesso di Masaniello e fare le Riforme.

Guardate che i Giudici tra l’altro hanno la polizia giudiziaria: non gliela possiamo lasciare in mano al PD che la usa contro Lega, Berlusconi, Bossi, Salvini e se vuole pure DiMaio…la Riforma della Magistratura va fatta, è categorico. I Giudici non devono rispondere ad un partito politico o essere più legati “debitori” nei confronti di un partito politico che non di un altro, Mani Pulite è stato uno scandalo, liberatevi dal complesso di Masaniello e dalla Sindrome di Stoccolma.

Cari 5Stelle, la Riforma della Magistratura va fatta Ora. Visto?

DiMaioSalvini
Salvini e DiMaio votano alla Camera

Fate la bicamerale e cominciate i lavori per le riforme costituzionali, anche della Magistratura. Il PD ha perso e riperso i voti degli Italiani, i sondaggi lo danno al 15% ma il CSM elegge un politico piddino vicepresidente presidente di fatto ecco da wikipedia le funzioni del CSM, col copia e incolla:

(Il CSM esercita) le funzioni di autogoverno del Consiglio superiore della magistratura quindi in materia di stato giuridico dei magistrati, con riguardo a:

  • assunzione (sempre tramite concorso pubblico);
  • assegnazione ad un incarico;
  • promozione;
  • trasferimento;
  • attribuzione di sussidi ai magistrati e alle loro famiglie;
  • procedimento disciplinare;
  • nomina dei magistrati di Cassazione
  • nomina e revoca dei magistrati onorari

Link

cioè il PD, un partito di merda non più votato dagli Italiani controlla chi promuove, attiva procedimenti disciplinari contro e trasferisce gli altri magistrati, se ricordate il CSM ha richiamato infatti il PM Zuccaro di fatto per proteggere le ONG dalle indagini sul traffico di esseri umani. I magistrati non trafficoni che non ci vogliono entrare nelle correnti hanno già dichiarato che vogliono che i membri del CSM siano sorteggiati.

Ora Bonafede Ministro 5 Stelle della Giustizia e DiMaio sono scandalizzati, il PD si comporta letteralmente come un cane che non molla l’osso, rileggetevi i miei articoli precedenti – se necessario – e fate partire i lavori della Bicamerale per le riforme costituzionali con Forza Italia.

Non vedo che altro resti da fare.

P.S.

Se non vi ho convinto scrivete sul motore di ricerca google le parole “David Ermini” e guardate cosa vi esce:GoogleSearchDE